Giornata della Memoria



24
gennaio

CARLO ANGELA – UN MEDICO STRATEGA: UBALDO PANTANI RACCONTA LA STORIA DEL PAPA’ DI PIERO CHE SALVO’ GLI EBREI

Ubaldo Pantani

Ubaldo Pantani sveste i panni del comico in occasione del Giorno della Memoria. Il comico condurrà il documentario Carlo Angela – Un medico stratega che andrà in onda venerdì 27 gennaio su Rai 2 in seconda serata (ore 23).




27
gennaio

GIORNATA DELLA MEMORIA 2016: TUTTI GLI APPUNTAMENTI RAI, MEDIASET, TV2000, E SKY

Giornata della Memoria 2016

Quest’oggi, 27 gennaio, si celebra la Giornata della Memoria, la ricorrenza internazionale istituita per ricordare le vittime della Shoah. Anche quest’anno la tv, ed in particolare la Rai, dedicheranno alla Memoria ampi spazi di riflessione e approfondimento, per non dimenticare quanto è accaduto al popolo ebraico nei campi nazisti. In questi giorni le varie reti televisive generaliste e specializzate, ricorderanno l’Olocausto con servizi giornalistici, dirette, approfondimenti, interviste, programmi, testimonianze, film e fiction sull’argomento. Ma è nella giornata di oggi che si concentra ovviamente la maggior parte della programmazione, a cominciare dalla celebrazione del “Giorno della Memoria”, in diretta dal Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che andrà in onda alle 10.55, su Rai1. Di seguito tutti gli appuntamenti in tv.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


27
gennaio

GIORNATA DELLA MEMORIA 2015 IN TV: LA PROGRAMMAZIONE DI RAI, MEDIASET, TV2000 E SKY

Giornata della Memoria

Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell’aria. La peste si è spenta, ma l’infezione serpeggia: sarebbe sciocco negarlo“. Vibrano e sconvolgono ancora le parole di Primo Levi, che raccontò così il grande genocidio. Nella Giornata della Memoria, che si celebra oggi – 27 gennaio – in ricordo delle vittime dell’Olocausto, il piccolo schermo si appresta ad onorare la ricorrenza con approfondimenti, inchieste, interviste, film e documentari. Ecco i principali appuntamenti della giornata odierna, a 70 anni dall’apertura dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz.

Giorno della Memoria 2015 – Rai

La Rai seguirà la celebrazione del Giorno della Memoria in diretta dall’Aula di Montecitorio: a cura di Rai Parlamento, la cerimonia sarà trasmessa dalle 11.00 alle 11.55 su Rai3, poi su Rai2 fino alle 12.30. Il programma Pane quotidiano, in onda dalle 12:45 alle 13.10 su Rai3, ricorderà l’anniversario attraverso un libro di Manuela Dviri. In studio, con la conduttrice Concita de Gregorio, il giornalista Gad Lerner. La Shoah e gli italiani saranno il tema di una puntata speciale de Il Tempo e la Storia, il programma di Rai Cultura in onda alle 13.10 su Rai3 e alle 14.20 su Rai Storia. La trasmissione tornerà oggi in prima serata su Rai Storia con lo speciale Shoah. I bambini hanno memoria.

L’informazione giornalistica della Rai seguirà con grande attenzione la giornata della Memoria attraverso Tg2 Dossier, Tg2 Storie e gli approfondimenti del Tg3, anche da parte delle sedi regionali della TgR. Alle 21.15 Rai5 trasmetterà il film Il nastro bianco di Michael Haneke, che si è aggiudicato la Palma d’oro a Cannes e il Golden Globe come miglior film straniero. Una storia drammatica ambientata in un villaggio della Germania protestante del Nord, negli anni immediatamente precedenti lo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Qui la vita degli abitanti viene sconvolta da strani episodi apparentemente inspiegabili.

Giorno della Memoria 2015 – Mediaset





26
gennaio

GIORNATA DELLA MEMORIA 2014: LA PROGRAMMAZIONE RAI, MEDIASET, LA7, SKY E LAEFFE

Giornata della Memoria

Come ogni anno la tv dedica una programmazione speciale alla Giornata della Memoria, che si celebra il 27 gennaio in ricordo dello stesso giorno del 1945, nel quale le truppe sovietiche dell’Armata Rossa arrivarono presso la città di Auschwitz scoprendo il campo di concentramento, e liberandone i pochi superstiti. Rai, Mediaset, La7, Sky e LaEffe proporranno approfondimenti, inchieste, interviste, film, docufilm e documentari non solo nella giornata di lunedì 27, ma anche nei giorni che precedono e seguono l’importante ricorrenza istituita nel 2005.

Giornata della Memoria 2014 – L’offerta di Rai1

Su Rai1 lunedì 27 Uno Mattina, La Vita in Diretta e Porta a Porta dedicheranno spazi particolari al ricordo della Shoah. Alle 14.10 andrà in onda il documentario Il viaggio più lungo – Rodi Auschwitz, con le testimonianze di Sami Modiano, Stella Levi e Albert Israel. Testimonianze che ripercorreranno le vicende degli ebrei di Rodi dal 1938 all’8 settembre, quando l’isola passò sotto il controllo nazista. In terza serata, la rubrica Terza Pagina a cura di Rai Educational trasmetterà Ricordando la Shoah, mentre il Tg1, alle 9.10, trasmetterà uno Speciale di Roberto Olla, all’interno di Tg1 Storia.

Giornata della Memoria 2014 – L’offerta di Rai2

Su Rai2 spazio al tema con la miniserie Perlasca con protagonista Luca Zingaretti, in onda alle 8.00, con il programma I Fatti Vostri, che affronterà il tema con ospiti in studio, e con uno spazio dedicato nella rubrica Tg2 Insieme alle 10.00.

Giornata della Memoria 2014 – L’offerta di Rai3


25
gennaio

27 GENNAIO 2013 – GIORNATA DELLA MEMORIA: TUTTI GLI APPUNTAMENTI RAI, MEDIASET E LA7

Giornata della Memoria 2013

Domenica 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria, istituita nel 2000 per ricordare le numerose vittime dello sterminio nazista. Come di consueto anche la tv celebrerà l’importante commemorazione attraverso trasmissioni, approfondimenti, film e fiction. Si inizia con Rai Premium che, questa sera e domani in prima serata, trasmette la miniserie Perlasca – Un eroe italiano, coproduzione internazionale dedicata alla figura del commerciante padovano Giorgio Perlasca, un comune uomo della strada, fascista convinto, che nel 1943 a Budapest si trasformò in eroe e riuscì a salvare molti ebrei ungheresi dal lager.

Su Rai3, domani sera alle 23,30, andrà invece in onda in prima tv La Pianista Bambina (Hiding in the Spotlight), film liberamente ispirato all’omonimo best-seller di Greg Dawso, che ha raccolto e raccontato le testimonianze della madre, Zhanna e di sua sorella Frina, due talenti musicali sopravvissuti all’Olocausto, grazie alla musica. Rai1, oltre a proporre diversi spazi di approfondimento all’interno di Uno Mattina, La vita in diretta e Domenica In, manderà in onda domenica sera alle 21:30 il capolavoro di Roberto Benigni La vita è bella, film del 1997, vincitore l’anno successivo di tre premi Oscar: per il miglior attore protagonista, per il miglior film straniero e per la migliore colonna sonora.

Sempre domenica Rai Movie ricorderà le vittime della Shoah con una rassegna di ben 11 film. Da Il diario di Anna Frank a La caduta – Gli ultimi giorni di Hitler, da Il generale della Rovere a Vincitori e vinti, 24 ore di programmazione per non dimenticare l’Olocausto. Si comincia con Il cielo cade (6.30) – la tragica vicenda di due bambine adottate dagli zii dopo la morte dei genitori – film con Isabella Rossellini liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Lorenza Mazzetti, diretto da Andrea e Antonio Frazzi. La storia d’amore tra la cantante Sally Bowles (Liza Minnelli) e il giovane Brian durante l’ascesa al potere del regime nazista è, invece, il leitmotiv del pluripremiato Cabaret (ore 8.10) di Bob Fosse, vincitore di 8 premi Oscar.





23
gennaio

MI RICORDO DI ANNA FRANK: IL DRAMMA DELL’OLOCAUSTO RIVIVE SU RAI 1

Mi ricordo di Anna Frank

Mancano pochi giorni al 27 gennaio, Giornata della Memoria per tutte le vittime dell’Olocausto. Tra le tante proposte televisive che nel corso di tutta la settimana ricorderanno il tristemente celebre anniversario, vale la pena segnalare Mi ricordo di Anna Frank, l’ottimo film per la tv prodotto da RaiFiction nel 2009, in onda questa sera alle 21,10 su Rai1. Liberamente ispirato al romanzo omonimo di Alison Leslie Gold, il tv movie diretto da Alberto Negrin – che in prima visione il 27 gennaio 2010 ottenne una media di 7.022.000 spettatori e il 25.79% di share – racconta l’amicizia tra Anna Frank e Hannah Goslar.

La storia parte dal primo incontro ad Amsterdam delle loro due famiglie tedesche che avevano abbandonato la Germania per proseguire con la vita quotidiana delle due amiche, i primi amori, l’inizio delle leggi antiebraiche, l’occupazione tedesca, la sparizione di amici e parenti, la separazione improvvisa da Anna quando tutta la famiglia Frank decide di nascondersi nell’alloggio segreto ricavato dietro gli uffici della ditta del padre; ma anche gli inutili tentativi di Hanneli di mettersi in contatto con Anna che lei crede scappata in Svizzera, la delusione di non essere stata informata dalla sua amica.

Hanneli ricordando Anna è felice all’idea che almeno la sua amica sia salva, lontana da quegli orrori. Fino a quando scopre che Anna è lì, a Bergen Belsen, tra i deportati senza alcun privilegio come invece, grazie al padre antico ministro della Repubblica di Weimar, era fortunatamente accaduto a lei. Hanneli tenterà di avvicinarsi ad Anna, rischiando la vita, ma tutti gli olandesi verranno portati lontano, in un’altra baracca e Hanneli saprà della morte di Anna solo dopo la fine della guerra quando Otto Frank andrà a trovarla in ospedale e le dirà che sua figlia non è sopravvissuta. 


3
febbraio

IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE: IL DRAMMA DELL’OLOCAUSTO QUESTA SERA SU CANALE 5.

Il Bambino con il pigiama a righe

Affrontare la tragedia dell’Olocausto, confrontandosi con un evento collettivo così doloroso e carico di orrore non è facile per nessuno. Da sempre, scrittori e registi di fronte alla doverosa necessità di testimoniare e raccontare la verità sullo sterminio ebraico, hanno più volte preferito percorrere strade parallele. Percorsi che potessero rievocare e denunciare il trauma del genocidio in maniera meno diretta. Per mitigare la tragedia e la bestialità nazista, si è spesso ricorso a un punto d’osservazione privilegiato, come ad esempio quello dei bambini. Da Anne Frank, il cui diario, considerato una delle opere più rappresentative legate alla Shoah, ha ispirato numerosi film, sino a Jona che visse nella balena o La vita è Bella.

E’ in questo filone che si inserisce Il bambino con il pigiama a righe, un film del 2008 diretto e sceneggiato da Mark Herman, adattamento del romanzo omonimo dello scrittore John Boyne. La pellicola in onda questa sera su Canale 5, a meno di una settimana dalla Giornata della Memoria, racconta la forte amicizia tra due bambini: Bruno e Shmuel, il primo figlio di un comandante nazista, nuovo direttore di un campo di sterminio, il secondo un bimbo ebreo, rinchiuso assieme al padre nello stesso campo. Il piccolo Bruno, trasferitosi con la sua famiglia, in una casa vicina al campo di concentramento, spinto dalla sua sete d’avventura, si avvicina a quella che ai suoi occhi di bambino, sembra una strana fattoria.

Attraverso il filo spinato, conosce e stringe amicizia con un ragazzino vestito con una curioso pigiama a righe. Bruno non riesce neppure a immaginare la triste realtà, ma sarà Shmuel col passare dei giorni, a fargli capire che ciò che indossa non è un pigiama e quella che vede non è una fattoria. Un giorno, Bruno scopre di poter oltrepassare il filo spinato, e si offre così di aiutare Shmuel a trovare il suo papà, che non vede da alcuni giorni. Procuratosi un altro “pigiama”, entra nel lager.


23
gennaio

LA SFIDA DELLA DOMENICA: LA PANICUCCI OSPITA RENGA, AMENDOLA E GREGORACI. RITORNO A QUELLI CHE PER NICOLA SAVINO

Federica Panicucci durante la prima puntata di Domenica cinque

E’ partita in salita la nuova avventura professionale di Claudio Brachino e Federica Panicucci. La loro Domenica cinque, sette giorni fa, ha oscillato tra il 10 e il 12%, risultando così sconfitta dalla concorrenza. Per la nuova sfida domenicale di questo pomeriggio scende in campo per il contenitore di Canale5 Francesco Renga che si esibirà in un medley dei suoi più grandi successi e si concederà in un’intervista vis à vis con la Panicucci.

Interverrà anche Claudio Amendola, che parlerà del suo matrimonio segreto con la compagna storica Francesca Neri, ed Elisabetta Gregoraci. Ramona dell’Abate, Maurizio Seymandi, Emanuela Falcetti, Max Novaresi sono, invece, tra i protagonisti della tavolata anni’80. Top secret il tema del talk affidato a Claudio Brachino. Da segnalare il ritorno della band “storica” a danno degli ex Amici, durati una sola puntata. Nel frattempo la concorrenza non sta a guardare, e tra Rai1 e Canale5, si inserisce Simona Ventura che nel suo Quelli che il calcio comincerà ad affrontare il tema Isola.

Inizia, infatti, oggi con Cristiano Malgioglio e Nicola Savino la selezione finale dei concorrenti non famosi che partiranno per l’ottava edizione de L’Isola dei Famosi. Ospiti anche il cantante Bruno Mars, l’attrice Gabriella Pession e il direttore del TgLa7 Enrico Mentana. Rai1 risponde a partire dalle 14 con l’Arena di Massimo Giletti che tornerà a parlare di Avetrana e si occuperà di Morgan pronto a duettare sul palco dell’Ariston con Patty Pravo.