Gialappa’s Band



13
settembre

QUELLI CHE IL CALCIO 2015/2016: LA NUOVA EDIZIONE CON SAVINO E LA GIALAPPA’S. ECCO NOVITA’ E OSPITI

Quelli che il calcio

Con il campionato di calcio di Serie A giunto alla terza giornata, prende il via alle 13:45 su Rai 2 la nuova edizione di Quelli che il Calcio. Lo storico contenitore domenicale lanciato da Fabio Fazio, ormai ventidue anni fa, rimette il pallone al centro della scena e riporta il telespettatore negli stadi per vivere dalla parte del tifoso le partite. Alla conduzione, per il terzo anno consecutivo, Nicola Savino, affiancato dall’ironia della Gialappa’s Band.




27
luglio

LA GIALAPPA’S BAND A QUELLI CHE IL CALCIO: “TORNEREMO A FARE CASINO, MA NON SARA’ UN NUOVO MAI DIRE GOL”

Nicola Savino e la Gialappa's band

Il mercato televisivo sta vivendo ormai da tempo un periodo di stasi. Le idee scarseggiano, i soldi anche, e così la prossima stagione tv continuerà a puntare su programmi e volti più che collaudati, riducendo al minimo i tentativi di sperimentazione. A confermare ciò è anche l’ormai inesistente mercato di personaggi televisivi, un tempo molto vivace ed in grado, tra voci, indiscrezioni, conferme e smentite, di tenere banco per buona parte dell’estate, come avviene ancora nel mondo del calcio. Lontani i tempi in cui Baudo o la Carrà occupavano le prime pagine dei quotidiani con il loro storico passaggio dalla tv di Stato a quella commerciale, così come sono un ricordo le strabilianti cifre offerte da Mediaset per strappare alla concorrenza volti di successo come Paolo Bonolis e Mara Venier.


24
giugno

PALINSESTI 2015/2016, RAI 2: LA GIALAPPA’S A QUELLI CHE IL CALCIO, LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO E COLIANDRO SONO LE NOVITA’

Gialappa's

Il direttore Angelo Teodoli si è mostrato molto soddisfatto del percorso fatto da Rai 2 negli ultimi anni e per la stagione 2015/2016 l’intenzione sembra quella di premere l’acceleratore sulla sperimentazione e sui nuovi linguaggi, con un occhio sempre più puntato ai social. E’ quanto emerso dalla presentazione dei Palinsesti 2015/2016, che vedono alcune importanti novità per la seconda rete Rai, appellata da Teodoli “la terza rete generalista del prime time“.

Palinsesti 2015/2016 Rai2: prime time

Il prime time del lunedì sarà dedicato ai reality game, in primis Pechino Express 4, che toccherà Perù, Brasile ed Ecuador, condotto ancora da Costantino Della Gherardesca, al timone anche di una nuova edizione di Boss in Incognito; la palla passerà poi a Monte Bianco, un gioco ambientato in Val d’Aosta che vedrà sette vip impegnati nella scalata del Monte Bianco.

Da settembre per due martedì ci sarà poi Stasera tutto può succedere, un format internazionale con intermezzi comici, che vedrà sette personaggi pronti a sfidarsi in giochi assurdi e divertenti. Alla conduzione ci saranno Gigi e Ross di Made in Sud, che si prende invece qualche mese per rigenerarsi e non usurarsi e tornerà direttamente a febbraio 2016. Il martedì sarà poi appannaggio de Il più grande pasticcere, che come vi avevamo annunciato in anteprima sarà stavolta senza conduttore, rispettando il format originale.

Serie tv invece al mercoledì, sabato e domenica sera: confermati titoli quali NCIS, Hawai Five – 0, Criminal Minds, Castle ed Elementary, ai quali si aggiungono Le regole del delitto perfetto e il ritorno del nostrano L’Ispettore Coliandro.

Al giovedì l’informazione di Virus e venerdì cinema con un ciclo di film in prima visione tra cui Iron Man, Thor, Escape Plan, Red Town, G.I – Jo La vendetta.

Infine negli ultimi tre mesi dell’anno appuntamento musicale con tre puntate speciali di Unici dedicate ad Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli e Luciano Pavarotti.

Palinsesti 2015/2016 Rai2: daytime





27
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (18-24/05/2015). PROMOSSI LETTERMAN E EUROVISION, BOCCIATI I COMMENTI DI RUSSO E CORREANI E IL FLOP DI GAZEBO

Il Volo

Promossi

10 a David Letterman. Fine di un’epoca per la tv a stelle e strisce che ha dovuto dire addio al conduttore più famoso del mondo. Un modello per chi fa televisione e un punto di riferimento indiscusso per i telespettatori.

9 a Eurovision Song Contest. Ci ha impiegato un po’ di anni, ma alla fine la manifestazione canora europea è esplosa anche in Italia, superando il 16% di share con picchi sul finale superiori al 35%.

8 a Il Volo. La delusione per la mancata vittoria all’Esc deve essere stata minima per Boschetto, Ginoble, Barone che si possono consolare con il primato raggiunto al televoto che va di pari passo con l’entrata ai primi posti nella classifiche itunes di mezza Europa.

7 alla Gialappa’s Band. Santin, Taranto e Gherarducci festeggiano i 30 anni insieme in compagnia di Quelli che il Calcio. Il paradosso è doppio: è una rete Rai a celebrarli e il contenitore sembra ben più adatto ad accoglierli rispetto a Le Iene. Mediaset, infatti, da un po’ di tempo ha deciso di non sfruttarli. Peccato.

6 a Silvio Berlusconi a Che Tempo Che Fa. A furia di “rinviarla”, la partecipazione nel salotto di Fabio Fazio – che una volta avrebbe fatto gridare all’evento – perde appeal e mordente.

Bocciati


30
gennaio

LA GIALAPPA’S BAND SALTA SANREMO: NIENTE DIRETTA RADIOFONICA

Gialappa's Band

Gialappa's Band

Il prossimo Festival di Sanremo non sarà accompagnato dalle voci di Carlo Taranto, Marco Santin e Giorgio Gherarducci. “E’ con profondo dolore che vi annunciamo che quest’anno la Gialappa’s Band non commenterà Sanremo 2015”, è il messaggio pubblicato nel pomeriggio di giovedì sul profilo Twitter del GialappasFans. Un fulmine a ciel sereno per chi già pregustava lo strano accostamento tra il rigore della kermesse e l’ironia senza limiti del trio milanese, che vanta tredici edizioni radiofoniche di commento “alternativo” al Festival.

Le cause dello stop sono ancora sconosciute e non si sa se esistano margini per una ricomposizione dell’ultimo momento.

Gialappa’s a Sanremo: la prima volta nel 2001

L’esordio di ‘Rai dire Sanremo‘, risalente al 2001 (quando impallinarono la Carrà, Papi e Ceccherini), andò in onda su Radio2, in tre serate: quella d’esordio, la penultima e l’ultima. La copertura divenne integrale dal 2002 e tale rimase fino al 2009.





17
settembre

LE IENE: LA NUOVA EDIZIONE PARTE CON L’IMPEGNO DI RENZI SULLA SLA ED UN REPORTAGE DA GAZA

Le Iene, Ilary Blasi Teo Mammucari

La squadra è confermata: tutti convocati. Saranno ancora Ilary BlasiTeo Mammucari, e la Gialappa’s Band (il trio composto da Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto) ad animare lo studio della nuova edizione de Le Iene Show. Il programma ideato da Davide Parenti tornerà oggi – mercoledì 17 settembre – in prima serata su Italia1 per una nuova stagione di servizi, gag e tormentoni d’attualità. Come sempre, la trasmissione proverà a coniugare momenti ironici ad inchieste su argomenti seri e delicati come ad esempio l’assistenza ai malati di Sla, che stasera sarà proprio al centro della puntata con un servizio dedicato.

Le Iene da Matteo Renzi per aiutare i malati di Sla

Dopo la catena di solidarietà lanciata con l’Ice Bucket Challenge, cui hanno partecipato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, le Iene si sono chieste se i due esponenti del governo faranno anche qualcosa di più urgente e concreto almeno in vista del 21 settembre prossimo, che è la giornata nazionale per la Sla. L’inviato Filippo Roma ha intervistato due fratelli malati di Sla, uno dei quali – il consigliere comunale Pd Marco Gentili –  ha lanciato una sfida a Matteo Renzi: quella di usare un cellulare degli anni ‘90 al posto del suo moderno smartphone, fino a quando non verrà aggiornato il “nomenclatore tariffario”, ossia l’elenco dei dispositivi medici (ancora obsoleti) e delle protesi che le Asl forniscono gratuitamente ai disabili.

Raggiunto dalla Iena, il Presidente del Consiglio non ha accettato di scambiare il suo cellulare con uno vecchio, ma ha dichiarato che si occuperà dell’avvio delle procedure per l’aggiornamento del nomenclatore tariffario, che ne parlerà con il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e che entro venti giorni sarà in grado di dare una risposta in merito. Nella puntata odierna verranno inoltre trasmessi servizi sull’attualità, con un sguardo ai conflitti che si consumano alle porte di casa nostra.

Le Iene: i servizi della prima puntata


11
giugno

ZELIG 2014: MICHELLE HUNZIKER, AMBRA ANGIOLINI E BIANCA BALTI TRA I “CONDUTTORI A ROTAZIONE”

Michelle Hunziker a Zelig

Gino e Michele, storici autori di Zelig, si sono presi un po’ di tempo per riflettere sul futuro dello storico programma comico di Canale 5 che, dopo anni di fasti e buoni ascolti, nelle ultime stagioni si era ormai smarrito perdendo smalto ed ascoltatori. Saltato il consueto appuntamento di gennaio, la nuova edizione vedrà la luce il prossimo autunno e sarà, in parte, rivoluzionaria.

Zelig 2014: il ritorno di Michelle Hunziker

Fulcro del grande cambiamento saranno la nuova location – il teatro Linear 4 Ciak di Milano – e la mancanza di una coppia di conduttori fissi quali sono stati per anni Claudio Bisio e Michelle Hunziker, Bisio con Vanessa Incontrada e poi con Paola Cortellesi nonché, di recente, Teresa Mannino e il Mago Forest. Alcuni di loro, però, sembrano essere pronti a tornare a rotazione sotto il tendone. Tra i nomi di coloro che dovrebbero partecipare alla staffetta ci sono infatti anche la conduttrice svizzera e il mago Forest.

Zelig 2014: l’esordio della Gialappa’s Band

Se Claudio Bisio non ha cambiato idea ed è ormai lontano dal programma che ha portato al successo, tra i nuovi conduttori ci dovrebbe invece essere il trio della Gialappa’s Band: Marco Santin, Carlo Taranto e Giorgio Gherarducci, dopo le tante e storiche annate (con vari ed eventuali spin off metatelevisivi) di Mai dire gol, e l’approdo a Le Iene, sembrerebbero pronti anche per questa nuova “avventura lampo”.

Zelig 2014: papabili conduttrici anche Ambra Angiolini e Bianca Balti


27
febbraio

MAI DIRE GRANDE FRATELLO CANCELLATO

Mai dire Grande Fratello

Mai dire Grande Fratello

Brutta notizia per gli amanti del “lato nascosto” e più ironico del papà di tutti i reality show: Mai Dire Grande Fratello, quest’anno, non andrà in onda. La 13esima edizione di Grande Fratello, in partenza il prossimo lunedì 3 marzo (qui la nostra anteprima su un possibile ingresso nella casa di personaggi famosi), non avrà alcun “dopo reality” commentato dalla Gialappa’s Band, a differenza delle precedenti annate.

Mai Dire Grande Fratello cancellato per motivi economici

Una decisione, dettata pare da motivi economici, alla quale si stenta a credere in considerazione del notevole successo del programma, divenuto a sua volta un fenomeno di costume. Non solo, spesso Mai Dire GF ha aiutato la produzione targata Endemol – soprattutto nelle stagioni meno fortunate -  in termini di fidelizzazione del pubblico.

Da notare che il trio era stato chiamato, in fretta e furia, proprio la scorsa primavera per Mai Dire Provini, nella speranza di fermare l’avanzata di The Voice in seconda serata. L’esperimento, però, non ha dato i frutti sperati, ma d’altronde già sulla carta, vista la natura tutt’altro che inedita, non sembrava proprio la scelta più azzeccata contro il talent di Rai2.