Francesco Nuti



9
febbraio

DM LIVE24: 9 FEBBRAIO 2013. NUTI SCARTATO DA SANREMO 2013, AD AVANTI UN ALTRO SI GUARDA L’EREDITA’, MILAGROS SU LA5, PAOLA CORTELLESI MAMMA

Avanti un Altro - Eredità

Avanti un Altro - Eredità

>>> Dal Diario di ieri…

  • Paola Cortellesi mamma

Principessa_Vespa ha scritto alle 14:35

E’ diventata mamma Paola Cortellesi. L’attrice, sposata dall’ottobre del 2011 con il regista Riccardo Milani, ha dato alla luce una femminuccia. La bimba, secondo quanto riporta Vanity Fair, si chiama Laura. Da quanto si apprende, il lieto evento avrebbe avuto luogo a fine gennaio. Leggermente in anticipo rispetto alla data che circolava nei mesi scorsi. Non si hanno ulteriori dettagli. Paola Cortellesi, d’altra parte, è famosa per essere un personaggio discreto che non ama sbandierare ai quattro venti la sua vita privata. Non resta che fare a lei e a Riccardo Milani tanti auguri per l’arrivo di Laura. (Gossip.it)

  • Nuti scartato da Sanremo 2013

tania ha scritto alle 17:18

Il Festival di Sanremo rispedisce al mittente la canzone scritta e musicata dai fratelli Francesco e Giovanni Nuti, ‘Olga tu mi fai morir’. Il brano è stato scartato dalla giuria della rassegna. Giovanni Nuti, che nella vita fa il medico, ha deciso di dar voce e di esprimere l’arte del fratello. L’attore è costretto alla paralisi e al mutismo da quando ha subito un terribile incidente. Francesco Nuti ha scritto la canzone ispirandosi al film ‘Olga e i fratellastri Sbrilli’, quello che stava girando quando subì l’incidente, poi il fratello Giovanni l’ha musicata insieme a Marco Baracchino e Nicolas La Rosa, che canta il pezzo. Infine è stato girato il videoclip, dove Francesco torna per la prima volta a recitare. La canzone è stata però rifiutata dalla Commissione di Sanremo e Giovanni Nuti è rimasto molto amareggiato da questa decisione: per fortuna, afferma, Francesco ha preso questa bocciatura come uno sprone per lottare. “Abbiamo sognato e tentato Sanremo- ha dichiarato Giovanni- ma giocando pulito, senza Santi in Paradiso, senza telefonate ruffiane o raccomandazioni di alcun genere, consegnando il nostro lavoro come matricole che si iscrivono alla prova decisiva”. ( fonte Leggo)

  • Ad Avanti un Altro si guarda l’Eredità

lu85 ha scritto alle 19:59

Stasera il valletto di “Avanti un altro!” ha ammesso di guardare “L’Eredità” così Bonolis gli ha fatto portare in studio un televisore per seguire la puntata. Poi al momento della pubblicità, quando il valletto avrebbe dovuto leggere la domanda a casa, dice: “Vabbé lo lascio là a guardare Carlo Conti. Loro hanno la metà della pubblicità che abbiamo noi quindi stanno ancora in onda. E nonostante questo…”.
  • Milagros su La5

Markos ha scritto alle 20:05




19
maggio

TELERATTI 2011: I 5 MINUTI DA DIMENTICARE (OVVERO IL PEGGIOR MOMENTO TELEVISIVO)

Teleratti 2011: I 5 minuti da Dimenticare

Al grido di …e mo so’ ratti vi abbiamo chiesto di scatenare la più acuta critica televisiva. La fase due dei TeleRatti 2011, il momento che aspettavate per dar sfogo alle tastiere votanti è arrivato. A voi, pubblico sovrano, il difficilissimo compito di assegnare i nefasti scettri del peggio televisivo. Dopo le vostre segnalazioni e la riunione della ’supercommissione’ avete conosciuto le tanto sospirate nominations. Vediamo nel dettaglio I 5 minuti da dimenticare.

Prima di sciogliere le riserve vi ricordiamo brevemente il regolamento e la giuria di qualità che ha determinato questa rosa di nomi. Su tutti sono tre i momenti che non sono proprio piaciuti. Sembra tornare ad emergere una richiesta di televisione che non esplori ancora più in là l’estremismo a tutti i costi. Come se il ritorno ai format semplici e con persone che abbiano veramente qualcosa da dire sia la strada da reimboccare per l’intrattenimento televisivo.

..:: PER VOTARE CLICCATE QUI ::..


Numero uno: una trasmissione di solito insospettabile nella fantomatica zona trash. Chi l’ha visto? che della reality tv, almeno nella concezione del tempo che fu, è considerato un programma pioniere. Nel triste voyeurismo legato al caso Scazzi è stato proprio nella trasmissione di Federica Sciarelli che è avvenuto l’inaspettato. Quell’annuncio del ritrovamento del cadavere di Sara comunicato in diretta tv alla mamma Concetta Serrano ha posto un interrogativo forte sulle dinamiche estreme della speculazione, dello show must go on sempre e comunque.

 

Numero due: Aldo Busi a Stasera che sera. Che lo show di Barbara D’Urso non fosse stato particolarmente gradito dal pubblico lo si era notato abbondantemente, tanto da finire con molto anticipo il suo percorso. Ma in particolare a stupire in negativo è stata la scelta di dare spazio allo scrittore dello scandalo Busi pensando di creare un’eco mediatica ’salvifica’. Quando parla a ruota libera l’intellettuale non ha peli sulla lingua, un eccesso non compreso nel prime time di Mediaset. Caxxo in cuxo non fa figli ma brodo per conigli…proprio la frase ad effetto di Busi, giudicata da molti fuori luogo, una volgarità gratuita e inutilmente eclatante. Talmente inutilmente eclatante che è sparito qualunque video relativo al programma.