Fox Life



2
maggio

ALBERTO ROSSINI (FOX ITALIA) A DM: SU FOX LIFE MENO TELEFILM E PIU’ FACTUAL

Alberto Rossini

Più factual per Fox Life. Se la serialità made in Usa non offre le garanzie di un tempo, il canale in rosa di Fox Channels Italy, prossimo al rebranding, pensa bene di “fare di necessità virtù” puntando sulle produzioni interne. L’ultima creatura in ordine di tempo si chiama Cucine da Incubo, adattamento tricolore dell’omonimo format portato al successo da Gordon Ramsay. Un programma ambizioso –  ci spiega Alberto Rossini, Vice president, Head of entertainment di Fox Channels Italy – il più costoso mai realizzato dall’emittente ma anche il primo di una lunga serie…

Perché avete scelto di puntare su Cucine da incubo?

Banalmente, perché è un format molto bello e di grandissimo successo che nessuno aveva mai osato adattare per l’Italia. E il motivo per cui ciò non era avvenuto è perché non è facile.

Non vi ha creato “tentennamenti” il fatto che la versione originale sia un programma leader della concorrenza?

Sì ma eravamo convinti che la versione italiana potesse essere molto italiana e non una semplice traduzione letterale di quella americana ed effettivamente è stato così. All’inizio ci siamo posti una serie di domande e di dubbi: “chi può reggere il paragone con Gordon Ramsay? La ristorazione italiana è davvero in queste condizioni?”. Abbiamo avuto il coraggio di farlo e abbiamo avuto ragione: lo chef all’altezza di Ramsay l’abbiamo trovato e la ristorazione italiana in questo momento storico versa in condizioni abbastanza precarie.

L’avete scippato a Real Time?

No, è in giro da tanto tempo. Se avessero voluto l’avrebbero prodotto. Non credo sia nella loro natura, loro viaggiano su produzioni di un livello medio, questo è di alto.

E’ un’esclusiva assoluta di Fox Life?

Sì, in questo momento lo è. Non abbiamo al momento interessi di altri broadcaster che arriveranno, credo, dopo aver visto il prodotto.

Nello stesso giorno del debutto di Cucine da Incubo ci sarà un rebranding di Fox Life… E’ sparito il rosa dal logo.




30
aprile

BODY OF PROOF: TERZA STAGIONE DI CADAVERI PER LA SALA AUTOPSIE DI MEGAN HUNT

Body of Proof 3

Un’altra serie tv con in mezzo un medico legale e agli addicted potrebbero anche dare una laurea ad honorem. Parte infatti stasera su Fox Life la terza stagione di Body of Proof, la serie che racconta le vicende di Megan Hunt, interpretata da Dana Delany, ex neurochirurgo che dopo un incidente automobilistico è stata costretta a smettere di operare ed è diventata una sezionatrice di cadaveri. Non nel senso che è lei a uccidere, un Dexter già lo abbiamo, ma in quello che è lei a ricostruire le circostanze della morte per aiutare la polizia a trovare il colpevole.

La Delany, ex Desperate Housewife, viene circondata da un cast tutto nuovo. Nella terza stagione infatti non vedremo più i due detective, Bud e Samantha, e nemmeno Peter Blunt che interpretava l’altro medico legale collega e amico della complicata e invadente Megan, che continua a intromettersi nelle indagini della polizia molto più del dovuto.

Entrano dunque nuovi personaggi. Mark Valley, che abbiamo visto in Boston Legal, Human Target e Fringe, interpreterà il detective Tommy Sullivan, tornato per provare a scalfire di nuovo il cuore di Megan. Elyes Gabel sarà invece Adam Schaeffer, l’altro detective che porterà con sé una buona dose di problemi. Henry Ian Cusick (Scandal e Lost) interpreterà invece uno psicologo che ha come pazienti le persone accusate di omicidio.


17
aprile

CUCINE DA INCUBO ITALIA: GORDON RAMSAY DA’ IL BENVENUTO A CANNAVACCIUOLO

Cucine da Incubo Italia

Ciao, sono Gordon Ramsay. Se pensate che io sia cattivo, dovreste vedere il mio amico Antonino Cannavacciuolo“.

E’ un videomessaggio dell’”originale” Ramsay quello che introduce la “conferenza stampa da incubo” (hostess strampalate e finto buffet da fame offerto da camerieri tremanti) di presentazione di Cucine da Incubo Italia. Il format portato al successo dal pluristellato chef scozzese debutterà - come DM anticipatosu Fox Life il prossimo 15 maggio alle 21.55.

Alter ego italiano di Ramsay sarà Antonino Cannavacciuolo (qui la nostra intervista), scelto, come fa sapere Sara D’amico – direttore Fox Channels Italia -,  dopo una serie di provini a chef pluristellati. In lui – spiega la D’Amico –  ha colpito il fatto che, oltre a essere un eccellente cuoco, è prima di tutto un imprenditore: “Antonino sa quanto spende al mese di detersivi, sa gestire le proprie materie prime, così come i clienti” ma anche la naturalezza con cui disossava il prosciutto nel bel mezzo del provino.

Alberto RossiniVice Presidente Fox Channels Italia – ammette che trovare uno chef all’altezza di Gordon Ramsay era una delle preoccupazioni iniziali. Con Cannavacciuolo, invece, si è riusciti a trovare l’equivalente del deus ex machina di Kitchen Nightmares senza per questo copiarlo. Timori per l’adattamento nascevano altresì dalla difficoltà di trovare in Italia ristoranti malmessi e ristoratori disposti ad andare in tv a raccontare la loro storia. Alla fine, complice la crisi economica del settore, sono stati “provinati” 350 ristoranti (10 quelli selezionati per altrettante puntate). Ristoranti in condizioni igieniche “da incubo” visti in America o in Inghilterra, però, non sono stati trovati.





14
gennaio

REVENGE: LA VENDETTA DEI CATTIVI SENTIMENTI

Revenge

E’ ispirato al Conte di Montecristo di Alexandre Dumas. E, non sappiamo a voi, ma a noi quando pensiamo al romanzo viene inevitabilmente in mente Gerard Depardieu che in un’atmosfera cupa e scura medita la sua vendetta. Quindi, va bene per l’ispirazione, ma adesso entriamo nell’atmosfera di Revenge, di cui comincerà stasera, 14 gennaio, la seconda stagione su Fox Life, immediatamente dopo Grey’s Anatomy.

Siamo negli Hamptons, cielo azzurro, ville viste oceano, vestiti griffati, scarpe tacco 12 e feste da finger food e champagne. E’ qui, dove tutto anni prima è cominciato, che arriva Emily Thorne (Emily VanCamp, Brothers&Sisters), il cui vero nome però è Amanda Clarke, d’altronde una mica può progettare un piano di vendetta che così dettagliato nemmeno quello Marshall e poi usare il proprio nome di battesimo.

Abbiamo contattato Carlo Lucarelli per ricostruire qui lo sviluppo della trama della prima stagione, ma aveva un impegno, quindi dovrete accontentarvi di una ricostruzione sommaria e schematica. Emily, aiutata dal suo amico Nolan Ross (Gabriel Mann), per colpire Victoria e Conrad Grayson (Madeleine Stowe e Henry Czemy), responsabili della morte del padre, si fidanza con il loro figlio maggiore Daniel (Joshua Bowman), fratello di Charlotte che sta con Declan, fratello di Jack compagno di giochi di Emily quando ancora si chiamava Amanda. I due vorrebbero “giocare” ancora da adulti. Poi però arriva la falsa Amanda Clarke, quella con cui Emily ha scambiato la sua identità, e Jack la mette incinta, in ricordo del passato che però lui in realtà ha vissuto con Emily. Insomma alla fine, l’unico che ha capito che Emily non è quella che dice di essere è il labrador di Jack. Lo state rimpiangendo Lucarelli, vero?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


14
gennaio

GREY’S ANATOMY 9: ANCORA UN BISTURI PER MEREDITH & CO. SU FOX LIFE

Grey's Anatomy 9

Donne molto vicine a davidemaggio.it usano questa serie come metro di valutazione per uscire con gli uomini. E’ vero, si tratta solo di medici, storie d’amore, miracoli e tragedie tra anestesie e laparoscopie, ma se, a conti fatti, guardare Derek (Patrick Dempsey) in tv sembra più appagante di cenare con uno dal vivo, un motivo ci sarà. Nessun uomo guarderà mai una donna come lui guarda Meredith (Ellen Pompeo). Anche se pure lo sguardo di Mark Sloane (Eric Dane) non è che lo danno via con i saldi. Tutta questa premessa per dare un consiglio agli uomini.

Evitate di chiedere a una donna di uscire stasera, lunedì 14 gennaio, perché, alle 21:00, Fox Life manda in onda la prima puntata della nona stagione di Grey’s Anatomy, il medical drama ideato da Shonda Rhimes (Private Practice, Scandal) che ha brillantemente superato qualsiasi crisi del sistema sanitario televisivo. Dunque, sì, siamo arrivati alla stagione numero 9. Con Grey’s Anatomy, tra repliche mandate in onda su Fox Life, quelle su Italia 1 e i passaggi su La7, si rischia sempre di fare un po’ di confusione. Molto spesso al posto del numero di stagione, ci si orienta in base ai morti, visto che più o meno ogni stagione si lascia dietro un cadavere o almeno uno che è stato lì lì per…

Quindi se l’ultimo morto che ricordate è il medico che nessuno aveva riconosciuto (meglio non fare nomi!), per prima cosa datevi una mossa perché siete davvero antichi, per seconda smettete di leggere perché siamo arrivati al punto in cui vi raccontiamo dove eravamo rimasti con l’ottava stagione, includendo anche i tre minuti tagliati da La7, quelli in cui c’è stato il cross over con Lost. Sono tutti morti. No, scherziamo. Immaginate che competizione per Jack con tutti quei medici sull’isola! Che poi con il fatto che lui e Derek hanno lo stesso cognome… vuoi vedere che…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





3
gennaio

TELEFILM CANALI FOX: ATTESA PER HOMELAND 2 E GREY’S ANATOMY 9. LA NOVITA’ E’ NON TI FIDARE DELLA STR*** DELL’INTERNO 23

Homeland

Parte col botto la scorpacciata di serie tv che i canali Fox della piattaforma Sky ci riserveranno nel 2013. Dal 14 gennaio, infatti, in prima serata su Fox Life al via la nona stagione di Grey’s Anatomy. I nuovi episodi saranno caratterizzati da importanti cambiamenti per lo staff medico che si trova a gestire anche l’ingresso di nuovi tirocinanti. Nella stessa sera, alle 21.45, sarà la volta di Revenge, la serie ispirata al romanzo Il Conte di Montecristo torna con il secondo ciclo di episodi. A febbraio, invece, si riaffaccerà in video lo spin off della serie ambientata al Seattle Grace, Private Practice che riprende con l’ultima stagione. Frutto delle intuizioni di Shonda Rhimes, mamma di entrambi i medical drama, anche Scandal che, da martedì 8 gennaio, debutta con l’annata numero due alle 21.55.

Sempre al martedì, ma dal 22 gennaio alle 21, Fox proporrà C’era una volta 2 con Jennifer Morrison. Sette giorni dopo torna, alle 21.50, New Girl, la divertente sit-com che vede protagonista Zooey Deschanel nei panni di Jess, eccentrica e spumeggiante ragazza di New York che condivide l’appartamento con i suoi migliori amici Schmidt (Max Greenfield), Nick (Jack Johnson) e Winston (Lamorne Morris). I nuovi episodi della seconda stagione vedranno l’ingresso di Sam (David Walton) che ammalierà Jess. New Girl 2, dal 5 febbraio, farà da traino alla novità Non ti Fidare della Str*** dell’interno 23. La nuova commedia dissacrante che ha come protagonista June (Dreama Walker, Gossip Girl), una timida ragazza del Midwest che arriva a New York e condivide l’appartamento con Chloe (Krysten Ritter, Breaking Bad) una festaiola “bad girl” che le causerà non pochi problemi. Nel cast anche l’attore James Van Der Beek (Dawson’s Creek) nei panni di se stesso

Sul canale 111 la serie più attesa è, però, Homeland, in partenza dal 30 gennaio nella fascia oraria più prestigiosa con la seconda stagione. La serie vincitrice di sei Emmy Awards narra dell’”incontro-scontro” tra il sergente Brody (Damian Lewis), ex prigioniero di guerra tornato in patria, e Carrie Mathison (Claire Danes), agente della CIA convinta che il sergente durante la prigionia sia diventato una spia. Il telefilm sarà proposto in tandem con White Collar 4 (che ritroveremo nel daytime di Italia1 con i precedenti episodi), protagonista la strana coppia costituita dall’affascinate artista della truffa Neal Caffrey (Matt Bomer) e dall’agente speciale dell’F.B.I. Peter Burke (Tim DeKay). La nuova stagione riprende dall’arrivo di Neal alle isole di Capo Verde a seguito della rottura del rapporto con il Governo Americano che ha messo una taglia sulla sua testa e messo alle sue costole l’agente speciale Collins, interpretato dal rapper Mekhi Phifer (il Dr. Pratt in E.R.- Medici in Prima Linea).


19
dicembre

AIUTO, STIAMO INGRASSANDO!: MARCO BIANCHI (FOX LIFE) METTE A DIETA I GENITORI

Marco Bianchi- Aiuto, stiamo ingrassando!

Cinquanta giorni per salvare una famiglia in cui il problema dell’alimentazione, e di conseguenza del peso, può diventare un guaio serio. Questa la nuova mission di Marco Bianchi, già noto ai telespettatori per la sua partecipazione al format Tesoro, salviamo i ragazzi!. Se prima a dover essere aiutati erano i pargoletti che crescevano a rotolini e divano, stavolta la parabola cambia totalmente rotta.

I bambini adesso diventano gli autori delle segnalazioni sulle cattive abitudini a tavola, e non solo, di uno dei genitori. Il team che ha il compito di aiutarli sarà formato dallo stesso Bianchi, dal personal trainer Giampaolo Quarta e dal medico nutrizionista Serena Nardo. Il terzetto diventerà così la squadra d’assalto che animerà le 10 puntate di Aiuto, stiamo ingrassando!, questo il titolo, che andrà in onda da venerdì 8 febbraio 2012 alle ore 21,00.

Magnolia comincia il piano di produzione in questo periodo per portare su Fox Life, al canale 114 del bouquet di Sky, questa nuova idea già all’inizio del secondo mese dell’anno. Ancora una scommessa sul made in Italy, dunque, per Fox International Channels Italy, considerato l’ottima scia di alcuni prodotti confezionati in patria per i canali del gruppo (Boris su tutti,  naturalmente).


12
dicembre

CUCINE DA INCUBO: ANTONINO CANNAVACCIUOLO E’ IL NOSTRO GORDON RAMSAY

Antonino Cannavacciuolo

Avete un ristorante che sta andando a rotoli? Siete sull’orlo del fallimento a causa di una gestione, diciamo, non proprio da tre stelle della Guida Michelin? Bene, avete bisogno dell’intervento dell’uomo che vedete qui a sinistra. Se per il momento avete bisogno di google per risalire alla sua identità, sappiate che nel giro di qualche mese il suo volto sarà familiare a tutti gli appassionati del genere culinario in tv. Come DM aveva anticipato qualche mese fa infatti Endemol è riuscita a realizzare l’adattamento italiano di Cucine da incubo e l’erede designato di Gordon Ramsay sarà il 37enne chef napoletano Antonino Cannavacciuolo.

Come avevamo detto occupandoci dell’argomento, il canale destinato a ospitare questo nuovo progetto è Fox Life che prosegue così la linea già tracciata in passato consistente nell’adattare per il mercato televisivo nostrano format internazionali di successo (come già dimostrato in passato con Cambio Moglie, SOS Tata, Sex Education Show e Tesoro, salviamo i ragazzi!).

A vestire i panni di Gordon Ramsay sarà dunque uno dei migliori chef d’Italia e proprietario dell’hotel ristorante a due stelle Michelin Villa Crespi sul lago d’Orta. Dotato di un forte temperamento accompagnato da spiccate doti imprenditoriali, Cannavacciuolo avrà il compito di risollevare le sorti di ristoranti in cattive acque affrontando – come del resto nella versione originale – tipici problemi come la sporcizia delle cucine, ingredienti avariati, pietanze disgustose, chef arroganti e uno staff poco qualificato. Quali ristoranti italiani avranno il coraggio di mandare in onda questi aspetti negativi?