Fiorello


Notizie, foto e curiosità su Fiorello, il popolare showman siciliano adesso al timone dell’artigianale ‘Edicola Fiore’.


6
febbraio

Sanremo 2020, le pagelle della seconda serata

paolo palumbo

Paolo Palumbo dall'account twitter di Rai1

Promossi

9 a Paolo Palumbo. La presenza del più giovane malato italiano di sla sul palco dell’Ariston è un pugno nello stomaco, ben più efficace di mille monologhi o parole retoriche. Il fatto che la sua storia sia abbinata ad una canzone autobiografica toglie quella percezione di forzato che si avverte quando il Festival vuole lanciare messaggi. Delicato.




6
febbraio

Sanremo 2020, Fiorello si traveste da Maria De Filippi (che chiama in diretta)

Fiorello - Sanremo 2020

Fiorello - Sanremo 2020

Ogni promessa è debito. Lo sa bene Fiorello. Nel corso della prima puntata del Festival di Sanremo 2020, lo showman aveva infatti promesso ai telespettatori che, in caso di un riscontro auditel positivo (almeno il 40%), si sarebbe vestito da Maria De Filippi per omaggiare Amadeus. Rosario ha cosi mantenuto la parola data e, stasera, si è presentato sul palco dell’Ariston indossando i panni della conduttrice Mediaset.


4
febbraio

Sanremo 2020, Fiorello apre vestito da prete. «Questo Festival è a rischio 15%. Sarò il Rocco Casalino di Amadeus»

Fiorello - Sanremo 2020

Fiorello - Sanremo 2020

La ‘messa cantata’ di Sanremo 2020 è iniziata con Fiorello vestito da prete. “Questo è il Festival delle polemiche, bisognava cominciare con qualcosa di forte” ha affermato lo showman, che ha raggiunto il palco ed ha scaldato il pubblico con una serie di battute. Anche a sfondo politico. Poi ha finalmente lanciato l’ingresso del conduttore , emozionatissimo.





4
febbraio

Sanremo 2020: il look dei conduttori

Il bozzetto di Gai Mattiolo per Amadeus  - dettaglio

Il bozzetto di Gai Mattiolo per Amadeus - dettaglio

Sono lontani i tempi in cui Amadeus, per condurre Reazione a Catena, sfoggiava una vera e propria divisa, che ogni sera lo vedeva con indosso la stessa giacca blu. Adesso che è il conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2020, potrà contare su ben tre cambi d’abito a sera, realizzati per lui da Gai Mattiolo. Tra broccati, tessuti pregiati e giacche ricamate nei colori argento, oro, bronzo e nero, brillerà senz’altro sul palco dell’Ariston. Ma come saranno vestiti coloro che ha voluto al suo fianco?


28
gennaio

Sanremo 2020, Fiorello: «Sarò l’amico del conduttore. Dirò ad Amadeus ‘che c*zzo hai fatto? Perché hai detto ’sta cosa?’»

Fiorello

Fiorello

Quale sarà il ruolo di Fiorello al Festival di Sanremo 2020? E’ questo uno degli interrogativi della settantesima edizione della kermesse canora, condotta da Amadeus e in partenza su Rai 1 martedì 4 febbraio 2020. A rispondere al quesito, seppur in maniera ironica, è stato il diretto interessato ai microfoni di DeeJay Chiama Italia, lo show radiofonico mattutino condotto da Linus e Nicola Savino.





3
gennaio

Pagelle TV del 2019 – I Bocciati

Adriano Celentano

Adriano Celentano

5 a Lorella Cuccarini. A dispetto dalle polemiche, la rentrée televisiva era più che auspicabile. Ma se la notte vola, il pomeriggio procede a passi lenti. Da cotanta fama era lecito attendersi qualcosa di più; il campionato comunque è ancora lungo. Provaci ancora.


5
dicembre

Nicola Savino al DopoFestival che diventa L’Altro Festival. Solo su RaiPlay

Fiorello, Nicola Savino e Amadeus

Fiorello, Nicola Savino e Amadeus

Che il Dopofestival 2020 non sarebbe andato in onda su Rai 1, si sapeva. Così come era presumibile (e auspicabile) il coinvolgimento di Fiorello, dal momento che il programma, corollario del Festival di Sanremo, sarà trasmesso in streaming su RaiPlay. E invece, quando mancano due mesi all’avvio della manifestazione più amata della tv, arriva a sorpresa il nome del vero conduttore: Nicola Savino.


5
novembre

Viva Rai Replay

Fiorello, Viva Rai Play

Fiorello copia se stesso. E, d’un tratto, la decantata novità di invecchia di colpo: di quasi 10 anni. Perde l’originalità e diventa déjà vu. Nella seconda puntata del suo show, il mattatore catanese ha proposto un monologo ironico sulla scissione dei Pooh. In studio, giù risate ed applausi. Peccato però che la gag non fosse proprio nuovissima: Fiore l’aveva già proposta nel 2010, pari pari.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,