Enrico Nigiotti



28
febbraio

AMICI: IL SETTIMO SERALE, LIVE SU DM, TRA MANI IN APPOGE E MANI DI FORBICE. GUEST: MICHELE MADDALONI E SABRINA GHIO

IL LIVE E’ SOSPESO ALLE 21.45 PER MOTIVI TECNICI.

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO

Puntatone scoppiettante da seguire nel nostro live minuto per minuto quello del nuovo serale di Amici. Non fosse altro per vedere come andrà a finire la vicenda di Loredana, mani di forbice un pò per rabbia un pò per sregolatezza, capace di stabilire un primato nel mondo dei reality. Nemmeno Jo Squillo all’epoca della rivoluzione a La Fattoria o la Berté a Music Farm erano arrivate a tanto. Vedremo cosa deciderà la commissione: perdita di immunità, candidatura automatica o handicap di partenza per la sfida.

I Bianchi potrebbero avere quel vantaggio che gli serve per non perdere altri concorrenti, cosa che costringerebbe al rimescolamento. Grande attesa anche per le sfide tra la Concorrente dai 1000 volt e Martello Pneumatico (alias Loredana contro Emma), e per la divertentissima querelle, a suo modo culturale, tra il figlio del Marchese de Sade e la devota della Madonna della Purità (per i comuni mortali Garofalo ed Elena). Se Matteo dovesse di nuovo dimenticare i nomi da fare o le prove della staffetta non possiamo garantire stavolta  che ad Enrico garbi così poco la cosa da infrangergli  la chitarra in testa.

Non possiamo perderci nemmeno le beghe tra i prof di canto dopo l’ultima sciagura abbattutasi su Attila Martinez, con tanto di rivalsa ideale della Di Michele che almeno può tirare un sospiro di sollievo e non passare più per la professoressa incompresa, destinata a veder trionfare i talenti di Luca Jurman. Se la De Filippi volesse glissare sull’imbarazzante questione siamo sicuri che ci sarà Platinette a mettere nei guai la Sanguinaria.

A commentare con noi, in live blogging, le gesta degli Amici di Maria torna questa sera Michele Maddaloni e siamo in attesa di “recuperare” Sabrina Ghio dispersa nei meandri di una partita di basket, ma il fine è nobile: beneficenza per Haiti.




26
febbraio

ANTEPRIMA DM. AD AMICI E’ DELIRIO BLU, LOREDANA MANI DI FORBICE TRANCIA I CAVI DEI MICROFONI

Che Loredana fosse un po’ elettrica i nostri lettori l’avevano intuito già da tempo. Ci mancava solo che arrivasse la conferma dalla scuola di Cinecittà per poterla consacrare a tutti gli effetti la donna 1000 volt, o meglio ancora mani di forbice. Arriva voce che la donna dai mille segreti, già punita a suo tempo per aver trasgredito a raffica in un solo giorno il divieto del cellulare nella scuola, stavolta abbia superato se stessa: dopo aver scoperto ieri sera la presenza dei microfoni ambiente nei bagni, pare abbia deciso, infatti, di recidere i fili dell’impianto di registrazione audio nei bagni dell’Accademia. La Errore ha tranciato i cavi dei microfoni in poche parole.

Ma non è il solo evento che nelle ultime ore sta rendendo molto movimentata la vita dei Blu. Dopo la ‘fucilazione’ di Matteo il buono, pare che il sindacalista non inquadrato Enrico abbia di nuovo manifestato l’intenzione di andarsene dal programma, presumibilmente infastidito dal continuo fuoco nemico di Garofalo sulla sua Elena e dalle critiche della Di Michele che non si placano mai. Ma forse Enrico sente già la spada di Damocle dell’eliminazione su di sé.

C’è da aggiungere che ormai la sua dolce metà passa tutto il tempo in casetta a registrare dei confessionali sul vocabolario della danza del coreografo. Rischia di diventare il tormentone dell’anno, e in effetti il pomeridiano è molto più divertente da quando si passa dall’appoge allo strusciage con una nonchalance brillante. Vedere poi Elena che parla con gli specchi facendo solo finta di ascoltare il maestro che in maniera veramente comica la pungola a darsi di più, sia alla danza che alle telecamere, è veramente un siparietto senza eguali, complice un montaggio ad arte della produzione che sa di aver trovato una via ironica da sfruttare al massimo. E mancando ancora tante settimane potrebbe succedere di tutto nelle prossime coreografie…


24
febbraio

AMICI: MATTEO CHIUSO NELL’ANGOLO A SCONTARE LA SUA FINTA BONTA’

I nodi prima o poi vengono al pettine, anche se la criniera è quella boccolosa di Matteo Macchioni. Non se ne poteva più di quel suo atteggiamento da principe incantato, sempre al di sopra delle ‘bassezze’ da eliminazione. Finalmente è arrivato il momento della resa dei conti, e con molta onestà sono i compagni di squadra Loredana ed Enrico i primi a non poterne più della sua maschera di zucchero.

Che poi salti fuori adesso, nella settimana in cui i Bianchi devono assolutamente riacqistare credibilità, è tutt’altra storia. Mentre ieri Stefano addolciva lo schermo con la storia del piccolo fruttivendolo che faceva le levatacce per poi ballare solo la sera e Pierdavide cercava in qualche modo di salvare il salvabile mantenendo la dignità del fiero cantautore, dall’altro lato delle casette veniva inscenato un legittimissimo processo al gigante buono delle note.

Vederlo spaesato nella sua tana tra la lettura di un libro e un gorgheggio, mentre risponde agli improperi coloriti di Enrico con il gesto delle mani giunte e le esclamazioni del caspiterina, rende ancor meglio l’idea di quanto l’immagine che vuole vendere è quella del ragazzetto lindo e perbene che lascia agli altri lo scannatoio televisivo per concentrarsi sull’arte e sulla meditazione.





22
febbraio

AMICI E IL FAVOLOSO MONDO DELL’APPODGE: PIERDAVIDE VEDOVO ALLEGRO, TANTA GLORIA SANREMESE MA NIENTE GRAZIA.

Travolta da un insolito destino nella disertata platea dell’AristonMaria De Filippi nel day after del trionfo storico del suo allievo Valerio Scanu vive quasi con imbarazzo i riflettori che inevitabilmente si accendono sempre di più su Amici,  marchio sforna successi. E’ una puntata particolare, tutta giocata sull’equilibrismo difficile tra la soddisfazione infinita e la voglia di evitare lo sproloquio autoreferenziale. Ma se di mezzo c’è l’araldo elencatore dei successi, alias Platinette, la missione è davvero impossibile.

L’ingresso di Valerio che si commuove solo a casa sua e nell’attesa di vedere a tu per tu la sua protettrice affezionata vale il prezzo del biglietto. Il genuino imbarazzo di chi si inizia a render conto di aver creato un bel ‘guaio popolare’ fa ballare il leoncino di Sanremo di mano in mano: è tanta la voglia di non uscire dalla sobrietà della conduzione minimale che a Pierdavide viene dedicato solo un piccolo momento (forse giustamente, perchè lui stesso teme di apparire come avvoltoio di successo altrui) e che arriva, quasi come un gesto di scusa per aver rubato la scena ad altri,  pronto l’annuncio che sul palco del serale di Amici pian piano arriveranno tutti i nomi più grandi del festival: dalla ‘nemica’ di talent Noemi a Cristicchi, fino alla vincitrice delle elite Malika Ayane, per cui Maria non ha mai nascosto la sua ammirazione profonda.

Le dinamiche del gioco è come se ieri sera fossero passate in secondo piano. Eppure c’è una notizia incredibile per i più scettici: si interrompe la curiosa alternanza delle vittorie e una scaletta modificata in itinere segna ancora una volta un dominio  a tutto campo dei blu. A loro vanno entrambi i duelli e quindi la possibilità di decidere il ballottaggio, tutto bianco. Sul nome di Grazia nessun veto dei professori, mentre Emma è salvata dai maestri, con la conseguenza che si deve fare il nome di Stefano. La sfidina finale è scontata: giustamente lascia la scuola la ballerina classica più discussa, che si lascia dietro più ombre che luci.


21
febbraio

AMICI: IL SESTO SERALE LIVE SU DM PER IL TRIBUTO A SCANU E LA RICERCA DELL’EREDE

Occhi puntati stasera sulla sesta puntata di Amici. Tutti attenti ad ascoltare Maria De Filippi sperando che non ci sia il lapsus freudiano: Benvenuti a Sanremo. E’ già sulla bocca di tutti, con la solita guerra intestina tra detrattori pronti a vedere ovunque la congiura e folli sostenitori pronti a sostenere ogni rappresentante del brand. Resta solo da capire se Scanu farà una capatina a Cinecittà virtualmente o fisicamente. Attendesi incipit partiamo con un rvm per omaggiare la storica doppietta del programma.

Veniamo alla puntata però: si deve pur decidere l’erede dei sardi vincenti in riviera. Per questa sera nuova piccola metamorfosi del regolamento: permane il meccanismo di doppia sfida ma stavolta il nome che potranno fare i vincenti è solo uno. La classifica salverà solo il primo classificato. Ultima parola nel ballottaggio di nuovo ai professori. Grazia, a meno di cataclismi dell’ultima ora, sarà viva e vegeta sul palco a litigare con la Celentano. Pierdavide, cantautore giù sulla cresta dell’onda prima ancora della fine dell’anno scolastico, dovrà salutare la sua amata?

Nel parterre stasera anche un ospite illustre come il direttore del Boston Ballet, Mikko Nissinen, che verrà a ricordare come da quest’anno il programma offra una grande possibilità anche ai ballerini, che prima facevano solo da cornice al bel canto. L’attesa è anche per le nuove trovate di Marco Garofalo, le nuove chiccherie di Michele Villanova, i nuovi sacrifici d’amore dei talenti degni dei migliori feuilleton romantici.

[ATTENZIONE: per commentare su DavideMaggio.it non è necessario registrarsi. Tuttavia, per evitare di inserire per ciascun commento il proprio nick e indirizzo email, consigliamo la registrazione per la quale è necessario un minuto scarso del vostro tempo. Potete registrarvi qui o in alternativa loggarvi direttamente con il vostro account di Facebook cliccando sull'apposito tasto presente nei commenti o nella sidebar destra]

VI ASPETTIAMO A PARTIRE DALLE 21





15
febbraio

AMICI: SI GUARDA MA SOPRATTUTTO SI TOCCA. IL GIOCO DELLE COPPIE ELIMINA MICHELE

Una volta la lampada del genio si strofinava, ad Amici per far funzionare quella di Garofalo basta strusciare. E menomale che c’è lui a salvarci dallo straziante codice d’onore delle coppie, che rischia di essere fatale al gradimento di Pierdavide, che intanto fa beccare un bel boato negativo alla complice Emma. Uno che il meccanismo quest’anno l’ha capito bene è proprio il coreografo il cui cognome ha assonanza con il simbolo del Partito Socialista. Con il suo essere perennemente contro la Buon costume della scuola è l’unico capace di ringalluzzire il repertorio e di svegliare gli animi più assopiti. Sfere, incastri vorticosi, chiasmi volanti, nasi birichini: con lo scatenato Garofalo la polvere non dura perché il bacino della ballerina la cattura. Gli ormoni italici ringraziano, la De Filippi confessa senza ipocrisie che in certi momenti non stava proprio pensando al collo del piede di Amilcar.

Sapientino Villanova prova a guadagnarsi anche lui la pagnotta per il prossimo anno imponendosi al centro della scena con le sue glosse dotte, ma con l’unico effetto di fare mettere la barba anche al prezioso cachemire del mantello in cui si avvolgeva il maestro Iancu, per questa occasione in salsa mongola. In tutto ciò, pur non essendoci Rosetta, Maria si diverte come una matta, sgranocchia furbetta la sua caramella e non avendo i baffi fa fatica a nascondere il grande piacere per il ritorno di Luca Jurman, acclamato come il Messia che viene a portare la manna nel deserto creato dallo sterminio di Loretta Attila Martinez. I grafici si divertono un po’ meno, condannati con la storia delle carte ad essere punti per l’eternità, peggio degli ignavi danteschi, dal pungiglione della conduttrice che si lamenta nonostante la velocità di calcolo fin troppo sopraffina dei suoi.

Ad Enrico non basta né il microfono graffitato appositamente per lui dallo sponsor né le insalate e le cintura di San Luca Jurman per centrare i tempi del brano. La cura delle flessioni per ora ha avuto solo l’effetto di pompargli per bene il bicipite per soffiare la fascia del più figo di Livorno ad Aldo Montano. Ma è una serata nel segno dei blu: stravincono la prima manche e dominano la seconda. I due bianchi mandati al ballottaggio finale sono Michele e Pierdavide. E i bellissimi assoli del primo ci fanno capire quanto gridi vendetta il salvataggio di Grazia, sopravvissuta solo in qualità di ‘moglie di’.


14
febbraio

AMICI 9: IL QUINTO SERALE, LIVE SU DAVIDEMAGGIO.IT

Sono rimasti in dieci, cinque allievi per squadra. In gara per i Blu: Enrico Nigiotti, Loredana Errore e Matteo Macchioni per il canto; Rodrigo Almarales Gonzalez insieme ad Elena D’Amario per la danza. La squadra dei Bianchi schiera, invece, Stefano De Martino, Grazia Striano e Michele Barile nel ballo mentre Emma Marrone e Pierdavide Carone per il canto.

Questa sera tornano a contendersi la vittoria della quinta puntata serale di “Amici”, nel tentativo di evitare la perdita di uno dei componenti della propria squadra di appartenenza. In questa fase del programma hanno dovuto abbandonare la scuola in seguito alle sfide perse dalle loro squadre: i cantanti Anna Altieri, Angelo Iossa e Stefanino Maiuolo; insieme a loro, la ballerina Borana Qirjazi.

In commissione, accanto ai professori, siedono anche: per la danza il Maestro Giuseppe Carbone e i coreografi Luciano Cannito e Gheorghe Iancu; per il canto il vocal coach Luca Jurman. Immancabile Mario Coruzzi, in arte Platinette.

E questa sera, a chi toccherà far le valigie e tornare a casa? Lo scopriremo con il nostro LIVE a partire dalle 21. Nel frattempo, i commenti sono già aperti per i pronostici.

[ATTENZIONE: per commentare su DavideMaggio.it non è necessario registrarsi. Tuttavia, per evitare di inserire per ciascun commento il proprio nick e indirizzo email, consigliamo la registrazione per la quale è necessario un minuto scarso del vostro tempo. Potete registrarvi qui]

VI ASPETTIAMO A PARTIRE DALLE 21

Amici 9: Chi è il tuo preferito?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...


11
febbraio

AMICI: LUCA JURMAN TORNA PROTAGONISTA, SARA’ IL MAESTRO DI ENRICO. PONGOREGOLAMENTO: DOPPIA SFIDA CON BALLOTTAGGIO.

C’era da scommetterci che prima o poi sarebbe rientrato in scena alla grande ad Amici, sembrava quasi sofferente seduto vicino a Grazia Di Michele senza poter dimostrare praticamente ancora una volta cosa sia capace di fare. Parliamo di Luca Jurman, il professore della svolta, che stavolta subentra a gioco iniziato però prendendosi una bella gatta da pelare che non ha sicuramente le potenzialità di Marco Carta e Alessandra Amoroso.

Enrico Nigiotti, che ha cambiato più professori di una classe del liceo con esercito di professoresse in maternità, rappresenta una gran bella scommessa, tanto che lui stesso è arrivato ad ammettere di essere un cantautore impreciso…diciamola così ma il superpigotto, per quanto abbia qualcosa di particolare nel suo approccio alla musica, note ne tortura parecchie e ci vorranno bende, cerotti, diete e flessioni per portarlo sulla giusta via che vorrebbe la sua ormai acerrima nemica Grazia, che nel frattempo, manco a dirlo, gli ha assegnato un brano molto eloquente in vista del prossimo serale, una canzona abbastanza insidiosetta come Via di Baglioni.

Nonostante Enrico sia uno degli allievi più ribelli della storia del programma, poco incline ad assecondare messinscena, a molti questa decisione improvvisa di cambiare guida per mettere a tacere le critiche della Di Michele puzza di suggerimento del deus ex machina De Filippi per arricchire il confronto musicale e riportare al centro della discussione un grande professionista come Jurman che il pubblico apprezza in maniera evidente. Sempre più ritorno al passato insomma a quella formula magica che ha fatto spiccare il volo al talent.

Dopo il salto il nuovo meccanismo delle sfide: