Efe



17
maggio

SERVIZIO PUBBLICO HOT: LA SANTANCHE’ SI DICHIARA LESBICA, SANTORO ‘GIOCA’ CON LA TRANS EFE (VIDEO)

Michele Santoro

La “guerra dei vent’anni” ognuno la combatte come meglio crede: con la pistola, col pistolino, con le requisitorie a pallettoni o le sparate in tv. C’è poi chi va in piazza a criticare i magistrati e chi, invece, quasi si atteggia da magistrato nella piazza (mediatica) a sua disposizione. Questo sembra il caso di Michele Santoro, che ieri sera a Servizio Pubblico è tornato a parlare del processo Ruby con testimonianze, intercettazioni, ricostruzioni ed interviste. In verità, il giornalista aveva promesso di non voler entrare nel merito del procedimento giudiziario ma di fatto – con una furbizia salernitana, delle sue origini (cit.) – è riuscito a tratteggiare un quadro dei fatti poco lusinghiero nei confronti del Cavaliere.

Tutto legittimo, tutto come da copione: è il gioco delle parti, e va bene così. Se non fosse che, ad un tratto, il clima di dissolutezza del bunga bunga si è impossessato dello studio di Cinecittà, contagiando irreparabilmente anche il conduttore ed i suoi ospiti. Durante l’acceso confronto tra Marco Travaglio e Daniela Santanché – vero pezzo forte del talk show – quest’ultima si è provocatoriamente dichiarata lesbica (sotto il video): “…mantengo due donne in difficoltà, le ospito a mangiare a casa mia: che cosa sono?” ha detto, stoppando le critiche del giornalista sulle frequentazioni dell’ex premier. Un boutade smorzata subito da Santoro con ironia: “qui non si dicono bugie così plateali, mi dissocio” ha chiosato il conduttore.

Di lì a poco, però, anche Michele Santoro avrebbe ceduto al trastullo delle battutine a sfondo sessuale. Perché chi di bunga bunga ferisce, di bunga bunga perisce. A Servizio Pubblico è comparsa la trans Efe Bal, già nota al pubblico per alcune sue ospitate a Verissimo e Pomeriggio Cinque, e alla sua vista il conduttore ha mollato i freni inibitori. “Io sono stufa, ho le palle piene di sentire questo caso di Ruby” ha esordito la escort (mestiere rivendicato dalla stessa). E Santoro: “Si fa per dire oppure…?“, riferendosi agli attributi di Efe.




4
maggio

DM LIVE24: 4 MAGGIO 2010

>>> Dal Diario di ieri…

  • Buddista ermafrodita

lauretta ha scritto alle 08:47

Ad Omnibus su La7, Francesco Pace giornalista de il foglio:(…) Berlusconi é un cattolico democratico! Lo interrompe Barbacetto de Il Fatto Quotidiano: “che cosa? Si, e allora io sono un buddista ermafrodita!”.

  • La più imitata

lauretta ha scritto alle 14:20

Al Fatto del Giorno, la Setta in collegamento con Alessandro Sallusti: “mostro la prima pagina di oggi del Giornale e spero che non mi facciano anche stavolta l’imitazione. Ogni volta che la mostro mi imitano sulle altre reti. Sa, sono la più imitata!”.

  • L’optional piace a tutti

carjochina ha scritto alle 17:17

Barbarona Nazionale D’Urso ci illumina sul perchè la nota trans EFE non vuole fare l’operazione: ‘lei è furba, non vuole fare l’operazione perchè con tutti gli optional piace a tutti (…) anche ai mariti sposati’.


15
aprile

I “PECCATI” DI MONICA SETTA: SU RAIDUE ALLE 23.35 IL TALK SUI VIZI CAPITALI. SI PARTE DA(LLA) LUSSURIA.

Monica Setta (Peccati)

Monica Setta raddoppia. Insieme a Il Fatto del Giorno, sempre su Raidue è pronta a debuttare con Peccati – I sette vizi capitali. Una Setta peccaminosa è pronta a invadere la seconda serata del secondo canale della TV di Stato a partire da questa sera, intorno alle 23.35, dopo l’Annozero di Santoro. Il mondo delle donne e dei peccati capitali saranno il tema centrale di un talk show in diretta che vuole raccontare l’attualità in un modo diverso dai programmi consueti della notte.

La prima puntata sarà dedicata alla lussuria. Per strizzare l’occhio al pubblico più giovane e voyerista della mezzanotte la Setta ha preparato una puntata d’esordio in cui non mancheranno servizi e testimonianze scottanti: “partiremo dagli anni Settanta, dalle censure a Ultimo tango a Parigi di Bertolucci e arriveremo a oggi, con le storie di Marrazzo e i trans, di Lapo Elkann, ma anche di tante donne normali che di sera si spogliano davanti alla webcam“. Tra gli ospiti Efe Bal, la trans tunisina autrice della autobiografia “Quel che i mariti non dicono“, in cui traccia un’inedita panoramica sul cliente medio dei transgender, e Vladimir Luxuria (a breve un intervista su DM), donna a tutti gli effetti – forse – da qualche settimana. Cantanti, attori e filosofi faranno da contorno alla discussione in studio.

Ad affiancare la Setta, risultata la più amata dai camionisti, grazie alle sue generose forme ben esibite, inizialmente era prevista la presenza di Maurizio Costanzo: “E’ il miglior uomo di tv attualmente sul mercato – racconta la Setta a Libero – ma, vista la sua avventura su Raiuno, la mia offerta non poteva essere altrettanto competitiva“. Seppur orfano di Costanzo, il nuovo programma Peccati potrebbe entrare nelle grazie del pubblico (e dell’auditel) grazie al traino non indifferente di Santoro e grazie a temi scottanti che tanto piacciono ai telespettatori seduti comodamente in poltrona.





10
novembre

TRANS-EVOLUTION: IL FENOMENO TRANS COLPISCE TV, POLITICA E MASS MEDIA. MA QUALCUNO SA CHE C’ERANO ANCHE PRIMA?

EFE Trans

Trans-mania fulminante. Questa è la diagnosi degli ultimi mesi convulsi, che si sono susseguiti tra scandali, sorprese e rivelazioni. Quotidiani, trasmissioni e siti web sono tutti sommersi da transgender di ogni genere e ce n’è per tutti i gusti: uomini con decolté e cosce da fare invidia alle Belen di turno, donne con barba e pizzetto, padri diventati madri e viceversa. E’ come se, tutt’a un tratto, i mass media italiani si siano resi conto improvvisamente di un nuovo fenomeno di costume, in voga già da molto tempo, ma ora più che mai legato e intrecciato alla vita di tutti i giorni. Si va dai reality show alla politica, dai contenitori pomeridiani alle storie strappalacrime, se ne parla ovunque.

Si comincia dal Grande Fratello, non nuovo al fenomeno trans-mediatico (ricordate Silvia Burgio, poi passata sul palco del Bagaglino?), che quest’anno suscita particolare curiosità per aver inserito tra i concorrenti del programma una donna con… barba e vocione; una scelta controcorrente in un ambito già di per sé anticonvenzionale. Basti vedere come le pagine di spettacolo dei principali quotidiani, dal Corriere a Il Giornale, abbiano ripreso in massa lo scoop di DM sull’identità del personaggio di Elettra ora Gabriele, per capire come l’opinione pubblica sia particolarmente attratta da questo genere di notizie.

E sull’ondata del GF, tante sono le trasmissioni dove il trans-argomento tiene banco. Nell’ultima puntata di Domenica Cinque, Barbara D’Urso si è ritrovata prima a dover intervistare direttamente Eva Robins, che ha dichiarato come ”per alcuni transessuali è importante finire il percorso con una vagina. Ma per me non è così; io lo difendo, sempre. Sarebbe come togliermi un dito, una parte del mio corpo… ”. E poi indirettamente Franco Califano che rivela inaspettatamente: “Sono stato con un trans operato, ma non c’era niente… fino alla vita tutto bene, poi dopo…brutta esperienza perché “la piccolina” non c’era… Non c’era niente, un deserto”.


10
novembre

DM LIVE24: 10 NOVEMBRE 2009

DM Live24: 10 Novembre 2009

>>> Dal Diario di ieri…

  • Pubblicità gratuita

ester ha scritto alle 10:26

E basta!!! In questo momento con la Panicucci ci sono Efe (transessuale e prostituto/a) e Silvia Burgio. Questo Efe è sempre in tv. Non bastano gli annunci su quotidiani o siti specializzati, ora c’è l’autopromozione in tv a tutte le ore. A questo punto legalizziamo la prostituzione e facciamogli pagare le tasse. Almeno si rendono utili a tutti e non solo ai loro clienti.

ANnuccia ha scritto alle 18:26

Stamattina a Mattino Cinque c’era per l’ennesima volta la trans Efi,che ormai viene in tv a farsi pubblicità per il suo mestiere. Ma scusate in tv dobbiamo avere gente che si prostituisce a fare gli opinionisti?

  • Sfida

lauretta ha scritto alle 12:46

Il nuovo album di Amici si chiamerà “Sfida”. Quest’anno grande fantasia…