Diana Del Bufalo



1
dicembre

AMICI 10: IL REGOLAMENTO PER L’INGRESSO AL SERALE DIVENTA “STELLATO” E SCATENA L’INFERNO.

Amici regolamento per il serale

Le nuove regole per accedere alla fase finale di Amici si sono abbattute sugli alunni della scuola di Cinecittà come tegole sulla testa. Tutta colpa delle stelle. Mai come quest’anno, infatti, l’ingresso al serale è subordinato al  “merito” che misurato a suon di stelline rende la scuola di Amici sempre più simile ad una caserma militare. Partiamo con ordine. Tutti gli alunni della scuola hanno, finora, ricevuto voti alle loro esibizioni da parte della commissione esterna ma mentre i “veterani” li hanno raccolti nel corso dei mesi,  gli allievi “matricole” hanno registrato dei pezzi, durante tutta la scorsa settimana, per mettersi al pari degli altri al fine della valutazione.

Ora tutti voti sono stati tradotti in stelline, in base alle quali verrà stilata una classifica di merito che, una volta definitiva, decreterà i nomi di coloro che potranno accedere al serale. Un sistema studiato per onorare la regola, stabilita all’inizio di questa decima edizione, che prevede che ad accedere alla fase finale del talent show sia solo chi è realmente meritevole. Ognuno può incrementare il proprio numero di stelline attraverso due possibilità: sfidare un compagno o esibirsi davanti ad un commissario esterno. Per quanto riguarda le esibizioni, ogni voto ricevuto equivale ad un numero di stelle: il sette vale 1 stellina, l’otto ne vale 2, il nove regala 3 stelle e il dieci ne dà 4.

Sul versante sfide invece il discorso è più complesso: partendo dalla classifica “stellata” di questa settimana , ogni alunno vale un “tot” di stelline a seconda della sua posizione in classifica. Così, per quanto riguarda il canto, sfidare Annalisa e Antonella regala allo sfidante (in caso di vittoria) 10 stelle, mentre sfidare Diana, Francesca, Giorgia, Virginio e Gabriella farà vincere 5 stelline; se si sfideranno Arnaldo e Antonio si potranno accumulare 3 stelline. Per il ballo, chi sfiderà Debora guadagnerà 10 stelline; chi sfiderà Giulia, Vito, Andrea e Riccardo invece ne potrà vincere 5. Unica eccezione al sistema della meritocrazia, la posizione del primo in classifica che acquisterà 10 stelline grazie al gradimento del pubblico.




21
novembre

AMICI 10: TRA CELLE D’ISOLAMENTO E VECCHIE CONOSCENZE, SI IMPONE ANNALISA SCARRONE

Amici 10: la concorrente Annalisa Scarrone

Quando si dice: un destino già scritto. Antonella Lafortezza è l’ultima new entry arrivata alla corte della Castigatrice. Possiamo rivelarvi che non solo la cantante è stata già protagonista di una sfida con Loredana Errore (nella scorsa edizione del programma) ma è in qualche modo già presente, nel talent show, già da quattro stagioni.

I più accaniti cultori del programma, infatti, ricorderanno che uno dei brani affidati alla dimenticata Giulia Franceschini nell’edizione 2007 del talent non era altro che lo stesso pezzo con il quale la nuova concorrente partecipò nel 2006 all’Eurovision Song Contest. Durante la sesta edizione del programma, si parlò proprio di plagio perchè l’allora onnipresente Chicco Sfondrini lo aveva spacciato per inedito.

Si allarga sempre più la massa dei castigatori scolastici : anche Zerbi, ormai, si è iscritto al corso veloce di sadismo e permette, dopo una lunga opera di convincimento, a Virginio Simonelli di esibirsi, salvo poi rispedirlo nel purgatorio della sala relax trasformata per l’occasione in una cella d’isolamento. Per fortuna ci pensa Diana a cercare di trasformare l’iracondo figlio di Mengacci in uno spasimante dedito solo ai bollori amorosi. Il (finto) corteggiamento verso il docente prosegue, in barba a chi mal sopporta il teatrino della concorrente adottata da DM.


20
novembre

AMICI, LO SPECIALE DEL SABATO E’ LIVE SU DM.

Maria la castigatrice e l'esec(a)utore Zanforlin meditano nuove punizioni

Quinto comandamento: vietato sputare nel piatto in cui si mangia. Non dite a Maria la Castigatrice che ben tre dei suoi concorrenti hanno sfidato il destino scolastico, osando polemizzare con la produzione ed affermando che le sfide sarebbero pilotate. Non fate leggere, pertanto, alla conduttrice i commenti relativi all’esclusione a sorpresa di Stefan Poole perchè non vorremmo che anche i nostri lettori fossero sottoposti ad agghiaccianti punizioni.

Per un amico perduto, però, ce nè uno ritrovato: la new entry della scuola della castigatrice risponde al nome di Arnaldo Santoro allievo sensibile e dotato che potrebbe far presto dimenticare l’ultimo eliminato.

Intanto per oggi Giorgia Urrico, Gabriella Culletta e Paolo Cervellera sono stati graziati dall’esec(a)utore Zanforlin che non solo ha istruito i tre concorrenti sulla storia del decennale talent (con relativi meriti artistici) ma non potendo permettere alle nuove leve di sputare nel piatto in cui mangiano, li ha obbligati a ritrattare. Giorgia, tuttavia, è stata punita ugualmente e perderà due punti rispetto alla valutazione finale. Com’è umano lei, avrebbe chiosato il ragionier Ugo Fantozzi. E voi cosa ne pensate? Commentate con noi la diretta.

AFFILATE LE TASTIERE, AMICI E’ LIVE SU DM

Amici: Nek apre l'ottava puntata del sabato





18
novembre

AMICI SPOILER: STEFAN POOLE E’ LA PRIMA VITTIMA DI MARIA LA CASTIGATRICE

Stefan Poole eliminato dalla scuola di Amici

Mai rasoio fu più letale. Ecco cosa succede a non farsi la barba. E poi qualcuno si lamenta che il sesso maschile è sempre più dedito al lato estetico e alla sindrome di Narciso. E’ stata immolata la prima vittima sacrificale al cospetto di Maria la Castigatrice e questa corrisponde al nome di Stefan Poole Di Maria.

Non è bastato un cognome che lascia il segno e un blasonato e ricco curriculum. Il cantante non solo ha incontrato durante il suo percorso accademico parecchi ostacoli ma ha dovuto cedere ad una sostituzione in corsa contro il suo sfidante Arnaldo che diventa nuovo titolare a tutti gli effetti.

E così, tra un ritardo e l’altro, nella scuola di Amici continua l’atmosfera del terrore. Persino Virginio Simonelli viene bacchettato da Rudy Zerbi che mette in discussione la presenza del cantante in studio. Non mancano anche le cause perse in partenza: Francesca Nicolì continua ripetutamente il suo rapporto burrascoso con i mezzi di trasporto, accampando scuse poco credibili.


14
novembre

AMICI 10: TRIONFANO LE QUOTE ROSA. VIETATA L’APPROPRIAZIONE INDEBITA DI PERSONALITA’.

Diana Del Bufalo, Amici 10

Meglio sole che male accompagnate. Ad Amici siamo arrivati addirittura alle celle d’isolamento. Francesca Nicolì, durante la sfida con la “nostra” Diana Del Bufalo, racconta di essere sola contro tutti e di aver addirittura chiesto una stanza singola. Cosa non si fa per creare un personaggio. C’è chi invece cerca disperatamente di staccarsi da uno stereotipo ingombrante e trovare una sua identità. Giorgia Urrico, dopo la seduta dal parrucchiere, deve superare la prova più difficile: convivere con lo spettro di centinaia di concorrenti passati ai quali non assomigliare.

Quarto comandamento: Non appropriarsi della personalità altrui. Arrivato al decennale, come si può lontanamente sperare che i partecipanti al più longevo dei talent show non ricordino qualche loro predecessore? Se l’ex partecipante è anche stato un vincitore (anzi una vincitrice), la frittata è fatta. E ad accrescere le affinità con casi catodici precedenti, la Urrico può contare sull’appoggio di Luca Jurman che è stato il padrino artistico dei sardi trionfatori alla corte defilippica (e traghettati anche a Sanremo).

L’impressione è che quest’anno l’ormai ex sesso debole sia tutt’altro che secondario: dopo due edizioni che hanno visto due cantanti donne sbaragliare la concorrenza, un tris femminile non è da escludere. E’ prematuro fare pronostici ma tutti gli indizi portano a una netta prevalenza delle quote rosa. Non manca proprio nessuna al gruppo delle lady di ferro: la Del Bufalo ha fatto da apripista e ormai è diventata l’antidoto comico che dissacra la liturgia settimanale, la Nicolì recita la parte del personaggio incompreso, la Urrico è la donna alla ricerca dell’essenza artistica.





13
novembre

AMICI LIVE SU DM. MARIA LA CASTIGATRICE NON PERDONA: NELLA SCUOLA DI AMICI SI STILANO I SACRI COMANDAMENTI

Amici live su DM

L’indisciplina costa caro e Maria la castigatrice di Amici non perdona. Quest’anno, nella scuola di Cinecittà, non si fanno sconti a nessuno. Il talent-show si è trasformato in un collegio Medioevale e le punizioni sono all’ordine del giorno. Primo comandamento: non insultare i professori. E ai casi esemplari di Vito Conversano e Giulia Pauselli, dei quali abbiamo già parlato, se ne aggiungono nuovi.

Secondo comandamento: non ritardare alle lezioni. Francesca Nicolì, Alessandro Paparusso, Antonio Mungari e Stefan Poole sono stati selezionati come nuovi Giamburrasca castigati da immolare al sacrificio defilippico. Il ritardo non è consentito ai primi due concorrenti. Inutile che la Nicolì, adeguandosi al suo solito canovaccio d’arte, accampi scuse. Rudy Zerbi non ci sta e l’aver perso il pullman che li porta a Cinecittà, è quasi paragonabile a un peccato capitale.

Terzo comandamento: comprare il rasoio. Molto più particolare la colpa degli altri due concorrenti accusati, udite bene, di non aver tagliato la barba e di essersi presentati con un look trasandato. In barba a chi credesse che ad Amici basta solo un talento da urlo per evitare ramanzine da madre bacchettona, ecco la smentita. E’ proibito scambiare la scuola formativa per un centro d’accoglienza per disadattati.


11
novembre

AMICI VERSIONE 2.0: LA VIRATA SENSAZIONALISTA E’ SERVITA.

Amici 10

E’ il momento di andare alle urne. Ad oltre un mese dall’inizio della programmazione di Amici, finalmente è giunto il tempo della prima resa dei conti senza sconti. Proprio sabato scorso, ci chiedevamo cosa mancasse a questa edizione per fare la differenza. Ci eravamo permessi di definire il programma “una macchina senza anima“: mancava il contradditorio, i personaggi da schierare e gli artisti che rivoluzionano il televoto. E’ pur vero che, un paio di settimane fa, ha fatto il suo ingresso pomposo la nostra concorrente adottata Diana Del Bufalo e con lei, a poco a poco, molte dinamiche catodiche stanno subendo una rivoluzione.

Ed è così che a Cinecittà si è preparato un menù settimanale, degno di una portata di altri tempi: lunedì è stata la volta di una violentissima lite che ha visto protagoniste Francesca Nicolì e Gabriella Culletta. Vedere le due ragazze urlare e rischiare quasi lo scontro fisico, ha riportato alla mente i “tempi d’oro” in cui nella scuola d’amici si urlava talmente tanto “ti brucia” da creare un cd che aveva preso in prestito, per il suo titolo, il rissoso slogan. L’apologia di Giorgia Urrico prosegue: come una novella Giovanna D’Arco o, volendo rendere più prosaici i parametri del nostro paragone, come una concorrente del Brutto Anatroccolo, si immola per una giusta causa: raccattare una popolarità che fino ad ora non era riuscita a conquistare. Anche questa si chiama strategia di immagine. 

Un confronto diretto fa sempre la differenza nella scuola più ambita d’Italia e abbandonata l’atmosfera da Mulino Bianco, è il momento di giocare sulle dicotomie e contrapposizioni che contano. La prima contendente è, manco a dirlo, Diana Del  Bufalo. La sua rivale questa volta sarà Francesca che sabato avrà un confronto con gli stessi pezzi che garantirà, indubbiamente, il giusto spazio di delirante sfogo settimanale. 


7
novembre

AMICI: CHI DIANA COLPISCE, DI DIANA PERISCE. AD AMICI LA PARABOLA DI GIORGIA URRICO. E SE SENTISSIMO LA NOSTALGIA DI UN PO’ DI SANO TRASH?

Maria De Filippi e Marco Carta nella quinta puntata di Amici

Non solo ipotetica opinionistaDiana Del Bufalo ormai si candida a un ruolo da protagonista in una eventuale rivisitazione sessantottina di Hair: lei ama tutti, ricorda una figlia dei fiori, dispensa affetto, complimenti ed amore. Nella guerra dei calvi Diana non si espone e regala complimenti tanto a Jurman quanto al Mengacci Junior oltre a Vessicchio e ai discografici ovviamente. Qualcuno la definirebbe gatta morta.

Ad Amici aleggia l’ombra dei vincitori passati acchiappa-teenager: Marco Carta, prima di andare a fare una corsetta al parco (vista la mise), entra nello studio e può anche permettersi di dire di non avere tempo (o voglia?) di vedere il programma. Il trionfatore sardo è in buona compagnia: il calo di interesse e di attenzione per questa edizione è molto evidente. E non ci riferiamo all’Auditel (ieri , difatti, il programma è stato seguito da 3.961.000 spettatori con il 25.37% di share).

Amici è una macchina perfetta ma persino nella apparente perfezione manca qualcosa: la fidelizzazione. Per anni, i telespettatori del programma hanno portato avanti una crociata contro la piega trash presa dal talent. Adesso manca però siamo al paradosso opposto: non esiste il contradditorio e le poche discussioni non possiedono il mordente passato, mancano delle personalità che facciano la differenza (e non a caso la Del Bufalo oscura tutti), mancano degli idoli dei teenager pronti a far esplodere le linee telefoniche.

FOTOGALLERY DELLA QUINTA PUNTATA