Denny Lodi



11
febbraio

AMICI: DOMENICA IL PRIMO FINALISTA

Amici 10: Virginio

Ad Amici si sente già il sapore della finale. Sarà il numero esiguo degli artisti rimasti in gara, sarà il buon livello delle performances (soprattutto per la sezione danza), ma la competizione per accapparrarsi il più alto gradino del podio sta per entrare nel vivo. Per questo gli autori hanno optato per un’ulteriore revisione del regolamento. Ma, prima di scoprire le novità, facciamo il punto della situazione.

Domenica scorsa fu la squadra bianca a vincere, ma lo svenimento di Giulia ha bloccato il meccanismo di eliminazione. Una circostanza che faceva supporre una doppia fuoriuscita di concorrenti nella puntata successiva ma, a sopresa, domenica prossima sarà un solo concorrente a lasciare la scuola. Le novità non sono finite, però, perchè nella stessa puntata verrà decretato il primo finalista con un particolare meccanismo.

Previste, infatti, sfide singole e dirette con il televoto aperto e chiuso ad ogni sessione di sfida. Ogni concorrente porta il bottino di voti alla propria squadra, e i membri della squadra vincente si giocheranno un posto per la finalissima, fissata per il 6 marzo, attraverso i voti della commissione esterna. Chi otterrà i voti migliori entrerà di diritto in finale.




7
febbraio

AMICI AI TEMPI DEL BUNGA BUNGA. GAROFALO COME TINTO BRASS, UN POETA DEL TROMBE’

Amici 10 - il trombè di Garofalo

‘Dodici volte gli uomini si sono trovati con la testa tra le gambe delle donne’. Il bollettino di guerra indignato di Garrison Rochelle, uno che smutanda i ballerini facendoli ruotare con delle palle in mano, sembra da reparto di ostetricia, ma invece è solo Amici. E’ così spropositato il numero delle sfide della quinta puntata che ad un certo punto, all’annuncio della decima prova (siamo già oltre la mezzanotte!), dal pubblico si leva il grido GAROFALOOOOO. Dall’arco prosodico di chi lo pronuncia, il quadrisillabo sembra voler dire: solo tu ci puoi salvare. E in effetti, se fino a quel momento i trombè li aveva sentiti solo la Maionchi, non può che essere Marco Garofalo, ribattezzato il Tinto Brass del talent, a portarli veramente in scena. Nell’ignuda folla di gambe e di teste che si avvinghiano si distingue solo la tutina sapientemente disegnata sul corpo di Eleonora Scopelliti, ormai musa ufficiale del Garofalhard nazionale così apparentemente indifferente alle accuse di Garrison di essere troppo osè da affermare: Josè sta de llà‘- manco fosse il gallo cedrone di Carlo Verdone.

Si chiude alle 00,45 e per di più senza verdetto per lo svenimento di Giulia arrivato quando ancora si era solo all’inizio dello strazio dei vestitini privi di effetto. Causa ‘insostenibile pesantezza dell’essere’ il ritmo di una puntata che poteva essere giudicata positiva si spezza senza rimedio, lasciando nella mente solo le pornocoreografie tonificanti per l’attenzione e le battutacce più eclatanti di Platinette, a cui però ad un certo orario della serata andrebbero chiuse le fontane per evitarle di sconfinare nella sguaiatezza ripetitiva.

Accade ad un certo punto che ti assalga  il brivido di paura al solo al pensiero che una nuova coda di danza classica di uno dei soliti patè e qualcosa, fatta con un piede legato alle orecchie e uno immobilizzato nel cemento, possa apparire sul proscenio fornendo pretesti a La molleggiata e il baffetto per battibeccare. Cosa hanno fatto di male i telespettatori per beccarseli puntata per puntata? Perché a teatro fanno gli splendidi e gli chic e in tv invece salgono senza rispetto sugli zebedei del pubblico, manco fossero un marito e una moglie che si sono lasciati da poco?


6
febbraio

AMICI 10: LA QUINTA PUNTATA IN DIRETTA SU DM. TRASMISSIONE SOSPESA PER IL MALORE DI GIULIA

Amici 10

Quando sembrava che la parte musical fosse definitivamente scomparsa da Amici, ecco che si cambia ancora. I tempi stretti per armonizzare i duetti tra cantanti e l’effetto tiepido sull’ultima puntata hanno convinto la Castigatrice a chiamare a raccolta tre grandi artisti della recitazione per dare un tocco di novità anche alla formula duetto. Maria sembra sempre meno propizia a mostrare le sue carte ma non per questo rinuncia ad usarle. I fuoriclasse di Rai1, in netto calo, adesso fanno meno paura e una ventata di buona aria può dare finalmente la vittoria, che ricordiamo sarebbe la prima della stagione.

Sul versante duetti, come vi abbiamo anticipato, ecco le accoppiate della serata:

Sabrina Ferilli – Virginio Simonelli

Christian De Sica – Annalisa Scarrone

Beppe Fiorello – Francesca Nicolì

Nel consueto duello a squadra, se è vera la legge dei grandi numeri, potrebbe toccare a un componente della squadra Blu lasciare stasera la scuola, e se l’equilibrio perdurasse ancora una volta potrebbe trattarsi della baby salentina. Il bello della puntata si giocherà proprio sul filo di lana, quando dopo ore e ore di balli e canti sarà ancora la busta della commissione a decidere come sistemare il nuovo assetto dei concorrenti. Troppo pesante per un solo ballerino preparare per più di un mese tutte le prove di ballo, e quindi un’altra eliminazione tra i cantanti? La vera domanda della serata è questa.

Un bel momento sarà sicuramente quello che regalerà Gianna Nannini, irriducibile cavalcatrice delle classifiche discografiche. Passa il tempo, la sua vita si trasforma ma le sue canzoni sono sempre le colonne sonore dei momenti più belli del mondo che cambia. Quale migliore esempio per gli allievi di un talent se non lei?

Amici 10: su quale duetto scommettereste per la quinta puntata?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...

VI ASPETTIAMO DALLE 21, AFFILATE LE TASTIERE!

Ore 21, 17: Introduzione alla sfida: si comincia alla grande con Gianna Nannini. Ogni tanto, ma la De Filippi lo chiama Ogni volta. Playback nascosto abbastanza malamente. Chiaro messaggio alla conduttrice per non intervistarla, come se Maria stesse morendo dalla voglia di farlo. Pubblicità

Ore 21,28: momento De Sica. Bella prova per Annalisa che grazie all’attore romano ritrova la giusta verve. Più spigliata ma no per questo eccessiva e sguaiata la Scarrone finalmente riscala le classifiche ideali del serale. L’idea di mettere meno in imbarazzo gli allievi con personaggi più caldi e popolari forse non è stata malvagia

Ore 21,42: momento Ferilli. Nonostante la stessa attrice chieda scusa a Virginio per qualche imperfezione l’effetto è veramente piacevole. Ci voleva quest’innovazione. Bravi agli autori che hanno pensato a questa variazione sul tema.

Ore 21,53: torna tra i piedi il Grand pas classique. Non la coda stavolta, ci tiene a precisare Maria. Pezzo di repertorio veramente difficile, tanto che persino Anbeta ad un certo punto si perde. La De Filippi si scusa prontamente per averla sconcentrata. Questa tensione tra la ballerina e la conduttrice sembra non allentarsi più. Solita gag francofona di Platinette. Pubblicità





31
gennaio

AMICI: LA TORTA DI MARIA NON PIACE PIU’ A JURMAN. TROPPA PANNA MONTATA AD ARTE E I DUETTI CHE NON SONO LA CILIEGINA

Amici 10, Maria De Filippi con Antonella Lafortezza

Quella di Amici è come una torta a tre piani con la panna. Il colpo di teatro del secolo per lanciare la costola dissacrante (ma in fondo ancora più consacrante) del talent ci voleva proprio e la Castigatrice, da buona stratega del marketing dei suoi prodotti, l’ha organizzato per bene. Trovato un appiglio nel prossimo compleanno del sempre più amico Zerbi, la De Filippi dedica infatti tutta l’introduzione alla sfida della puntata ad una riedizione dell’Happy Birthday di Marylin interpretato da Diana Del Bufalo, ovvero la ventata d’aria più fresca di quest’edizione, che, come annunciato qualche giorno fa, farà compagnia alla Gialappa’s nella difficile sfida di un Mai dire Amici.

I duetti deludono, e anche tanto. La sensazione è che non solo Antonella, a causa dei suoi problemi di salute, avesse provato pochissimo. Convincente solo il duetto che ha avuto come protagonista Loredana Bertè, mina vagante degli studi televisivi a cui la De Filippi ha guardato con inquietudine fino a quando ha lasciato il palco. In tutte le altre esibizioni a due l’amalgama è stato scarso, le armonizzazioni poche e al limite del pericolo. Francesca, a parte il tentativo di essere rock replicando vuote stereotipie come quella dell’asta abbattuta, riesce a cavarsela meglio solo perché in linea con la bizzarria estemporanea della sua compagna di esibizione. Altrove non bastano l’estasiante soul di Mario Biondi, né la firma di garanzia di  Ornella Vanoni, né il grandissimo potenziale di Francesco Renga. E’ forse un problema di vestitini e cappottini vari che moltiplica le prove e riduce la qualità? Tenuto conto dell’evoluzione del programma non sarebbe preferibile vedere meno ma più a lungo? Meno tutine da scuola e più esibizioni-evento in stile Tommassini? Chissà che quell’asso pigliatutto di Maria non si stia già muovendo anche su questo mercato…

Una sfida più incerta che mai però, ma con il trend di sempre. Quando all’improvviso dalla regia viene detto di chiudere il televoto il fato tragico coglie un lieve superamento dei Blu rispetto ai Bianchi, risultato che ad un novello spettatore potrebbe apparire sorprendente nella dinamica della visualizzazione delle carte, ma che gli italiani, amanti della democrazia dell’alternanza, ormai accettano come dato immutabile. Dopo una buona ventina di minuti passata a martoriare i giudici esterni che in tutte le lingue della torre di Babele hanno fatto capire di non voler condannare né Gesù né Barabba si arriva finalmente al nocciolo della questione. A fare le spese del calcolo ergonomico della trasmissione è Antonella Lafortezza, il talento strenuamente difeso da Luca Jurman che istantaneamente annuncia le ‘dimissioni’. Nell’amarezza con cui declina l’invito di Maria a continuare la sua avventura nel programma si legge ancora una volta il suo garbato sospetto sull’involuzione del talent a succursale delle major. Ogni riferimento a Zerbi è puramente casuale.


30
gennaio

AMICI: LA QUARTA PUNTATA IN DIRETTA SU DM. PERDONO I BIANCHI ED ESCE ANTONELLA

Amici 10, Diana Del Bufalo e Francesca Nicolì

Nuova puntata, nuovi duetti, vecchie questioni che tengono banco. Il menu di Amici presenta stasera un parterre di primo piano per la difficilissima sfida domenicale. Se l’anno scorso i pezzi grossi venivano tirati fuori come assi nella manica solo in semifinale, quest’anno tocca schierarli sin dall’inizio. In attesa di notizie su eventuali ripescaggi il piatto forte resta la presenza delle stelle della case discografiche a duettare con i ragazzi. Ecco le accoppiate, come da DM anticipato:

Loredana BertèFrancesca Nicolì. Prosegue il tentativo di rendere la criticatissima cantante salentina la poetessa dei fiori del male, tra il rock e il maledetto. Quale migliore artista se non la Berté per assecondarne le stravaganze di look e di trovate sceniche? Resta da vedere quanto sarà in vena di confidenze la cantante, con la sua poca voglia di essere signora e con le sue frecciate di urticante verità. La Castigatrice è avvisata, meglio assecondarne i capricci.

Ornella VanoniVirginio Simonelli. Per il cantante dal rendimento più incerto della scuola, dall’identità ballerina a causa del suo ondivagare tra il melodico giovanilistico e il canto più ricercato, arriva la Signora della musica italiana. Riusciranno ad integrare senza che la voce dell’allievo faccia da mero sottofondo al timbro inconfondibile della Vanoni?

Mario BiondiAnnalisa Scarrone. Sulla carta è il duetto più ricercato. Due vocalità molto particolari, forse più di nicchia per il riscatto di Annalisa, poco brillante nella sua versione di Immobile. Biondi già all’epoca di Valerio Scanu aveva esaltato le qualità di scouting della trasmissione, condannando invece l’evoluzione che avevano dato al profilo artistico del ragazzo le case discografiche. Annalisa sarà un altro fenomeno da salvare dalle mani di Zerbi?

Francesco RengaAntonella Lafortezza. Indubbiamente la coppia che darà più soddisfazioni agli amanti del bel canto tradizionale. Estensione pazzesca e padronanza vocale indiscutibile per Renga, uno degli esempi di vera versatilità musicale italiana con le infinite metamorfosi sempre ben interpretate. Dal canto suo Antonella cercherà di riproporre la bella esibizione della settimana passata alla ricerca del graffio fatale che finora le è mancato per poter impensierire seriamente le avversarie Blu.

E poi solite curiosità esistenziali: cosa si inventerà Platinette per stupire anche stavolta? Si spoglierà per l’esclusione di uno dei Bianchi, che verosimilmente perderanno la puntata? Mara Maionchi sbotterà dopo il settantessimo vestitino? A che minuto la Celentano dirà a Cannito che è ridicolo? Ma soprattutto quanto sarà da bollino rosso Eleonora nella coreografia di Garofalo stasera?

AFFILATE LE TASTIERE. SI PARTE ALLE 21,00

Ore 21,14: Introduzione alla sfida. Anche stavolta Maria non è svenuta all’apertura del ledwall. Diana Del Bufalo ci cova…

Ore 21,17: Diana in versione Marylin Monroe canta Happy Birthday a Rudy Zerbi. Inizio a sorpresa, Maria marcia sulla storia della Del Bufalo. Mercoledì 9 febbraio ore 23,10 inizia Mai dire Amici. Questa marchettona un po’ autoreferenziale ci voleva proprio. Pubblicità.

Ore 21,27: Sigla. Presentazione delle compagnie che offriranno per quest’edizione le borse di studio per il ballo. Prima prova. Duetto.  Inizia Virginio che canta con Ornella Vanoni. Cantano Senza fine. Anche stavolta Virginio duetta solo teoricamente, le voci non interagiscono mai. Ognuno canta la sua strofa.

Ore 21,42: tocca ad Annalisa e Mario Biondi controbattere. I’ve got you under my skin, bel pezzo da novanta insomma. Purtroppo di duetto in duetto Annalisa aumenta i dubbi sulla sua forza. Taglio più lungo rispetto al duetto precedente, ma insoddisfazione a margine dell’esibizione per quanto riguarda la ragazza.

Ore 21, 51: seconda prova. Ballo, scelto da Giulia contro Debora. Tra minacce di trentadue giri e acquari esagerati in mezzo a folle di maschi alla fine la ballerina bianca sceglie l’arte garofaliana per mettere in imbarazzo l’algida avversaria. Pubblicità.





24
gennaio

AMICI: PLATINETTE E IL NUDO DI PROTESTA PER DIANA, LA RAGAZZA CHE NON ENTRAVA PIU’ NEI VESTITINI DI MARIA

Platinette nuda ad Amici

Sono passati tanti anni ma nemmeno la Castigatrice sembra essersi abituata alla dura legge della tv e del suo Amici. Buona puntata ma non basta la minaccia di Platinette di mettersi a nudo per cambiare l’amaro destino: come nella più classica delle tragedie greche il fato ineluttabile segue il suo corso, solo che per fortuna stavolta la vittima è una brillante ragazza che parla benissimo l’italiano e l’inglese, che ha un umorismo sopraffine e dei tempi televisivi micidiali. Diana Del Bufalo scende dal palcoscenico con l’eleganza cosmopolita e il tatto metropolitano che ha contraddistinto il suo percorso, e s’inchina ad un verdetto poco sofisticato e ancora una volta nel solco della tradizione nazional-popolare. Che si stia delineando il filotto salentino? Solo Annalisa ormai può scongiurare tale eventualità.

Trionfa il piagnisteo della (presunta) ingenuità giovanile di Francesca e il suo rock ribellista di maniera attaccato superficialmente ad una visibilità grossolana che non dà senso ai gesti, e non per una questione di età. Contro ogni previsione razionale, ma in pieno stile serale di Amici, la democrazia dell’alternanza segna un ulteriore episodio a suo favore. Anche i nasi dei più affezionati sostenitori del programma si arricciano davanti a questa lustrale saga di immolazioni sull’altare della televisività. Sembra una regola non scritta: turarsi il naso per lasciare ai talenti indiscutibili la possibilità di una vera sfida individuale solo nella finale. E’ lampante ad ogni spettatore di buon senso come d’ora in avanti le prove dei vestitini non abbiano alcun senso. Sulla commissione aleggia lo spettro di Ponzio Pilato e quelle esibizioni, visto l’orario, diventano solo una noiosa esasperazione della sfida a tutti i costi.

Questa concezione di spettacolo legata allo scontro necessario stasera viene smentita dall’interno. I vecchi amici e il nemico ormai assicurato alle ‘patrie galere’ della De Filippi fanno fare quel balzo che gli autori cercano forsennatamente nel meccanismo a squadre. Quando non ci sono professori ficcanaso a commentare stancamente nella solita maniera o rvm di rabbia scientificamente indotta nei ragazzi le esibizioni scorrono con grande ritmo, il talento domina. Il confronto infantile sul curriculum che nasce regolarmente tra i docenti autorizza esplicitamente la produzione a rottamarli di anno in anno d’ora in poi. L’idea del talent nel talent è un’ottima scommessa. I duetti sono interessanti e se i ragazzi avessero più tempo per crescere in questo senso il livello già buono si eleverebbe ulteriormente. Meno divanetti pettegoli e più arte dello spettacolo insomma, è lì la soluzione, come negli anni d’oro di Giulia, Antonino, Anbeta.

Amici 10: qual è il duetto che ti è piaciuto di più?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...


23
gennaio

AMICI: LA TERZA PUNTATA IN DIRETTA SU DM. DIANA DEL BUFALO ELIMINATA DAL TALENT.

Maria De Filippi con Alessandra Amoroso

Terza puntata di Amici, prima della nuova versione domenicale. Per il trasloco Maria ha chiamato a rapporto tutti i suoi pupilli più prestigiosi (come da DM anticipato) per dare quella scossa di popolarità che manca a questa edizione, buona ma migliorabile. Potrebbe essere già una puntata di preludio al rimpasto: tutti si chiedono come farà la squadra Bianca a tirare avanti ora che l’handicap di partenza non è pareggiato nemmeno dal televoto e dall’uguaglianza numerica? Sappiamo però che la cabala, tra stelle, guanti e vestitini, ad Amici è sempre in grado di fare magie.

Attenzione puntata sui duetti. Come già annunciato Alessandra Amoroso canterà con Annalisa Scarone (un passaggio di testimone ideale?), Valerio Scanu con Antonella Lafortezza, Marco Carta con Diana Del Bufalo, Emma Marrone con Virginio Simonelli. La Castigatrice Pigliatutto però dopo Mara Maionchi, ormai prezzemolina dell’ammiraglia Mediaset, riesce a portare alla sua corte anche il più talentuoso allievo sfornato dalla concorrenza, quel Marco Mengoni che stasera duetterà con Francesca Nicolì.

Chi abbandonerà la scuola ora che, salvo Francesca, il livello è pressoché medio-alto? Vedremo rvm su come si sistema i baffi Cannito e la pelata Zerbi? Queste e tante altre domande nel ricco menu della serata, con la prof Littizzetto che su Raiuno fa abbastanza paura. Solo domattina sapremo se questo gioco di brand sarà stato sufficiente a reggere il colpo dello spostamento e del tempo che mostra le rughe del meccanismo e il logorio da saturazione del mercato.

AFFILATE LE TASTIERE. ALLE 21,00 SI PARTE

Ore 21.15: Introduzione alla sfida. Programma diviso in più segmenti. L’Auditel pesa, eccome. Sigla.

Ore 21.18: Si parte col ballo. Prima sfida ormonale. Vito e Denny su coreografia mezza ignuda di Garrison. Più acrobazia che danza. Contava più la forza scenica e quindi forse meglio Vito. Pubblicità.

Ore 21.30: Primo duetto:seconda sfida. Talent su talent. Guarda caso si parte da Annalisa che è accompagnata da Alessandra Amoroso, la più amata di sempre . La cantante di Galatina torna sul luogo del delitto. Pioggia di lacrime. Cantano Immobile. Veramente in forma la Amoroso. Nonostante l’amalgama non sia musicalmente eccellente, bell’impatto scenico.

Ore 21.45: secondo duetto della prima sfida. Virginio canta con Emma Marrone. Sfida a distanza tra le salentine vincitrici delle ultime edizioni del programma. Cantano Calore. Anche la Marrone di passi avanti ne ha fatti tantissimi: molto più raffinata sia nella presenza scenica che nel modo di porsi quando parla. Più pulito il duetto ma meno interagito.

Ore 21.58: Terza prova. Coreografia Celentano.  Debora vs Giulia. Torna Alessandro Macario a fare la dimostrazione della prova insieme ad Anbeta. Comincia il solito pistolotto sulla faziosità nella scelta delle variazioni. Rvm, ben due, sul solito scontro Celentano-Cannito. Baffetto si becca del bugiardo, la molleggiata dell’incompetente. Strategia della trasformazione in martire di Giulia per aggiustare l’handicap di partenza dei Bianchi?


19
gennaio

AMICI, LA KITSCH-MENOPAUSA SALVIFICA. LA SQUADRA BIANCA NEL BARATRO: FUORI ANTONIO E RICCARDO

Amici 10, un momento della seconda puntata del serale

Se le scopo era arrivare fino all’alba per raccogliere anche gli ultimi aficionados de la tv de la noche, nella seconda puntata di Amici c’è mancato davvero poco. Se Mara Maionchi, vero spasso in una serata terribilmente lunga e a tratti ridondante, annunciava di essersi già rotta le palle alle ore 23, cosa hanno dovuto somministrarle sotto banco per farla restare zitta fino alle ore oo.57, ora di conclusione della puntata? (di cui vi diamo la cronaca qui). Nonna Salice e Platinette, babbione per caso, come loro stesse amano definirsi, sono l’unico espediente per reggere quattro ore di diretta. Dopo l’ombrello della settimana scorsa l’insolita coppia si è cimentata in vere chicche della trash-menopausa. All’osteria della zia Mara nessun pelo sulla lingua: ora che non c’è lo spauracchio di mamma Rai può librarsi un testa di minchia di cuore all’indirizzo di Platinette. La De Filippi si diverte come una pazza e si candida a una menopausa televisiva dallo strafalcione libero, ultimo capitolo della sua ossessione verista.