Carlo Freccero



12
maggio

TELEFILM FESTIVAL: DA RICORDARE FRECCERO E “DI NOZZO”, DA DIMENTICARE DANIELA MARTANI E IL PRINCIPE EMANUELE FILIBERTO

Michael Weatherly (Dinozzo in NCIS) al Telefilm Festival 2009

Dopo una tre giorni all’insegna di telefilm in anteprima assoluta, raduni di fan, conferenze stampa e incontri con gli attori è ora di tirare le somme sulla settima edizione del Telefilm Festival conclusasi domenica a Milano. Un’edizione sempre meritevole e tutto sommato positiva che ha visto trionfare il telefilm polizesco, in particolare quello che mostra il lato umano dell’indagine. Ai telefilm Mental prossimamente su Fox e The Mentalist in onda su Joy, infatti, vanno le palme dei più seguiti da parte del pubblico presente alla rassegna. House, invece, è risultata per il terzo anno consecutivo la serie più amata dell’anno dal sondaggio lanciato in collaborazione con Tv Sorrisi e Canzoni, precedendo serie come Lost e Grey’s Anatomy rispettivamente classificatesi seconda e terza.

Sul fronte degli ospiti vip, veri e propri bagni di folla per Laura Esquivel, baby-diva argentina del telefilm Disney Il Mondo di Patty, prossimamente su Italia1, e l’americano Michael Weatherly alias Anthony Di Nozzo agente in Ncis. Quest’ultimo, giunto al Telefilm Festival per presentare la sesta stagione della serie di punta di Raidue, in onda a partire dal 6 settembre, ha sorpreso piacevolmente il pubblico per la sua disponibilità e il suo carisma.

Carlo Freccero e Giorgio Buscaglia, tra gli addetti ai lavori presenti, sono coloro che hanno dato vita agli incontri più interessanti. Il primo, nel presentare i telefilm della sua Rai4, ha dimostrato una indiscussa e straordinaria conoscenza del mezzo televisivo in un dibattito a 360 gradi sulla televisione durante il quale ha ribadito l’importanza crescente delle tv digitali e satellitari; in particolare ha detto di apprezzare Sky pur non condividendo la strategia messa in atto con la creazione di Skyuno. Freccero ha altresì espresso grande apprezzamento per la serialità americana: “Lost ti apre la mente più di uno spettacolo teatrale o di un libro”, queste le sue parole. Il responsabile dei telefilm di Raidue Giorgio Buscaglia, invece, ha mostrato una grande passione e competenza per l’oggetto del suo lavoro: era al festival per parlare dei telefilm in onda nel 2009 sulla rete due e dobbiamo ammettere che le sue scelte in fatto di individuazione e collocazione dei telefilm da mandare in onda non fanno una grinza.




23
dicembre

SUGO, 60 MINUTI DI GUSTO E DISGUSTO SU RAI4

Sessanta minuti di gusto e disgusto” recita il promo in onda in questi giorni su Rai4 per annunciare la nascita del nuovo magazineSugo“.

Il nuovo programma del canale digitale terrestre sarà un magazine sui consumi mediatici, i culti e i tormenti dei giovani della generazione web 2.0. Ideato da Gregorio Paolini e da una redazione di giovani autori, inviati e filmmaker, il programma sarà in onda a partire da oggi, martedi’ 23 dicembre, alle 23.10, su Rai4 e sarà condotto da Carolina di Domenico, una delle più note vj italiane.

Nei primi sessanta minuti di Sugo vedremo come si costruisce oggi una star attraverso i reality, conversando con giornalisti e produttori e con l’immancabile Belen che ammette: Si, sono single…. E ancora:

  • il rocker senza freni, Pino Scotto, opinionista di culto su YouTube. Quante tracce digitali si lasciano nel corso di una giornata?
  • la modella Andrea Lehotska salvata da un hacker.
  • i cartoon di Mondo Cayman, il cinegiornale delle Isole Cayman animato da Joshua Held in esclusiva per Sugo.
  • la rubrica Vox Populi: nell’informazione, di chi non bisogna fidarsi?
  • e poi, i militanti di Casa Pound: dopo gli scontri di Piazza Navona e l’invasione di Via Teulada hanno continuato la guerra su YouTube e molto altro ancora.

Scopri le altre novità di Rai4: