Canzonissima



24
marzo

I MIGLIORI ANNI, CANZONISSIMA 2013: IL VINCITORE E’ MARCO MASINI

Marco Masini al pianoforte

Dopo settimane al primo posto, l’esito era un po’ scontato. Marco Masini è risultato il vincitore di Canzonissima 2013, all’interno de I migliori anni che ha chiuso ieri i battenti. Nove puntate, nove manche per gli otto concorrenti di Canzonissima che si sono “affrontati” in una competizione che si è svolta in sordina con tutta l’attenzione mediatica rivolta al competitor Italia’s got talent.

Per l’ultima puntata i cantanti si sono esibiti con i loro più grandi successi: Alexia ha sfoderato la sua grinta con “Dimmi come”, Luca Barbarossa ha portato sul palco “Portami a ballare”, Karima ha cantato “Come in ogni ora”e Marco Masini ha fatto ascoltare una versione inedita di “Ci vorrebbe il mare”. Mietta ha fatto cantare tutti sulle note di “Vattene amore”, Povia ha intonato “I bambini fanno oh”, Paola&Chiara hanno scaldato il pubblico con  “Vamos a bailar” ed Enrico Ruggeri si è esibito con “Mistero”.

La classifica finale (potete trovarla sotto) non ha riservato sorprese. Masini ha vinto con il brano “Cosa resterà degli anni ‘80” staccando i colleghi. Classe 1964, Masini arriva al successo con il Festival di Sanremo del 1990 con la canzone “Disperato”, arrivando primo tra le nuove proposte. Seguono pezzi come “Vaffanculo” e “Bella stronza” che lo impongono non solo in Italia. Dopo un periodo difficile, si presenta per la quarta al volta al Festival di Sanremo (quello targato Ventura) nel 2004, vincendo con il brano “L’uomo volante”. Ha appena pubblicato il suo nuovo album dal titolo “La mia storia piano e voce” da cui è tratto il primo singolo “Io ti volevo”.




17
marzo

I MIGLIORI ANNI, CANZONISSIMA 2013: MARCO MASINI IMBATTIBILE

Marco Masini - I migliori anni

Mentre l’Italia ha avuto l’ennesimo talento (qui il vincitore di Italia’s got talent 4) su Rai1 si consumava l’ennesima sfida di Canzonissima all’interno de I migliori anni, giunto all’ottava puntata. La celebre gara in musica di Mamma Rai, sicuramente sottotono nella riproposizione del 2013, si avvicina quindi alle battute finali. Karima si è esibita con “A chi” di Fausto Leali,  Enrico Ruggeri ha interpretato “My Way” di Sinatra, per gli anni ’70 con Luca Barbarossa ha dato voce a “Che sarà” dei Ricchi&Poveri e Povia a “Gianna” di Rino Gaetano.

Gli interpreti degli anni ’80 sono stati Alexia con la sensuale ed ironica “You can leave your hat on”, Mietta con “Diavolo in me” di Zucchero e Marco Masini con “La musica che gira intorno” di Ivano Fossati. Paola&Chiara, infine, hanno reso omaggio a Lucio Dalla con la sua “Canzone”. Questa la classifica al termine della puntata che vede ancora una volta in vetta Marco Masini, molto amato dal pubblico del web, mentre fanalino di coda questa settimana è Enrico Ruggeri che è comunque molto contento di aver partecipato al programma per la possibilità di esibirsi con canzoni molto diverse tra loro.

1. Marco Masini – 477 punti
2. Luca Barbarossa – 474
3. Karima – 443
4. Alexia – 438
5. Paola e Chiara – 435
6. Mietta – 390
7. Povia – 384
8. Enrico Ruggeri – 383


10
marzo

I MIGLIORI ANNI, CANZONISSIMA 2013: MARCO MASINI IN VETTA ALLA CLASSIFICA

Marco Masini - I migliori anni

Sono lontani i tempi d’oro di Canzonissima, storico programma di Viale Mazzini andato in onda dal 1956 al 1975, ma la gara è sempre gara ed eccoci pronti a darvi conto della Canzonissima moderna di Carlo Conti all’interno de I migliori anni. Anche nella settima puntata, tra un Pippo Baudo canterino e un Raoul Bova in promozione, gli otto protagonisti si sono esibiti con alcuni successi degli anni ‘60-’70-’80-’90. Alexia ha fatto molto “Rumore” con il brano di Raffaella Carrà, Marco Masini si è esibito in “Cosa resterà degli anni ‘80” mentre Mietta ha raccontato “Quando finisce un amore”, Luca Barbarossa ha cantato “La prima cosa bella” ed Enrico Ruggeri ha dato voce ad “Agnese”.

Povia si è esibito sulle note di “E tu come stai?”, Paola&Chiara hanno eseguito “Quizas, quizas, quizas” e Karima si è immersa nelle atmosfere soul di “Respect/Think” di Aretha Frankin. Questa la classifica al termine della puntata che vede saldamente in vetta Marco Masini, molto amato dal pubblico, mentre fanalino di cosa questa settimana sono le sorelle Iezzi:

1. Marco Masini – 537 punti
2. Luca Barbarossa – 418
3. Karima – 358
4. Alexia – 357
5. Mietta – 355
6. Enrico Ruggeri – 351
7. Povia – 314
8. Paola e Chiara – 277





3
marzo

I MIGLIORI ANNI, CANZONISSIMA 2013: MASINI ANCORA IN TESTA CON L’OMAGGIO A LUCIO DALLA

Marco Masini - I migliori anni

A un anno dalla morte, Marco Masini ha deciso di omaggiare Lucio Dalla e grazie a questa performance è ancora in testa nella classifica di Canzonissima all’interno de I migliori anni. Un risultato prevedibile anche se dai ragazzi in studio è stata molto apprezzata l’esibizione di Karima (qui una nostra intervista). Ma ricapitoliamo tutte le esibizioni.

Marco Masini ha dedicato un tributo al poeta della musica italiana, Lucio Dalla, con la sua personale rivisitazione di “Anna e Marco”, Povia ha reso omaggio invece a Lucio Battisti, con “Mi ritorni in mente” mentre Karima ha ricordato Mia Martini con “Piccolo uomo”. Alexia ha dato voce al grande successo di Jimmy Fontana “Il Mondo” e Luca Barbarossa al brano di Gianni Morandi “C’era un ragazzo”. Mietta si è esibita in “Adagio” ed Enrico Ruggeri nel successo di Lou Reed “Walk on the wild side”. Paola&Chiara hanno dato vista a una versione moderna di “Diamante”, oltre a essersi esibite nel loro inedito “Stai dove sei”. Al momento questa è la classifica provvisoria:

1. Marco Masini – 947 punti
2. Alexia – 646
3. Karima – 561
4. Enrico Ruggeri – 546
5. Paola e Chiara – 542
6. Mietta – 507
7. Povia – 447
8. Alexia – 378


24
febbraio

I MIGLIORI ANNI, CANZONISSIMA 2013: MARCO MASINI FA FAVILLE E RIMANE IN TESTA

Marco Masini - Canzonissima 2013

Marco Masini - Canzonissima 2013

Ne avete abbastanza di musica dopo la settimana sanremese? Rai1 no: è infatti ripartita la programmazione di garanzia e sono tornati quindi anche I Migliori Anni, nelle nuove vesti di Canzonissima 2013. Una ‘Canzonissima’ versione amarcord con un cast di cantanti di prim’ordine, per far breccia tra il pubblico ed evitare per quanto possibile il fuggi fuggi su Canale5. Anche in questa quinta puntata, a guidare la classifica provvisoria è ancora Marco Masini che si è esibito in Cinque Giorni, sempre più apprezzato a quanto pare da un pubblico trasversale che abbraccia i 100 ragazzi in studio (25%), la demoscopica dalla sede di Napoli (25%) e i telespettatori da casa (50%), che possono esprimere la propria preferenza tutta la settimana sul sito del programma. Ma vediamo come è andata la gara.

Alexia si è esibita con il brano “Because the Night”, Luca Barbarossa con “Tutta la mia città″ e ha raggiunto il primo posto tra i 50 giurati di Napoli, Karima ha cantato “Quello che le donne non dicono”, versione particolarmente apprezzata anche dal suo autore Ruggeri, mentre Marco Masini ha portato in gara “Cinque giorni”. Mietta ha cantato “Caruso”, Paola e Chiara si sono esibite sulle note di “E penso a te”, Povia su quelle de “Mille giorni di te e di me” di Claudio Baglioni ed Enrico Ruggeri con “Io che amo solo te”. Al momento questa è la classifica provvisoria:

1. Marco Masini – 406 punti
2. Alexia – 283
3. Luca Barbarossa – 280
4. Karima – 247
5. Enrico Ruggeri – 194
6. Paola e Chiara – 193
7. Mietta – 178
8. Povia – 175





10
febbraio

I MIGLIORI ANNI, CANZONISSIMA 2013: IN TESTA MARCO MASINI CON “E TU”

Marco Masini - Canzonissima 2013

Continua la gara di Canzonissima 2013, all’interno de I migliori anni di Carlo Conti. Ieri la quarta puntata e quindi la quarta gara. Dopo i voti arrivati sul web in tutta la settimana è risultato primo in classifica Marco Masini con “Vivo per lei”. Vediamo come è andata la sfida di ieri sera.

Alexia si è esibita con il brano “Ancora” di De Crescenzo, Luca Barbarossa con “La leva calcistica del ‘68″, Karima ha cantato “I will always love you” in ricordo di Whitney Houston mentre Marco Masini ha portato in gara “E tu” di Baglioni. Mietta ha cantato “Dedicato” della Bertè , Paola e Chiara si sono esibite sulle note di “Bella” di Jovanotti, Povia su quelle de “La cura” di Battiato ed Enrico Ruggeri con “A muso duro” di Bertoli. I cantanti sono stati giudicati dai 100 ragazzi presenti in studio e dai 50 giurati dalla sede Rai di Firenze che hanno votato sotto la guida di Pamela Camassa. Al momento questa è la classifica provvisoria:

  • 1. Marco Masini - 368 punti
  • 2. Karima – 285
  • 3. Enrico Ruggeri – 214
  • 4. Luca Barbarossa - 203
  • 5. Mietta – 194
  • 6. Paola e Chiara – 185
  • 7. Povia - 160
  • 8. Alexia – 149


26
luglio

DA PREMIATISSIMA A IO CANTO, L’ETERNA GUERRA DEI CLONI IN TV

Cloni in tv

Che in tv nulla si crei e nulla si distrugga è ormai risaputo. Complice la mancanza d’idee e la costante necessità di conquistare il maggior numero di spettatori, in tanti, in maniera più o meno lecita, si sono spesso ritrovati a prendere ispirazione da format di successo, in onda sui canali concorrenti. Una guerra a colpi di programmi fotocopia, condita da accuse di plagio che ciclicamente invadono il piccolo schermo.

Se in questi giorni a tenere banco è la presa di posizione di Milly Carlucci, pronta a portare in tribunale il nuovo show di Canale 5 Baila! (in onda in autunno), apparentemente simile a Ballando con le stelle, in passato tanti altri personaggi hanno avuto a che fare con casi di clonazione catodica. La stessa Milly Carlucci nell’estate del 1989 non si fece particolari problemi nell’accettare la conduzione di Bellezze al bagno, show di Canale 5 palesemente ispirato al celebre Giochi senza Frontiere della Rai. Trasmissione peraltro condotta proprio dalla Carlucci dal 1978 al 1981.

I cloni veri o presunti nella tv italiana sono sempre stati numerosi. Nel 1982 la neonata Canale 5 riuscì a portare a casa per la prima volta degli ascolti record grazie a Premiatissima, show canoro del venerdì sera (in seguito promosso al sabato) ispirato sin dal titolo alla storica Canzonissima andata in onda per anni sulla tv di Stato. Era invece il 1985, quando sugli schermi di Canale 5 fece la sua prima comparsa all’interno di Pentatlon, quiz condotto da Mike Bongiorno, una versione embrionale de La Ruota della Fortuna. Lo stesso gioco, chiaramente ispirato al celebre format americano The Wheel of fortune, venne in seguito ripreso dal network Odeon Tv nel 1987 e nuovamente (ma con alcune varianti) da Bongiorno nel gioco a premi Parole d’oro. Soltanto nel 1989, dopo tanti scoppiazzamenti piuttosto maldestri, partì la versione ufficiale con tutti i diritti regolarmente pagati ai detentori del format originario.