Barù



18
maggio

Cuochi e Fiamme riparte su La 7 con Simone Rugiati. Ecco la nuova giuria

Cuochi e Fiamme - Rugiati, Barù, Csaba, Rossi

Riccardo Rossi, Simone Rugiati, Csaba Dalla Zorza, Barù

La7 riapre le cucine di Cuochi e Fiamme. La nuova edizione del cooking game condotto da Simone Rugiati sta per approdare nei pomeriggi dell’emittente terzopolista. La data fissata per l’esordio è quella di lunedì 22 maggio, alle ore 16.20. Mentre lo chef pisano è stato riconfermato al timone del programma, rinnovato è invece il parterre della giuria.




8
ottobre

DETTO FATTO: TRA I TUTOR E’ ARRIVATO BARU’

Detto fatto - Barù

Sembrano davvero lontani i tempi in cui Costantino della Gherardesca prese parte a Pechino Express – Avventura in Oriente come concorrente insieme al nipote Barù, eppure il tutto risale ad appena a tre anni fa. E adesso, mentre lo zio ancora gira il mondo con quel programma (ma ormai in veste di conduttore), anche Barù è tornato sul piccolo schermo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


13
settembre

I CONCORRENTI DI PECHINO EXPRESS: COSTANTINO DELLA GHERARDESCA E IL NIPOTE BARU’

Costantino Della Gherardesca e Barù

Chi pensava che non avrebbe mai visto Costantino Della Gherardesca al di fuori di una situazione salottiera, di opinionismo tra malelingue si dovrà ricredere appena lo troverà tra i convocati della partenza di Pechino Express. A far coppia con lui il nipote Barù, molto simile come sembianze allo zietto, considerata anche la poca differenza di età tra i due.

Stessa barbetta folta, stessa posa fotografica. Nel gioco rappresenteranno una variante sul tema famiglia: dopo la mamma e il figlio, il fidanzato e la fidanzata, un altro tipo di rapporto, spesso molto affettuoso, come quello tra zio e nipote al test delle difficoltà e degli stenti da reality fuori porta, o per meglio dire fuori continente.

Il primo odia lo sport, il secondo non può farne a meno; uno è pigro l’altro un vero spirito libero, ma insieme sono una coppia invincibile. Barù considera Costantino un fratello più che uno zio, hanno solo quattro anni di differenza. Hanno frequentato lo stesso collegio in Svizzera (mica robetta così!) e sono cresciuti entrambi tra Roma e la Maremma.