Arianna Ciampoli



29
ottobre

REVOLUTION: ARIANNA CIAMPOLI IN PRIME TIME SU TV2000 CON UN ‘LISTEN SHOW’

Arianna Ciampoli

La Chiesa e il mondo visti come un grande “ospedale da campo”. Come un centro di primo soccorso per aiutare ed ascoltare chi ha bisogno. E’ in questa prospettiva, ispirata alle parole di Papa Francesco, che stasera Tv2000 inaugura in prime time Revolution, un nuovo programma d’approfondimento e dibattito condotto in diretta da Arianna Ciampoli. La conduttrice, volto ormai noto ai telespettatori dell’emittente cattolica (canale 28 del digitale terrestre), presenterà un “listen show” caratterizzato da alcune storie raccolte nelle città e nelle periferie. Là dove le domande profonde del cuore dell’uomo emergono con più urgenza.

Tv2000: Arianna Ciampoli conduce Revolution

Il format, che era stato presentato alla stampa col titolo di Help, è firmato da Monica Mondo in collaborazione con il nuovo direttore creativo di Tv2000 Alessandro Sortino. Al centro del programma ci saranno le grandi questioni che smuovono l’interiorità di ogni uomo, coinvolgendone anche la vita quotidiana: l’odio e il perdono, il disamore di sé, la morte, la giustizia, l’amore, la paura. I temi verranno affrontati attraverso le voci di alcune testimoni, con le rispettive storie introdotte da Arianna Ciampoli. In studio, tanti  ragazzi desiderosi di chiedere, interessati a capire, in dialogo con due ospiti autorevoli, un laico e un religioso, sollecitati dal co-conduttore Antonio Soviero.

Tv2000, Revolution: nella prima puntata la storia dell’autore tv Gianfranco Scancarello

L’argomento cardine della prima puntata, in onda stasera alle 21.00, sarà il perdono. Perdonare si può o si deve? Perdonare è umano o divino? Attorno a queste domande si svilupperà il dibattito di Revolution. Ne parleranno Domenico Quirico, inviato de La Stampa, e Matteo Zuppi, vescovo ausiliario di Roma. Ad ispirare il confronto saranno le storie di Giuliana Bramonti, madre il cui figlio è stato ucciso da un clandestino sbandato, e di Gianfranco Scancarello, autore televisivo processato, e assolto, in un procedimento per abusi all’asilo di Rignano Flaminio.




11
marzo

LA CANZONE DI NOI: IL TALENT PER CORI DI TV2000 DEBUTTA IN PRIME TIME. IN GIURIA ANCHE CLAUDIO LIPPI E ABA

La Canzone di Noi, Tv2000

Non solo The Voice. Nel panorama televisivo nostrano c’è anche un altro talent show musicale pronto ad esordire in prime time. Ben altre voci, ben altre prospettive: su Tv2000 sta per debuttare La Canzone di Noi – La Gara, spin off del concorso per cori amatoriali organizzato dall’emittente della Cei (canale 28 del digitale terrestre). Dopo una fase preliminare di recruiting, trasmessa nella fascia pomeridiana a partire dallo scorso ottobre, venerdì prossimo 14 marzo il format si trasferirà in prima serata sotto la conduzione di Arianna Ciampoli.

La Canzone di Noi: 24 cori in gara

In onda ogni venerdì per dodici puntate, il programma di intrattenimento ospiterà in diretta le esibizioni di 24 cori amatoriali selezionati tra i 400 che hanno partecipato alla diretta pomeridiana. In quell’ambito, il pubblico ne aveva potuto conoscere le storie, i ricordi e le particolarità, mentre ora non ci sarà più spazio per i convenevoli: su Tv2000 si aprirà infatti la sfida. I gruppi ammessi alla competizione (tre a puntata) si sfideranno in 4 esibizioni: due su brani a propria scelta e due su pezzi, selezionati tra vari generi musicali, assegnati dalla redazione.

La Canzone di Noi – La Gara: i giurati

A valutare ogni coro sarà una giuria composta da quattro personaggi del mondo della musica e dello spettacolo: Claudio Lippi, Aba, giovane finalista di X-Factor, e Jose’ Maria Sciutto, direttore della scuola di canto corale e del coro di voci bianche del Teatro dell’Opera di Roma. Sembrerebbe quindi sfumata la partecipazione di Alda D’Eusanio, che – secondo le indiscrezioni trapelate nei mesi scorsi – avrebbe dovuto presiedere la giuria. Del resto negli ultimi mesi il rapporto tra la conduttrice e alcuni cattolici non è stato dei più semplici. Il parere dei giurati sarà rigoroso, ma certamente meno severo rispetto ad altri talent show del piccolo schermo.


7
ottobre

TV2000: ARIANNA CIAMPOLI CONDUCE UN TALENT PER CORI IN PRIME TIME

Arianna Ciampoli

Il direttore di Tv2000, Dino Boffo, lo aveva annunciato proprio su queste pagine: ”per il prime time stiamo mettendo a punto un format di intrattenimento che raccolga esperienze ed ‘xfactor’ già presenti nella vita delle nostre comunità“. Il progetto era rimasto riservato per alcune settimane, ma ora se ne conoscono i primi dettagli. L’emittente della Cei (canale 28 del digitale terrestre) si sta preparando a lanciare in prima serata un talent show riservato ai cori, siano essi professionali o amatoriali, parrocchiali o di montagna. Il programma sarà condotto in diretta da Arianna Ciampoli e partirà a gennaio, con doppio appuntamento settimanale: il martedì e il giovedì.

Su Tv2000, i cori ‘da combattimento’ si sfideranno in una vera e propria gara in cui dovranno affrontare varie prove e saranno sottoposti allo scrutinio di una giuria. Il verdetto sarà inappellabile, ma forse meno severo di quanto si creda: la trasmissione infatti, non si propone di scovare dei nuovi talenti – come avviene in altre competizioni del piccolo schermo – ma piuttosto intende approfondire la storia dei vari cori, il loro radicamento sul territorio, nonché la componente umana, folcloristica e culturale che li caratterizza. Questi elementi, assieme alla tecnica e al repertorio, contribuiranno all’assegnazione del premio finale, che sarà un riconoscimento attribuito a tutto il coro.

In giuria ci saranno anche dei personaggi già noti al pubblico (dei vip, insomma), e ad Arianna Ciampoli spetterà il compito di dare il ritmo giusto al format canterino. Come anticipato, lo show partirà a gennaio ma, sin dalle prossime settimane, le video candidature pervenute a Tv2000 verranno mandate in onda nello spazio pomeridiano del programma “Nel cuore dei giorni”, con una sezione apposita intitolata La canzone di noi. Così, il pubblico potrà iniziare a conoscere i protagonisti del nuovo programma.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





16
febbraio

TUTTA LA VITA DAVANTI: ARIANNA CIAMPOLI DECLASSATA SU LA7D

Arianna Ciampoli

Che la missione sarebbe stata ardua l’avevamo capito sin da subito. Una trasmissione come Tutta la vita davanti, condotta dalla pur brava Arianna Ciampoli, al sabato pomeriggio su La7 con una controprogrammazione e temi difficili da affrontare come la perdita del lavoro e la crisi, pur veicolando la speranza di gente che si è reinventata, avrebbe avuto difficoltà per imporsi. Così dopo gli insuccessi dell’originaria collocazione (prevista per le 14 del sabato) con il programma che ha riportato una media dell’1.18% e lo spostamento nello slot delle 12.30 per il programma a sfondo sociale è stato deciso un ulteriore “trasloco”.

Tutta la vita davanti infatti cambierà nuovamente orario, oggi andrà in onda alle 18.10, e anche canale di messa in onda passando da La7 a La7d. In sostanza, farà la fine di tutti gli altri flop del canale – dal campionato italiano di basket a Mamma mia che domenica – declassati sulla rete originariamente dedicata al pubblico in rosa. A La7 dovranno fare più di una riflessione su questo fiasco annunciato e innanzitutto chiedersi per quale tipo di pubblico era stato pensato il programma, passato dal voler essere un’alternativa (prezzolata) ad Amici e (di target) a Easy Rider allo slot preserale.

Nella puntata in onda questo pomeriggio sarà ospite l’attrice Paola Minaccioni che per l’occasione interpreterà la manager di una particolare agenzia di lavoro alla ricerca del candidato ideale. Tra le storie trasmesse questa settimana per il debutto su La7d ci sarà quella di Claudio Dessì, cinquantenne di Cagliari, con un passato da macellaio e un presente da guida turistica a bordo di un’Apecar modificata e trasformata in una moderna carrozza per visitatori da tutto il mondo.


1
febbraio

LA7: LUNEDI ALLE 14 DEBUTTA TGLA7 CRONACHE, TUTTA LA VITA DAVANTI ANTICIPA ALLE 12.30

Arianna Ciampoli conduce Tutta la vita davanti su La7

Piccole manovre di palinsesto stanno interessando La7. Se il prime time va piuttosto bene con il quartetto Formigli-Bignardi-Santoro-Crozza che sta realizzando ottimi risultati, il day time soffre e dopo la chiusura di Cristina Parodi Live e di G’Day altri interventi sono alle porte.

Partiamo dalla fascia pomeridiana che in queste settimane è stata farcita di film e telefilm con l’immancabile Commissario Cordier. Da lunedì prossimo alle 14 debutterà TgLa7 Cronache, subito dopo l’edizione meridiana del telegiornale diretto da Enrico Mentana, il quale vuole che la rete punti tutto sull’attualità. E così sarà per questo nuovo segmento di informazione in onda tutti i giorni della settimana: mezz’ora di fatti, problemi e tendenze della realtà italiana condotta da Bianca Caterina Bizzarri. Le Cronache faranno meglio del Parodi Live?

Coprirà tutta la settimana, a partire da domani, anche Coffee Break, la trasmissione condotta da Tiziana Panella che andrà in onda, quindi, sette giorni su sette alle 9.55. Ospiti di domani saranno il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il sindaco di Verona Flavio Tosi. Domenica, invece, interverranno Lara Comi (Pdl), Mario Mauro (Scelta civica con Monti) e l’economista Giuseppe Di Taranto.





18
gennaio

ARIANNA CIAMPOLI A DM: CON TUTTA LA VITA DAVANTI TORNO A LA7 E RACCONTO IL PAESE REALE. INTANTO, HO FATTO PACE COL MIO CORPO

Arianna Ciampoli

Sorride, Arianna Ciampoli, mentre si prepara a raccontare al pubblico un’Italia diversa, che davanti alla crisi non si è arresa e che, anzi, ha trovato il modo di rialzarsi. Da sabato 19 gennaio, alle 14.00 la conduttrice approderà su La7 alla guida di Tutta la vita davanti, un talk show pomeridiano dedicato alle storie di tutte quelle persone che, attraverso il lavoro, sono riuscite a cambiare la loro vita. Il lavoro come riscatto, come occasione, ma anche come speranza, dunque. Per Arianna si tratterà di un ritorno a La7, visto che su quella emittente la bionda presentatrice mosse i suoi primi passi vent’anni fa…

Nel 1992 io ho iniziato a lavorare a Telemontecarlo e quindi per me sarà un po’ un ritorno. Provo un misto di sensazioni, compresa la paura che mi accompagna ad ogni debutto ed un po’ di tenerezza, perché ripenso a vent’anni fa quando, proprio lì, è cominciato tutto. Sono contenta di avere questa opportunità.

In che modo il programma affronterà il tema del lavoro, proprio oggi che la precarietà e la disoccupazione sono a livelli preoccupanti?

“Tutta la vita davanti” è un’espressione che si presta volutamente a diversi significati, anche a quello di superare le difficoltà del momento attuale. Quando ho letto tutte le sessanta storie che racconteremo mi sono stupita e mi sono resa conto che davvero nella vita c’è sempre un’opportunità da cogliere. Mi piacerebbe che passasse proprio questa sensazione che io stessa ho provato, sarebbe bellissimo. Ad accompagnarci nel viaggio ci saranno anche degli esodati, dei precari, dei laureati che non trovano lavoro: questa fetta di Paese sarà sempre presente e si farà sentire, a volte anche togliendo sapore positivo perché l’attualità è questa.

Come unirete la narrazione delle storie alla componente talk show?

Ci sarà un dibattito in studio, dove avremo un pubblico che interagirà e che scriverà la narrazione assieme a noi, magari facendo da contraltare rispetto alle storie di chi ce l’ha fatta. La nostra chiave di racconto non sarà lineare, ma articolata come lo è il mondo di oggi.

A proposito di percorsi lavorativi: la tua carriera di conduttrice quanto ha influito sulla tua vita?

Il mio lavoro mi ha portato a conoscere persone ed ascoltare tante storie, e questo mi ha arricchita. Mi ritengo una precaria di lusso, perché se ho un contratto da 25 puntate significa che lavoro per altrettanti giorni. Allo stesso tempo, però, sono gratificata e soddisfatta. Quando finisco un programma mi chiedo sempre se ne inizierò un altro, e questo non mi dà molta solidità. Il mio è un mestiere in cui si devono combinare vari elementi affinché tu possa esprimerti al meglio e che ti espone molto nella fisicità, nella gestualità, nella professionalità. Ciò, a volte, mi manda in crisi. Al riguardo, in alcuni periodi sono molto severa con me stessa e in altri sono più clemente.

Accennavi alla necessità lavorativa di metterti in gioco e di esporti al pubblico… Che rapporto hai con la tua fisicità?


2
gennaio

TUTTA LA VITA DAVANTI: ARIANNA CIAMPOLI TORNA SU LA7 CON UN TALK SHOW AL SABATO POMERIGGIO

Arianna Ciampoli ai tempi di Call Game

E’ il titolo di uno dei film più riusciti di Paolo Virzì, specchio dell’odierna situazione lavorativa italiana dove nemmeno la laurea ti risparmia da un posto da precario e il call center diventa l’unico appiglio che hanno i più giovani per racimolare i soldi necessari a pagare una stanza in affitto. “Non vi preoccupate, avete Tutta la vita davanti” diceva una spietata Sabrina Ferilli alle giovani telefoniste, una frase presa in prestito da La7 per il nuovo talk show che andrà a popolare il difficile slot del sabato pomeriggio alle 14 e che vede il ritorno sull’emittente di Arianna Ciampoli nelle vesti di presentatrice.

Tutta la vita davanti, start previsto il 19 gennaio, affronterà il tema del lavoro ospitando in ogni puntata tre persone che hanno dovuto affrontare scelte di vita difficili per ottenere un’occupazione e cercando di comprendere quanto la vita di ciascuno possa essere condizionata da questo tipo di ricerca. In studio ci saranno ospiti fissi chiamati, in ogni puntata, a dare vivacità a un dibattito su uno dei temi più delicati di questo momento storico.

A distanza di dodici anni da Call Game (il post si apre con una foto che ricorda proprio quell’esperienza), il giochino notturno in onda nei primi mesi della neonata emittente, per la Ciampoli si presenta quella che può essere definita come un’occasione da non lasciarsi scappare. Tanti anni di dura gavetta, levatacce estive mattutine, trasmissioni in cui dividere la conduzione e l’”apprendistato” alla corte di Michele Mirabella nelle edizioni 2006-2010 di Cominciamo Bene Estate sono, infatti, il suo biglietto da visita.


11
dicembre

TELETHON 2012: VENERDI’ SU RAI1 IL CHARITY SHOW E IN SECONDA SERATA ARRIVA FLAVIO INSINNA

Flavio Insinna

E’ in corso la maratona di Telethon per dare fiducia alle persone affette da malattie genetiche rare. “Io esisto” è il messaggio chiave della campagna 2012, dedicata quest’anno in particolar modo ai bambini, che “invaderà” pacificamente i palinsesti Rai fino a domenica.

Appuntamento clou sarà quello di venerdì sera, quando in prima serata su Rai1 partirà il Charity Show dal titolo Solo per Te condotto da Fabrizio Frizzi, Paolo Belli e Arianna Ciampoli con ospiti del mondo dello sport e della musica che affiancheranno i baby conduttori Matilde, Emilia e Gabriele, tre bambini colpiti da una patologia genetica. Nella seconda serata, poi, la conduzione del programma passerà a Flavio Insinna, che ritorna in onda sulla rete ammiraglia Rai.

Sabato 15 dicembre la giornata si aprirà su Rai1 con le storie dei malati e dei ricercatori all’interno di Mattina in Famiglia con Miriam Leone e Tiberio Timperi. Alle 11.00 Marco Mazzocchi riaprirà lo studio Telethon su Rai1 con uno speciale dedicato alle malattie del cuore attraverso il racconto di Marinella, affetta da displasia aritmogena e la storia dei piccoli gemelli Samuele ed Elia affetti dalla sindrome di Marfan. Sarà un’occasione per ricordare anche i due sportivi Vigor Bovolenta e Piermario Morosini. Alle 12.00 a La Prova del Cuoco Antonella Clerici farà cucinare Fabrizio Frizzi e Arianna Ciampoli.