Antonio Di Bella



28
settembre

Mezz’ora in più: una lungaggine Annunziata

Mezzo'ora in più - Antonio Di Bella, Romano Prodi, Lucia Annunziata

Lucia Annunziata vuò fa’ l’americana (e ci riesce), ma senza dimenticare le più modeste vicende italiche. Per dare respiro al proprio programma domenicale, la giornalista si è attaccata al Trump e all’accesa sfida elettorale di quest’ultimo con Joe Biden. Ma si sa: la cronaca internazionale, da sola, non basta ad accontentare il pubblico nostrano e infatti la nuova edizione di Mezz’ora in più si è aperta con un’intervista a Matteo Salvini, politico visibilmente indigesto alla conduttrice ma in grado di catalizzare l’attenzione.




31
marzo

Rai, nasce struttura contro le fake news. Antonio Di Bella alla guida

Fabrizio Salini, UnoMattina

Obiettivo prefissato: “sminare le fake news“. In piena emergenza Coronavirus, la Rai inaugura una nuova struttura contro le notizie false che sarà guidata dal direttore di Rai News, , ed avrà una concreta applicazione televisiva. Lo ha annunciato stamane l’AD intervenendo ad UnoMattina.


20
febbraio

Tg Rai, nuove nomine: salta tutto. Lo scontro M5S-Pd costringe Salini a rinviare

Mario Orfeo

Tutto bloccato. E rinviato. L’accordo sulle nomine dei nuovi direttori dei tg è venuto meno a motivo di uno stallo politico. Nella tarda serata di ieri – quando tutto sembrava definito – i Cinquestelle avrebbero avanzato nuove richieste, costringendo l’AD , che aveva pronta la lista dei candidati alle direzioni, a rimandare il CdA previsto per domani.





11
novembre

CdA Rai, slittano le nuove nomine. Ecco i favoriti alle direzioni di rete e dei tg

Fabrizio Salini

Il fissato per oggi doveva essere quello decisivo per l’approvazione delle nuove nomine targate Fabrizio Salini. Invece no, tutto rimandato. Indiscrezioni riferiscono di un mancato accordo sulla quadratura del cerchio, cioè sul rispetto degli equilibri (anche politici) necessari alla distribuzione delle poltrone, che riguardano le nove super direzioni previste dal piano industriale dell’AD Salini Salini ma anche le direzioni delle reti e dei tg.


7
dicembre

LA PRIMA DELLA SCALA IN DIRETTA SU RAI1 DALLE 17:45. PRESENTA MILLY CARLUCCI CON ANTONIO DI BELLA E SERENA SCORZONI

Teatro alla Scala

Il 7 dicembre come simbologia dei grandi classici che fanno dei giri immensi e poi ritornano al grande pubblico della tv di Stato. Se nel 1976 fu il turno dell’Otello di Verdi, affidato alla regia di Franco Zeffirelli, oggi, nel 2016, è Madama Butterfly lo spettacolo scelto per la Prima della Scala a debuttare su Rai1. L’evento principe di una dimensione culturale senza tempo e senza eguali viene abbracciato da mamma Rai, che si presta a riservargli lo spazio e il rigore più consoni. Il capolavoro di Giacomo Puccini verrà trasmesso in diretta e in esclusiva – con Rai Cultura – a partire dalle 17.45 su Rai1, su Rai1 HD canale 501, su Rai Radio3 (e da 20 emittenti radiofoniche host della piattaforma Euroradio).





3
febbraio

RAINEWS24: ANTONIO DI BELLA E’ IL NUOVO DIRETTORE

Antonio Di Bella

Antonio Di Bella è il nuovo direttore di Rainews24. Il Consiglio di Amministrazione della Rai ha approvato la nomina del giornalista alla direzione della testata all news, proposta dal DG Rai Antonio Campo Dall’Orto. Secondo quanto si apprende, il via libera all’assegnazione del nuovo incarico è arrivato con otto voti favorevoli.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


16
novembre

RAI, NOMINE IN ARRIVO: GIANCARLO LEONE VERSO LA DIREZIONE DI RAI1, ANDREA VIANELLO A RAI3? MONICA MAGGIONI IN POLE PER IL TG1

Monica Maggioni

I vertici Rai saranno di parola: mica sgarrano, sono tecnici. Al loro insediamento, gli alti esponenti di Viale Mazzini avevano promesso che le nuove nomine avrebbero sfruttato risorse interne all’Azienda e, difatti, così sarà. Ancora non c’è nulla di certo ma, a giudicare dalle indiscrezioni riportate da Dagospia, il CdA di giovedì prossimo, 22 novembre, porterà a Viale Mazzini un ricambio di poltrone di primaria importanza. Il valzer di sostituzioni, in particolare, dovrebbe riguardare la direzione delle tre reti generaliste e pure quella Tg1, attualmente ad interim.

Andiamo con ordine. Come si vocifera ormai da tempo, il direttore di Rai1 Mauro Mazza dovrebbe essere sostituito dall’attuale responsabile dell’Intrattenimento Giancarlo Leone, al quale sarebbe dunque affidato il compito di modernizzare la rete ammiraglia con idee nuove e competitive. Mazza, invece, andrebbe ad occupare la poltrona di Rai Cinema, attualmente riservata a Franco Scaglia.

Cambiamenti in arrivo anche a Rai2: il direttore di rete Pasquale D’Alessandro dovrebbe lasciare il posto ad Angelo Teodoli, nel tentativo di rilanciare il canale ed i suoi ascolti. La sorpresa più interessante, però, riguarderà Rai3. Sembra ormai cosa certa che la poltrona di Antonio Di Bella verrà ceduta al bravo Andrea Vianello, già conduttore di punta della terza rete. Il giornalista prenderebbe così le redini di un canale cresciuto molto nella qualità dei suoi prodotti, soprattutto nella ricca fascia mattutina.


30
maggio

RAI 3: DI BELLA ANNUNCIA IL RITORNO AUTUNNALE DI VOLO IN DIRETTA

Volo in Diretta

“Nella prima puntata mi ero raccomandato con Fabio: ‘leggero, ma non scemo’. Oggi gli dico: grazie Fabio, ci sei riuscito. Riposati un po’ che a ottobre si ricomincia”.

Il direttore di Rai3, Antonio Di Bella, annuncia il ritorno autunnale di Volo in diretta, il programma di Fabio Volo in onda per l’ultima puntata della stagione giovedì 31 maggio alle 22.40 su Rai3. Per l’occasione, obiettivo ancora sui sogni, quelli realizzati e quelli da realizzare: ne parlano, ospiti in studio, Neri Marcorè, Paolo Villaggio, Arisa e Anita Caprioli che declinano con Fabio Volo – ciascuno a proprio modo – il “sognare”. In sommario, inoltre, un collage di riflessioni – anche inedite – proposte da alcuni grandi “testimoni” del nostro tempo che hanno accompagnato il programma, da Rifkin a Chomsky a Latouche.

“Sono tempi difficili i nostri – prosegue Di Bella – E ancora più difficile, in questi tempi, rivolgersi con un sorriso a chi ci guarda la sera da casa dopo giornate che per la stragrande maggioranza degli italiani sono dure e problematiche. Fabio Volo e’ riuscito a farlo. Con leggerezza ma senza superficialità ha affrontato allo stesso tempo temi seri e lievi. Ha conversato con Latouche, il teorico della decrescita felice, e ha ballato sulle vecchie immagini delle gemelle Kessler. Ha proposto le “orazioni civiche”di Gherardo Colombo e cantato i Beatles assieme a Violante Placido. Ha scherzato con Vasco Rossi e discusso con Corrado Augias”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,