Romanzo Criminale


21
marzo

STEFANO SOLLIMA, IDEATORE DELLA SERIE ROMANZO CRIMINALE: SAREBBE DA FARE UNA TERZA SERIE SU QUELLO CHE STA ACCADENDO OGGI A ROMA

Stefano Sollima

Abbiamo avuto modo di conoscere da vicino Stefano Sollima, nome legato ad ACAB, ma soprattutto a Romanzo Criminale, della cui serie è stato l’ideatore, nel corso di un incontro organizzato dal Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna. E’ stata soprattutto una buona occasione per cogliere alcune sfumature e vicende di backstage rispetto alla serialità televisiva italiana.

Interessante il dibattito sulla caratterizzazione dei personaggi, sui fenomeni di fandom scatenati dal prodotto, sulle scelte di trattamento stimolato dagli studiosi di televisione presenti all’incontro: Claudio Bisoni e Guglielmo Pescatore per l’Università di Bologna e Cecilia Penati per l’Università Cattolica di Milano. Ma è sul problema della televisione generalista rispetto alla produzione di serie più innovative che il dibattito ha riservato le migliori riflessioni.

Sull’idea che solo Sky potesse scommettere inizialmente su una serie così forte come Romanzo il regista precisa:

Io ho fatto Crimini, serie di film di genere. Se fai una prima serata su Raidue è considerato come me se fosse satellitare. Siamo stati tutti molto liberi. Quando lavori con le ammiraglie, Raiuno e Canale 5, non è vero che c’è una forma censoria a monte. E’ evidente che ti stai rivolgendo ad un pubblico che è diverso. Sarebbe sbagliato fare un gangster movie per Raiuno, se lo fai come ho fatto Romanzo Criminale, sei un pazzo suicida, vai contro al tuo pubblico; allora non accettare di lavorare per la televisione generalista. Hai a che fare con un pubblico purtroppo -e dico purtroppo perché se lo sono perso negli anni- che è invecchiato. Se si rilevasse l’Auditel come negli Stati Uniti gli prenderebbe un colpo, perché loro arrivano a 65 anni, gli americani a 45. Calcola quanto farebbe Don Matteo… Infatti gli investitori pubblicitari stanno investendo moltissimo su Sky.

Sul perché Mediaset abbia scelto una programmazione non proprio comodissima per la riproposizione della serie Romanzo su Italia 1 continua:




17
marzo

NON SOLO FISICA O CHIMICA. SU ITALIA 2 LA VIOLENZA E IL SESSO DI ROMANZO CRIMINALE 2 AL MATTINO (VIDEO)

Romanzo Criminale 2

Nudo integrale maschile, scene di sesso spinto, sangue, sparatorie e pestaggi. Tutto questo alle 10 di mattina. Ancora polemiche su Fisica o Chimica, il trasgressivo teen-drama “zapateriano” al centro della querelle tra Carlo Freccero e il quotidiano Libero? Non proprio. Il dibattito sull’orario di trasmissione della serie spagnola di Antena 3 (sì il canale di De Agostini) distribuita in Italia da Publispei (sì gli stessi del rassicurante Un Medico In Famiglia), ribattezzato PornoRai dai giornalisti di Viale Majno, ci ha spinto ad una riflessione su un altro programma dalle tinte forti, visibile in tv in chiaro al mattino.

Parliamo di Romanzo Criminale 2, in onda il sabato mattina – quando molti bambini non sono a scuola - su Italia 2 (viene riproposta la replica della prima serata del giorno precedente), rete “antagonista” di Rai4. La serie cult targata Sky sarà pure un piccolo capolavoro ma è infarcita di scene da bollino rosso ben più forti di quelle mostrate da Fisica o Chimica. Al sesso (qua molto più esplicito) si aggiungono il turpiloquio e soprattutto la violenza. Il fatto, poi, che non si tratti di servizio pubblico risulta ininfluente perchè se l’obiettivo è proteggere le fasce della popolazione più sensibili non c’è “mission aziendale” che tenga.

Colpisce tra l’altro che il direttore Luca Tiraboschi, che aveva ritenuto azzardata la messa in onda nel preserale di Italia1 della sitcom Così fan Tutte con Alessia Marcuzzi, scelga di trasmettere la serie sulla banda della Magliana al mattino. Vero è che Italia2 si rivolge ad un certo tipo di pubblico maschile, che non dovrebbe scandalizzarsi nel vedere Romanzo Criminale (anche se è quanto meno un anomalo modo per risvegliarsi); però allo stesso tempo non si può ignorare che nelle prime ore del giorno per un minore è facile trovarsi da solo davanti alla tv e imbattersi nella visione del canale all digital, non solo in considerazione del fatto che Italia2 è posizionato al canale 35 (i canali per bambini iniziano dal 40) ma anche per i frequenti promo che Italia 1 trasmette per reclamizzare il ”fratello minore”.


4
gennaio

ROMANZO CRIMINALE 2 ARRIVA SU ITALIA1 DAL 10 GENNAIO

Romanzo Criminale 2

Martedì 10 gennaio alle 24 su Italia1 debutta in chiaro la seconda (e purtroppo ultima) stagione di Romanzo Criminale, una delle migliori serie prodotte in Italia, che adesso approda in chiaro dopo il passaggio sul satellite. Un’occasione per far vivere la sanguinosa Roma anni ‘80, vedova di un Libanese il cui omicidio grida ancora vendetta, a chi non ha potuto seguire la saga trasmessa da Sky.

Sarà il traino di Wild ad introdurre i dieci episodi della seconda stagione che si riannoda al cliffhanger dell’uccisione di Pietro Proietti, il Libanese, leader carismatico della Banda della Magliana che era riuscita ad impadronirsi di Roma negli anni ‘70 allungando i tentacoli su tutte le attività illecite della Capitale. Chi ha ammazzato il Libanese? E’ questo l’interrogativo, svelato nella quinta puntata, intorno al quale ruotano i primi episodi, nei quali va dato merito al regista Stefano Sollima di aver utilizzato un espediente narrativo davvero originale che ha dato un volto diverso all’assassino discostandosi così dalla trama delineata nel film e nel romanzo (oltre che ai veri fatti di cronaca) ai quali si ispira la serie.

L’ascesa della Banda, orfana del suo capo, lascia il posto al declino. Il gruppo di criminali è smarrito, senza un vero punto di riferimento: non può esserlo il Freddo, troppo radicale nella sua idea di vendetta, e nemmeno il Dandi, più propenso ad allacciare i rapporti con la mafia (dalla quale verrà incoronato nuovo Re di Roma) e a riciclare il denaro sporco in attività lecite (lo vedremo addirittura partecipare agli appalti per la costruzione degli stadi per i Mondiali di calcio del 1990) che a tenere in piedi la baracca. Lo scontro tra le due personalità culminerà negli ultimi episodi della stagione ma non fatevi ingannare dalla foto che abbiamo scelto. Non è uno spoiler, il Dandi non sarà ucciso dal Freddo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes





20
ottobre

ASTA CRIMINALE: IN VENDITA LE GIACCHE DEL LIBANESE E DEL FREDDO

Romanzo Criminale - Giacche del Libanese e del Freddo

L’autunno è ormai entrato nel vivo, le temperature calano di giorno in giorno, mai come in questo periodo un bel giaccone di pelle può far comodo. Se siete amanti dello stile vintage, adorate gli anni 70, e avete apprezzato la serie Romanzo Criminale, niente di meglio che indossare le vere giacche utilizzate dal Libanese e dal Freddo.

In occasione dell’uscita del cofanetto in Dvd e Blu-Ray della seconda stagione della serie cult di Sky, è stata infatti indetta su eBay una speciale Asta, o ancora meglio un’Asta Criminale, alla quale sino al prossimo 27 ottobre, sarà possibile partecipare, cercando d’entrare in possesso delle ormai celebri giacche indossate da Francesco Montanari e Vinicio Marchioni.

In  tre giorni le offerte non sono esaltanti: al momento della pubblicazione di questo post, non si sono superati i 431 € per la giacca del Freddo e i 453 per quella del Libanese. L’intero ricavato dell’asta, promossa anche su un’apposita pagina Facebook, sarà devoluto all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, come sostegno e incoraggiamento ai giovani talenti pronti a seguire le orme degli attori di Romanzo Criminale, ora lanciatissimi tra cinema e tv.

Ecco i link per partecipare alle aste:


27
maggio

EX: DOPO NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI, ANCHE LA PELLICOLA DI BRIZZI POTREBBE DIVENTARE FICTION

Ex

Colpa di un filone già usurato, o semplicemente dimostrazione che certi prodotti di successo sul grande schermo non necessariamente bissano gli stessi risultati in tv, la trasposizione televisiva di Notte prima degli esami, andata in onda lunedì e martedì scorso su Rai 1, si è rivelata a tutti gli effetti un clamoroso flop. A seguire Notte prima degli esami 82 è stata, infatti, una media di appena 4.000.000 di spettatori e del 15% di share. Un risultato inferiore alle aspettative che non ha però scoraggiato la Rai, a quanto pare intenzionata a portare sul piccolo schermo un altro film del regista Fausto Brizzi.

Prodotto anche in questo caso dalla famiglia Lucisano per Rai fiction, potrebbe, infatti, presto arrivare in tv il pilot di EX, la pellicola girata dal regista romano nel 2009. Il film record d’incassi, che vedeva. tra gli altri, attori come Alessandro Gassman, Claudia Gerini, Nancy Brilli e Claudio Bisio, narrava, in un complesso ed esilarante intreccio amoroso, le storie di 6 coppie, in un periodo compreso tra Natale e San Valentino. Del film tv non si conoscono ancora i possibile interpreti, né si sa se ricalcherà o meno la sceneggiatura della pellicola. Ciò che al contrario appare sin’ora assodata è senz’ombra di dubbio la crisi di idee che sembra aver colpito la fiction italiana.

In mancanza di soggetti originali e con l’esigenza di coprire centinaia di ore con la produzione di film tv e miniserie, si continua a saccheggiare abbondantemente dal cinema con risultati alterni. Se la serie Romanzo Criminale è riuscita a bissare e superare il successo della pellicola diretta da Michele Placido, diventando nel giro di pochi mesi, un vero e proprio serial di culto, meno bene è andata a Giampaolo Morelli e Andrea Osvart, protagonisti  lo scorso aprile della miniserie Rai La donna della domenica.





10
gennaio

ROMANZO CRIMINALE: DA STASERA ALLE 21.00 IRIS RIPROPONE LA PRIMA STAGIONE DELLA SERIE CULT.

Romanzo Criminale - La serie

Fate parte di quella ridottissima schiera di italiani ai quali le parole “Freddo, Libanese e Dandi” non dicono nulla? O viceversa avete eletto questi personaggi nell’Olimpo dei vostri miti (televisivi, si intende)? Siete stufi di sorprese, eliminazioni, televoti e bestemmie? Non sopportate le fiction di Rai1 del lunedì sera? A qualsiasi di queste categorie apparteniate, avete le caratteristiche adatte per sintonizzarvi sulle frequenze di Iris, uno dei canali free più visti sulla piattaforma digitale terrestre, dove a partire da questa sera alle 21 viene riproposto Romanzo Criminale- La serie.

Così, mentre su Sky Cinema è appena terminata la seconda (e purtroppo ultima) stagione della serie ispirata all’omonimo libro di Giancarlo De Cataldo che racconta la storia della banda della Magliana, Iris propone in chiaro e in una fascia oraria di prestigio quella che alcuni ritengono la miglior produzione seriale della televisione italiana.

Cattleya, SkyCinema e Mediaset (quando si lavora in sinergia esce fuori qualcosa di buono!) hanno dato vita ad una serie che lentamente è riuscita a far breccia nei cuori del pubblico italiano nonostante le scene forti e il linguaggio duro non la rendano adatta a moralisti ed educande. Romanzo Criminale ha avuto un seguito trasversale: dalla nicchia di abbonati alla pay tv satellitare alle migliaia di ragazzi che hanno visualizzato le scene cult del telefilm su youtube e guardato le puntate in streaming e dvd, riuscendo ad ottenere lodi e apprezzamenti anche dalla critica specializzata.


3
dicembre

ROMANZO CRIMINALE 2: LA BANDA E’ SOLO UN LONTANO RICORDO, IL DECLINO HA INIZIO. FORSE TROPPO VELOCEMENTE.

Romanzo Criminale 2

Non si può dire che Stefano Sollima, regista e deus ex machina della serie, non ci avesse avvertito. Come se si volesse difendere delle accuse che alcuni politicanti gli avevano mosso per “i pericoli” e le “influenze negative sui giovani” di Romanzo Criminale, il creatore della fiction aveva risposto che la seconda stagione avrebbe messo in luce la negatività dei personaggi di una banda sull’orlo della disgregazione.

Il quinto e il sesto episodio di Romanzo Criminale 2, trasmessi ieri sera da Sky Cinema 1, hanno introdotto quello che dovrebbe essere l’inizio della fine: si scopre chi ha ucciso il Libanese (con un colpo di scena che lascia senza fiato chi ha letto il libro di De Cataldo e visto il film di Michele Placido), si vedono i primi tradimenti, un Freddo che non può più fidarsi di nessuno e le aspirazioni di un Dandi che si appresta a diventare un “colletto bianco” alle prese con speculazioni e ambienti d’alta classe, superando lo status da “criminale di strada” che possedeva.

La banda non è più unita, ognuno “si fa li caxxi sua” (Dandi dixit) e perfino il povero Bufalo, arrestato e condannato a 28 anni di carcere in primo grado, è stato abbandonato dagli amici di un tempo che di tutto si occupano tranne che di pensare a tirarlo fuori di galera. Il fatto è che avviene tutto troppo in fretta e, mentre nel quarto episodio avevamo visto “i padroni de Roma” tutti uniti nella lotta alla camorra e pronti a sistemare il Sardo, nel giro di 100 minuti di pellicola si assiste al trionfo dell’individualismo: i criminali come entità a se stanti, addio al “progetto comune” che li aveva resi i padroni della città eterna.


18
novembre

ROMANZO CRIMINALE 2: L’ATTESA E’ FINITA, IL RITORNO DELLA BANDA DELLA MAGLIANA TRA LA VENDETTA DEL LIBANESE E UN’INEVITABILE DISGREGAZIONE DA QUESTA SERA SU SKY CINEMA 1.

Romanzo Criminale 2

L’attesa uccide recitava il promo, trasmesso in estate, di Romanzo Criminale 2. Attesa è un termine che non rende l’idea di quel che hanno aspettato i numerosissimi fan di una serie che ha cambiato il modo di concepire la fiction del Belpaese. Sono passati quasi due anni dalla prima tv dell’ultimo episodio della prima stagione, il 12 gennaio 2009, giorno in cui, il Libanese – vero ed unico leader carismatico della banda – veniva crivellato sotto casa dell’amata madre dai colpi di pistola di due personaggi a volto coperto. Da quel 12 gennaio 2009, il Libanese è morto innumerevoli volte, tante quante le repliche andate in onda su Sky Cinema, Fox Crime, Italia 1, tante quante le migliaia di visualizzazioni su youtube delle scene di un telefilm con un seguito che va ben oltre quello televisivo (comunque alto con 500.000 spettatori di media su Sky).

Adesso l’attesa è finita e questa sera inizia una seconda stagione che ruoterà intorno a due temi fondamentali: la voglia di vendicare l’uccisione del capo e la disgregazione di una banda, i cui componenti non hanno più voglia di remare nella stessa direzione. Il tutto accompagnato da una domanda, apparentemente scontata (tutto fa pensare che i killer siano stati i fratelli Gemito) ma che promette di avere una risposta definitiva soltanto nella fase finale della stagione: Chi ha ucciso il Libanese?

I ragazzi che avevano conquistato Roma sono cresciuti, la parabola discendente della banda è iniziata ed i contrasti e i tradimenti saranno all’ordine del giorno all’interno di queste dieci puntate prodotte dalla Cattleya per Sky Cinema (la prima stagione era stata coprodotta anche da Mediaset, ma il biscione ha deciso di uscire di scena). Il Libanese, capace di tenere unito tutto il gruppo al grido di “Stecca para pe’ tutti“, prima di perdere la lucidità, invaso da cocaina e delirio di onnipotenza, non ha trovato un degno erede e si consumerà lo scontro tra il Freddo, per il quale la vendetta dell’amico diventa una priorità assoluta, e il Dandi che sembra più interessato a mantenere il controllo degli affari.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »