David di Donatello


9
maggio

David di Donatello 2020: una premiazione ’senza’ premiati. Il paradosso attenua la noia

David di Donatello 2020

Una premiazione senza premiati. O meglio, coi premiati a distanza. Collegati in streaming, come accade ai tempi dell’emergenza sanitaria. La serata dei  David di Donatello 2020 è stata insolita, un inedito nella lunga storia del prestigioso riconoscimento attribuito alle eccellenze del cinema italiano. Eppure, la novità non è stata poi così tragica: il conduttore Carlo Conti, per quanto possibile, è riuscito a contenere il paradosso di una cerimonia senza platea ed ha portato l’attenzione sui vincitori (qui l’elenco completo), evitando così le debordanti e poco televisive autoreferenzialità che in passato avevano caratterizzato ed affossato la manifestazione.




9
maggio

David di Donatello 2020: tutti i vincitori

Il Traditore

Il Traditore non ha tradito le attese. Il film di Marco Bellocchio, dato per favorito già alla vigilia delle premiazioni, ha sbancato ai David di Donatello 2020. La pellicola è stata premiata come miglior film ma anche come miglior regia, miglior sceneggiatura originale, miglior montaggio, migliori attore protagonista, con , e non protagonista, con Luigi Lo Cascio. Soddisfazioni anche per il film ‘La dea fortuna’, per il quale Jasmine Trinca è stata premiata come miglior attrice protagonista. Miglior attrice non protagonista, Valeria Golino per ‘5 è il numero perfetto’. Tra i premiati, anche il cantante per il brano Che vita meravigliosa, contenuto nel film ‘La dea fortuna’. Ecco tutti i vincitori della 65esima edizione della manifestazione.


6
maggio

David di Donatello 2020, consegna dei premi virtuale ai vincitori in collegamento. Carlo Conti conduttore ‘isolato’ in studio: «Sarà un’altra cosa»

David di Donatello 2020

David di Donatello 2020

Il Coronavirus non ha soltanto rinviato la serata dei David di Donatello 2020 (era prevista il 3 aprile), ma l’ha completamente stravolta. Quella che andrà in onda venerdì 8 maggio, in diretta e in prima serata su Rai 1 (in contemporanea su Rai Movie), sarà unicamente una consegna virtuale dei premi ai film e ai protagonisti vincitori di questa 65° edizione. Niente show ‘glamour’, niente cerimonia e – chiede Carlo Conti – possibilmente niente critiche:





9
marzo

Coronavirus, David di Donatello rinviati

David di Donatello

David di Donatello

Slittano i David di Donatello, cerimonia che ogni anno premia i film italiani e i suoi protagonisti. Prevista il prossimo 3 aprile, con diretta su Rai 1, la 65° edizione – causa Coronavirus – è stata rinviata.


28
marzo

Fiorello stronca (giustamente) i David: «Spettacolo assente. Se la cantano e se la suonano. I film? Disgrazie, una tristezza infinita. Eravamo la patria della commedia»

Uma Thurman e Carlo Conti - David di Donatello 2019

Uma Thurman e Carlo Conti - David di Donatello 2019

I David di Donatello 2019 (qui tutti i vincitori) hanno confermato, qualora ce ne fosse bisogno, che il cinema e la tv corrono ancora su strade parallele. E quando si incontrano, come ieri, l’imbarazzo è dietro l’angolo. Una serata, in diretta su Rai 1 e condotta da Carlo Conti, che Fiorello ha stroncato in toto, definendola triste, a cominciare proprio da come è stata realizzata:





28
marzo

David di Donatello 2019: tutti i vincitori

David di Donatello 2019 - vincitori

Trionfo per Dogman ai David di Donatello 2019. Il film diretto da Matteo Garrone ha fatto incetta di statuette, ben nove, tra cui quelle per miglior film, migliore regia, miglior sceneggiatura e miglior attore non protagonista. Durante lo show condotto da Carlo Conti - serata istituzionale e senza momenti particolarmente elettrizzanti – è stata premiata come miglior attrice protagonista per il ruolo di Veronica Lario (Loro), mentre Alessandro Borghi è stato decretato miglior attore per l’interpretazione in Sulla mia pelle.


27
marzo

David di Donatello 2019 su Rai1: Benigni premia Tim Burton. Nomination e ospiti

Carlo Conti, David di Donatello

Luca Guadagnino e Matteo Garrone, secondo gli scommettitori, si giocano il titolo di miglior regista. Ma anche quello per il migliori film: Chiamami col tuo nome vs Dogman. Attenzione però agli outsider, che potrebbero stupire. L’attesa per i David di Donatello 2019 terminerà stasera, quando – dalle 21.25 – Carlo Conti presenterà su Rai1 la 64ª edizione del premio cinematografico.


22
marzo

David di Donatello 2018: l’evento televisivo non c’è. Ridondante e forzato il monologo d’apertura della Cortellesi

David di Donatello 2018 - Diane Keaton e Renato Carpentieri

David di Donatello 2018 - Diane Keaton e Renato Carpentieri

Un Carlo Conti un po’ ingessato ha fatto da cerimoniere per la 62esima edizione dei David di Donatello, in una lunga diretta Rai nel corso della quale sono stati consegnati ben ventotto premi. Una carrellata a suo modo anche veloce, senza tempi morti – ad eccezione dei discorsi dei premiati talvolta eterni – ma televisivamente poco appetibile, dove i pochi momenti extra sarebbe stato addirittura meglio evitarli. Come il monologo iniziale di Paola Cortellesi sulle donne, che altrove avrebbe avuto un suo senso, ma che in apertura di uno show di prima serata è risultato ridondante e forzato, con quel “mignotta” ripetuto ad oltranza, fastidiosamente.


  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • »