21
febbraio

SANREMO 2014: FAMIGLIA E CLUB TENCO DIVISI SULLA PRESENZA ALLA SERATA DI VENERDÌ

Luigi Tenco

Una delle principali novità del Festival di Sanremo 2014 è certamente rappresentata da Sanremo Club, la speciale serata di venerdì 21 febbraio, dedicata ai grandi autori della musica italiana tra cui Luigi Tenco, il noto cantautore piemontese, morto suicida in un albergo di Sanremo, durante il Festival del 1967. Ad omaggiare la figura di Tenco sarà Marco Mengoni, che l’anno scorso conquistò la vittoria al Festival con L’essenziale. Mengoni, che proprio a Tenco aveva dedicato a caldo il trionfo sul palco dell’Ariston, e sempre nel nome del cantautore aveva nella serata dedicata ai classici, proposto una versione funk di Ciao amore ciao, dovrebbe aprire la serata di venerdì.

Durante Sanremo Club sarà previsto uno spazio per un saluto e un riconoscimento al Club Tenco, che dal 1972 lavora per la promozione e l’incentivazione culturale della canzone. L’invito di Fazio è stato ben accolto dal Club e dal suo responsabile artistico Enrico De Angelis, che qualche giorno fa ha diffuso il seguente comunicato.

“Il Club Tenco ringrazia Fabio Fazio per l’omaggio che riceverà nell’ambito del Festival di Sanremo la sera di venerdì 21 febbraio, serata dedicata com’è noto a una celebrazione della grande canzone d’autore italiana. Nell’occasione una rappresentanza del Club sarà ospite in sala al Festival: Fabio Fazio ha, infatti, invitato il responsabile artistico del Club Tenco, Enrico de Angelis, a presenziare in prima fila alla serata insieme ad altri dirigenti dell’associazione (che saranno Antonio Silva, Graziella Corrent e Nino Imperatore), per un saluto e un riconoscimento a questo organismo che dal 1972, con spirito di puro volontariato, si batte con molteplici iniziative per una dimensione artistica e culturale della canzone.

Fazio ha esplicitamente dichiarato che questa serata, non a caso denominata “Sanremo Club”, vuole essere di gratificazione e incoraggiamento per l’attività del “Tenco”, e con il suo staff ha organizzato l’evento di quella sera assegnando a tutti i cantanti in gara una canzone di grandi autori come Battiato, Bennato, Conte, Dalla, Daniele, De André, De Gregori, De Scalzi, Fossati, Gaber, Lolli, Modugno, Ruggeri, Zucchero. Tutti cantautori passati dalla “Rassegna della canzone d’autore” che si svolge nella stessa Sanremo, e quasi tutti insigniti di Premi Tenco o Targhe Tenco. Grato a Fabio Fazio per le ripetute menzioni con cui ha pubblicamente valorizzato la sua attività, il Club ha accolto l’invito a fare da spettatore privilegiato nell’occasione di questo “Sanremo Club”, di cui Fazio e la sua équipe hanno curato la gestione artistica e organizzativa.

Pur consapevole delle distinzioni che fatalmente caratterizzano le due diverse manifestazioni, il “Festival” e la “Rassegna”, il “Tenco” ama ricordare che il geniale e indimenticabile fondatore del Club, il sanremese Amilcare Rambaldi, era stato anche l’ideatore, subito dopo la guerra, del “Festival della canzone italiana”. Fin dal 1961, del resto, i cantautori hanno frequentato massicciamente entrambi i palchi; oggi peraltro il “Tenco” persegue una sua strada autonoma che comprende eventi piccoli e grandi dislocati in tutta Italia e anche all’estero, incontri e convegni, progetti monografici, pubblicazione di libri e dischi.

Anche alla luce di questo riconoscimento di così grande richiamo popolare, che inaspettatamente accosta una spartana associazione culturale indipendente ad una enorme realtà mediatica come il Festival di Sanremo, il Club Tenco continuerà nel suo sforzo disinteressato di approfondimento nel proprio peculiare ed esclusivo ambito della canzone di qualità, sul piano storico come su quello della sperimentazione, mantenendo la propria specificità di ricerca su scala sia italiana che internazionale.”

Pur mantenendo le dovute distanze tra il Premio Tenco e il Festival di Sanremo, il Club Tenco si è dimostrato dunque ben felice dell’invito e dello spazio riservato loro nella serata di venerdì. La partecipazione del Club Tenco non trova però l’appoggio della famiglia Tenco che, tramite un comunicato, boccia la presenza al Festival, invitando a rendere omaggi che diffondano i messaggi dell’artista senza strumentalizzazioni.

“Ogni anno, in prossimità del Festival di Sanremo, si ripete il noto battage giornalistico con le notizie che virano intorno al concorso canoro e che spesso caratterizzano l’intero evento più della manifestazione musicale stessa. L’edizione di questo anno sembra che calcherà gli esiti positivi della sperimentazione fatta nel 2013 dedicando un’intera serata, venerdì 21 febbraio, ai grandi autori della musica italiana intitolata Sanremo Club.

Dai mass-media si apprende che molte aspettative sarebbero riposte nell’omaggio alla figura dello scomparso cantante Luigi Tenco attraverso anche l’invito a presenziare tra gli ospiti in platea rivolto all’organizzazione del “Club Tenco” che invece, come si ricorda nel presente comunicato, era nato nel 1972 con lo scopo di riunire tutti coloro che, raccogliendo il messaggio di Luigi Tenco, si propongono di valorizzare la canzone d’autore, operando in assoluta e riconosciuta autonomia dall’industria musicale.

L’evidenza del contrasto dei fatti storici non permette di condividere l’eventuale prematura partecipazione dell’organizzazione del Club Tenco al Festival di Sanremo. Inoltre obbliga a puntualizzare che la Famiglia Tenco non è parte attiva delle iniziative del Club Tenco e che nello specifico deve rimanere dissociata da tale scelta inrispetto allo spirito di Luigi Tenco e di tutti coloro che hanno operato e che tutt’ora operano secondo il suo messaggio.

Ringraziando chiunque si adoperi per un sano omaggio a Luigi, dai piccoli ai grandi eventi e dai piccoli ai grandi personaggi, si vuole sottolineare che l’impegno più grande a cui è costantemente sottoposta la Famiglia è quello di tutelare la figura di Luigi e di salvaguardare tutti i valori di giustizia, nonché di giustizia sociale, presenti in molte delle sue opere”. Per queste ragioni, facenti parte dei pensieri esternati da Luigi Tenco prima della sua unica partecipazione al Festival di Sanremo, si auspica che tutti gli omaggi a lui dedicati abbiano come obiettivo principale quello di raccogliere e diffondere i suoi messaggi, operando con assoluto distacco da ogni strumentalizzazione individuale per fini personali o mirati”.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


luigi-tenco
SANREMO: SU RAI PREMIUM IL FESTIVAL DEL 1967 IN ONORE DI LUIGI TENCO (MANCAVA DAGLI ARCHIVI!)


Tiziano Ferro - Mi Sono Innamorato di Te
SANREMO 2017: TIZIANO FERRO OMAGGERÀ LUIGI TENCO CON ‘MI SONO INNAMORATO DI TE’


Festival di Sanremo 2014
SOTEL: BOCCIATO IL FESTIVAL DI SANREMO 2014. BENE TV TALK, REX 6 E IL TG5. IL TREDICESIMO APOSTOLO MERITA UN’ALTRA OCCASIONE


Fabio Fazio, Luciana Littizzetto Che tempo che fa
SANREMO 2014, FABIO FAZIO VS DOMENICA IN. LITTIZZETTO: L’ANNO SCORSO ERAVAMO GENI, ORA COGL*ONI

1 Commento dei lettori »

1. marcourli ha scritto:

21 febbraio 2014 alle 22:08

La Sinistra in tutti i modi cerca ed ha cercato invano in passato di far apprezzare, di far riscoprire al grande pubblico l’artista Luigi Tenco, ma ben pochi si ricordano i titoli delle sue canzoni o hanno cercato di approfondire e conoscere il suo repertorio.
Autori e cantanti invece scomparsi negli ultimi anni non allineati al dogma del pensiero unico (ma realmente molto amati e conosciuti dalla massa) sono ancora vittime di un embargo ideologico-culturale nell’Italia del 2014.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.