2
novembre

SERIE TV USA: I REMAKE? USATO POCO SICURO

Streghe remake

Streghe

A furia di lamentarci della tv italiana, dimentichiamo che altrove c’è chi non se la passa molto meglio. Basta guardare lo “scintillante” mondo della serialità a stelle e strisce dove la “golden age” telefilmica è ormai solo un ricordo. Lontani i tempi in cui nella stessa stagione venivano presentati Lost, Grey’s Anatomy, Dr House e Desperate Housewives, ora le tv generaliste si accartocciano sempre più su se stesse tra telefilm che vanno avanti da anni, flop e idee poco originali. Intendiamoci il livello resta elevato ma qualcosa di sicuro non va se la serie più vista (NCIS) va in onda da 10 anni e se quelle più appassionanti arrivano dalle reti cable o persino – è il caso di House of Cards – dal web.

Serie Tv Usa: i ritorni de La Signora in Giallo e di Streghe

E così non stupisce nemmeno il trend di puntare sull’”usato”. Presto potremmo, infatti, ritrovarci con remake de La Signora in Giallo e di Streghe. La rete statunitense CBS è intenzionata a rispolverare la serie sulle sorelle Halliwell – interpretate da Alyssa Milano, Holly Marie Combs e Shannen Doherty (poi rimpiazzata da Rose Mc Gowan) – con nuove protagoniste e nuove storie sempre basate sulla lotta tra bene e male. Un’ipotesi che non sembra convincere le vecchie eroine, con Alyssa Milano che, al posto della serie, ha proposto un film tratto da Charmed (titolo originale). Questa stagione invece ha fatto capolino su Nbc Dracula, serie frutto dell’ennesima trasposizione del romanzo di Bram Stoker, che al debutto ha registrato ascolti tiepidi.

Serie Tv Usa: i flop dei remake e reboot

Già perché c’è da segnalare che spesso le operazioni nostalgia del piccolo schermo si rivelano clamorosi buchi nell’acqua, incapaci di reggere il paragone con l’inimitabile originale. In questa stagione in America è andato malissimo Ironside, remake del poliziesco anni 60, mentre, dando uno sguardo al recente passato, sono stati fragorosi flop i ritorni di Supercar, Charlie’s Angels e Merlose Place.

Va benino in America, ma è stata un fallimento in Italia, la nuova versione di Dallas. Discorsi simili per 90210 che non ha in alcun modo eguagliato i fasti di Beverly Hills 90210, per il prequel di Sex and The City, The Carrie Diaries o The Beauty and The Beast. In controtendenza, invece, Battlestar Galactica e Hawaii Five-0 che però riprendevano serie molto vecchie e dunque in qualche modo si affrancavano dal confronto con l’originale. Un riavvio apprezzato – che speriamo di poter vedere in Italia al più presto – è stato quello di Arrested Development (Ti presento in Miei), serie acclamata dalla critica ma non dagli ascolti ripescata, dopo 7 anni, da Netflix che ne ha prodotto una quarta stagione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Octavia Spencer
IL RITORNO DE LA SIGNORA IN GIALLO


Streghe, nuova serie
Charmed: tremate le Streghe son tornate!


Kiernan Shipka, la nuova Sabrina
Serie TV: in arrivo i reboot di Sabrina, Magnum P.I., Streghe, Roswell e non solo


signora in giallo
La Signora in Giallo diventa un canale Fox. 8 curiosità su Jessica Fletcher e Cabot Cove

11 Commenti dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

2 novembre 2013 alle 13:28

la signora in giallo penso che sarà un successo, Streghe no.



2. Alessandro ha scritto:

2 novembre 2013 alle 13:41

Potreste controllare le fonti prima di scrivere? The carrie diaries e beauty and the biest sono stati così flop che sono stati confermati per un’altra stagione. Avete Invece ragione su Dallas e 90210, ma non capisco come mai visto che mi sono sembrati due buoni prodotti (sono cresciuto con beverlihills 90210, mentre non ho visto il Dallas originale). Streghe proverò a guardarlo ma non sarà la stessa cosa, spero che non facciano come con mistresses, spacciato per il nuovo desperate housewives mentre è solo una brutta copia, dal ritmo lento e solo con qualche sprazzo di buona recitazione.



3. Mattia Buonocore ha scritto:

2 novembre 2013 alle 13:50

@alessandro e tu potresti leggere bene prima di scrivere? Dove avrei detto che in Usa The Carrie Diaries e Beauty and Beast sono stati flop?



4. Giuseppe ha scritto:

2 novembre 2013 alle 13:51

E’ sempre molto difficile che i remake reggano il confronto con gli originali specialmente quelli a cui il pubblico è affezionato. Se poi l’alternativa è la clonazione viene spontaneo il dubbio che la crisi sia proprio a livello creativo.

Allora meglio il vecchio che il nuovo usato.



5. Alessandro ha scritto:

2 novembre 2013 alle 16:38

No @buonocore non hai detto che sono dei flop, hai detto che vanno benino, ma allora le seconde stagioni sono anche conclusive? Normalmente in America tirano avanti un telefilm se gli ascolti sono eccellenti, effettivamente mi piacerebbe sapere il rating medio di ascolto per queste ed altre serie (tipo una ottima come perception). Seguendo però questo ragionamento la nuova sleepy hollow visti gli ascolti delle prime puntate dovrebbe andare avanti cinque anni, cosa pensi? P.s. Mi scuso per la frase iniziale del primo post.



6. Luca11 ha scritto:

2 novembre 2013 alle 20:15

Grazie per questi articoli sulle serie straniere.. :)
Comunque Alessandro.. Ha detto che “non hanno eguagliato i fasti degli originali”.. Cosa che ci sta tutta..
Ma mi chiedo io.. Invece di fare remake, non si poteva “continuare” la serie col cast originale?? O ripescare serie concluse che comunque sono andate bene.. Tipo ghost whisperer..?
Un ritorno di streghe dopo 7 anni per me sarebbe stato un successo!



7. Mattia Buonocore ha scritto:

2 novembre 2013 alle 20:21

@Alessandro non è vero che in America le serie continuano solo se hanno ascolti eccellenti. Ci sono tanti ragionamenti (soprattutto per quanto riguarda le reti cable) tipo di target, costi, se è richiesta dall’estero, merchandising, immagine… Poi ovvio se gli ascolti sono davvero pessimi non continuano. Sleepy Hollow è stato già rinnovato per una seconda stagione



8. Alessandro ha scritto:

2 novembre 2013 alle 20:30

A questo punto ho una richiesta che mi piacerebbe girare ai produttori della fox : l’ottava stagione di buffy l’ammazza vampiri, lo so c’è la versione a fumetti ma non è la stessa cosa. Visto che rifanno streghe anche una continuazione della cacciatrice potrebbe rendere, che ne dite?



9. Luca11 ha scritto:

3 novembre 2013 alle 10:48

È vero quello che dici Mattia.. Ma purtroppo in America gli ascolti sono tutto… Sono poche le serie che si salvano con bassi ascolti, mi viene in mente Glee (ma questo è un discorso a parte visto le vendite delle
Canzoni ecc.. È una delle poche serie che fa guadagnare praticamente sempre..) ma poco altro.. E comunque quelle poche che si salvano lo fanno perché la media della rete è in crisi o non ci sono nuovi prodotti pronti a sostituirli.. Quante sono le serie che non hanno un degno finale, bocciate o interrotte subito? Un’infinità..
Comunque ripeto.. Io avrei continuato o riesumato vecchie serie se proprio si voleva fare qualcosa di questo tipo.. I remake raramente funzionano soprattutto se fatti a solo 7 anni dalla fine del prodotto originale..



10. Mattia Buonocore ha scritto:

3 novembre 2013 alle 11:22

@luca11 tra ascolti non eccellenti (di cui parlavamo) e ascolti bassi c’è differenza.



11. cloe ha scritto:

4 novembre 2013 alle 00:33

Potevate mettere la foto con la McGowan, lei ha fatto cinque stagioni, la Doherty 3, è piu importante lei che la pazza. Comunque Streghe dovrebbe continuare con le sorelle Hallywell o comunque coi loro discendenti. Senza non ha molto senso.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.