9
settembre

PAOLO DEL DEBBIO A DM: IO POPULISTA? ACCUSA STANTIA. QUELLI DEL PDL VOLEVANO LA MIA TESTA, DAL PD INVECE…

Paolo Del Debbio

Quest’anno porterà i politici direttamente in piazza, tra la gente. E allora sì, ci sarà da divertirsi. Paolo Del Debbio si appresta ad inaugurare una nuova stagione di Quinta Colonna, il talk show di Rete4 diventato ormai un appuntamento stabile nel panorama dell’informazione in tv. Stasera, alle 21.10, il giornalista tornerà a raccontare l’attualità in prime time, con una formula che prevede l’interazione senza filtri tra cittadini e rappresentati delle istituzioni. Contestualmente, il conduttore proseguirà con la versione quotidiana del suo programma, in access prime time. Nella prima puntata odierna, Del Debbio si occuperà dei problemi che affliggono un’Italia sempre più «spaccata a metà» e lo farà con quella verve che ormai lo ha reso un riferimento per molte persone comuni, le quali riconoscono in lui una sorta di megafono delle loro istanze.

Professore, come si spiega questo atteggiamento nei suoi confronti?

Si vede che queste persone si fidano e che, nel mio piccolo, sono per loro un punto di riferimento. Mi vedono come uno che affronta problemi che non stanno alla periferia, ma al cuore dei loro interessi. Tutto qui.

D’altra parte, però, c’è anche chi l’accusa di essere demagogico, populista…

Vabbè, ma quella è un’accusa stantia. Chi la pensa così non cambierà mai idea nemmeno se io facessi chissacché. Mi dicono, ad esempio, che la trasmissione è tutta orientata a centrodestra, ma vadano a vedersi i dati di presenza dei politici e poi facciamo i conti. Con queste critiche mi sono confrontato un po’ all’inizio, ora basta.

Qualcuno sostiene che Berlusconi avesse bisogno del suo programma per recuperare voti. Non si sente un po’ il Santoro di centrodestra?

Senta un po’: all’inizio, nel settembre del 2012, gli attacchi peggiori li ho ricevuti da esponenti del Pdl. Avevano chiesto a Berlusconi la mia testa in quanto giudicavano la trasmissione populista. Poi Aldo Grasso, che inizialmente ci aveva definiti di centrodestra, scrisse che Del Debbio portava voti a Grillo, il quale in verità attacca tutti e mi ha pure dato il microfono di legno. Ora invece non mi dicono più niente e anzi, devo esser franco: dal Pd non ho mai avuto critiche. Secondo lei vorrà dire qualcosa o no?

Lei è stato fondatore e ideologo di Forza Italia. In questo particolare momento politico ha avuto contatti col Cavaliere?

No, è tantissimo tempo che non ho contatti. Gli ho mandato un messaggio di solidarietà quando è stato condannato ma è da molto che non ci parlo. Qualcuno dice che io sia lo spin doctor di Marina Berlusconi? E’ tutto finto, ora faccio solo il giornalista.

In un recente vertice ad Arcore, Berlusconi si sarebbe detto pronto a tornare in tv per spiegare agli italiani la sua innocenza. Qualora decidesse di farlo, lei gli offrirebbe spazio a Quinta Colonna?

E’ ovvio, chi non vorrebbe Berlusconi in questo momento? Ma non saprei dire se effettivamente andrà in tv.

Lei e Corrado Formigli siete diretti competitor nel prime time giornalistico del lunedì. Cosa vi distingue? Perché un telespettore dovrebbe scegliere voi e non Piazza Pulita?

Noi abbiamo una formula, quella della piazza, che Formigli mi pare non abbia. I nostri sono format diversi, lui va su un pubblico ed io su un altro, poi mi sembra che ci siano molte differenze anche nella nostra storia personale, nel nostro modo di porsi, nel linguaggio e nella postura. Tra l’altro, le nostre sono trasmissioni che ruotano molto attorno al conduttore, sicché è già fatta la differenza.

In questo senso, non si sente l’inventore di un nuovo genere televisivo?

Ma no, è almeno dall’agorà greca che esiste questo genere, dal V secolo a.C. Quindi non ho inventato un tubo.

Qualcuno le rimprovera di invitare ospiti popolari, come Alba Parietti ed Anna Falchi, per commentare temi importanti. Cosa risponde?

Che ognuno fa quel che vuole in relazione a ciò che gradisce il suo pubblico. Io vendo quelle ‘mele’, Formigli e Ballarò ne vendono altre; se proponessimo tutti lo stesso prodotto non lo comprerebbe nessuno. A mio avviso non c’è il rischio di svilire il dibattito, perché la Parietti dice la sua e successivamente c’è chi la blandisce e chi invece è d’accordo. Il dibattito dipende dall’interlocuzione, dopodiché in studio ci si può mettere chi si vuole.

In tempi non sospetti ha dichiarato che le piacerebbe avere Papa Francesco a Quinta Colonna. Come mai: lo sente affine per il suo stile popolare?

Ma no, non mi permetterei mai di paragonarmi a Papa Francesco. Il mio è un interesse assolutamente giornalistico, per capire dove sta andando la Chiesa e dove Bergoglio la vuole portare.

E invece in quale direzione sta andando l’informazione di Mediaset?

Nella direzione di fare tanti prodotti vari, per altrettanti pubblici, in modo da aumentare in qualità, varietà e quantità.

Alcuni suoi colleghi, come Salvo Sottile e Rita Dalla Chiesa, sono però traslocati a La7 per trovare terreno fertile per i loro progetti…

La televisione non è un’associazione complessiva di beneficenza, ma è un mercato e dunque ognuno va dove a suo giudizio trova l’offerta migliore. Evidentemente, il mio amico Salvo Sottile ha scelto un’offerta secondo lui migliore, e poco importa se forse aveva litigato con Mario Giordano (direttore di Videonews, ndDM): anche se hai litigato, non è che vai da un’altra parte per guadagnare di meno.

Lei non ha mai preso in considerazione La7?

Non me l’hanno mai proposta, francamente. Però, se uno mi dicesse “ti do due milioni al mese”, potrei considerare la cosa.

#TeleRatti2013 DM Premia il Peggio della tv

Qual è il peggior programma di informazione e cul…tura?

Domenica Live o L’Arena — Per votare clicca qui ?

Leader o Pomeriggio Cinque — Per votare clicca qui ?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Quinta Colonna, malore in diretta
QUINTA COLONNA, MALORE IN DIRETTA: VOLANO ACCUSE, IL COMANDANTE DEI VIGILI DI NOLA SVIENE (VIDEO)


Paolo Del Debbio
RITORNA QUINTA COLONNA E DEL DEBBIO SDOPPIA IL TALK


Quinta Colonna, Nausica Della Valle
QUINTA COLONNA: I CENTRI SOCIALI ATTACCANO L’INVIATA, COLLEGAMENTO INTERROTTO


Quinta Colonna, Federica Angeli Casamonica
QUINTA COLONNA: I CASAMONICA VS FEDERICA ANGELI. DEL DEBBIO TORCHIA I PARENTI DEL BOSS

3 Commenti dei lettori »

1. adriano ha scritto:

9 settembre 2013 alle 18:53

Non si definisce di centrodestra nonostante sia stato fondatore e ideologo di Forza Italia e nell’intervista ha dichiarato che ha mandato un messaggio di solidarietà a Berlusconi per la condanna e “E’ ovvio, chi non vorrebbe Berlusconi in questo momento?”

Lasciamo perdere il discorso dei collegamenti con le piazze che Santoro li fa da chissa quanti anni.



2. ginevra ha scritto:

11 settembre 2013 alle 06:26

c’è una grande differenza tra del debbio e santoro….uno è professore e molto educato l’altro ispira solo antipatia , è un arrogantemeno male che in rai non c’è più



3. LUCIA ha scritto:

4 novembre 2013 alle 17:28

DICO CHE NON PERDO UNA SERA QUINTA COLONNA E DICE BENE QUELLO CHE STIAMO ATTRAVERSANDO – MANCA IL FATTO CHE I STRANIERI CON MACCHINE GROSSE VANNO ALLA CARITAS PER I VIVERI
E NE HO LE PROVE ORA ASPETTO UNA COSA PER CHIEDERE DI ANDARE A QUINTA COLONNA
GRAZIE
QUESTO GOVERNO DICE DI ESSERE MEGLIO DI BERLUSCONI MA NON E’ COSI’



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.