9
giugno

AMBROGIO FOGAR: CANALE 5 OMAGGIA L’ESPLORATORE SCOMPARSO CON UNA FICTION

Ambrogio Fogar

Se oggi la tv generalista riserva ampio spazio ai programmi dedicati all’ambiente, lo dobbiamo un po’ anche a lui. A colui che negli anni ‘80 approdò in tv conducendo Jonathan – Dimensione avventura mettendo a disposizione del grande pubblico tutta l’esperienza e tutte le conoscenze accumulate nella sua vita di esploratore e navigatore.

Parliamo di Ambrogio Fogar, anche autore di numerosi resoconti di viaggio, alla cui biografia Taodue ha deciso di dedicare una serie televisiva in quattro puntate da cento minuti ciascuna che dovremmo vedere sugli schermi di Canale 5 nel 2014. Principale referente del progetto Fogar è il regista Giovanni Veronesi, che ha portato avanti un lungo studio sul personaggio insieme a Francesca Fogar, già autrice di vari spettacoli teatrali incentrati sulla figura del padre.

Se normalmente siamo abituati a vedere fiction biografiche suddivise in sole due puntate, questa volta si raddoppia perché la vita di Fogar, nato a Milano nel 1941 e lì morto nel 2005, è stata molto intensa e ricca di avventure incredibili e di avvenimenti impossibili da tralasciare. Dalla traversata dell’Atlantico del Nord in solitaria del 1972, quando dovette fare a meno anche del timone a causa di un’avaria, ai 74 giorni in mare aperto passati al largo delle Isole Falkland dopo che la sua imbarcazione era affondata, fino alla conquista a piedi del Polo Nord. Fogar è stato un uomo che non si è mai dato per vinto, anche quando un incidente nel 1992 lo costrinse sulla sedia a rotelle: cinque anni dopo, pur nelle sue condizioni, partecipò al giro d’Italia in barca a vela.

Chissà chi verrà scelto per prestargli il volto e soprattutto il corpo: per il momento non ci sono indiscrezioni sul cast ma di sicuro piacerebbe a molto attori cimentarsi in un ruolo così intenso e portatore di tante contrastanti emozioni.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Federica Citarella ieri
Come sono diventati i bambini della fiction italiana – Foto


Giuseppe Zeno
Palinsesti Rai1, autunno 2017: la stagione delle fiction apre con Il Paradiso delle Signore


Professione Vacanze
10 Serie d’Estate mai dimenticate


Tutto Può Succedere 2
Fiction Rai 1 e ascolti TV: il cambio di giorno fa la differenza

10 Commenti dei lettori »

1. Paolo Aquilanti ha scritto:

9 giugno 2013 alle 16:20

Bellissima iniziativa di Taodue e Canale5 per ricordare e far conoscere ai più giovani in grande Ambrogio!! Jonathan dimensione avventura era imperdibile. Grande Fogar!



2. gè95 ha scritto:

9 giugno 2013 alle 21:26

bella idea della taodue.
i post che state pubblicando ultimamente riguardano tutti le fiction taodue, invece delle produzioni Ares per la prossima stagione si sa qualcosa ?



3. dumurin ha scritto:

9 giugno 2013 alle 23:06

Bellissima idea realizzare una fiction su Fogar!

La Taodue sta facendo ottime fiction.

@Gè95, della Ares Film in tv devono ancora trasmettere “Il Peccato e la Vergogna 2″ con Manuela Arcuri, Gabriel Garko e Laura Torrisi, “Rodolfo Valentino La Leggenda” con Gabriel Garko, Victoria Larchenko, Asia Argento e Cosima Coppola, e “Baciamo le mani” con Virna Lisi, Sabrina Ferilli e Cosima Coppola.
Poi questa estate la Ares Film girerà “L’Onore e il Rispetto 4″ con Gabriel Garko e Laura Torrisi e “Furore” con Cosima Coppola e Giuliana De Sio. Aveva annunciato tempo fa anche una fiction dal titolo “Il Potere Logora”.
Mi piacerebbe sapere che fine hanno fatto le fiction della Ares Film “La Marchesa Casati” sul delitto Casati-Stampa con Sabrina Ferilli nel ruolo della protagonista, “Io ti assolvo 2″, “Il Ritratto di Dorian Grey”, “Dottor Jeckyll e Mister Hyde”, “Il Sangue e la Rosa 2″ tutte e quattro con protagonista Gabriel Garko e “Lina Cavalieri” e “Laura Antonelli”. Chissà se questi progetti verranno mai realizzati… sarebbe bello chiederlo ad Alberto Tarallo perchè sono tutti progetti molto interessanti.
A me piacerebbe se la Ares Film riprendesse nelle sue fiction anche Alessandra Martines e Carol Alt.



4. gè95 ha scritto:

10 giugno 2013 alle 00:35

dumurin
di io ti assolvo in verità non è andata in onda una fiction ma era semplicemente un film
però ottenne un grande successo, ben 6,5 milioni e il 26% di share
sarebbe bello se ne facessero una fiction
oltre ai titoli da te scritti c’era anche Dov’è la piccola Lara con Giuliana De Sio e poi se non sbaglio volevano anche rifare il bello delle donne



5. Marco89 ha scritto:

10 giugno 2013 alle 11:00

Confermo, la De Sio parlava de ” Il bello delle donne – 10 anni dopo” dove sarebbero dovute tornare lei, Sandrelli e la Lisi. Credo ci sia già un soggetto, ma non c’ è da mettere la mano sul fuoco. Mediaset continua a posticipare le fiction.
” Furore” è la fiction ambientata in Liguria?



6. dumurin ha scritto:

10 giugno 2013 alle 22:22

@Marco89, sì Furore è la fiction ambientata in Liguria.

@Gè95, Io ti assolvo fu un film tv, ma lo scorso anno dissero che avrebbero realizzato Io ti assolvo 2 e sarebbe stata una fiction in più puntate, dovrebbero essere state 6 se non sbaglio.
Sul Bello delle donne – 10 anni dopo ci sarebbero dovute essere oltre a DeSio, Sandrelli e Lisi, anche Asia Argento, Ornella Muti e Manuela Arcuri.

So che c’era una fiction intitolata Dov’è la piccola Lara con Giuliana De Sio, ma siete sicuri che fosse un progetto della Ares Film?



7. Marco89 ha scritto:

10 giugno 2013 alle 23:04

Grazie Dumurin. Pure lì l’ Arcuri??? Io comunque in giro non ne ho sentito parlare nessuno, a questo punto non so se la gireranno.
Riguardo l’ altra fiction della De Sio, non ti saprei dire…presumo di sì, lei in tv lavora quasi sempre con la Ares.



8. dumurin ha scritto:

11 giugno 2013 alle 12:59

prego Marco89.
Sì in effetti l’Arcuri la mettono in tante fiction della Ares, forse perché ha il contratto in esclusiva con quella casa di produzione e non con altre. Comunque, oltre alla Arcuri, anche Cosima Coppola è una presenza costante nelle fiction della Ares Film, ma leggendo i vari commenti qui su Davide Maggio Blog sembra che Cosima Coppola sia più amata rispetto a Manuela Arcuri, nonostante comunque gli ascolti delle fiction con Manuela Arcuri sono sempre buoni.

Sulla fiction con Giuliana De Sio, non saprei, è probabile che sia della Ares Film, a meno che la De Sio non ha fatto un contratto anche con un’altra casa di produzione, come fanno Sabrina Ferilli e Virna Lisi.

Sul Bello delle Donne – 10 anni dopo, ti dirò, secondo me non ha molto senso farlo… alla fine possono fare anche un’altra fiction con lo stesso cast, senza dover per forza ripescare Il Bello delle Donne, anche perché alla fine alcune situazioni del Bello delle Donne si erano già ripetute in Caterina e le sue figlie, in Mogli a pezzi e in altre fiction della Ares Film.



9. Marco89 ha scritto:

11 giugno 2013 alle 14:47

Sì lo so, la nostalgia è tanta però c’ è il rischio di rovinare il ricordo della fiction, che io ho amato molto ( parlo del bello delle donne). La Coppola non è il massimo però c’ è da dire che col tempo è cresciuta. L’ unica cosa, dovrebbero dare il giro agli attori, anche quelli secondari, capita che addirittura qualcuno sbagli fiction vedendo sempre le solite facce!!!



10. dumurin ha scritto:

11 giugno 2013 alle 16:05

Sì la Ares Film dovrebbe mettere anche facce nuove, sopratutto le donne sono sempre le stesse, gli uomini ogni tanto variano ancora. Comunque potrebbero rimettere anche Alessandra Martines e Carol Alt, che non si sono più viste nelle fiction della Ares Film. Di giovani, ce ne sono un sacco di attrici che potrebbero inserire nel cast, anche solo Victoria Larchenko in un ruolo da protagonista o Isabella Orsini che con la Ares Film ha fatto solo Il Sangue e la Rosa da protagonista, è vero dovrebbero variare di più specialmente la protagonista femminile!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.