12
aprile

FRANCO CALIFANO: SI PREPARA UNA FICTION SULLA SUA VITA

Un giovane Califano

Una vita da playboy impenitente, partita dalle borgate romane e vissuta sempre in maniera spregiudicata, tra alcool, droga e belle donne. Il tutto sulle note di canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana, da Minuetto a La musica è finita, da Una ragione di più a E la chiamano estate, e tante altre ancora.

Un’esistenza intensa quella di Franco Califano, scomparso a 74 anni lo scorso 30 marzo, che la Lotus Production ha deciso di raccontare in una fiction. La casa di produzione di Marco Belardi (Immaturi, Universitari) ha, infatti, dichiarato, con un invidiabile e discutibile tempismo, di essere già al lavoro per un progetto destinato al piccolo schermo.

Una fiction che possa ritrarre fedelmente la vita e la carriera musicale dell’uomo, dell’autore, del cantante, e attore Califano. Il progetto è ancora in fase embrionale, non si sa se sarà destinato alla Rai, a Mediaset, o magari a Sky, ma sin d’ora appare difficile trovare un attore che possa far rivivere in maniera credibile un personaggio eclettico come il “Califfo”, il cui tanto ostentato machismo celava in realtà una grande sensibilità.

La fiction sulla sua vita non sarà l’unico omaggio destinato al cantautore. Per Califano, da sempre vero e proprio simbolo della veracità romana, la Capitale ha, infatti, organizzato per il 21 aprile, nel giorno del Natale di Roma, un concerto a lui dedicato, al quale prenderanno parte numerosi amici musicisti. Non solo, il sindaco della città, Gianni Alemanno, ha comunicato la volontà di dedicare all’artista una via nel popolare quartiere Garbatella, luogo dove il cantautore aveva spesso dichiarato di voler andare a vivere.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Dario Franceschini
Riforma Franceschini, approvato il decreto su film e fiction italiane in TV. Contrari i broadcaster (a ragione!): «Imposizioni insostenibili e ricadute drammatiche»


Federica Citarella ieri
Come sono diventati i bambini della fiction italiana – Foto


Giuseppe Zeno
Palinsesti Rai1, autunno 2017: la stagione delle fiction apre con Il Paradiso delle Signore


Professione Vacanze
10 Serie d’Estate mai dimenticate

4 Commenti dei lettori »

1. marcko ha scritto:

12 aprile 2013 alle 17:18

per calarsi nel “personaggio” beppe fiorello sta già studiando tutte le sue canzoni..



2. max_86 ha scritto:

12 aprile 2013 alle 17:20

trovo irritante che solo cn la morte i grandi artisti ispirino le fiction tv….credo ke una fiction su di lui dovessero pensarla già da tempo e magari farglela vedere quando era ancora in vita….



3. AnTo ha scritto:

12 aprile 2013 alle 17:38

max

della serie: Tutti ti amano quando sei 3 metri sotto terra!



4. pedro ha scritto:

12 aprile 2013 alle 21:33

AnTo: Ci puoi scommetere!
E la fiction diventa anche molto più bella, e fa più ascolti.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.