5
aprile

PAPERISSIMA, UN DEJA-VU LUNGO 23 ANNI

Paperissima - Scotti e Hunziker

Paperissima - Scotti e Hunziker

Di buona compagnia, senza infamia e senza lode. Perché guai a sperimentare, anche solo in  un misero segmento del programma! Perché sperimentare proprio a Paperissima, vi chiederete? Perché, al di là del fatto che sia un merito o un danno per chi legge, è un programma inventato in Italia che non può, anzi non dovrebbe, non tener conto dei costumi dell’italico popolo.

I costumi, sì. Non quelli usati per mettere in scena Buffalo Bill e le sceneggiate western. Che, tutto sommato, non sono il peggio della tv se riescono a far uscire dai panni tradizionali anche uno che in tv, probabilmente, ci va spesso (e solo) per promuovere i film in uscita, in cambio di un’ospitata-manichino. Gli ospiti? Si integrano bene e regalano al telespettatore momenti nuovi, mostrano vesti diverse, copioni differenti. Anche se, ahinoi, sempre di copioni si tratta.

Cos’è Paperissima? E’ questo che ti chiedi mentre lo guardi. A chi appartiene, di che genere è? Puoi solo risponderti che ti fa compagnia, che ogni tanto ti rifila una risata sotto i baffi. Più che altro è perché, di ridere, te lo ricordi se molte scene le hai già viste: gag dei film, papere dei calciatori, sfottò agli animali. E, in questo punto, la differenza col trito e ritrito del Paperissima sprint, dov’è?

Funzionerebbe in pieno se solo, accanto alla spensieratezza, si cominciasse a costruire con criticità e semplificazione allo stesso tempo, un messaggio: oltre la leggerezza, verso la satira e la caricatura. Offre così tanto la realtà, per cui prendere spunto è un attimo!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Pick Up - Umberto Broccoli
Pick Up: le Storie a 45 Giri di Rai 1 riportano al passato con semplicità e modernità


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate


Veronica Maya - Quelle Brave Ragazze
Quelle Brave Ragazze: brio e rischio confusione nel mattino di Rai 1


YO YO
YO YO: i due gemellini che spopolano su Rai YoYo

4 Commenti dei lettori »

1. Dasmix ha scritto:

6 aprile 2013 alle 03:43

Meno male che al venerdì ho l’appuntamento fisso col cervellone! Li si che si fanno sane risate. Ahaha

Nb: non è pubblicità occulta e non faccio parte di Occhio alla Spesa.



2. Andrew ha scritto:

6 aprile 2013 alle 14:19

La satira e la caricatura a Paperissima? Per carità no!!! Il “bello” di paperissima è proprio quello… Una serie di filmati divertenti, conditi da scenette che forse fanno divertire giusto i più piccoli!
A mio parere la satira ha già snaturato fin troppe produzioni (ultima che mi viene in mente è Scherzi a Parte), non contaminiamo un vero programma per la famiglia!



3. Luca ha scritto:

7 aprile 2013 alle 22:27

Esatto Andrew…di programmi di satira, con riflessioni ecc ce ne sono a bizzeffe…e parlando del mondo di Ricci c’è proprio Striscia! Paperissima ha un altro ruolo, tutto qui



4. xxxxxxxx ha scritto:

29 aprile 2013 alle 14:37

Ma lo trasmettono ancora? Facesse ridere… le gag con gli ospiti non sono divertenti, tantomeno i filmati (oddio lo sarebbero anche, ma a furia di trasmettere sempre gli stessi stufano)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.