5
agosto

LA TV PER RAGAZZI LASCIA RAITRE PER RAI GULP E RAI YOYO SUL DIGITALE TERRESTRE

Melevisione, Milo Lupo

L’11 settembre 2010 non sarà solo ricordato per essere il nono anniversario degli attacchi alle Twin Towers di New York, ma anche perché lo spazio di Rai 3 dedicato ai più piccoli cesserà di esistere, almeno nella sua versione generalista. Vi avevamo già parlato lo scorso febbraio della “dipartita” della Melevisione, e del suo spin-off Il videogiornale del Fantabosco, dal terzo canale Rai; al contempo, si parlava anche della seconda vita che avrebbero avuto sul digitale terreste. Ma solo ora è arrivata la conferma (e la data) definitiva del trasloco della tv dei ragazzi sul DTT.

Mussi Bollini,  responsabile dell’intrattenimento per il pubblico dei baby telespettatori, ha dichiarato a Tv Oggi che i programmi dei più piccoli avranno un’altra collocazione, che non sarà più quella del pomeriggio di Rai 3: “I programmi di Raitre passeranno sui canali digitali Rai Gulp e Rai Yoyo”. Il Gt Ragazzi e Il Gran Concerto (programma pensato dalla coppia Carrà-Iapino per avvicinare i più piccoli alla lirica) saranno gli unici superstiti al massacro della Tv dei ragazzi. Questo significa che, oltre alla Melevisione (e di conseguenza anche alle produzioni esterne come “Il mio cibo preferito” e “La mia Casa”) e al videogiornale del Fantabosco, saluteranno il pubblico generalista anche E’ domenica papà e Trebisonda.

La Bollini si è detta dispiaciuta per quanto accaduto, spiegando che la chiusura della Tv dei ragazzi non è da considerarsi un scelta tutta italiana, ma un fenomeno che sta avvenendo in tutta Europa, diretta conseguenza della crisi economica:  “Certo, un cambiamento così radicale non fa piacere a nessuno. Il dispiacere c’è: la tv dei ragazzi l’ho portata io su Raitre nel 1998. Però capisco la logica aziendale. La produzione costa e gli ascolti dei programmi per ragazzi negli ultimi anni sono diminuiti. In più – conclude Mussi Bollini – l’offerta dei canali satellitari e digitali rivolta ai ragazzi è cresciuta ed è considerata dalle famiglie più sicura, senza spot e brutte sorprese”.

Dalla prossima stagione televisiva i programmi televisivi dedicati ai più piccoli saranno dei desaparecidos, al contrario invece dei vari Io canto e Ti lascio una canzone: in questo caso però sono i più piccoli a realizzare un programma per far divertire il pubblico dei grandi.



Articoli che potrebbero interessarti


La nuova programmazione di Rai Ragazzi
RAI RAGAZZI: ANCHE VIALE MAZZINI PUNTA SUI CARTONI ANIMATI SUL DTT


Nuovi Loghi Rai
ECCO LA NUOVA RAI: NUOVA GRAFICA E NUOVI CANALI PER LA SFIDA DIGITALE


Trebisonda (Isa e Manolo)
LA MELEVISIONE E TREBISONDA ABBANDONANO RAITRE PER IL DTT. ADDIO AI CARTONI SULLE GENERALISTE?


Il Natale di Rai Ragazzi
Natale 2019: i programmi di Rai YoYo e Rai Gulp. Il 24 dicembre Peppa Pig all’ospedale

11 Commenti dei lettori »

1. MATT4PRESIDENT ha scritto:

5 agosto 2010 alle 11:39

Una bella fregatura per chi ancora ha solo l’analogico…



2. tinina ha scritto:

5 agosto 2010 alle 11:53

Una fregatura non solo per chi ha ancora l’analogico, io abito in Lombardia e non prendo ne’ RAI GULP ne’ RAI YOYO. Non che la cosa mi interessi perché mio figlio ha 16 anni, ma la Melevisione è una delle poche cose buone della TV dei ragazzi!



3. lele ha scritto:

5 agosto 2010 alle 11:55

penso che non sia giusto spostare la tv dei ragazzi sul digitale terrestre, si dovrebbe aspettare il 2012 in modo che tutti piccoli telespettatori possano usufruire dei nuovi canali del digitale.
per adesso rimangono i cartoni su rai 2 ma la mancanza sull’analogico del fantabosco sarà pesante



4. Nick84 ha scritto:

5 agosto 2010 alle 12:29

Rai3 non era la rete adatta dato che il target era esattamente il contrario di quello che volevano raggiungere .
In questo modo si va a rafforzare l’offerta di 2 canali importanti per la rai , senza cancellare dei bei p rogrammi .
Il decoder poi bisognerebbe prenderlo pirma del 31 dicembre 2011 , nessuno ve lo vieta .



5. mats ha scritto:

5 agosto 2010 alle 13:17

@Nick. Si però non vedo perchè, pagando il canone, devo pure scapicollarmi a comprare un decoder che funziona male (perchè TUTTI funzionano male) e sudare sette camicie per sintonizzarlo. Non mi sorprende che non si paghi il canone



6. Zoro! ha scritto:

5 agosto 2010 alle 16:58

giustissimo questo perchè ormai gli ascolti erano a dir poco disastrosi, facevano circa il 2% di share e alcune volte anche poco più dell’1 e con ascolti del genere non si poteva continuare su rai 3 perchè il 2 è un ascolti troppo troppo disastroso per rai 3, sicuramente a quell’ora è più visto Boing ma non questi programmi su rai 3 e questo dice già tutto!



7. Raffaele1 ha scritto:

5 agosto 2010 alle 18:31

La tv dei ragazzi l’hanno rovinata con gli orari, non si possono trasmettere cartoni alle 7 di mattina fino alle 10 quando i ragazzi si svegliano alle 7 e devono fare tutto in fretta per andare a scuola, anche quelli della materna.
Nel pomeriggio proprio rai tre trasmetteva quseti programmi dalle 15 alle 17 in questi orari i ragazzi sono quasi tutti a scuola che finisce verso le 16,30, con questi orari si lamentano di non avere ascolti, e ti credo!!!
L’ora ideale per la tv dei ragazzi è tra le 17 e le 19 come è sempre stato negli anni passati.



8. lele ha scritto:

5 agosto 2010 alle 18:34

rai 3 non era adatta per quei programmi ma almeno si potevano spostare su rai 2 fino al 12 dicembre 2012, data in cui (si presume) potremo dire addio all’analogico



9. Tommi ha scritto:

5 agosto 2010 alle 21:42

Si sta per ridefinire bene i target delle tredici reti Rai, infatti Rai3 si è dimostrata una rete inadatta ad ospitare la Tv dei Ragazzi nonostante la loro buona volontà ma ora che non ci saranno più su Rai3 bisogna rafforzare Rai2, che fra le reti generaliste dovrebbe affiancare Rai Yoyo e Rai Gulp, il punto è che ora che non è più Rai3 a occuparsene bisogna che sia Rai2 a farlo, è già un passo in avanti il fatto che faranno Cartoon Flakes anche al sabato e alla domenica ma non basta tenere la programmazione per bambini al mattino bisogna portarla nella fascia pomeridiana (esempio dalle 17 alle 18) e bisogna che venga ripristinata la fascia che va dalle 20 alle 20.30 dedicata ai cartoni rimuovendo Stracult che sta facendo solo danni a Rai2 e anche Stracult Pillole, bisogna cancellare il Tg2 delle 18.30 perchè ormai non ha più senso tenere varie edizioni del Tg nonostante non ottenga buoni ascolti e nonostante esista Rai News, in modo da ripristinare



10. Tommi ha scritto:

5 agosto 2010 alle 21:45

….i cartoni e di riportare Rai2 a quello che era perchè come ha detto il consigliere Rai Alessio Gorla non basta che siano i singoli programmi come l’isola o x-factor ad incidere sul target della rete ma la programmazione delle 24 ore in modo da creare delle abitudini per Rai2.

P.S.: scusate se il testo è spaccato in due ma avevo dimenticato di terminare il discorso



11. Serena46 ha scritto:

21 agosto 2010 alle 01:27

Con gli ascolti che faceva era prevedibile.
La Rai ha l’oro in mano, un mega successo che in Giappone sta davvero spopolando da 7 anni: PRETTY CURE.
Puntasse su questo anime, visto che è ritornata Sailor Moon su Italia 1, andrebbe alla grande!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.