3
giugno

Pagelle TV della Settimana. Ecco i promossi e i bocciati

affari tuoi ultima puntata

Amadeus nell'ultima puntata di Affari Tuoi

Promossi

10 a Affari Tuoi. Numeri da capogiro e impensabili alla vigilia, frutto di un vero e certosino lavoro di restyling. Amadeus ha saputo riportare in auge il formato ed è riuscito pure a monetizzarlo. Con buona pace della Rai.

8 a La Ruota della Fortuna. Da anni ne auspicavamo il ritorno e finalmente Mediaset ha messo in produzione una nuova stagione con Gerry Scotti nel ruolo che fu di Mike Bongiorno. Il risultato è un successo che ha portato maggiore luce al preserale di Canale 5.

7 a Il Volo. Rimane forte la presa sul pubblico (soprattutto quello over) del trio, come dimostrato dai buoni numeri raggiunti dalla seconda edizione de Il Volo – Tutti per Uno.

6 a Odio il Natale. La fiction con Pilar Fogliati è il titolo italiano più visto su Netflix da luglio a dicembre 2023. D’accordo, si tratta di un campionato dei poveri, quello tra le produzioni tricolori proposte dallo streamer a stelle e strisce, ma è pur sempre una leadership.

Bocciati

5 ad Alberto Matano. Il conduttore viene criticato da Massimo Bernardini per aver preteso di esser elogiato rispetto al competitor in una puntata di Tv Talk in cui era ospite Barbara D’Urso.

4 ai non famosi dell’Isola. Se già la decisione di un cast misto era sulla carta debole,  le persone prescelte hanno dato la mazzata finale.

3 al finale di Terra Amara sballottato al sabato sera. Per contrastare l’ultima puntata del poco temibile L’Acchiappatalenti, Canale 5 chiede un ultimo sacrificio agli spettatori fedeli della dizi turca.

2 a Bella Rai2. L’ennesimo omaggio ai 70 anni della tv italiana affidato a Pierluigi Diaco, malgrado avesse un obiettivo preciso (ricordare la storia di Rai2), è fuori fuoco. C’è addirittura uno spazio dedicato agli abiti di Raffaella Carrà mentre Simona Ventura, che ha condotto i maggiori e più duraturi successi della rete, viene liquidata sommariamente.

1 a Rai che ha perso Soliti Ignoti. Dall’eventualità si è passati ai fatti: la tv pubblica dovrà rinunciare al game show delle identità nascoste e la cosa clamorosa è che – da quel che si legge – avrebbero fatto scadere ‘inconsapevolmente’ l’opzione. Di chi è la responsabilità?



Articoli che potrebbero interessarti


Rai
Rai replica a Pier Silvio: «Noi primo editore televisivo in Italia»


fiorello sergio
Mediaset batte Rai: Viale Mazzini non ci sta


mediaset-rai-2023
Auditel 2023: Mediaset è il primo gruppo (ma la Rai vince con le generaliste)


Alberto Matano - La Vita in Diretta
Alberto Matano nuovo Vicedirettore ad personam Intrattenimento Daytime Rai

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.