17
maggio

Rai2 ripropone L’Angelo di Sarajevo in ricordo di Franco Di Mare

Beppe Fiorello

La morte di Franco Di Mare spinge la Rai a rivedere i suoi palinsesti. Stasera in prima serata su Rai2, al posto del Tennis, andrà in onda L’Angelo di Sarajevo. La fiction – con protagonista Beppe Fiorello – è liberamente tratta dal romanzo Non chiedere perché di Franco Di Mare.

Ispirandosi alla vicenda realmente accaduta al giornalista, che quando era inviato di guerra adottò Stella, una bimba di nove mesi che viveva in un orfanotrofio, L’Angelo di Sarajevo racconta l’emozionante storia dell’affidamento di una bambina sullo sfondo del conflitto serbo-bosniaco. E’ andata in onda per la prima volta nel 2015 su Rai1 in due puntate.

Nel frattempo, la Rai ha espresso cordoglio al giornalista che negli ultimi tempi era stato lasciato solo dalla vecchia dirigenza. Questo il comunicato:

“La scomparsa di Franco Di Mare è per la Rai, per la quale si è sempre speso con passione e professionalità, motivo di profondo dolore, al quale si unisce la riconoscenza per quanto fatto nel corso della sua lunga carriera che lo ha spesso visto in prima linea per raccontare coraggiosamente i conflitti nel mondo. Una passione che lo ha accompagnato anche nei programmi condotti successivamente, nei ruoli dirigenziali ricoperti e nell’esperienza del programma di inchiesta “Frontiere” da lui condotto fino al 2023. Ai suoi familiari va il sincero cordoglio della presidente Marinella Soldi, a nome anche del Cda, dell’amministratore delegato Roberto Sergio, del direttore generale Gianpaolo Rossi e dell’Azienda tutta”.



Articoli che potrebbero interessarti


L'angelo di Sarajevo 8
L’ANGELO DI SARAJEVO: BEPPE FIORELLO TORNA IN TV NEI PANNI DI FRANCO DI MARE


l'angelo di sarajevo
L’ANGELO DI SARAJEVO: LA FICTION CON BEPPE FIORELLO SI SPOSTA E EVITA SCHERZI A PARTE


Bruno Vespa - Porta a Porta (US Rai)
Elezioni, su Rai 1 raddoppia Vespa e varia il palinsesto di lunedì. Speciali anche su Rai 2 e Rai 3


Franco Di Mare
E’ morto Franco Di Mare

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.