16
maggio

Cucine da Incubo 10: il viaggio di Antonino Cannavacciuolo ricomincia dalla provincia di Grosseto

Antonino Cannavacciuolo

Antonino Cannavacciuolo

Sette nuove missioni attendono Antonino Cannavacciuolo nella decima edizione di Cucine da Incubo, in onda da stasera – giovedì 16 maggio 2024 – in prima serata su  Sky Uno. Come prevede il format della trasmissione, il rinomato chef andrà infatti in giro per l’Italia per salvare diversi ristoranti sull’orlo del baratro. Le avventure da mission impossible, previste per questa decima annata, saranno a Tursi (Matera), Avezzano (L’Aquila), Rivoli (Torino), ModenaTropea (Vibo Valentia) e Pavia. Il primo ristorante da provare sarà “Il Rifugio del Ghiottone”, attività di Scarlino Scalo, in provincia di Grosseto.

Cucine da Incubo 10: Il Rifugio del Ghiottone

Nel corso del primo episodio, i telespettatori avranno modo di conoscere Yaqueline, nata a Cuba e cresciuta con il mito di Raffaella Carrà. Uno dei sogni più grandi della donna era quello di aprire un ristorante. Obiettivo che ha raggiunto grazie all’apertura de Il Rifugio del Ghiottone.

Attività di ristorazione dove Yaqueline può contare su due collaboratori: il figlio Rafael e il compagno Francesco, che però la aiutano soltanto quando sono liberi dalle altre loro attività. Per tale motivo, i risultati sperati tardano ad arrivare: pur incominciando ogni sera il servizio con il solito ottimismo, che la porta a cantare tra le pentole e i fornelli, la ristoratrice perde subito il suo buonumore, trasformando il luogo di lavoro in una fucina di stress capace di costringe i clienti a sopportare dei veri e propri tempi biblici tra una pietanza e l’altra.

In preda alla collera, Yaqueline riversa dunque su Francesco la tensione per lo scarso servizio. Il compito di Antonino, durante la sua prima missione, sarà dunque quello di riaccendere la fiamma della passione in Yaqueline, ma per farlo dovrà riuscire anche a rimettere pace in un rapporto, quello tra la donna e il proprio compagno, che giorno dopo giorno sembra scricchiolare sempre di più.

Il Rifugio del Ghiottone: com’è oggi, dopo Cucine da Incubo

Siamo andati a vedere cosa sta succedendo al ristorante dopo l’intervento della trasmissione. Dando un’occhiata alle recensioni su TripAdvisor, la situazione sembra essere migliorata rispetto al 2021, dove non mancavano diverse critiche.

Sapori diversi ma cmq piacevoli.. Ma l’attesa dei piatti è stata davvero troppo eccessiva. Peccato, poteva andare meglio”. (Luca, 30 maggio 2021).

Se cercate cucina cubana probabilmente fa abbastanza per voi, ma se vi aspettate cucina classica italiana, noi abbiamo provato i gamberoni e i moscardini con la polenta, rimarrete parecchio delusi. Tutto molto salato e sughetto dei moscardini immaginabile. Abbiamo preso anche due taglieri misti che non hanno entusiasmato soprattutto per il rapporto qualità/prezzo due fette di crudo toscano, due fette di mortadella, quattro fette di finocchiona e un po’ di formaggi misti a 12€ mi sembrano parecchio vista anche la location che è veramente resa al minimo. Difficile che ci ritorneremo”. (Salvatore, 20 giugno 2021)

Location curatissima, accogliente e calda in tema cubano come del resto la titolare, simpaticissima, abbiamo mangiato benissimo. Piatti bellissimi e gustosissimi, per mangiare così bene c’è da farne di strada nei dintorni“. (8 dicembre 2023).

Miglior ristorante in assoluto per provare la cucina cubana prezzi nella norma tendenti a economico. Gestione familiare che si prende cura del cliente. Da provare assolutamente“. (Luca 5, maggio 2024)



Articoli che potrebbero interessarti


Ai Tetti Blu - Cucine da Incubo 10
Cucine da Incubo 10: Ai Tetti Blu è il quarto ristorante da salvare per lo chef Cannavacciuolo


Cannavacciuolo
Cucine da Incubo 10: Il Laghetto di Avezzano è il terzo ristorante da salvare


Cannavacciuolo - Cucine da Incubo 10
Cucine da Incubo 10: Il Limoncello di Tursi (Matera) è il secondo ristorante da salvare


Locatelli, Barbieri, Cannavacciuolo
Masterchef 13, un’edizione… da paura! Intervista ai tre giudici Cannavacciuolo, Barbieri e Locatelli

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.