11
gennaio

Doc – Nelle Tue Mani 3: un altro segreto da scoprire e tre nuovi specializzandi per il ‘dottor’ Luca Argentero

Luca Argentero (US Rai)

Luca Argentero (US Rai)

Un nuovo segreto da scoprire per Andrea Fanti. Con questa premessa prende il via la terza stagione di Doc – Nelle Tue Mani, in onda da stasera in prima serata su Rai1. Nel corso dei sedici episodi, suddivisi in otto prime serate, il dottore interpretato da Luca Argentero si troverà infatti ad affrontare nuove sfide mediche, ma una verità taciuta metterà a rischio il suo precario equilibrio.

Tornato al lavoro in qualità di primario di medicina interna, Andrea – soprannominato da tutti Doc – continua a prendersi cura in modo meticoloso dei proprio pazienti, cercando di raggiungere gli obiettivi fissati dalla Direzione, che minaccia di chiudere il reparto, in caso di inadempimento, e riassegnare tutti i medici dello stesso. Una possibilità che Fanti non vuole minimamente prendere in considerazione, motivo per il quale convince l’ex moglie Agnese Tiberi (Sara Lazzaro) a riassumere il ruolo di direttrice sanitaria, spingendola ad aiutarlo in caso di ulteriori problemi.

Tuttavia, al termine di una faticosa giornata di lavoro dove non ha fatto altro che pensare al defunto figlioletto Mattia, accade l’imprevisto: Andrea ha infatti un ricordo del suo passato, appartenente ai 12 anni dimenticati per via dello sparo subito. Per questo, chiede subito aiuto al neuropsichiatra e amico Enrico Sandri (Giovanni Scifoni) al fine di cercare di ricordarsi ogni cosa. Circostanza che genera in Andrea diversi flashback legati alla sua vita passata, tra cui una strana visita alla figlia Carolina (Beatrice Grannò), in cui è sembrato prescriverle alcuni psicofarmaci. Seppur confuso, poiché alcuni ricordi potrebbero essere semplicemente delle rielaborazioni falsate di ciò che ha realmente vissuto, Andrea si pone come scopo principale quello di riprendersi la sua vita, “cancellando” la sua amnesia.

Possibilità che però, per una strana ragione, non piace proprio ad Agnese, che non è stata del tutto onesta con Andrea e gli ha nascosto qualcosa di molto importante relativo al suo blackout mentale. Sarà forse una relazione extraconiugale con Alberto Bramante (Diego Ribon), il loro ex professore universitario, come Fanti crede di ricordare oppure qualcos’altro? Un dubbio ‘oscuro’ con cui il primario deve fare i conti, senza però tralasciare le necessità dei suoi pazienti e quelle dei dottori che compongono il suo reparto.

Matilde Gioli (US Rai)

Matilde Gioli (US Rai)

Tra questi, oltre all’infermiera coordinatrice Teresa Maraldi (Elisa Di Eusanio), Fanti ha ancora al suo fianco la dottoressa ed ex fiamma Giulia Giordano (Matilde Gioli), che però fa fatica a comunicargli che ha chiesto di diventare primario in un altro ospedale per allontanarsi da lui, Damiano Cesconi (Marco Rossetti), il quale ha un debole per la Giordano, e Riccardo Bonvegna (Pierpaolo Spollon), in procinto di iniziare il suo ultimo anno di specializzazione e ancora non del tutto ripresosi dalla morte improvvisa della fidanzata Alba Patrizi (Silvia Mazzieri), venuta a mancare per via di un’intossicazione epatica causata da un antibiotico usato per contrastare un batterio penetrato nel reparto.

E’ proprio a Riccardo che Andrea affida il compito di seguire i nuovi specializzandi: il primo è Federico Lentini (Giacomo Giorgio), medico talentuoso e viveur impenitente, che si ritrova a Medicina Interna controvoglia, poiché costretto dal padre a passare sei mesi in reparto prima di iniziare la sua nuova, nonché comoda, vita da oculista di grido. Insieme a Lentini c’è poi Lin Wang (Elisa Wong), dottoressa timida e schiva con una profonda passione per la medicina che potrebbe metterla in conflitto con la sua famiglia di origine. Ultima specializzanda, non per ordine di importanza, Martina Carelli (Laura Cravedi), l’astro nascente di Medicina Interna. Proveniente da un piccolo centro di montagna, Martina dimostra di avere un talento cristallino che rischia di oscurare quello di Bonvegna. Riccardo fatica, infatti, a tenere il passo della nuova arrivata, che però deve convivere con la paura che il resto del reparto scopra un suo intimo e inconfessabile segreto.

Giacomo Giorgio (US Rai)

Giacomo Giorgio (US Rai)

Personaggi in grado di dare nuova linfa vitale alle storie, insieme ad alcuni graditi ritorni: in diversi flashback legati al passato, Gianmarco Saurino tornerà ad interpretare il dottor Lorenzo Lazzarini, morto a causa del Covid nella scorsa stagione. Raffaele Esposito sarà, invece, ancora una volta il dottor Marco Sardoni. Una stagione, la terza di Doc, che potrebbe essere anche l’ultima per Luca Argentero nei panni di Andrea Fanti.

Con Doc 3 si chiude un cerchio. Trovo che sia una grande forma di rispetto nei confronti di chi segue arrivare ad un punto. Ci potrà essere Doc 4, 5, 10 ma era importante arrivare alla fine di Doc 3 dando delle risposte che avrete

ha confessato l’attore a Mara Venier nel corso di Domenica In. Parole che sembrano ricalcare un’intervista rilasciata da Argentero sulle nostre pagine, dove ci aveva appunto confessato di essersi “sempre immaginato Doc su tre stagioni. Poi quello che verrà non lo posso sapere“. Chissà quindi cosa succederà in futuro nella fiction  Lux Vide diretta, quest’anno, da Jan Maria Michelini, Nicola Abbatangelo e Matteo Oleotto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Luca Argentero in Doc
Doc – Nelle tue Mani 3: un ricordo emerso dai 12 anni di amnesia rischia di sconvolgere la vita di Andrea Fanti


DOC_ARGENTERO
Doc 3: anticipazioni ultima puntata di giovedì 7 marzo 2024


Luca Argentero (US Fascino)
Luca Argentero ospite della terza puntata di C’è Posta Per Te


Personaggi Doc - Elisa Wong
Doc – Nelle Tue Mani 3: i nuovi personaggi

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.