24
febbraio

E’ morto Maurizio Costanzo

Maurizio Costanzo (foto US Mediaset)

Maurizio Costanzo (foto US Mediaset)

Addio a Maurizio Costanzo, una colonna della tv italiana di tutti i tempi. Il giornalista e conduttore romano è morto oggi, venerdì 24 febbraio 2023, all’età di 84 anni (ne avrebbe compiuti 85 il prossimo 28 agosto).

Inizia la sua carriera da giornalista appena maggiorenne, nel 1956, e collabora con i più importanti giornali nazionali. Negli anni ‘60 debutta in radio e nel decennio successivo è ideatore e conduttore dei primi programmi televisivi, su tutti Bontà Loro dal 1976 al 1978, in onda su Rai 1 e a tutti gli effetti il padre di tutti i talk show.  Negli anni ‘80 porta in scena il programma che sarà il suo marchio a vita: il Maurizio Costanzo Show. Era il 14 settembre del 1982 quando al Teatro Parioli di Roma si è aperto per la prima volta il sipario sul talk, in onda inizialmente su Rete 4 e poi su Canale 5. Da allora oltre 4mila puntate.

Protagonista in tv e dietro le quinte (è stato anche direttore di Canale 5 e di Fiction Mediaset), ricordiamo anche le conduzioni a Buona Domenica, contenitore domenicale di Canale 5, e – più recentemente – L’Intervista sempre per l’ammiraglia Mediaset e l’appuntamento nella tarda serata di Rai 1 con S’è Fatta Notte. Suonava il sax ed era anche paroliere; ha scritto con Ghigo De Chiara una delle canzoni più celebri: Se telefonando di Mina. Ha inoltre sceneggiato film (Una giornata particolare di Ettore Scola il più famoso) e spettacoli teatrali.

Nella sua vita, Costanzo si è sposato quattro volte: nel 1963 con la fotoreporter Lori Sammartino, nel 1973 con la giornalista Flaminia Morandi, dalla quale ha avuto due figli (Camilla e Saverio); poi il matrimonio con Marta Flavi nel 1989 e infine Maria De Filippi, attuale moglie, con la quale convola a nozze nel 1995. I due hanno un figlio, Gabriele.

Amico del giudice Giovanni Falcone, spesso ospite nelle sue trasmissioni, il giornalista e conduttore si è molto impegnato nella lotta contro la mafia, finendo vittima di un attentato. Il 14 maggio 1993 una macchina imbottita di novanta chilogrammi di tritolo esplode a Roma in via Ruggero Fauro, vicino il “suo” Teatro Parioli. Al momento dell’esplosione, Costanzo era in transito in un’auto insieme alla De Filippi; non ci furono vittime.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Berlusconi Mike Bongiorno Messaggi di Cordoglio
ADDIO MIKE: I PRIMI MESSAGGI DI CORDOGLIO DAI BIG DELLA POLITICA E DELLA TV


Dimitri Iannone
E’ morto Dimitri Iannone, ex allievo de Il Collegio


Andrea Purgatori
Andrea Purgatori poteva essere salvato. La consulenza dell’accusa: «Inerzia dei medici, cure sbagliate»


E' morto Maurizio Costanzo
Claudio Lippi sullo speciale su Maurizio Costanzo: «Non sono stato invitato». Lopez gli dà manforte: «Ero convinto di trovarti. Pensavo di trovarmi in una situazione un pochino più intima»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.