30
gennaio

Fiorello fa cantare «Bella ciao» al ministro Crosetto – Video

Fiorello e Guido Crosetto

Fiorello e Guido Crosetto

Bella ciao non l’ha voluta cantare Laura Pausini (sia mai!), potrà mai cantarla Guido Crosetto, il ministro della Difesa nel Governo Meloni? E invece è successo. Artefice della “sorprendente” esibizione è stato Fiorello, in occasione della serata organizzata in favore del centro di cure palliative dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Lo showman, ospite della serata condotta da Eleonora Daniele, è stato ancora una volta mattatore sul palco e in platea, dove è sceso a “disturbare” un ricco parterre di ospiti. Dopo aver stuzzicato Federica Pellegrini sulla presunta gravidanza (“A giudicare dai gossip, dovresti essere almeno di 14 mesi”, le dice), si è spostato dal ministro Crosetto, invitandolo a cantare Bella ciao, noto canto popolare simbolo della resistenza italiana e della liberazione contro i nazisti ma anche spesso usato come “inno” dalla sinistra.

L’esponente di Governo non si è fatto più di tanto pregare e ha accennato il brano, prestandosi al simpatico siparietto e strappando l’applauso dei presenti. Tra gli ospiti della serata, tra l’altro, proprio Laura Pausini.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


fiorello amadeus
Pagelle Tv della Settimana (8-14/04/2024). Ecco i promossi e i bocciati


fiorello sergio
Mediaset batte Rai: Viale Mazzini non ci sta


Viva Rai2
«Warner sta per acquistare il polo giornalistico di La7». Fiorello lancia la bomba, La7 risponde


Fiorello
La Meloni vuole Fiorello in Rai a tutti i costi? La risposta dello showman. E su Amadeus: «Volevo ricordare che siamo due persone diverse»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.