19
gennaio

Il vero reality è su Tik Tok. La TV ha dimenticato la realtà

Titti e Ludovica, Giusy 'Steven', Rita De Crescenzo

VipponiBasta!“. In una puntata qualunque del Grande Fratello Vip troverete Alfonso Signorini che rimprovera i ragazzi perchè continuano le discussioni, mangiano o sono fuori a fumare mentre il programma è in ritardo con la scaletta. Un microscopico esempio che squarcia un velo su cosa sia davvero diventato oggi il reality show. Lo show ha preso il sopravvento: in un reality puro lo studio asseconderebbe la casa e anzi favorirebbe l’innesco di dinamiche spontanee non preordinate.

A livello macro, quello che succede al GF è metafora di quello che accade alla televisione nostrana. La tv italiana ha perso il contatto con la realtà. Se su Canale 5 ci sono solo vip, la tv popolare sembra aver abbandonato il popolo. Tranne qualche eccezione, le persone comuni che avevano rivoluzionato la televisione negli ultimi 30 anni sono sparite dal video e hanno ceduto il passo non ad artisti, però, bensì a svariati “wanna be”, figure ibride con la fama o la bellezza di un vip ma senza talento come un nip. Ridotti al lumicino i generi reality e people show.

Eppure c’è ancora sete di storie vere, come dimostra C’è Posta Per Te, baluardo del people show, ma anche la diffusione di Tik Tok. Se Instagram è il trionfo dell’apparenza, della ricchezza e della bellezza, vere o (soprattutto) finte che siano (e in questo senso affine alla tv), Tik Tok è teatro del reale, con eccessi, pregi e difetti.

Oggi mio padre per colazione ha comprato..”. “Cosa indossa Ludovica?“, “Ce stivn o nun ce stivn” …

Sono alcuni dei tormentoni più recenti nati su Tik Tok in maniera spontanea. Tralasciando la linea comedy e curiosa che ha trainato il successo della piattaforma, oggi Tik Tok ti apre un ventaglio di opzioni e ti fa sbirciare in un mondo che non ha rappresentazione in tv (il che è un male a livello assoluto, un bene rapportato a determinati personaggi!).

E così su Tik Tok ti appassioni alle colazioni calabresi di Natasha, la giovane che con fare naif racconta la sua vita ordinaria che senza essere nè ricca, nè povera, nè bella, nè brutta, è diventata ipnotica. Più dirompente, ma molto popolana, è Rita De Crescenzo, “cantante” napoletana per caso che con le sue dirette quotidiane spiattella ogni fatto e misfatto della sua vita colorata. Richiestissima per le serate, ha aperto un negozio il cui pezzo forte sono le bocchine. A proposito di negozi e di Napoli, sul social cinese impazzano la queen dei vestiti oversize e la boutique che propone quotidianamente outfit per “bambini monelli” in cui non mancano mai le borsette di Chiara Ferragni.

Tik Tok è anche soap del reale, ci sono gli inciuci dei giovanissimi ma anche le super saghe, come quella di Very e Sasy, che si consuma in live coinvolgendo nonne, mamme, padri, vecchi spasimanti, suocere, amanti, verità non dette, minacce e ‘instant song’. L’ultimo capitolo della saga vede la minorenne Carmen aspettare un bambino da Kekko, che in pochi mesi si è rifatto una vita con una nuova compagna, tra frecciatine, sfoghi e retroscena shock. Ancora non è chiaro cosa sia successo il giorno dell’ecografia del bambino. E forse non potrà mai essere chiarito perchè -come ha tuonato la mamma di Checco in uno sfogo diventato cult- : “Ma vuje ce stivn o nun ce stivn?”.

Insomma cucina, moda, soap, comicità, nostalgia, l’algoritmo di Tik Tok assomiglia sempre di più ad un palinsesto in “co-sharing”.  Non è detto che tutto ciò che vediamo sia vero, ma ha il sapore del reale, dell’autenticità che l’intrattenimento televisivo ha smarrito.

@monellikids__ Monelli kids Via FORIA 51-55 Napoli #perte #foryou #viral #tiktok #tiktoknapoli #fyp #perteeee #perteee #neiperte ♬ suono originale – Monelli Kids

@natashamartino

♬ Just The Two of Us – Kauai45 & Sweet Cocoa

 

@christina_de_luca Riposa in Pace povero Steven🚶🏻‍♂️⚰️☠️✨ #fypシ #viral #very0sasy #carmenincinta #onipplcanepecrrr ♬ suono originale – Christina De Luca

@svergognata0 @saradibellonio_nails ♬ suono originale – Rita decrescenzo

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Mahmood e Blanco in prova
Eurovision 2022: tutti gli appuntamenti

3 Commenti dei lettori »

1. Stefano ha scritto:

17 gennaio 2023 alle 18:50

Hai ragione



2. Luigi_FI ha scritto:

18 gennaio 2023 alle 09:40

ma veramente un blog che si occupa di tv dice che i reality abbiano “dinamiche spontanee non preordinate” (ma quando mai ??? guardate la pletora di AUTORI che ha un reality e ne riparliamo ) o addirittura dice che “C’è posta per te” come un baluardo dove, sembra alluda l’articolo, si fanno “sete di storie vere” ?

per poi esaltare come “persone vere” certi fenomeni da baraccone di Tik Tok ??

mah



3. Anonimo ha scritto:

21 gennaio 2023 alle 18:07

beh senz’altro il gf ha perso il suo senso d’esistenza. e così anche i reality in generale. il problema pero’ è, siccome ci sono già questi drama sui social che raccontano la vita delle persone del popolo, e lo fanno in maniera veloce coinvolgente, verace; non con un tizio incravattato che detta legge in studio decidendo chi far e non far parlare. la televisione cosa può fare? queste cose si possono fare solo sui social, quindi alla tv che rimane? bel dilemma che continuano a rimandare ma che un giorno (quando sarà troppo tardi?) dovranno porsi.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.