10
ottobre

Renzo Arbore va ‘Appresso alla musica’ su Rai5

arbore e telesforo

Gegè Telesforo e Renzo Arbore (Us Rai - Iwan Palombi)

Renzo Arbore torna in tv, su Rai 5, con un nuovo appuntamento nel segno di programmi come il suo storico “D.O.C.” e della grande musica nazionale e internazionale degli anni ’70, ’80 e ’90: è “Appresso alla musica. In due si racconta meglio”, venti puntate in onda dal lunedì al venerdì in seconda serata su Rai 5 e in replica alle 18 del giorno successivo, a partire da oggi.

“Invece di studiare tu vai appresso alla musica”: è la frase che il padre di Arbore gli ripeteva per rimproverarlo, ma la musica è sempre stata la sua più grande e irrefrenabile passione e come disc jockey viene considerato il primo italiano della storia, poi come video jockey e, ancora, con l’Orchestra Italiana con cui ha girato il mondo per 30 anni e più. Milleseicento concerti ‘around the world’, dalla piazza Rossa di Mosca al Radio City Music Hall di New York, fino al sambodromo di Rio de Janeiro. E poi in Venezuela, in Cina, in Giappone, Australia e nelle più belle location e piazze del nostro Paese.

Nel programma Renzo Arbore ritrova Gegè Telesforo, sua compagnia d’elezione quando si parla di musica e anche questa nuova avventura televisiva non può che presentarsi come “un viaggio” tra le sonorità e i tanti aneddoti attinti dal vasto repertorio personale di Arbore e ceduto gratuitamente alla Rai. Nel corso delle 20 puntate non mancheranno momenti e ricordi dei programmi televisivi di Arbore, backstage dei grandi teatri durante le sue tournée, ma soprattutto il recupero dei materiali di repertorio di “D.O.C. – Musica e altro a denominazione d’origine controllata”, ideato e condotto da Renzo Arbore con Monica Nannini e Gegè Telesforo dal 1987 al 1989 per la regia di Pino Leoni.

Così “D.O.C.” torna in tv dopo quasi 35 anni, in una versione rimasterizzata e restaurata da Emiliano Bortone per la Black Ice srl, con il commento di Telesforo, tra memorie, materiali inediti e personali custoditi da Arbore stesso. Un archivio infinito che Arbore condivide da anni sul suo Channel tv che rappresenta di fatto un patrimonio di storia dello spettacolo, della cultura e della tv italiana. Ma nel corso del programma lo showman proporrà ai telespettatori anche un repertorio assolutamente inedito, fatto di ‘memorabilia’, di incontri con artisti della scena nazionale e internazionale con cui ha condiviso il suo amore per la musica. “Appresso alla musica. In due si racconta meglio” – attraverso le testimonianze di Arbore e di Telesforo – darà voce e ricorderà, infatti, grandissime star della musica mondiale degli anni ’70, ’80 e ’90 come Dee Dee Bridgewater, James Brown, Dizzy Gillespie, Miles Davis, Solomon Burke, Rufus Thomas, Pat Metheny, Manhattan Transfer, Chet Baker, l’armonicista Toots Thielemans, Joe Cocker, Jimmy Smith e altri interpreti di altrettanto livello. Ma anche gli artisti migliori di casa nostra. Da Ivano Fossati, a Fiorella Mannoia a Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Mia Martini, Pino Daniele, Gino Paoli, Enzo Jannacci, Dario Fo, Edoardo Bennato, Roberto Murolo, Antonello Venditti, Riccardo Cocciante, Franco Battiato.

“Appresso alla musica. In due si racconta meglio” è un programma di Renzo Arbore, Ugo Porcelli, Gegè Telesforo, Sabina Fabi. Direttore della Fotografia Gianluca Galluzzi. Una produzione Black Ice srl. Edizione Emiliano Portone. Regia Luca Nannini. (Credits Foto Iwan Palombi).



Articoli che potrebbero interessarti


Renzo Arbore
Striminzitic Show: Renzo Arbore ripercorre su Rai 2 la sua carriera


rai tematiche
Palinsesti Rai4 – Rai Movie – Rai5 – Rai Storia, autunno 2022


Raffaella Carra', Baudo Arbore Pupo alla Camera Ardente
Raffaella Carrà: da Maria De Filippi a Fiorello e Loretta Goggi, tanti i colleghi che le hanno reso omaggio alla camera ardente


sophia loren raffaella carra
Raffaella Carrà – i ricordi di Arbore, Baudo, Costanzo e Loren. Pippo: «Non ha eredi, viviamo in una mediocrità totale»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.