7
giugno

Amadeus all’Arena: «Avremo circa 50 star in tre serate». Tra gli ospiti Bonnie Tyler, gli Aqua e Gloria Gaynor

Amadeus in conferenza stampa

Amadeus in conferenza stampa

Andranno in onda su Rai 1 il 17 e 24 settembre e il 1 ottobre 2022 le tre serate di Arena ‘60, ‘70, ‘80… e ‘90, seconda edizione dell’evento musicale ideato da Amadeus e prodotto da ArcobalenoTre. Il programma, per volere del “nuovo” direttore del prime time Stefano Coletta, aprirà dunque la nuova stagione del sabato sera dell’ammiraglia ed è stato presentato oggi alla stampa dalla Sala Arazzi di Palazzo Barbieri a Verona, città che ospita l’evento e la cui Arena è diventata, secondo le parole del vicedirettore di Rai 1 Claudio Fasulo “il luogo dell’autentico spettacolo musicale televisivo“.

Nel corso delle tre serate, che saranno registrate il 12, 13 e 14 settembre, l’Arena potrà essere riempita al 100% con i suoi 13.000 posti disponibili ed ospiterà oltre cinquanta artisti in tre serate, metà dei quali internazionali. Tra loro Bonnie Tyler (cantante di Total Eclipse of The Heart), Gloria Gaynor, The Snap, Holly Johnson (Frankie Goes to Hollywood), Paul Young, gli Aqua e Richard Sanderson con la sua Reality. Nonché i nostrani Ornella Vanoni, Rita Pavone, Gianluca Grignani e il dj Massimo Alberti, alla console proprio insieme ad Amadeus, che ha commentato così:

“Sono 40 anni di musica che ci appartengono, ognuno di noi ha vissuto un’epoca in modo più importante ma il target va dai ragazzi – che conoscono queste canzoni, l’ho visto anche a Sanremo e l’anno scorso, perchè venivano con i genitori – ai genitori e ai nonni. E’ una serata per le famiglia, sono già stati venduti 18.000 biglietti e mi auguro che il pubblico venga a riempire queste tre serate di grande musica e grande show”

Amadeus in conferenza stampa

Amadeus in conferenza stampa

Il conduttore ha poi spiegato che gli ospiti sono quasi tutti confermati ma che ci sarà di sicuro qualche grande sorpresa italiana o internazionale, che per il momento non può essere svelata. Il repertorio anni ‘90 non mancherà nemmeno al prossimo Festival di Sanremo, il quarto della sua era.

“All’Arena avremo tutti interpreti originali con i loro brani originali, un cast formato da vere e proprie star. [...] Saranno circa 50 artisti in tre serate, ognuno canterà almeno due brani della propria discografia, gli anni ‘90 sono iconici al pari degli altri decenni e accadrà anche al prossimo Festival di Sanremo nella serata delle cover.[...] Lunedì uscirà il regolamento ufficiale“.

Arena ‘60, ‘70, ‘80… e ‘90: ospiti e canzoni

Anni ‘60 e ‘70
ORNELLA VANONI con “L’appuntamento” e “Una ragione di più”
RITA PAVONE con “Il ballo del mattone” e “Il Geghegè”

Anni ‘70 e 80
GLORIA GAYNOR con “I Will Survive” e “Can’t Take My Eyes Off of You”
HOLLY JOHNSON (FRANKIE GOES TO HOLLYWOOD) con “Relax” e “The Power of Love”
BONNIE TYLER con “Total Eclipse of The Heart” e “Holding Out for a Hero”
PAUL YOUNG con “Love of the Common People” e “Every Time You Go Away”
RICHARD SANDERSON con “Reality” (“Il tempo delle mele”)

Anni ‘90
SNAP! con “The Power” e “Rhythm is a Dancer”
GIANLUCA GRIGNANI con “Destinazione paradiso”, “Falco a metà” e “La mia storia tra le dita”
AQUA con “Barbie Girl”



Articoli che potrebbero interessarti


Chiara Ferragni e Amadeus
Chiara Ferragni al fianco di Amadeus al Festival di Sanremo 2023


amadeus_news
Sanremo 2023: ecco il regolamento


Amad
Sanremo 2023 e Sanremo 2024 ad Amadeus. E’ ufficiale


Papa Francesco
Amadeus e Giovanna conducono l’incontro di Papa Francesco con le famiglie. Ospiti Il Volo

6 Commenti dei lettori »

1. faffa77 ha scritto:

7 giugno 2022 alle 13:22

Roxette please!!!



2. EMA87 ha scritto:

7 giugno 2022 alle 14:36

CHER dovete inviate è lei la regina degli anni 90!



3. Matteo ha scritto:

7 giugno 2022 alle 15:58

Bonnie Tyler… non taylor



4. Marco3.0 ha scritto:

7 giugno 2022 alle 18:54

L’ho visto in parte lo scorso anno e lo trovo un programma orrendo. Dj set da sagra di paese, pubblico overissimo mummificato in platea che non si muove nemmeno con le cannonate e quando lo fa è solo perchè spinto ad agitare le mani dal conduttore, con inframmezzi di balletti sul palco uguali a quelli degli animatori dei villaggi turistici.
Queste operazioni nostalgia su cui si è fissato Amadeus e anche la rai sono davvero fatte male.
Oltretutto gli ospiti non sono chissà che rappresentativi della loro epoca, lo sono in parziale parte musicalmente parlando. Escluse Gaynor e Pavone o Vanoni che propongono sempre le solite cose tipo festa di capodanno in tv. Tristissime.
Di quel cast non mi interessa nessuno, non mi interessa vedere cantanti che magari hanno fatto successo discografico in quelle epoche e poi sono spariti nel nulla come Paul Young, la Tyler o gli Aqua, o Johnoson e Sanderson, non mi interessa vedere cantanti che siano stati gloriosi o no, meteore o no, invecchiati, ingrassati e senza ormai più la voce da anni.
Non c’era un programma di Conti che celebrava la musica vecchia e le vecchie glorie? I Migliori Anni? Adesso perchè fare questa operazione nostalgia in Arena per vecchi nostalgici che stanno davanti alla tv a ricordarsi di quando ascoltavano sta musica in macchina con l’autoradio a mangiacassette?



5. Pat ha scritto:

8 giugno 2022 alle 02:28

Marco: talmente fatte male che aggiungono addirittura puntate. Dai su, rosicate meno.

Cambia canale se non ti interessa e lasciacelo godere senza rompere, è stato un programma stupendo l’anno scorso!



6. Marco3.0 ha scritto:

8 giugno 2022 alle 13:29

Pat, il fatto che ti piaccia o che faccia ascolti non lo rende un programma nè fatto bene nè esente da critiche. Quasi mai la qualità va a pari passo della quantità.
Il programma è orrendo e non è niente di più di una sagra di paese con qualche ospite “importante” imbolsonito. Tutti i dettagli che ho specificato sono un’esatta fotografia di quello che si è visto l’anno scorso. Nemmeno i Capodanni Rai sono così brutti, anche se non sono molto meglio. Amadeus ha fatto esattamente questo: riproposto uno dei suoi millesimi capodanni tv in versione fine estate.
Capisco sia un programma per over e non adatto a me, e nemmeno a un musicista come me perchè la musica ascoltata in quell’occasione era scadente, ma cose così brutte non si vedevano nemmeno negli anni 60-70-80-90 in tv.
I topi rosicano, non le persone, e figurati cosa cambia a me se questo programma va in onda o no, ve lo potete guardare e godere pure a loop continuo per 24 ore al giorno. Resta un programma vecchio, non divertente, e abbastanza triste nel suo voler insistere sulla riproposizione di roba obsoleta.
Però spero di essere sempre libero di dare un pensiero critico oggettivo senza che tu debba dirmi che non devo rompere. Siamo qui su questo blog per questo, per dare pareri sulla tv, non per compiacere i gusti degli spettatori.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.