10
dicembre

Michele Merlo, c’è un indagato per la sua morte. Il padre: «Me l’hanno ucciso, andremo fino in fondo»

Michele Merlo

Il reato contestatogli è quello di omicidio colposo in seguito a condotte mediche. Ci sarebbe un primo indagato per la vicenda di , l’ex concorrente di X-Factor e di Amici deceduto lo scorso 6 giugno all’ospedale Maggiore di Bologna per un’ischemia cerebrale causata da una leucemia fulminante. E’ quanto filtra da fonti giudiziarie riportate dal Corriere Veneto. La svolta nella drammatica vicenda arriva a sei mesi dalla morte del 28enne, dopo che l’inchiesta era passata da Bologna a Vicenza.

Secondo quanto si apprende, ci sarebbero anche altri indagati ma non sarebbe emersa alcuna responsabilità in capo ai medici degli ospedali bolognesi, dove la morte è avvenuta. Per gli inquirenti le eventuali responsabilità sono da ricercare nelle fasi antecedenti, sulle condotte del suo medico di famiglia di Rosà (Comune di residenza del cantante) e del Pronto soccorso di Cittadella, Padova. Secondo quanto ricostruito dai periti, il giovane ben prima di arrivare a Bologna aveva segnalato ai medici i sintomi di quella che si sarebbe rivelata essere la leucemia fulminante. Lo aveva fatto prima inviando una mail con la foto di un vistoso ematoma, poi recandosi al pronto soccorso. Ma la sintomatologia era stata sottovalutata.

Il 26 maggio Michele si presentò al Pronto soccorso di Cittadella con dolori e uno strano ematoma alla gamba. Ma tre ore dopo il triage (gli era stato assegnato un codice bianco, ndDM), era ancora in attesa. Così, scocciato, andò via

ha ricordato il padre dell’artista, Domenico Merlo, che ora dà sfogo a tutto il suo dolore. Secondo gli inquirenti, una corretta diagnosi avrebbe potuto salvare Michele. Ed è proprio su questo punto che ora dovrà essere fatta piena chiarezza.

Qualora la terapia fosse stata somministrata a partire dal 27-28 maggio (…) avrebbe avuto una probabilità di sopravvivenza compresa tra il 79 e l’87 per cento“, scrivono i periti, di fatto scagionando i camici bianchi emiliani, dai quali Merlo arrivò in condizioni già critiche. Ed ecco perché il fascicolo di Bologna (senza indagati) è stato inoltrato alla procura di Vicenza.

A sei mesi dall’accaduto, il padre di Michele ha accusato: “Hanno ucciso mio figlio, voglio tutta la verità“. E al Resto del Carlino ha confessato la propria rabbia:

Mi aspettavo che la Procura di Bologna andasse avanti e ora mi si dice che una volta arrivato all’ospedale di Vergato tutto era già compromesso. Perché allora un dirigente medico chiese scusa a nome suo e di tutta la categoria? Io e la mia famiglia non cerchiamo vendette, nemmeno soldi, ma la verità sì. Se qualcuno ha sbagliato dovrà pagare e noi andremo fino in fondo“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Maria De Filippi - Amici
Amici 21: tanti ospiti e un omaggio a Michele Merlo nella prima puntata – Anticipazioni


Michele Merlo
Michele Merlo, la Procura apre un fascicolo per omicidio colposo. Accolta la protesta dei genitori


Mike Bird
Michele Merlo, l’ultimo saluto di Maria De Filippi: «Eri un ragazzo speciale e lo avevamo capito tutti»


Michele Merlo
Michele Merlo è morto

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.