12
febbraio

Il Cantante Mascherato 2: gli indizi sui concorrenti

Il Cantante Mascherato 2 - Le maschere

Il Cantante Mascherato 2 - Le maschere

Il Lupo, la Tigre Azzurra, la Giraffa, la Pecorella, il Pappagallo, la Farfalla, il Gatto, il Baby Alieno e l’Orsetto sono i protagonisti della seconda edizione de Il Cantante Mascherato. Nove maschere per altrettanti personaggi famosi, non per forza cantanti di professione, che metteranno alla prova le proprie doti canore tendando di tenere nascosta la propria identità. Ma l’obiettivo di chi guarda il programma è quella di scoprirle tutte, e allora ecco gli indizi necessari per portare avanti l’indagine.

Il Cantante Mascherato 2: ecco gli indizi sui concorrenti

Sull’intero cast, la conduttrice Milly Carlucci ha fornito le seguenti informazioni:

- ha partecipato a un centinaio di programmi televisivi;

- ha partecipato a 120 film e fiction;

- ha all’attivo 130 milioni di dischi venduti;

- ha vinto un Festival di Sanremo… o forse non solo uno (in semifinale Milly Carlucci specifica che tra i cantanti rimasti in gara ci sono ancora due vittorie al Festival)

Il Cantante Mascherato 2: chi è il Lupo?

Il Cantante Mascherato 2 - Lupo

Il Cantante Mascherato 2 - Lupo

- Fiero e orgoglioso, pensato come un guerriero leale e coraggioso, di grande fascino, di grande cuore.

Le dichiarazioni nella Presentazione: Ragazzi, non vi fate ingannare dalle apparenze, non sono mica il lupo cattivo delle favole. Anche perchè, in genere, non fa una bella fine. Devo dire che mi piace questa maschera, ho preso il meglio del lupo. Come i lupi sono tenace, ho senso della lealtà e mi piace divertirmi. Ma la cosa più importante è il mio branco, non mi basto da solo e non per insicurezza, anzi: sono il maschio alfa del mio branco. Da quando ero cucciolo ho sempre avuto il bisogno di confrontarmi con gli altri, la necessità di condividere la mia anima. Se vi sganciate dai vostri preconcetti sul lupo, imparerete a conoscere la mia vera natura.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Sono sempre stato temuto dagli uomini, la cosa più bella che ho è il mio spirito, che non avete mai capito fino in fondo. Oggi cambierete idea, non vedo l’ora di cantare con tutto il corazòn. Questa maschera mi somiglia molto anche per certi versi è una maschera scomoda. Nno avrete mica paura del lupo? Non vi fate ingannare da quello che vi hanno sempre raccontato, non sono mica il lupo cattivo delle favole? Sono tenace, fiero e come i lupi ho una grande sensibilità, senso della lealtà e uno spirito giocoso. Certo, non riesco a prescindere dalla mia natura, osservo, studio il terreno di caccia, capisco il punto debole della mia preda e azzanno. Quando lo faccio non mollo la presa, mai. Per me il branco è importantissimo, non mi basto da solo, non per insicurezza, anzi. La forza del branco è il lupo e quella del lupo è il branco. Anche se dal branco in passato ho avuto il bisogno di staccarmi per trovare la mia vera strada. Ho dovuto essere un lupo solitario e credere in me stesso, da solo. Non è stato sempre facile, ma la vita, si sa, è un percorso ad ostacoli e va affrontato a viso aperto con coraggio e fiducia nel futuro. Diciamo che sono quello del bicchiere mezzo pieno. Fin da ragazzo, cucciolo scusate, ho sempre lavorato tanto, forse ho perso alcuni momenti importanti della mia giovinezza, per inseguire i miei sogni: essere un animale da palcoscenico. Oggi finalmente ho il mio pubblico, sono un lupo felice e sto assistendo allo spettacolo più bello della mia vita: veder crescere i miei cuccioli. Penso che il vero valore di un eroe, di un tipo come me, sia dato da quanto si riesca ad essere se stessi, a credere in se stessi, questo voglio insegnare ai miei figli. Non mollare mai. Questo interessa al lupo.

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Quando si ha a che fare con un lupo, non si scherza. Attenti, vi sto studiando. Ehi, dico a te, giurato… ti sto studiando. E tu, stai studiando me? Ma tu che ne sai del lupo cattivo? Ero carichissimo, non vedevo l’ora di cantare. Con la maschera, senza la maschera, datemi un palcoscenico. Flavio, ma sei veramente sicuro che sia una buona idea aspettare un lupo davanti la sua tana? Mi sto divertendo come un matto a farvi impazzire, a volte non mi riconosco neanche io. Spiazzare, divertire, emozionare, che sensazione… Attenzione, il lupo inganna, si può vestire anche da agnello. Il palco è il mio regno, non potrei farne a meno. Eh, ma non ero così… quand’ero giovane ero molto timido, sempre un passo indietro rispetto al branco. Poi, ho scoperto la mia arma vincente: sapevo far sorridere la gente. Quello mi ha dato sicurezza e mi ha cambiato. La timidezza era la mia maschera, l’ho strappata via… così fa un vero lupo.

Le dichiarazioni nella Terza Puntata: Ma quanto è bravo questo lupo in televisione? Fin dall’inizio mi sono riproposto di farvi impazzire, mi pare che sto andando bene, voi che dite? Grazie, affascinante, addirittura, ci sto lavorando. Passo parecchie ore davanti allo specchio ma non sono vanitoso. Non do mai indizi sbagliati, anzi. E’ vero, sono un lupo semplice, tranquillo e mi piace essere così, amo la mia vita, quella vera, fuori dai riflettori. Vengo da una famiglia umile ma con grande dignità. Non ho mai dimenticato i miei valori, le mie certezze, i miei cuccioli, la mia tana, i miei amici, piccole cose quotidiane. Forse alcuni le considerano un po’ noiose, ma a me piacciono tantissimo. Affronto la vita come sono, vero, senza maschere. Perché per essere se stessi ci vuole molto coraggio. Sono un uomo normale e mi piace essere così. Benedetta giuria di investigatori, su, vi ho detto praticamente tutto, e un paio di voi si sono avvicinati alla mia identità, e a quelli bisogna stare attenti. Stateve buone, guagliunciè. Qui dentro c’è un indizio molto rivelatore: un aeroplano. E’ vero, amo molto viaggiare come posso parto insieme al mio branco. Certo, dipende molto anche dal tipo di aereo, questo è ovvio. Capito, no?

Le dichiarazioni nella Semifinale: (Durante la telefonata con Gigi D’Alessio) Posso fare finta di essere uno dei Pooh che canta con l’accento di Posillipo ma che ha vissuto per anni ad Ascoli Pisceno. Benedetta giuria, la televisione è finzione e spesso c’è chi riesce a fare di questo un’arte. Tutti indossiamo una maschera chi più chi meno, quindi vi prego, state attenti al lupo. Ah, scusate, posso dire una cosa a Caterina? Comme si femmena.

Il Cantante Mascherato 2: chi è la Giraffa?

Il Cantante Mascherato 2 - Giraffa

Il Cantante Mascherato 2 - Giraffa

- Nobile, elegante, con il collo lungo e slanciato, è una regina. Look ispirato ai film di Tim Burton.

Le dichiarazioni nella Presentazione: Nella vita sono sempre stata me stessa, nel bene e nel male. quello che ero da piccola lo sono ora, può sembrare strano ma è così. Sono sempre stata molto indipendente e innamorata dell’amore, quando ho sbagliato è perchè volevo sbagliare io. Vestirmi così è sempre stato il mio sogno, ho sempre sentito questo animale che premeva dentro di me e devo dire che la Giraffa mi assomiglia molto.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Con un dito riesco a toccare il cielo, sono inafferrabile, mi è sempre piaciuto essere all’altezza della mia fantasia. Tutti pensano che io sia altezzosa, può sembrare strano ma non è così. Le apparenze ingannano. Ho sempre allontanato i pettegolezzi rifugiandomi nel mio posto segreto. Adesso che sono una giraffa penso che questo sia proprio il posto giusto. Nella vita sono sempre stata me stessa nel bene o nel male, quello che ero da piccola lo sono ora. Sono sempre stata corteggiatissima, ho sempre rispettato gli uomini, gli ho sempre fatto credere che a portare i pantaloni fossero loro ma alla fine ho sempre comandato io. Gli uomini mi hanno sempre trattato come una regina e io li ho trattati come dei re, mi sono sempre innamorata come una cretina. Per l’amore è partire senza freni, farsi travolgere dalle emozioni fino alla fine e lottare per esse. Da piccola mi sentivo diversa, avevo paura di stare male e mi nascondevo qui nel mio posto segreto. Quando ho capito che le differenze potevano essere un dono ho cominciato a correre libera.

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Sono splendida splendente, quando sei una giraffa e ti abbassi sei ad un’altezza che per gli altri è già cielo. Ora vado, è ora di mettermi all’opera. All’inizio avevo una paura tremenda, ho iniziato a cantare ed è svanita, è arrivata la felicità. E’ vero, è difficilissimo cantare con questo abito, ma io non mi arrendo eh, quanto mi piacciono le sfide! Da piccola avevo paura di brillare e sono stata delusa, ingannata, mi avevano prospettato una vita diversa e io gli ho creduto. Ma quando ho scoperto che non poteva essere più la mia ho pensato che tutto potesse finire e per la prima volta la luce che avevo dentro si è spenta. Poi ho alzato gli occhi, ho incrociato lo sguardo della mamma, mi sono rialzata e sono diventata la giraffa che sono.

Le dichiarazioni nella terza puntata: Ho una nuova energia grazie a voi. Mi sono rivista e mi sono piaciuta moltissimo, non avrei mai pensato di poter essere così giraffa. Grazie che mi avete chiamata regina, ma io sono molto più semplice di quello che sembra, questo abito inganna. Indossare questa maschera è stato come fare un viaggio sulla macchina del tempo, la giraffa mi ha dato la possibilità di tornare bambina e di tornare ad apprezzare le piccole gioie della vita. Avevo dimenticato quanto è bello iniziare un gioco senza sapere dove ti porterà e alla fine sorprendersi. Grazie, quanto mi piacciono le rose, soprattutto se sono cento. Spesso mi sono mandata fiori per far ingelosire gli uomini, un giochetto da giraffa. La lingua può nascondere la verità ma gli occhi mai, i miei raccontato tutto di me, se solo poteste vederli! Quanto mi diverto, la giraffa è nobile, balla, canta e questa è la felicità, è come tenersi per mano e andare lontano lontano. Che nostalgia canaglia della Spagna, nella mia testa è un pensiero frequente che ti prende e ti travolge, e ti tiene tra le sue braccia: l’amor nasce quando meno te lo aspetti e tu non puoi farci proprio nulla.

- La Giraffa è stata eliminata al termine della terza puntata: era Katia Ricciarelli (individuata da Costantino Della Gherardesca, Patty Pravo e Caterina Balivo)

Il Cantante Mascherato 2: chi è l’Orsetto?

Il Cantante Mascherato 2 - Orsetto

Il Cantante Mascherato 2 - Orsetto

- Compagno fidato di giochi e di vita, un mito che resiste nel tempo. E’ dolce, tenero e irriverente, ed è questo che lo rende irresistibile.

Le dichiarazioni nella Presentazione: Innanzitutto mi presento, mi chiamo Teddy e sono l’orsetto di Carolina. Di me posso dire che non sopporto le ingiustizie e sono molto onesto e coraggioso. Ho solo un problema con l’abbandono, infatti io gli altri non li abbandono mai. Grazie a tutti. Carolina, vieni a prendermi? Io ti aspetto dove mi hai lasciato. Lei è la bambina che mi ha adottato, mi sono perso.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Ma dov’è la telecamera? Scusate, ma devo dire una cosa in privato: Carolina, sono in televisione, questa canzone è per te, ma vedrai che man mano che passa il tempo ti ritroverò e ci abbracceremo. C’è nessuno? Oddio, dove sono tutti? Carolina… ma sono andati via senza di me. Ehi, calmo, calmo, devo restare calmo, sto sognando? Forse sì, ma no, sono sveglio. Io sono calmo e coraggioso, ho solo un problema con l’abbandono. Infatti io gli altri, no, non li abbandono mai. Io mi sono perso. Quando vengono i visitatori? Non lo sai eh, tu non sai mai niente? Ma ciao mucca, ma tu sei nata qui o ti sei perduta anche tu come me? Tu devi aiutarmi per cortesia a ritrovare la mia famiglia d umani. Ma allora posso usare la stazione radio? Allora lo faccio subito? Io mi chiamo Teddy e sono l’orsetto di Carolina, non sopporto le ingiustizie, sono molto onesto e sono molto coraggioso. Questo messaggio è per Carolina, che spero si ricordi dove mi ha lasciato, è un po’ distratta. Grazie a tutti, vi voglio bene. Non preoccuparti Carolina, io ti troverò ovunque tu sia.

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Ma ciao! grazie a tutte le persone che mi han fatto tornare qui, non vedo l’ora di cantare, ma non solo… ho voglia di ballare con te, capo. Grazie! Da quando sono entrato nell’orsetto mi sono ricordato di Carolina, avevamo 13 anni e stavamo insieme, ci tenevamo per mano quando uscivamo da scuola e io ero innamorato per la prima volta. Poi lei è andata in Inghilterra e io l’aspettavo perchè sapevo che sarebbe tornata. Un giorno mi ha telefonato e mi ha detto: “Ciao! Noi due non stiamo più insieme“. Dopo sono stato di un male, sono stato malissimo per un sacco di tempo, così ho capito di essere sensibile. Mi piace andare a cavallo e salvare le donzelle in pericolo, mi è capitato di farlo più volte. E poi il mio lavoro è di gruppo, e a volte succede che il gruppo continua senza di me e un po’ mi dispiace. Ora sono in questa bellissima trasmissione, ci sono tanti amici e mi sto divertendo un sacco.

Le dichiarazioni nella Terza Puntata: Oh, altro che felicità… sono allo spareggio. Sapete allora che vi dico? Suerte e besos a todos. Oh mamma, che avventura, sono tutto scombussolato. Dove sono le ballerine, è forse un sogno? Certo che in queste settimane sto proprio vivendo un’avventura, forse non lo sapete ma sono molto avventuroso, amo le avventure sportive e pericolose e più sono difficili e più mi piacciono. Poi ci sono altri tipi di avventure, quelle dove racconti l’avventura di qualcun altro e anche queste mi piacciono moltissimo. Sentite, io non voglio più uscire da qui, questa esperienza mi sta dando tanto, tanto. Sono un ragazzo fortunato, interpretando l’Orsetto si è risvegliata la mia parte emotiva, mostrare tenerezza, giocare, tornare bambino. Forse non siamo più abituati alla purezza, l’orsetto mi ha aiutato ad accarezzare il bambino che c’è in me. Ti voglio bene, Orsetto. Sotto questo sole di luci posso dirvi che se avessi un cappello in testa, visto dove siamo, per fare un inchino dovrei togliermelo.

Le dichiarazioni nella Semifinale: La volete sapere una cosa? Allo spareggio io ero terrorizzato, ero diventato lombrico, ho già abbandonato tante maschere e non volevo abbandonare anche l’orsetto. Voi non lo sapete ma io sono papà di un piccolo orsetto, il mio piccoletto è un esploratore e quando iniziamo un’avventura insieme lui vede tante cose, le nota molto più di me. Piccoli sassi particolari, insetti, lui è in ascolto concentrato. Non si distrae. Mi sono accorto proprio ora, stando dentro questa maschera, che non potendo parlare per non svelare la mia identità io ho cominciato ad ascoltare e osservare di più tutto quello che c’è attorno a me. Guardare il mio piccolo orsetto mi fa diventare sempre più grande. Ma lo sapete che c’è un’isola molto bella dove ho lavorato, dove vorrei portare una signorina a ballare un mambo?

Il Cantante Mascherato 2: chi è la Tigre Azzurra?

Il Cantante Mascherato 2 - Tigre Azzurra

Il Cantante Mascherato 2 - Tigre Azzurra

- Assolutamente unica nel suo genere, solitaria per scelta. Samurai, guerriera, spirituale e grintosa. Nella maschera c’è una persona forte e aggressiva o fragile e romantica?

Le dichiarazione nella Presentazione: Tutti pensano che io non abbia paura di niente, sono in cima alla catena alimentare, nessuno può mangiarmi. La solitudine a volte ti dà l’idea di avere il mondo in mano, ma essere il più forte vuol dire che nessuno ti accudisce. Amici pochi e solitari, quindi non ci si vede quasi mai.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Sono la tigre azzurra, il mondo intero mi considera un animale, ma più animali di me sono quelli che mi cacciano. Io un po’ di pietà la riservo alle mie vittime, la bestia che è dentro di voi è molto più feroce di me. E’ facile per voi procurarvi il cibo senza sporcarsi le mani. Tutti pensano che io non abbia paura di niente, eppure ho una grande paura: la noia. Mi sento in dovere di interessare ma chi mi interessa non c’è. Mi piace ascoltare le storie, ma è raro che siano interessanti… anzi, se avete qualche storia interessante scrivete a tigreannoiata.it oppure mandatemi una lettera… ma mica ci viene il postino qui, ha una paura tremenda. E guarda che mica ti mangio, bello!

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Uscita dalla giungla, la mia fame atavica si è trasformata in fame di successo. Purtroppo, guardandomi intorno non vedo maschere appetibili, quindi l’unica maniera per mangiarmeli è quella di continuare a cantare. Milly, aggiungi un posto al tavola, che me li mangio tutti. Mi ha scritto una signora alla quale volentieri rispondo: “Gentile tigre, dopo averla vista in tv mi è presa la voglia di scriverle. Anch’io vivo in solitudine perchè mi sono separata da poco, la pandemia inoltre ha acuito questo triste stato d0animo, che consigli può darmi?“. Mia cara, nei momenti in cui dobbiamo fare conto solo su noi stessi, scopriamo la nostra forza. Io stesso, quando ho dovuto prendere una decisione molto importante per la mia salute, e sono stato costretto a misurarmi con le mie paure, questo ho fatto. Ora morsi e rimorsi li riservo alla tavola… Guarda il mare, il silenzio della solitudine è come una risacca, qualcosa prende e qualcosa lascia. Tieni quello che ti serve, e il resto lascialo andare. Bene continuate a scrivermi le vostre parole, le leggo la notte e le assaporo quando la giungla, come il mio umore, si fa più scura. Volete un indizio? Sono sempre stato secchione, ma senza pupa.

Le dichiarazioni nella Terza Puntata: Le mie insicurezze son talmente tante che non so più come mi chiamo.

- La Tigre Azzurra è estata eliminata nello spareggio iniziale della terza puntata: era Mauro Coruzzi.

Il Cantante Mascherato 2: chi è la Pecorella?

Il Cantante Mascherato 2 - Pecorella

Il Cantante Mascherato 2 - Pecorella

- E’ romantica e ci tiene a vestirsi con classe. Ha charme da vendere, un po’ distratta e smarrita, ma può anche rivelare qualcosa di sorprendente.

Le dichiarazioni nella Presentazione: Chi non mi conosce e si basa solamente sulla mia carriera non penserebbe mai a me come una pecorella e invece in questo momento non c’è niente che mi somiglia di più. Ultimamente mi sento proprio come una pecorella smarrita, in un mondo di predatori. Di solito affronto la vita molto seriamente, mi preoccupo di tutto, invece questa è la mia occasione per realizzare un desiderio che mi porto dentro da anni: essere un po’ più leggera sulle cose. Finalmente spensierata. La verità è che ho la grinta di un leone, dentro mi sento una tigre, ma queste maschere già c’erano. E allora ho deciso di assecondare il mio lato sensibile e diventare pecorella.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Io sono timida, non riesco a parlare così a ruota libera, forse è meglio se mi esibisco subito e poi lasciamo la parola alla giuria. In fin dei conti la pecorella è molto utile, ci dà lana e formaggio e se non riesci a dormire puoi sempre contare su di me. Sono fragile e insicura e ho bisogno di avere altre persone intorno a me, in questo sono molto simile alla mia maschera. Ma non tutte vanno bene; quando si tratta di condividere la mia vita preferisco la qualità alla quantità. Per questo sono uscita da un gregge importante e non rimpiango questa scelta. Lo so che potrà sembrarvi strano vedere una pecorella da sola, senza i suoi simili accanto, ma per il momento va bene così. Io vi faccio queste confessioni ma attenzione a non sottovalutarmi, non approfittate di questo momento di inaspettata bontà, perché in un attimo sono pronta a trasformarmi in un ariete in gradi di travolgervi. Occhio, eh!

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Scusate, avete detto spareggio? Mi ero messa comoda, pensavo di essermi salvata… e vabbè. Spero che tra il pubblico a casa ci sia qualche cavaliere pronto a salvarmi. Non è neanche un samurai, perchè io del Giappone conservo un ottimo ricordo. Comunque ok, se non avete mai visto una pecorella con la grinta di un leone, questo è il momento di stare attenti.

- La Pecorella è stata eliminata nello spareggio iniziale della seconda puntata: era Alessandra Mussolini (individuata da Flavio Insinna).

Il Cantante Mascherato 2: chi è il Gatto?

Il Cantante Mascherato 2 - Gatto

Il Cantante Mascherato 2 - Gatto

- E’ un gatto libero, guascone, furbo, affascinante, vestito moderno. Romantico, avventuroso e atletico.

Le dichiarazioni nella Presentazione: Il motivo per cui ho deciso di presentarmi a voi vestito così è perchè la vita mi ha portato a diventare gatto. Io come il gatto sono diventato solitario e indipendente, a volte sperduto ma sicuramente libero. Mi sento come uno di quei gatti selvatici che devono continuamente lottare per la sopravvivenza, ne ho vissute di avventure, quindi adesso so affrontare la vita da mille prospettive differenti: dall’alto di un tetto come dal basso di un vicolo abbandonato. Sotto questa maschera si nasconde un cuore ferito e deluso. Sono il gatto: amami come sono o non amarmi affatto. Ogni tanto mi piace osservare il mondo dall’alto, così posso avere una nuova prospettiva sulla vita. Chi più in alto sale più lontano vede, e chi più lontano vede, più a lungo sogna… e a me piace sognare.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Sapete che il gatto con i suoi baffi riesce a percepire le vibrazioni nell’aria? E io su questo palco sento una forte energia. Sono sicuro che farò una grande esibizione, sono pronto a cantare senza indugio. Con i gatti non si scherza, loro non ti offrono molte opportunità. Provate a tradire la fiducia di un gatto, potete farlo una volta ma difficilmente lo farete una seconda volta. Non consideratemi come uno di quei batuffoli coccolosi, che si acciambellano sul vostro divano, pronto a scappare appena gli date i croccantini; io mi sento come uno di quei gatti selvatici che deve lottare per la sopravvivenza, e per tutto quello che ho combattuto mi porto dietro qualche cicatrice. Mi devo ancora perdonare di aver permesso ad altre persone di influenzarmi, di avermi fatto fare scelte che non avrei dovuto e voluto fare, ogni volta che la mia volontà è stata condizionata da qualcun altro, è stato un disastro. Tutto sbagliato. Sono una persona che in passato si è sempre spesa per gli altri, nei rapporti di coppia, in famiglia, con gli amici. Non ho saputo volermi bene e forse ho dato troppo. Quindi, se ora graffio, mi dispiace, ma capitemi. Sotto questa maschera si nasconde un cuore ferito e deluso che ancora spera che la fuori ci sia una persona speciale in grado di capirmi e salvarmi.

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Questa sera sono più sereno… mannaggia la miseria, fatemi fare coming out. Ho avuto paura, ma l’emozione del debutto è passata e questo palco è diventato il mio terreno di caccia. Le altre maschere sono avvisate perchè io sono io, e voi non siete un gatto. La maschera ha il potere di farti essere quello che davvero vuoi essere, senza essere chi sei. Non avevo mai creduto a quest’affermazione, prima di provare sulla mia pelle la sensazione di essere gatto. Non me lo aspettavo, ma la protezione che offre la maschera ha permesso al mio desiderio d’amore di uscire prepotentemente, senza più controllo. Anche perchè non è un lato di me che mostro volentieri, forse per vergogna o per paura di sembrare debole. Capire cosa si nasconde nel profondo del mio animo vi potrà aiutare a scoprire chi sono? Io spero proprio di no. Mi piace la gara e questo tira e molla continuo con la giuria in cerca della verità. Ma non sarei un vero gatto se mi facessi acchiappare così facilmente… no?

Le dichiarazioni nella Terza Puntata: Se vi dicessi che siete fuori strada non mi credereste. Forse devo fare un mea culpa perché non vi ho dato troppi indizi. Più indosso questa maschera e più mi accorgo di quanto io sia simile al gatto. Come lui non so stare fermo, mi piace viaggiare, andare alla ricerca di posti nuovi, scoprire i colori della vita per poi assaporare ancora di più la dolcezza del ritorno nella mia tana. Come i gatti so adattarmi a qualsiasi situazione, ho vissuto la vita come un barone, un re, un rivoluzionario e anche un giullare. Niente può spaventarmi. Sapete come si dice? Quello che non uccide, fortifica. Forse ora vi ho detto troppo, qui ci vuole qualcosa che faccia vacillare le vostre certezze. Cari giurati, mettetevi comodi e godetevi questo omaggio. Spero che Patti abbia gradito il mio omaggio, ho rischiato un po’ con questo pezzo ma a me piacciono i rischi. Purché finisca bene e la giuria non mi mandi allo spareggio.

Le dichiarazioni nella Semifinale: Giurati…. Vi siete accorti che sto giocando con voi come il gatto con il topo? Sono un p0′ contrariato, perché vi ho mostrato i graffi del mio animo e non li avete capiti. Vi state concentrando solamente sul mio fisico, sui miei vestiti, ma l’abito non fa il monaco. Protetto da questa maschera, ho cercato in tutti i modi di aprirmi a voi, non penso di dover andare oltre, anche perchè non è elegante parlare di tutte le donne della mia vita. Non è piacevole ricordare quando ero bullizzato da piccolo, ancora mi brucia pensare a tutte le volte che sono state ritenuto inadatto. Nulla è come sembra, il atto è ancora pieno di sorprese. C’è sempre un perché nelle cose che ho detto e fatto finora, questo è il gioco, possibile che non avete notato niente neanche questa volta? Non ditemi che basta un paio di baffi per ingannarvi. Giuria su, rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare. Che bella questa gara, Milly, quante emozioni! Non posso raccontare cosa succedere dietro le quinte, non vedevo un tale fermento da quando sono stato a Sanremo. Per tutti i bambini a cui piace giocare a nomi cose e città, io sono molto utile.

- Il Gatto è stato eliminato nella semifinale: era Sergio Assisi (individuato da Flavio Insinna e Caterina Balivo)

Il Cantante Mascherato 2: chi è il Pappagallo?

Il Cantante Mascherato 2 - Pappagallo

Il Cantante Mascherato 2 - Pappagallo

- Il suo nome è Ara Rossa. Un dandy, passionale e appassionato, con look ispirato a quello di Daniel Day – Lewis in Gangs of New York.

Le dichiarazioni nella Presentazione: Le maschere non mi piacciono, in vita mia non ne ho mai indossata una. La mia vita è coloratissima, odio i grigi, amo la chiarezza e la libertà di spiccare il volo. Per me la libertà è tutto. Hanno cercato di rinchiudermi in una gabbia ma non ci sono mai riusciti, ho bisogno di passioni, di sogni, di progetti e di credere che domani sarà meglio di oggi. Questa è la benzina della mia vita, questo è il pappagallo, questo sono io.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Qualcuno pensava di essersi liberato di me? Tutti noi abbiamo un paio di ali, ma solo chi sogna impara veramente a volare e a vedere le stelle. In vita mia non ho mai indossato maschere, quello che vedete, sono. Io nella vita non indosso colori ma nonostante questo la mia vita è coloratissima. Sono elegante, passionale, amo divertire e intrattenere. Come vedete non riesco a stare fermo, devo muovermi, devo assaporare la vita, devo gustarla, devo saziarmi di essa. Non ho mai provato la noia ma, credetemi, mi ucciderebbe. La passione per la vita e la voglia di sognare la devo a mio padre, lui mi ha trasmesso il suo sorriso e, nonostante la sua vita non sia stata affatto facile, ha fatto di tutto per sostenere il mio sogno, a volte anche inventando una realtà che non c’era. E allora che diritto ho io di essere serio? Noi non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso. Ricordate, sono le passioni che scuotono la nostra vita, la catturano e la spingono verso mete meravigliose. Ecco perchè tutti prima o poi dobbiamo imparare a volare. Mi avvio al banchetto della vita.

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: La scorsa puntata non mi avete scelto, devo ancora capire se siete simpatici o antipatici. Ognuno di noi ha il suo colore, io non dipingo quello che vedo, ma quello che vivo. Evito di prendermi sul serio, la vita è bella e va vissuta fino in fondo. Il mio fascino non passa mia inosservato, ho sempre avuto molto successo con le donne. Per me, la libertà è tutto: hanno cercato di rinchiudermi in una gabbia, ma non ci sono mai riusciti. Sono sempre stato un po’ ribelle e non sopporto gli schemi fissi, a meno che non siano schemi che ho creato io. La prima volta che ho assaporato la libertà è quando ho spiccato il volo per inseguire il mio destino. Mi ero imposto di convincere il mondo di una cosa che sapevo solo io, ma alla fine ci sono riuscito. I sogni vanno protetti e avere la fortuna di trovar qualcuno che li rispetta e avere la fortuna di trovare qualcuno che li rispetta è la più grande fortuna che possa capitare nella vita. Come diceva Walt Disney: pensa, credi, sogna e osa. E spicca il volo!

Le dichiarazioni nella Terza Puntata: Mi fa molto piacere rivedervi, ognuno ha la sua storia, basta coglierne le sfumature. Ci siete quasi, o forse no, qualcuno di voi mi conosce veramente bene. Tutto questo è estremamente divertente ed è soprattutto il motivo per cui ho scelto di vivere quest’avventura. Vedete, per capire chi sono basta aggiungere un po’ di colore e tutto prende un’altra luce. Io sono come questo fiume, nasce in maniera turbolenta da cascate e correnti, ma dopo le curve, in pianura scorre gentile e in ogni ansa riserva qualche sorpresa. La vita in fondo è tutta una sorpresa, lasciamoci stupire mentre inseguiamo i nostri sogni. Datemi solo un minuto per rifiatare, cantare con questa maschera è veramente faticoso. Devo ringraziarti Milly, ma ho bisogno di fare delle vacanze.

Le dichiarazioni nella Semifinale: Ognuno di noi è speciale e nessuno è uguale a un altro. E’ vero, ci avete preso, sono uno showman, grazie a mio padre mi scorre il sacro fuoco dell’arte nelle vene fin da quando ero piccolo. Pensate di avermi riconosciuto? Mi è sempre piaciuto giocare con voi, impiastricciarmi le mani e vedere che effetto fa. Picasso diceva: quando non ho più blu, metto il rosso. Come vi dicevo, non riesco a stare fermo. Da piccolo ero bruttino, le ragazze non mi si filavano. Ho subito atti di bullismo, gli altri non mi accettavano poi quando sono sbocciato e ho preso in mano la mia vita tutto è cambiato. I miei colori sono diventati unici. La vita non è uno spettacolo in bianco e nero è un arcobaleno inesauribile di colori, ognuno deve trovare il suo. Vi do una notizia, ho un pensiero che mi gira da giorni nella mente: mi mancherà moltissimo venire qui e cantare per voi.

Il Cantante Mascherato 2: chi è la Farfalla?

Il Cantante Mascherato 2 - Farfalla

Il Cantante Mascherato 2 - Farfalla

- Di coraggio ne ha tanto, è combattiva. Simbolo di cambiamento, porta buonumore.

Le dichiarazione nella Presentazione: Quanto mi piace questa maschera, l’idea di indossarla mi ha affascinato fin da subito. Io mi sento molto farfalla… La farfalla è attratta dalla luce, è sempre in movimento, ma la cosa che mi intriga di più è che come me cambia, si evolve, si trasforma. Io sono proprio così: sono stata bruco, crisalide e oggi, eccomi, sono così e mi piaccio molto. Sono consapevole della mia bellezza. Intimidisce le persone? Forse, ma non mi importa molto: chi mi conosce sa che sono molto più alla mano di quel che credete. Sembrerò anche un piccolo insetto leggero, delicato e colorato, ma un mio gesto può avere enormi conseguenze. Conosci l’effetto farfalla? Piccole azioni possono contribuire a generare grandi cambiamenti. In genere in meglio, basta avere coraggio. Voglio essere sempre nuova, migliore del giorno prima e sorprendere chi mi guarda.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Una farfalla fragile e delicata? Non giudicate dalle apparenze, sarebbe un errore. Sono molto più forte di quello che pensate. Aspettate di sentirmi cantare… sono una muchaca muy caliente. Eccomi, sono la farfalla. L’idea di indossare questa maschera mi ha intrigato fin da subito, io mi sento molto farfalla. Penserete per la leggerezza, per la delicatezza e per la bellezza dei colori. No, non è per questo: la farfalla è qualcosa di particolare, si evolve, si trasforma, io sono proprio così, l’ho fatto mille volte e ancora non mi sono stancata di cambiare, non credo lo farò mai. Vanitosa? No, assolutamente no, sono solo consapevole di essere una bella farfalla. Non sono sempre stata così. Chiusa nel mio bozzolo, non mi sentivo bella, non avevo capito di esserlo, credo che questa sia stata anche la mia fortuna, mi ha permesso di crescere non confidando solo nella bellezza, ma di coltivare cose per me più importanti: la sensibilità, la curiosità, i sentimenti. Come tutte le farfalle sono attratta dalla luce, ho fame di luce, sia quella del mio spirito, che quella che mi circonda. Tutti nasciamo con un bruco dentro; il nostro lavoro è dargli le ali e insegnargli a volare. Ma lo sapete che le farfalle non riescono a vedere le proprie ali? Anche le persone sono così. Io ho impiegato una vita per imparare a farlo. Che dire? Sono così belle. Un sogno? Farvi entrare nel mio mondo e farvi assaggiare un pezzettino della luce che mi porto dentro. Siate farfalle anche solo per un momento, non ve ne pentirete.

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Vedere le vostre facce brancolare nel buio è divertente, ma questo è il gioco delle parti… riuscirete a prendermi? Non credo. Io sono libera. Prima di cominciare ero molto tesa, cantare dietro una maschera è difficilissimo. Poi sono salita sul palco e sono ritornata me stessa, mi sono divertita. Adoro cantare, è la mia vita, ma fate attenzione: non è l’unico colore delle mie ali. E’ vero, oggi sono così, ma è stato un percorso difficile, ho dovuto imparare a gestire la mia eccessiva sensibilità, spesso mi ha fatto star male. Ero troppo giovane, tutto insieme, tutto troppo presto, ma alla fine ce l’ho fatta: mi ha salvato l’amore, il moto della mia vita. Non ho mai perso quella dimensione di sogno un po’ zuccheroso e sdolcinato, mi piacerebbe vivere come in un film romantico. Sì, lo so, sono un’ingenua, ma mi piace essere così, come una farfalla, bellissima.

Le dichiarazioni nella Terza Puntata: Mi hanno sempre etichettata come introversa, timida, anche un po’ scostante, ma non sono così. Dentro di me batte un’anima rock. Vi ho sorpreso anche questa volta, io cambio sempre, per questo siete confusi. Sono contenta, era esattamente quello che volevo: giocare con voi. Ho vissuto molte vite e mi sono piaciute tutte, ho imparato da tutte e ho fatto anche molti errori, ma in fondo chi se ne importa? Io sono così, tutto o niente. Non ho smesso mai di sognare e ho ricevuto il più grande dono che la vita possa regalare, il mio piccolo bruco, l’ho aspettato tanto. Sentirsi chiamare mamma è meraviglioso, la più bella tra le mie canzoni, questa è l’unica cosa che non vorrei cambiasse mai nella mia vita. Sono orgogliosa di lui, della mia piccola, bellissima farfalla. Siamo alla terza puntata e sono un po’ delusa dalle vostre deduzioni. Non vorrei essere costretta ad allontanarmi da voi come ho fatto in passato con altri miei amori. E’ dura essere una donna, figuratevi una farfalla! Forza, impegnatevi di più.

Le dichiarazioni nella Semifinale: Grazie a questa maschera riesco ad essere veramente me stessa. Mi fate arrossire, mi sto divertendo come una bambina. Chi sono? Tensione ed eccitazione… confesso che mi piacerebbe vincere questa gara, è tanto che non succede. Cantare senza il peso della mia identità è sorprendente, è bellissimo far sentire la propria voce, quella e basta. Chiunque tu sia. Io spesso sono stata solo quella che ha fatto… insomma… le solite etichette. Quelle che ti si appiccicano addosso e fai fatica a mandarle via. Questa maschera me ne ha dato l’occasione e la ringrazio. Pochi sono in grado di sentire veramente chi sei. Se riuscirete a farlo anche solo per una volta sarete liberi come me e riconoscerete la farfalla. Lo so che finirà, siamo ad un passo dalla finale e vi vedo ancora brancolare nel buio. Voglio aiutarvi con un indizio che richiede un minimo di doti vocali. Come ogni farfalla che si rispetti, amo il cambiamento. La forza delle canzoni è che arrivano dritte al cuore, spero di poter catturare il vostro e continuare questa splendida avventura, non fate scherzi.

Il Cantante Mascherato 2: chi è il primo Baby Alieno?

Il Cantante Mascherato 2 - Baby Alieno

Il Cantante Mascherato 2 - Baby Alieno

- I bambini lo stanno aspettando, ballerà con loro.

Le dichiarazione nella Presentazione: Il collegamento è un po’ disturbato, forse perchè sono su un altro pianeta. Arrivo subito, speriamo di non trovare traffico sulla via lattea… Ho trovato due buchi neri.

Le dichiarazioni nella Prima Puntata: Questo è il mio pianeta, si chiama… vabbè, troppo difficile per voi. Io sono un piccolo alieno, nato da poco, ho più o meno 50 anni e, vi sembra strano, ma sono un bambino. Vi devo confidare un segreto: ho sempre coltivato la passione per il canto ma qui non canta nessuno. Sono l’unico! Poi un giorno ho scoperto voi… c’è un pianeta dove si può cantare, è meraviglioso, e poi guardateli, sono tutti più strani di me. Ho deciso, devo andare lì… Sei sicuro? Noi alieni abbiamo una personalità un tantino conflittuale dentro di noi, spesso siamo d’accordo, ma non questa volta. Mai quando si tratta di cantare. Sarà un viaggio lungo, forse pericoloso ma il coraggio non mi è mai mancato. Non mi sentirò solo perché di fronte a me ho il mio sogno. Il bello di un viaggio è poter perdersi per poi ritrovarsi e pensare che il tempo non sia mai passato. Questo è lo spirito con cui si affronta un’avventura che può durare tutta la vita. Eccomi, sono nello spazio infinito, un po’ di compagnia non guasterebbe. Nell’attea, è meglio che impari un po’ di canzoni, non voglio mica fare brutta figura. Ragazzi, caricate il repertorio “canzoni terrestri”. Ora sono pronto. Ma dove mi avete portato? Mi tocca fare tutto a me. Amo questo programma, amo la musica terrestre. Milly, dimmi chi c’è dietro il pappagallo, e il gatto e la giraffa, io li amo tutti ma non ti lascerò perdere se non mi dici chi è il pappagallo.

- Il Baby Alieno si è ritirato al termine della prima puntata: erano I Ricchi e Poveri.

Il Cantante Mascherato 2: chi è il secondo Baby Alieno?

Il Cantante Mascherato 2 - Baby Alieno

Il Cantante Mascherato 2 - Baby Alieno

Le dichiarazioni nella Seconda Puntata: Eccomi qua! Il mio collega purtroppo non ce l’ha fatta e diciamo che questa esperienza lo ha cambiato un po’ dentro. Ma noi alieni, si sa, siamo testardi. Siamo? Sono? Boh, chi può dirlo? Lo scoprirete solo se sarete bravi. Comunque è vero, qui dentro fa un caldo infernale, ma non commetterò lo stesso errore. Ho un’arma segreta, così non mi ferma nessuno… “mi” oppure “ci”? Sono arrivato da poco ma già vi voglio bene, quanto è bello il vostro paese. Uno arriva e non può non farsi un giro fuori porta quindi.. ho visto moltissime città meravigliose ma c’è una città che è rimasta nel mio cuore, quasi quasi ci vivrei.

- Il secondo Baby Alieno è stato eliminato al termine della seconda puntata: erano Gigi e Ross.



Articoli che potrebbero interessarti


Katia Ricciarelli è la Giraffa
Il Cantante Mascherato 2: eliminati Tigre Azzurra (Mauro Coruzzi) e Giraffa (Katia Ricciarelli)


Gigi e Ross
Il Cantante Mascherato 2: fuori Baby Alieno (ancora!). Erano Gigi e Ross


Alessandra Mussolini è la Pecorella
Il Cantante Mascherato 2: eliminata la Pecorella. Era Alessandra Mussolini


Baby Alieno, Il Cantante Mascherato
Il Cantante Mascherato: Baby Alieno torna in gara con una nuova identità

1 Commento dei lettori »

1. ale88 ha scritto:

29 gennaio 2021 alle 22:46

pecorella = nina palmieri



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.