7
settembre

Agorà: Luisella Costamagna debutta senza impaccio. E già fa la prima della classe

Agorà, Luisella Costamagna

La nuova edizione di si è aperta in un clima da primo giorno di scuola. Sul serio: nel talk show condotto quest’anno da è suonata pure la campanella di avvio delle lezioni. Pardon, trasmissioni. E in studio – prima ancora che in alcuni istituti – è comparso addirittura l’ormai famoso banco a rotelle. La ripartenza dell’istruzione, del resto, era proprio uno dei temi principali della puntata.

All’avvio odierno, l’alunna Costamagna ci è arrivata abbastanza preparata. La giornalista, che negli ultimi anni ha frequentato assiduamente gli studi televisivi in qualità di opinionista, si è infatti dimostrata a suo agio nel contesto non certo inedito della trasmissione affidatale. Il primo compito, Luisella lo ha svolto con decoro: apprezzabile anche la sua scelta di non soverchiare gli ospiti, agevolata però da una puntata piuttosto tranquilla nei toni e priva di quegli accesi contrasti tra le opinioni che inevitabilmente arriveranno nel corso della stagione.

Al di là delle formalità da ritorno in classe, saranno infatti le circostanze quotidiane il vero banco di prova di Agorà (e, in generale, di tutti i talk show che in queste settimane riapriranno i battenti). In questo senso, promette bene il guizzo da prima della classe avuto oggi dalla Costamagna nei confronti del senatore Durigon. Su una lavagna posta in studio, il politico leghista stava scrivendo un proprio quesito alla ministra Lucia Azzolina (“E sicura di aver fatto bene…”) e la conduttrice lo ha richiamato per l’assenza di accento sulle e.

Interessante, all’interno della puntata, la parte dedicata ai corrispondenti Rai da Berlino, Parigi e Londra per il racconto della ripartenza scolastica all’estero. Sempre utile ampliare lo sguardo. Punto debole, invece, l’intervista alla ministra dell’Istruzione. Al cospetto dell’esponente governativa, la conduttrice si è particolarmente ingentilita ed ha avanzato poche obiezioni. Anzi, quando la deputata pentastellata ha parlato di 11 milioni di mascherine in arrivo giornalmente nelle scuole, la giornalista ha sottolineato: “Un record italiano che possiamo rivendicare“.

Per la nuova edizione di Agorà, insomma, esordio superato senza particolare impaccio. Ma con una dimenticanza (veniale?): all’avvio del nuovo corso, non è stata menzionata Serena Bortone, che nelle ultime tre stagioni era stata alla guida del programma mattutino di Rai3.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Franco Di Mare
Franco Di Mare: ecco perché ho fatto fuori Sottile e la Guida da Rai 3. Sulla Costamagna ad Agorà: «E’ forte, farà benissimo»


Franco Di Mare
Franco Di Mare: «Ho sostituito Sottile per valorizzare gli interni». Ma ad Agorà arriva l’esterna Costamagna


Massimo Ranieri
Rai 3, palinsesti 2020/2021: Massimo Ranieri in prima serata, fuori Salvo Sottile da Mi Manda Rai3. E Luisella Costamagna scalpita


Serena Bortone, Agorà
Coronavirus, Agorà torna in onda dopo «doverosi accertamenti sanitari»

2 Commenti dei lettori »

1. vicky ha scritto:

7 settembre 2020 alle 20:34

BOCCIATA.



2. Mauro ha scritto:

7 settembre 2020 alle 20:45

A me non è affatto dispiaciuta. L’ho trovata degna erede della Bortone. L’unica differenza è che Luisella da opinionista era più “cattiva” da conduttrice improvvisamente non lo è più così tanto. Come mai? Direttive da rispettare?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.