4
luglio

Georgia Luzi accusa: «Un collega per il troppo amore mi lanciò una sedia. Ego spropositato ma mira scarsissima»

Georgia Luzi

Georgia Luzi

Il troppo amore per il mestiere di conduttore e una richiesta di aiuto indirizzata non si è capito a chi sono le scusanti che Pierluigi Diaco ha usato per giustificare le sue intemperanze a Io e Te. In pochi, fortunatamente, comprendono e credono a questi ‘atteggiamenti riparatori’. E’ il caso di Georgia Luzi, da qualche stagione fuori dal giro che conta in TV, che ha deciso di levarsi un macigno proprio nei confronti di un collega (senza farne il nome) che per il ‘troppo amore’ le lanciò una sedia.

La conduttrice si sfoga così in un lungo post su Instagram:

“C’è chi sceglie il silenzio. E chi decide di esporsi. E ad entrambi va il mio rispetto. Nella mia vita lavorativa ci sono stati periodi in cui ho accettato e subito parole (e non solo) che forse avrei dovuto combattere ancor più energicamente di quanto abbia fatto. Anche se 1 metro e 60 di “bionditudine” non avrebbe spaventato nessuno. In quel momento… ho scelto di non “denunciare” almeno pubblicamente (ho continuato a lottare ogni giorno in silenzio, la testa non l’ho mai piegata). Sapevo a cosa sarei andata incontro e ho avuto paura. Paura di perdere il lavoro, di non essere creduta, di essere donna in un mondo di uomini. Perché alle donne che scelgono di dire di “no” vengono fatte le pulci, ne vengono contestati i tempi e i modi (…) e così da vittime passiamo a carnefici”.

Il ‘racconto’ continua con la dura accusa ad un collega di lavoro che le ha riservato in passato parole e atteggiamenti violenti:

Queste persone sono le stesse che giustificano la propria condotta (meschina) con il “troppo amore” che mettono nelle cose che fanno. Il troppo amore… (un po’ come quelli che ti picchiano perché ti amano troppo). Quindi, quelli educati e perbene per far capire quanto ci tengono al proprio lavoro, devono insultare qualcuno. Quindi, vale tutto?! Eh no. Minacce, urla, parolacce non valgono. Arroganza, presunzione, violenza verbale, non valgono. E allora mi viene in mente quando un “collega” mi lanciò una sedia. E solo per aver espresso il mio parere. Fortunatamente il “caro collega” aveva sì un ego spropositato, ma anche una mira scarsissima. Mi ribellai… e nel tempo ho pagato le conseguenze anche di quello.

Di chi starà parlando la Luzi? Chi sarà questo ‘fenomeno’ di collega? La conduttrice, nelle sue esperienze sul piccolo schermo, ha lavorato sempre in coppia; l’ultima nel 2017 con 4 Mamme su FoxLife insieme a Flavio Montrucchio. In precedenza, è stata volto di Rai 1 dal 2011 al 2013 di Unomattina Storie Vere (l’attuale Storie Italiane di Eleonora Daniele) con Savino Zaba; prima ancora ha condotto con Marco Liorni Perfetti Innamorati; nel 2010 l’esordio a Unomattina Estate proprio con il discusso Pierluigi Diaco e il bis l’anno dopo con Gerardo Greco.

Visualizza questo post su Instagram

C’è chi sceglie il silenzio. E chi decide di esporsi. E ad entrambi va il mio rispetto. Nella mia vita lavorativa ci sono stati periodi in cui ho accettato e subìto parole (e non solo) che forse avrei dovuto combattere ancor più energicamente di quanto abbia fatto. Anche se 1 metro e 60 di “bionditudine” non avrebbe spaventato nessuno. In quel momento…ho scelto di non “denunciare” almeno pubblicamente (ho continuato a lottare ogni giorno in silenzio, la testa non l’ho mai piegata). Sapevo a cosa sarei andata incontro e ho avuta paura. Paura di perdere il lavoro,di non essere creduta, di essere donna in un mondo di uomini. Perchè alle donne che scelgono di dire di “no” vengono fatte le pulci, ne vengono contestati i tempi e i modi (“come mai hai scelto di parlarne adesso e non prima?” “Ma non lo sai che i panni sporchi si lavano in casa???”) e così da vittime passiamo a carnefici. Queste persone sono le stesse che giustificano la propria condotta (meschina) con il “troppo amore” che mettono nelle cose che fanno. Il troppo amore…(un po’ come quelli che ti picchiano perché ti amano troppo). Quindi, quelli educati e perbene per far capire quanto ci tengono al proprio lavoro, devono insultare qualcuno. Quindi, vale tutto?! Eh no. Minacce, urla, parolacce non valgono. Arroganza, presunzione, violenza verbale,non valgono. E allora mi viene in mente quando un “collega” mi lanciò una sedia. E solo per aver espresso il mio parere. Fortunatamente il “caro collega” aveva sì un ego spropositato, ma anche una mira scarsissima. Mi ribellai… e nel tempo ho pagato le conseguenze anche di quello. Ancora oggi dà fastidio e fa paura che una donna abbia una testa pensante, abbia un’opinione e le sia data anche la libertà di poterla esprimere. Non permettete a nessuno di dirvi cosa potete o non potete dire, abbiate coraggio e siate gentili. Il loro “potere” è nulla di fronte alla vostra fierezza. E invece delle lacrime di coccodrillo, basterebbe portare rispetto. Perché siamo tutti UGUALI. P.s. ora direte che sto a rosicà in quanto attualmente non sto lavorando ad un programma; lo aggiungerò alla lista dei motivi per cui rimanere in silenzio.

Un post condiviso da georgialuzi (@georgialuzi) in data: 3 Lug 2020 alle ore 12:28 PDT

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


4 mamme - Roberta Cavallo
4 mamme: su Fox Life ci si sfida anche a fare il genitore. Conducono Flavio Montrucchio e Georgia Luzi


Georgia Luzi - Ama e Fai Ciò Che Vuoi - Rai Premium
I LOVE YOU 2 – AMA E FA CIO’ CHE VUOI: SU RAI PREMIUM SI RACCONTANO LE STORIE D’AMORE PIU’ CELEBRI


Leila - Secret Story
DM LIVE24: 27 LUGLIO 2014. IL FRAGOLONE ARRESTATO, LEILA DEL GF6 A SECRET STORY (IL GF FRANCESE), GEORGIA LUZI VS SUOI EPURATORI


Georgia Luzi
DM LIVE24: 15 APRILE 2014. MEDIASET STUDIA UN CANALE SOAP – STUDIO APERTO… E RINNOVATO – GEORGIA LUZI E LA SPARIZIONE DA RTL: CI SONO UOMINI CHE NON SONO TALI

14 Commenti dei lettori »

1. Alex ha scritto:

4 luglio 2020 alle 11:42

Questa è come la Cuccarini… con il coraggio a metà… dai fate anche i nomi (che tanto si è capito chi è) altrimenti fate solo la figura delle opportuniste… oltretutto la Luzi ha aspettato 10 anni a dirlo solo ora perchè l’ha fatto la Cuccarini. Ecco sono arrivate le Asia Argento della tv.



2. Maurizio ha scritto:

4 luglio 2020 alle 12:32

Essendo sparita dalla tv la Luzi doveva pur trovare il modo per dimostrarci che invece esiste ancora. Mi domando chi sarà la prossima.



3. PeppaPig ha scritto:

4 luglio 2020 alle 21:07

La cattiveria dei commenti quando si tratta di conduttrici donne fa già da sola capire tante cose.

Georgia Luzi è stata a mio avviso la conduttrice più promettente apparsa negli ultimi dieci anni, e tuttora la preferisco sicuramente a quasi tutte quelle che si vedono attualmente in tv. Con Savino Zaba formavano la coppia di conduttori più affiatata che io ricordi, e sarebbe davvero una delusione se scoprissi che era lui il lanciatore di sedie (ma non credo proprio). Lei ha raccontato da sempre che la sua epurazione dalla tv è stata causata alla sua scelta di non cedere a compromessi e di non piegare la testa di fronte a personaggi “potenti”, non è che lo dice adesso. E io non stento a crederle perchè le carte per sfondare ce le aveva tutte. Purtroppo la sua è una parabola che è toccata a quasi tutti coloro che non hanno accettato certe dinamiche. Ma non ve lo chiedete mai perchè certe persone spariscono nel nulla e altre meno meritevoli sono sempre in onda? Che mondo di anime belle ….

Certo, adesso mi piacerebbe anche sapere chi è il lanciatore di sedie. Escluderei Zaba e Liorni, ma direi anche Montrucchio. Restano Diaco e Greco ….



4. Maurizio ha scritto:

5 luglio 2020 alle 10:14

mi fa sorridere che qualcuno non abbia ancora capito chi è il lanciatore. e poi ma chi sarebbero tutti questi conduttori non meritevoli di stare in onda oggi per dare il posto alla cuccarini e alla luzi. senzi nomi certi commenti lasciano il tempo che trovano! adesso lo dice però che ha lanciato la sedia non prima ma anche lei niente nome. Caspita neanche fosse la mafia!



5. Alex ha scritto:

5 luglio 2020 alle 10:16

solidarietà femminile



6. Giancarlo ha scritto:

5 luglio 2020 alle 11:58

Ma se il potente se lo è sposato e dai basta con ste commedie poi diaco fino allo scorso anno era sparito anche lui dalla tv



7. Maurizio ha scritto:

5 luglio 2020 alle 12:31

Appunto! Cuccarini e Luzi se la prendono con presunti (pre)potenti ma poi si sposano i produttori televisivi.



8. stefanor ha scritto:

6 luglio 2020 alle 19:01

a sentire certi commenti maschili/maschilisti, c’e’ solo da rispondereù
”’vi meritate Diaco per tutta la vita!!!!!!”



9. PeppaPig ha scritto:

6 luglio 2020 alle 21:11

Stefanor, quando vedo nick che intervengono solo per dare addosso a certi personaggi (e per difenderne altri) mi faccio qualche domanda …

Mi viene in mente la campagna mediatica negativa che ha subito per anni Adriana Volpe. A suon di sentir dire di lei le cose più infamanti avevo finito per crederci, almeno in parte. Al GF è emersa una persona lontana galassie da come la descrivevano i suoi detrattori, positiva, solida, equilibrata, intelligente, seria. In sintesi, davvero una bella persona. E in Rai l’hanno massacrata, A mettere in giro brutte voci sulle persone si fa molto presto. E’ triste che lo si faccia per superficialità, è squallido che lo si faccia per tornaconto personale.



10. Alex ha scritto:

7 luglio 2020 alle 10:56

qui ci sono certi (improbabili) nick che intervengono solo per commentare i commenti degli altri



11. stefanor ha scritto:

7 luglio 2020 alle 11:52

Diaco e i suoi accoliti si commentano da soli, non ci sono piu’ parole!!!!!!



12. Stefanor ha scritto:

7 luglio 2020 alle 13:47

ognuno ha il diritto di esprimere le proprie opinioni!



13. Maurizio ha scritto:

7 luglio 2020 alle 15:09

Alex io qui vedo nick pro Cuccarini, Luzi, Ventura, ecc… insomma gli avvocati delle cause perse



14. stefanors ha scritto:

7 luglio 2020 alle 18:55

Cara Peppa qui quando hanno finito i loro bersagli, sparano nel
mucchio!!!!!!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.