11
gennaio

Pomeriggio Cinque, il Comitato media e minori: «Scene che sviliscono la donna, valore diseducativo»

Pomeriggio Cinque

Pomeriggio Cinque ha trasmesso “scene che sviliscono la figura femminile” e che “perciò hanno valore diseducativo“. Lo ha stabilito il Comitato d’applicazione del Codice media e minori nella seduta del 16 dicembre scorso. A darne notizia è stato il Tg5, che ieri nell’edizione delle 13 ha riportato la denuncia dell’autorità in merito alle puntate trasmesse il 15 e 18 ottobre scorso

Dobbiamo dare conto adesso di una notizia che riguarda la seduta del 16 dicembre del Comitato d’applicazione del Codice media e minori, che ha ravvisato una violazione del codice stesso nelle puntate di Pomeriggio Cinque trasmesse il 15 e 18 ottobre scorso per la messa in onda in fascia protetta di scene che sviliscono la figura femminile e perciò hanno valore diseducativo, rilevando l’inadeguatezza dei modelli femminili proposti dal programma ad un pubblico minorile“.

Questo il comunicato letto al Tg5 dalla giornalista Simona Branchetti. Le violazioni ravvisate dal Comitato ministeriale, in effetti, risalgono a puntate di Pomeriggio Cinque in cui l’asticella del buon gusto aveva registrato oscillazioni al ribasso.

Il 15 ottobre, nello specifico, il programma di  aveva dato spazio alle tecniche di seduzione della p0rn0 attrice Malena, la quale – in un servizio – proponeva i propri segreti per far capitolare un uomo e indossava indumenti intimi provocanti. Una visione non proprio consona alla fascia di messa in onda della trasmissione.

Il 18 ottobre, invece, negli studi di Pomeriggio Cinque si consumava un edificante botta e risposta tra l’opinionista Roger Garth e la soubrette Manuela Ferrera, che, esibendo il proprio décolleté, mostrava i passaggi per ottenere un’abbronzatura perfetta tutto l’anno. “Ti vedo un po’ bianchiccio…” diceva la donna a Garth, litigando con lui. E quest’ultimo ribatteva:

Preferisco essere sbattuto in questo modo che come sei sbattuta tu in un altro. Sei volgare…“.

Non sappiamo se gli episodi contestati dal Comitato d’applicazione del Codice media e minori siano stati specificamente questi. Certo è che la scure del Comitato stesso è tornata ad abbattersi sul programma di Canale5, come già era accaduto in passato (in riferimento alla puntata del 25 settembre scorso) per il proponimento di “un modello femminile stereotipato e diseducativo“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pomeriggio Cinque
Lockdown, a Pomeriggio Cinque scatta la protesta contro De Luca: «Fallito, te ne devi andare!» – Video


Pomeriggio Cinque
Barbara D’Urso conferma le rivelazioni di Morra e Del Vesco al GF VIP ma si rifiuta di fare i nomi. Ora si indaghi!


Patrizia De Blanck nuda al GF VIP
Patrizia De Blanck completamente nuda al GF VIP (in diretta a Pomeriggio 5) – VIDEO


Barbara D'Urso - Pomeriggio Cinque
Carmelita percula (giustamente!) Signorini – Video

3 Commenti dei lettori »

1. controcorrente ha scritto:

11 gennaio 2020 alle 16:27

ma e’ l’intera Canale 5 e da anni.. che fa’ questo… e questi si svegliano ora ? feccia unica



2. Alex ha scritto:

11 gennaio 2020 alle 17:46

io trovo molto ma molto più trash quando il programma concorrente si occupa ossessivamente di un caso di cronaca parlandone sistematicamente ogni giorno anche se effettivamente non c’è nulla di nuovo di cui parlare.



3. Marco Urli ha scritto:

11 gennaio 2020 alle 18:25

La pornografia vera è meno pornografica di questi vergognosi (per usare un eufemismo) programmi.
Tutte le trasmissioni di Barbara D’Urso e e i vari reality come Isola, Gf, Uomini e Donne, Temptation Island andrebbero aboliti per sempre.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.