2
novembre

Bake Off Italia 2019, Rosario è una furia: «Mi sono rotto le palle». Benedetta Parodi perde la pazienza

Bake Off 2019 - Rosario

Bake Off 2019 - Rosario

Ricordate quanto avvenuto la scorsa settimana a Bake Off Italia? Il maestro siciliano Rosario era stato accusato di aver “rubato” una delle preparazioni di Martina e, dinanzi alla richiesta di spiegazioni di Benedetta Parodi, aveva negato il proprio coinvolgimento, che invece le telecamere testimoniavano. Ebbene, nella decima puntata in onda ieri sera la scena si è ripetuta, ma con toni più alti ed un grosso colpo di scena. 

Bake Off Italia 2019: Rosario rifiuta di fare la prova tecnica e viene eliminato

Tutto è avvenuto ancora una volta durante la prova tecnica: i concorrenti dovevano replicare la Kransekake di Ernst Knam e Rosario, dopo aver contestato la ricetta – a suo dire sbagliata per quanto concerne la misurazione dei dischi di pastafrolla da realizzare – è stato nuovamente accusato di “furto”. Il giovane Riccardo non trovava alcuni dischi già pronti e, dal momento che condivideva l’abbattitore con Rosario e Martina, la Parodi ha interrogato entrambi per capire cosa fosse accaduto. Martina, però, aveva deciso di non usare affatto l’abbattitore, proprio per evitare altri incidenti, dunque la colpa è ricaduta su Rosario.

Lui ha dapprima ironizzato sulla cosa, dicendo “Le ho rubate io, sono sempre io che rubo le cose…” e, quando Benedetta ha a sua volta ironizzato chiedendogli “Ti senti in colpa, Rosario? Sai, excusatio non petita…“, lui ha ricordato di essere già stato accusato di un furto che in realtà non aveva commesso. I dischi sono stati contati e a Rosario ne mancava addirittura uno; lui, poco dopo, ha alzato la voce, visibilmente turbato, accusando la conduttrice di non credergli ed incrociando le braccia, rifiutando così di portare avanti la prova.

“Io non faccio più un ca**o, basta, mi sono rotto le palle, minch**! Io non voglio che mi accusino di rubare delle cose, perchè non l’ho fatto. Se mi mancano addirittura le basi, come ho fatto a rubare? (…) Conta, che ca**o conta?”

La Parodi ha tentato in un primo momento di appianare la situazione, dicendogli che era suo compito fare queste indagini in caso di furti ma, dinanzi all’atteggiamento recalcitrante di Rosario, ha perso la pazienza e gli ha ricordato che, considerata la sua professione, avrebbe dovuto dare un esempio migliore ai propri allievi.

“Guarda Rosario, non trovo che sia un atteggiamento né intelligente né costruttivo, soprattutto da un professore che dovrebbe dare l’esempio, un educatore. Tu non accetti di essere giudicato, non mi piace tanto. Comunque, ognuno gioca a modo suo”

Al momento degli assaggi il piatto di Rosario era ovviamente vuoto e la Parodi, dopo aver raccontato ai giudici quanto avvenuto, ha chiesto loro di prendere una decisione definitiva: Rosario è stato così eliminato e poi invitato senza tanti complimenti a lasciare il tendone. Una scena decisamente fuori contesto per il programma, i cui toni sono sempre stati molto ovattati, che ha stonato e mostrato una Parodi molto dura, diversa da quella che il pubblico ha imparato a conoscere negli anni. Rosario ha detto che aveva una reputazione da difendere e che non aveva mai rubato neanche una caramella in vita sua, e lei ha chiosato così:

“Rubare è una parola grossa, a volte magari le cose si prendono per sbaglio. Ci tengo solo a dire che nessuno ti ha accusato, sono solo state fatte diciamo delle indagini giocose, perchè questo è un gioco, come sono sempre state fatte in sette anni sotto il tendone. Detto questo, io ti saluto, ti ringrazio e ti invito a lasciare il tendone”

Aldilà del momento imbarazzante e decisamente poco “giocoso”, ciò che colpisce maggiormente è il fatto che, a differenza di tutte le altre volte in cui si sono verificati dei “furti” sotto il tendone, non sono state mostrate immagini che testimoniavano il fatto. Dunque al pubblico non sono state fornite prove di quanto accaduto, cosa che ha reso il tutto ancora più penoso.

L’uscita di scena di Rosario ha di fatto salvato un altro concorrente, dal momento che erano previste due eliminazioni per quella puntata, nonché una quarta prova lampo per stabilire il peggiore tra i peggiori. Ma, quasi compensando l’uscita di scena così fredda ed ostile di Rosario, ad abbandonare il tendone, stavolta tra la commozione di tutti e un grande affetto generale, è stato nonno Antonino.

Bake Off 2019: cosa è successo nella decima puntata

Prova creativa: Crostata Geometrica
Prova Tecnica: Kransekake di Ernst Knam
Terza Prova: Cestino di frutta in pastafrolla
Prova Lampo: Biscotti da caffè
Eliminati: Rosario e Antonino
Grembiule Blu: Martina
Quarto Giudice: Nessuno

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Bake Off 2019 - Giusy, Martina e Marty
Bake Off 2019: concorrenti insofferenti sotto il tendone. Martina dichiara guerra a Benedetta Parodi


Bake Off 2019 - Roberto
Bake Off 2019: il cast funziona, i dolci un po’ meno


MasterChef 8 - Alessandro
MasterChef 8: la rivincita di Alessandro


MasterChef 6 - Gloria
MasterChef 6: entra odio ed esce amore dal nome Gloria…

2 Commenti dei lettori »

1. Nicola83 ha scritto:

2 novembre 2019 alle 18:32

Ha ragione Benedetta. Lui ha la stessa maturità di un bambino di 5 anni, ed è pure professore…



2. Laura ha scritto:

19 novembre 2019 alle 18:53

Per evitare tante polemiche la trasmissione dovrebbe essere molto più simile a Bake Off UK dove nessuno mette i concorrenti gli uni contro gli altri, premiando i più bravi e punendo i meno bravi; tanto poi sono i giudici alla fine a decidere. Se fosse veramente un gioco non ci dovrebbero essere dei premi finali. Ma essendo una gara dove tutti vogliono vincere sarebbe molto più corretto che i partecipanti avessero le stesse opportunità, cioè a ognuno il proprio frigorifero o abbattitore o altro e gli stessi tempi di esecuzione. Solo per fare un esempio, in atletica i 100 metri sono 100 per tutti e non 90 per certi e 110 per altri. Ma allora lo “spettacolo” ne risentirebbe parecchio.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.