19
marzo

The Voice 2019: come sarà strutturato

Gue Pequeno e D'Alessio

Gue Pequeno e Gigi D'Alessio

Il dado è tratto o, come si legge sui social della trasmissione, “Habemus Giuriam”. Definito il quartetto dei coach con Gigi D’Alessio che va ad affiancare Morgan, Elettra Lamborghini e Gue Pequeno, la macchina di The Voice 2019 è ufficialmente partita.

A dispetto della rivoluzione annunciata, il meccanismo del talent si rifà a quello dello scorso anno, lungo otto puntate (e non 14 come accadeva fino alla quarta edizione). Le prime cinque saranno dedicate alle Blind Auditions (quattro puntate lo scorso anno), la sesta e la settima alle Battle + Knock Out e poi la finale live.

Rai Pubblicità, intanto, fa il punto sul calendario di The Voice 2019 che, salvo ulteriori variazioni, andrà in onda in prima serata su Rai 2 ogni martedì dal 23 aprile, con l’aggiunta di una puntata giovedì 30 maggio, fino alla finale in diretta il 4 giugno.

Ecco un recap delle puntate:

- Blind Auditions da martedì 23 aprile a martedì 21 maggio

- Battle + Knock Out martedì 28 e giovedì 30 maggio

- Finale martedì 4 giugno

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


The Voice 2019
The Voice 2019: cosa c’è da sapere sulla nuova edizione al via stasera


Carlo Conti
Tali e Quali: debutta l’esercito dei nip di Carlo Conti. Quarto giudice Biagio Izzo, ospiti i Gemelli di Guidonia


Giancarlo Magalli - Una Parola di Troppo
Una Parola di Troppo: Magalli dà il via al nuovo game di Rai 2. Ecco meccanismo e giochi


Il Pranzo è Servito
Il Pranzo è Servito: come funziona il quiz di Insinna, con la valletta Ginevra Pisani e il maggiordomo Maurizio Lastrico

1 Commento dei lettori »

1. Ema ha scritto:

19 marzo 2019 alle 12:37

E anche quest’anno niente striscia in daytime… che disastro.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.