12
marzo

Ascolti TV | Lunedì 11 marzo 2019. Forte calo per Il Nome della Rosa (19.86%), Isola 17.31%

Riccardo Fogli

Riccardo Fogli

Nella serata di ieri, lunedì 11 marzo 2019, su Rai1 la seconda puntata della fiction Il Nome della Rosa ha conquistato 4.727.000 spettatori pari al 19.86% di share (qui i dati della scorsa settimana). Su Canale 5 – dalle 21.41 all’1.03 – la nona puntata de L’Isola dei Famosi ha raccolto davanti al video 2.999.000 spettatori pari al 17.31% di share. Su Rai2 Made in Sud ha interessato 2.020.000 spettatori pari al 9.6% di share. Su Italia 1 John Wick ha intrattenuto 1.389.000 spettatori (5.9%). Su Rai3 Big Eyes ha ottenuto 908.000 spettatori pari al 3.6%. Su Rete4 Quarta Repubblica totalizza un a.m. di 874.000 spettatori con il 4.3% di share. Su La7 la serie Grey’s Anatomy 14 ha registrato 818.000 spettatori con uno share del 3.05%, nel primo episodio, e 746.000 spettatori con uno share del 3.16%, nel secondo episodio. Su Tv8 Quantum of Solace ha ottenuto 530.000 spettatori con il 2.25%. Sul Nove Pizza Hero – La Sfida dei Forni ha realizzato 457.000 spettatori con uno share dell’1.7%. Sul 20 Quella casa nel bosco ha raccolto 171.000 spettatori con lo 0.67%. Su Rai Movie Il Grande Paese ha raccolto 405.000 spettatori con l’1.83%. Su Sky Roma-Empoli ha raccolto nel complesso 811.000 spettatori con il 3.05%. Su Sky Cinema 1 Jurassic World – Il Regno Distrutto ha ottenuto 226.000 spettatori con lo 0.9%.

Ascolti TV Access Prime Time

TG2 Post fermo al 3.29%.

Su Rai1 Soliti Ignoti – Il Ritorno ottiene 5.277.000 spettatori con il 19.51%. Su Canale 5 Striscia La Notizia registra una media di 5.011.000 spettatori con uno share del 18.53%. Su Rai2 TG2 Post ha ottenuto 897.000 spettatori con il 3.29%. Su Italia1 CSI ha registrato 1.129.000 spettatori con il 4.2%. Su Rai3 Non ho l’età raccoglie 1.354.000 spettatori con il 5.29% mentre la soap Un Posto al Sole ha appassionato 1.961.000 spettatori pari al 7.23%. Su Rete4 Stasera Italia ha radunato 1.192.000 individui all’ascolto (4.58%), nella prima parte, e 1.048.000 spettatori (3.85%), nella seconda parte. Su La7 Otto e Mezzo ha interessato 2.014.000 spettatori (7.42%). Su Tv8 Guess My Age – Indovina l’Età ha divertito 553.000 spettatori con il 2.1%. Sul Nove Boom ha raccolto 366.000 spettatori con l’1.4%. Su La5 Uomini e Donne in replica segna 514.000 spettatori con il 2.02% (finale: 620.000 spettatori e il 2.26%).

Preserale

Operazione Nas riparte dallo 0.9% e dall’1.1%.

Su Rai1 L’Eredità – La Sfida dei 7 ha ottenuto un ascolto medio di 3.549.000 spettatori (21.21%) mentre L’Eredità ha raccolto 5.260.000 spettatori (25.46%). Su Canale 5 Avanti il Primo ha raccolto 2.808.000 spettatori (17.65%) mentre Avanti un Altro ha interessato 4.188.000 spettatori (20.69%). Su Rai2 Hawai Five O ha raccolto 776.000 spettatori (4.17%) mentre NCIS 1.282.000 (5.49%). Su Italia1 L’Isola dei Famosi ha ottenuto 456.000 spettatori con il 2.51%. Sport Mediaset ha informato 419.000 spettatori (2.07%). CSI New York ha totalizzato 535.000 spettatori (2.25%). Su Rai3 Blob segna 1.003.000 spettatori con il 4.11%. Su Rete4 Fuori dal Coro ha raccolto 829.000 spettatori (3.93%) mentre Tempesta d’Amore ha radunato 985.000 individui all’ascolto (4.08%). Su La7 Josephine Ange Gardien ha appassionato 372.000 spettatori (share del 2.26%). Su Tv8 Pupi & Fornelli ha ottenuto 258.000 spettatori con l’1.5%. Cuochi di Italia ha raccolto 517.000 spettatori con il 2.3%. Sul Nove il debutto della terza stagione di Operazione Nas ha raccolto 179.000 spettatori (0.9%), nel primo episodio, e 253.000 spettatori (1.1%), nel secondo episodio.

Daytime Mattina

1 milione di spettatori tondi per la prima parte di Storie Italiane.

Su Rai1 Uno Mattina dà il buongiorno a 955.000 telespettatori con il 17.64%. Storie Italiane ha ottenuto 1.000.000 spettatori (19.4%) nella prima parte e 952.000 spettatori (16.53%) nella seconda parte. Su Canale5 Mattino Cinque ha intrattenuto 819.000 spettatori (14.77%) nella prima parte e 860.000 spettatori (16.66%) nella seconda parte. Il TG5 ha raccolto 838.000 spettatori e il 15.98%. Su Rai 2 TG2 Italia ha raccolto 135.000 spettatori con il 2.62%. Su Italia 1 Chicago PD ottiene un ascolto di 164.000 spettatori pari al 3.13% di share. Su Rai3 Agorà convince 556.000 spettatori pari al 9.78% di share. A seguire Mi Manda Rai3 segna 375.000 spettatori con il 7.28%. Tutta Salute ha interessato 380.000 spettatori con il 6.95%. Su Rete 4 Un Detective in Corsia registra una media di 149.000 spettatori (2.85%). Su La7 Omnibus realizza un a.m. di 267.000 spettatori con il 4.64%. A seguire Coffee Break ha informato 318.000 spettatori pari al 6.12%.

Daytime Mezzogiorno

Bene Forum.

Su Rai1 La Prova del Cuoco ha raccolto 1.431.000 spettatori con il 13.53% di share. Su Canale 5 Forum arriva a 1.664.000 telespettatori con il 19.51%. Su Rai2 I Fatti Vostri raccoglie 554.000 spettatori (8.13%), nella prima parte, e 1.082.000 spettatori (9.96%), nella seconda parte. Su Italia 1 L’Isola dei Famosi ottiene un ascolto di 308.000 spettatori pari al 3.21% di share. Sport Mediaset ha ottenuto 1.075.000 spettatori con il 7.19%. Su Rai3 Chi l’Ha Visto 11.30? raccoglie 479.000 spettatori (6.8%). Il TG3 delle 12 ha ottenuto 1.001.000 spettatori (10.62%). Quante Storie ha raccolto 961.000 spettatori (7.24%). Su Rete4 Ricette all’Italiana ha raccolto 173.000 spettatori con il 2.62%, nella prima parte, e 300.000 spettatori (2.52%), nella seconda parte in onda dopo il tg. La Signora in Giallo ha ottenuto 763.000 (5.13%). Su La7 L’Aria che Tira interessa 494.000 spettatori con share del 7.77% nella prima parte, e 642.000 spettatori con il 5.36% nella seconda parte denominata ‘Oggi’. Su La5 L’Isola dei Famosi Extended Version ha raccolto 113.000 spettatori con lo 0.84%.

Daytime Pomeriggio

Con la ‘decisione di Gemma’ Uomini e Donne è ad un passo dal doppiare la Balivo.

Su Rai1 Vieni da Me ha convinto 1.763.000 spettatori pari al 12.67% della platea. Il Paradiso delle Signore ha appassionato 1.677.000 spettatori pari al 14.43%. Il TG1 ha informato 1.127.000 spettatori (10.13%) mentre il TG1 Economia ha radunato 1.212.000 spettatori (10.84%). La Vita Diretta ha raccolto 1.895.000 spettatori con il 15.03%. Su Canale5 Beautiful ha appassionato 2.883.000 spettatori con il 18.87%. Una Vita ha convinto 2.674.000 spettatori con il 18.28% di share. Uomini e Donne ha interessato 3.121.000 spettatori con il 24.19% (finale: 2.774.000 – 23.99%). Il breve daytime de L’Isola dei Famosi ha ottenuto 2.710.000 spettatori con il 24.17%. Amici è stato seguito da 2.614.000 spettatori pari al 23.57%. Il Segreto ha ottenuto un ascolto medio di 2.533.000 spettatori pari al 22.21% di share. Pomeriggio Cinque ha fatto compagnia a 2.072.000 spettatori (17.71%), nella prima parte, a 2.229.000 spettatori (16.72%), nella seconda parte, e a 2.024.000 spettatori (13.92%), nella terza parte di breve durata. Su Rai2 Detto Fatto ha ottenuto 861.000 spettatori con il 6.7%. Apri e Vinci ha raccolto 725.000 spettatori con il 6.31%. Su Italia1 l’appuntamento con I Simpson ha raccolto 841.000 spettatori (5.5%), nel primo episodio, 924.000 spettatori (6.23%), nel secondo episodio, e 873.000 spettatori (6.22%), nel terzo. The Big Bang Theory ha divertito 609.000 spettatori pari al 4.63%. La sitcom Mom ha ottenuto 457.000 spettatori con il 3.77%. Due Uomini e Mezzo ha appassionato 339.000 spettatori con il 2.99%. Su Rai3 l’appuntamento con le notizie dei TGR è stato seguito da 2.528.000 spettatori con il 16.67%. Raitre per Enzo Biagi: Giro del Mondo ha raccolto 345.000 spettatori (2.9%). Aspettando Geo… segna 768.000 spettatori con il 6.77%. Geo ha registrato 1.418.000 spettatori con il 10.89%. Su Rete4 Lo Sportello di Forum è stato seguito da 934.000 spettatori con il 6.64%. Su La7 Tagadà ha interessato 460.000 spettatori (share del 3.15%), con Prima Pagina, e 472.000 spettatori (share del 3.74%), nella seconda parte. Su TV8 Vite da Copertina ha raccolto 187.000 spettatori con l’1.5%. Su Real Time Amici segna 283.000 spettatori e l’1.9%.

Seconda Serata

Lessico Amoroso con l’intervento di Benigni al 3.2%.

Su Rai1 Che Fuori Tempo Che Fa è stato seguito da 1.433.000 spettatori con l’11.89% di share. A seguire S’è Fatta Notte segna 694.000 spettatori e l’8.68%. Su Canale 5 TG5 Notte ha totalizzato una media di 657.000 spettatori pari ad uno share del 14.32%. Su Rai2 Suburra segna 318.000 spettatori con il 5.27%. Su Rai 3 Lessico Amoroso segna 504.000 spettatori con il 3.2%. Su Italia1 Final Destination è visto da 421.000 spettatori (4.35%). Su Rete 4 Genius è stato scelto da 137.000 spettatori con il 2.5% di share.

Telegiornali

TG1
Ore 13.30 3.201.000 (20.91%)
Ore 20.00 5.645.000 (23.2%)

TG2
Ore 13.00 2.201.000 (15.36%)
Ore 20.30 1.872.000 (7.13%)

TG3
Ore 14.25 1.582.000 (11.03%)
Ore 19.00 2.103.000 (11.21%)

TG5
Ore 13.00 3.056.000 (21.08%)
Ore 20.00 4.765.000 (19.32%)

STUDIO APERTO
Ore 12.25 1.303.000 (11.17%)
Ore 18.30 830.000 (5.57%)

TG4
Ore 12.00 377.000 (3.99%)
Ore 18.55 665.000 (3.7%)

TGLA7
Ore 13.30 657.000 (4.29%)
Ore 20.00 1.583.000 (6.39%)

Dati auditel per fasce (share %)

RAI 1 16.98 18.57 17.64 14.22 13.67 21.62 19.53 14.98
RAI 2 6.75 2.72 4.39 8.96 6.54 4.61 7.4 9
RAI 3 6.81 10.79 8.01 8.97 6.17 9.21 4.69 3.95
RAI4 1.02
RAI MOVIE 1.09
RAI PREMIUM 1.34
RAI SPEC 6.45 7.82 7.16 4.98 6.74 6.05 6.2 6.75
RAI 36.98 39.89 37.19 37.12 33.13 41.49 37.82 34.68
CANALE 5 18.49 17.67 17.11 19.62 22.47 18.82 16.52 18.46
ITALIA 1 4.38 2.34 2.9 6.77 3.35 2.83 4.64 5.54
RETE 4 3.83 1.07 2.27 4.94 4.54 3.61 4.04 4.06
BOING 0.52
LA5 0.92
ITALIA2 0.17
EXTRA 0.71
20 0.62
MED SPEC 6.54 7.17 7.18 5.36 6.16 6.15 6.51 6.59
MEDIASET 33.26 28.24 29.46 36.7 36.52 31.41 31.71 34.64
LA7+LA7D 4.44 4.87 6.87 4.81 3.46 3.58 5.28 3.93
TERRESTRI 10.41 12.17 11.47 9.42 11.13 9.74 9.72 10.25
TV8 1.79
NOVE 1.38
CIELO 0.9
PARAMOUNT 0.9
DMAX 0.64
FOOD NETWORK 0.29
REAL TIME 1.24
SPIKE 0.27
CINESONY 0.3
ALPHA 0.23
TV2000 1.23
SATELLITE 14.91 14.83 15.02 11.95 15.77 13.78 15.47 16.5
PREMIUM ACTION 0.03
PREMIUM CINEMA 0.06
JOI 0.06 (20.30-22.30 0.09)
STORIES 0.01
SKY ATLANTIC 0.01
SKY UNO 0.11
FOX 0.2 (20.30 – 22.30 0.39)
FOX LIFE 0.15 (20.30-22.30 0.4)
LEI 0.01
ALTRE RETI 25.32 26.99 26.49 21.37 26.9 23.52 25.18 26.75

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Temptation Island
Ascolti TV | Lunedì 8 luglio 2019. Cresce Temptation Island (23.08%), Non Sposate le Mie Figlie 13.98%


streghe ascolti
Ascolti TV | Domenica 7 luglio 2019. Vittoria e Abdul (13.3%) batte Un Passo dal Cielo (12.4%). Parte male il nuovo Streghe (4.2%)


techetechete ascolti.jpg
Ascolti TV | Sabato 6 luglio 2019. Vince Techetechetè (17.7%), Ciao Darwin 14.3%


Riviera
Ascolti TV | Giovedì 4 luglio 2019. Don Matteo 13.6%, male Riviera (8.8%). Partenza sprint per Fuori dal Coro (9.1%) che stacca In Onda (4.4%). Un’Estate Fa 7.1%

40 Commenti dei lettori »

1. Andrea ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:18

Ecco una grande fiction snobbata, vi meritate Che Dio ci aiuti, Don Matteo e similari vari. L Isola risale, non è un bel segno, per il resto Mediaset nella giornata sempre più vincente Rai fanalino di coda. Buona giornata



2. iole ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:21

IL NOME DELLA ROSA su C5 avrebbe fatto il 5%…
chiuderà al 13% su Rai Uno



3. Zio Enzo ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:25

L isola risale,sfiora i 3 milioni e arriva al 17% anche se ancora non è ai livelli desiderati. Bene anche Made in Sud e il film a Italia 1. Dispiace vedere Suburra la prima stagione in prima visione andare in onda dopo la mezzanotte su Rai 2,va bene che ormai molti come me hanno visto anche la seconda stagione su Netflix o in streaming,però questo fà capire che il pubblico Rai non è pronto per certi programmi. Vuole vedere prodotti scarsi come Don Matteo,le suore ecc ecc



4. iole ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:32

ANDREA
di canale 5 diciamo che le cose floppano perché la gente è abituata al trash della D’Urso

ora scopriamo che anche su RAI UNO floppano le belle fiction perché abituati a Don Matteo, Che Dio ci aiuti…cioè il trash in fiction…



5. Cugino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:35

Che l’Isola risalisse era scontato, ma mi aspettavo molto di più onestamente. Anche io non sono riuscito a fare a meno di vedere l’inizio della puntata per capire come intendevano impostarla, e ho guardato il breve prologo della Marcuzzi, su cui non mi esprimo. Per il resto ho (ri)guardato Quantum of Solace che mi ha riportato a un bel periodo della mia vita in cui, tra le altre cose, mi capitò di trovarmi casualmente sul set di una delle scene del film mentre mi trovavo a Siena per lavoro. Rimasi impressionato dal fatto che impiegarono diversi giorni a girare una scena che poi nel film dura solo pochi secondi. Scusate la digressione nostalgica…



6. Franchino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:41

Alleluja, l’Isola a 3 milioni (arrotondando)! Un risultato comunque mediocre, raschiando il fondo del fondo del fondo del barile.

Non mi sarei mai aspettato un calo così forte per “Il nome della rosa”.
Comincio a pensare anche io che il pubblico italiano sia abituato (sia da C5 che da R1) a fiction un po’ sempliciotte, che porta a produzioni di elevata qualità o di contenuti innovativi a floppare.



7. il-Cla83 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:43

Finalmente ieri non ho avuto la febbre cosi’ alta come i giorni precedenti, e sono riuscito a resistere alzato per vedere la seconda puntata de Il nome della rosa, serie bellissima, con attori di prim’ordine e location suggestive. Trattando di ascolti però non si può non evidenziare il forte calo che la serie ha subito rispetto alla puntata d’esordio, oltre un milione e mezzo di spettatori in meno, forse il prodotto è per certi versi troppo complesso per il grande pubblico, forse in molti hanno nel cuore il film con Sean Connery e non hanno cosi’ apprezzato la versione televisiva.. non saprei..
L’Isola risale ma non riesce a superare la soglia psicologica dei tre milioni, poi indubbiamente qualche spettatore in più lo si è racimolato per il clamore suscitato dal caso Fogli. Resta un’edizione che già in partenza non è stata apprezzata dal pubblico, e dopo tutta questa faccenda è apprezzata ancora di meno. Mi sembra che sia quasi sicuro che almeno per la prossima stagione televisiva L’isola non tornerà, non solo la trovo una scelta giusta, ma spero che faccia spremere le meningi in quel di Mediaset affinchè venga sostituita da qualcosa di nuovo.
Peccato che il film Big eyes su R3 si sia fermato solo al 3%, Tim Burton è il mio regista preferito, e il film merita davvero.
Molto bene Made in sud anche ieri ha raggiunto i due milioni e il 9%, non ho ancora sentito nessuno fare commenti sulla conduzioni di Di Martino, io non ci avrei scommesso due lire.. ma magari invece sta andando bene e c’è da ricredersi?



8. Cugino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:46

Iole, non credo proprio che il motivo sia quello che dici tu. La fiction è molto impegnativa sotto tanti punti di vista. Io ho provato a guardare la prima puntata, ed è un prodotto fatto benissimo, ma la sera quando si torna a casa dopo una giornata impegnativa e faticosa e si hanno tanti pensieri in testa non è facile approcciare un prodotto così. Io non guardo nè Don Matteo nè “le suore”, come dite voi, nè Non dirlo al mio capo, insomma nessuna delle fiction più leggere che propone la Rai. Amo Eco e a casa ho anche i suoi trattati di semiotica (che ho letto), ma sulla fiction “ho passato”. Venti anni fa, quando studiavo e la mia vita era assai più light, l’avrei guardata di sicuro. Sono quelle cose che sogno di “recuperare” un giorno quando la mia vita (spero) sarà di nuovo meno incasinata. Se mai accadrà.



9. PAOLO76 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:49

Ciao a tutti….
Ieri sera come detto mi sono gustato la seconda puntata del Nome della Rosa. Purtroppo il segnale allarmante lanciato dall’andamento delle curve della scorsa settimana si è manifestato con un netto calo. Mi spiace perchè il genere della fiction a me interessa molto. forse l’unica pecca è che il ritmo sia un po’ troppo lento. Come aveva segnalato qualcuno la scorsa settimana, forse il tentativo di allungare il brodo per farne 4 puntate non è riuscito al 100%..
Finita la puntata poi mi sono sintonizzato per seguire l’isola fino a mezzanotte. Mi pare che a parte lo scivolone imperdonabile della scorsa settimana, la trasmissione sia tornata fortunatamente sui canoni normali di questa edizione, che personalmente ritengo migliore dello scorso anno. Lo share risale sopra il 17% e sfiora i 3 milioni. Visto poi l’andamento della fiction e l’avvicinarsi della finale, ha possibilità di crescere ancora.



10. il-Cla83 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 10:51

@franchino @iole non credo sia solo un fatto di pubblico abituato a fiction sempliciotte…
Altre fiction Rai di alto livello hanno portato a casa risultati importanti.
Basti pensare a L’amica geniale, una serie interamente sottotitolata, che non subi’ nessun calo, anzi se non erro chiuse in rialzo al 30%.
Evidentemente c’è qualcos’altro ne Il nome della rosa che ha allontanato il pubblico, anche se non saprei dire cosa.



11. Francisca Jacoba Maria Sienot ha scritto:

12 marzo 2019 alle 11:15

Stamattina sul televideo che controllo sempre x le ultime notizie ho letto sulla pagina 13 Che tra le ospite del nuovo progamma di Carmenucciu Domani sera ci sarà odite odite lui corona.Ma come dopo anni e anni che non si parlavano,lei l’ha denunciato anni fa x diffamazione del figlio che fumavo i spinelli e di colpo la inviti in tv????MEDIASET HA SBATTUTO FUORI gente della redazione,a causo di lui -Allora PIERSILVIO E IMPAZZITO
Ierisera la isola ha avuto quelche share in piu ma non duro mica La marcuzzi falsa come e ha detto a Riccardo che di solito non e cosi,ah no???Ha offesa la HENGER davanti a milione di spettatori dicendo pensi alla tua passato



12. YleGi ha scritto:

12 marzo 2019 alle 11:16

Non direi che l’Isola sia tornata su “canoni normali”. Ieri la puntata è stata estremamente soft e politically correct. Non credo si sia mai vista una puntata così “tranquilla” in quasi venti anni di Isola. Si percepiva molto chiaramente che l’ordine di imprimere una svolta decisa e (soprattutto) di abbandonare le derive trash era stato perentorio e non negoziabile. Personalmente lo trovo giustissimo, mi chiedo solo se non sia arrivato troppo tardi. Comunque, per una volta, faccio i miei complimenti alla dirigenza mediaset che ha agito con decisione in questo senso. Certo poi a leggere che la D’Urso ospiterà in prime time Albano con la Lecciso e il fratellastro di Meghan Markle ti passa tutta la poesia …



13. YleGi ha scritto:

12 marzo 2019 alle 11:28

Francisca sono d’accordo con lei. Che mediaset ospiti in prime time Corona dopo tutto questo bailamme è strano, specie considerato che lui e la D’Urso si detestavano.
Per quanto io sostengo che ciò che è accaduto all’Isola non è colpa di Corona ma, appunto, di autori, produzione, e conduttrice. Corona non andrebbe ospitato non per l’Isola ma perchè ormai è una variabile impazzita, ha preso una china discendente da cui temo non risalirà più.



14. Giancarlo ha scritto:

12 marzo 2019 alle 11:29

Ieri ho visto il nome della rosa e devo dire che non mi aspettavo un calo di questo genere (un calo di 1.800.000 spettatori)! Sicuramente il prodotto, sia a livello di recitazione sia a livello di regia, è di alta qualità. Io credo che il pubblico non sia abituato ad una serie così complessa da seguire e comprendere. Anche dopo una giornata intensa di lavoro, come giustamente dice Cugino. Devo dire che sicuramente a molti, me compreso, è rimasto impresso il film con Sean Connery, come ha detto Il-Cla83. Magari a molti questa serie non ha soddisfatto dopo la tanta pubblicità che le è stata fatta. Sicuramente il pubblico italiano è abituato ad altre serie, più semplici (da seguire). Il calo potrebbe essere dovuto all’interesse per la puntata dell’isola, che non è però cresciuta tantissimo, dopo il polverone della scorsa settimana. Proprio l’isola, per quanto riguarda C5, ma anche programmi come Made in Sud, Stasera tutto è possibile e roba di questo genere, per quanto riguarda la Rai, fanno parte della sezione dei programmi trash.



15. bluemoon ha scritto:

12 marzo 2019 alle 11:37

Peccato per il silenzio stampa imposto a tutti sulle vicende isolane. Peccato davvero, perchè i rumors che girano in proposito sono davvero gustosi. Tipo quello secondo cui ci sarebbe stata una corposa processione da PierSilvio nel tentativo di intercedere per il “peccatore” Parpiglia. Il quale, da vero signore quale è, giurava piagnucolando di non sapere nulla del video, e tentava di appioppare la colpa a destra e a manca pur di scagionarsi. Lui, il migliore amico di Corona, che non sapeva nulla del video. Vabbè.
E in cima alla processione, udite udite, ci sarebbe stata nientepopodimenoche la Signora Maria. Ma PierSilvio ha tenuto duro, e noi lo ringraziamo sentitamente per questo. Quanto guadagnerebbe mediaset se avesse il coraggio di liberarsi di certi personaggi, ah signora mia!



16. Maria Cristina Giongo ha scritto:

12 marzo 2019 alle 11:37

Come al solito Uomini e donne ha battuto di ben 7 punti di share Pomeriggio 5! Questo dimostra che la semplicità di un programma, affidato ad una conduttrice come Maria De Filippi, umile e discreta, che lascia spazio ai suoi ospiti ed interviene solo se strettamente necessario, che da un anno si conferma la regina degli ascolti, per TUTTI i suoi programmi, serali e pomeridiani, continua ad essere premiato dai telespettatori! Nonostante ciò lei non ossessiona mai i telespetttori con gli indici d’ascolto che non ha neppure bisogno di gonfiare con giochetti vari, perchè ci sono, sono veri e non hanno bisogno di parole per commentarli e gioirne



17. Enzo ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:14

Cala Rai1, male C5 l ISOLA non puo fare 3 milioni. Merita almeno un milione in più
Mantiene De Martino



18. Cugino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:21

bluemoon, si vede che la Signora Maria non ha il potere della Carlucci … ;D;D;D;D;D



19. john2207 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:23

Per la serie ipocrisia alla stato puro, mediaset è in mano a baroni e baronesse. Esce dalla porta rientra dalla finestra. Corona e il suo gost writer Papiglia continuano ad animare il palinsesto di canale5, ospite d’onoro nel “nuovo” trash show della dispostaatutttoperundecimaledishare Barbara D’Urso



20. ChePalle ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:26

La scorsa settimana non mi ero espresso su Il Nome della Rosa perchè avevo dei dubbi, e volevo capire meglio quanto la lettura del libro prima e quanto il film di 33 anni fa poi mi stessero influenzando nella visione. Un piccolo senso di insoddisfazione l’avevo avuto anche nelle prime due puntate.
Da lodare la coproduzione internazionale, è sempre un ottima via quella di unire più paesi per poter rendere il prodotto più esportabile e avere più budget. Ottimo anche poter godere del doppio audio e della versione originale recitata in inglese da tutti gli attori anche quelli italiani, la recitazione diventa molto più apprezzabile.
Il film per ovvi motivi di durata aveva dovuto lasciare fuori molti degli argomenti del libro. La fiction riesce a mettere in scena molte più cose anche se ci sono diverse licenze poetiche anche qui. Troppa CGI per i miei gusti. L’interno della biblioteca e delle stanze segrete non rende sullo schermo, sono certamente più aderenti a quelle disegnate nel libro, ma visivamente sono scarse, un disegno non è un’immagine in movimento. Il film aveva fatto un gran lavoro proponendoci la visione di Annaud del Labirinto. Troppi attori che non lasciano il segno: il cast è molto buono, ma non resta impresso nessuno, non si distingue un monaco dall’altro, ci vorrebbe un sottopancia con il nome ogni volta che ne compare uno. La Scarano, inutile dire che è non ha capito di trovarsi dentro un racconto medievale, crede di essere ancora in qualche Distretto di Polizia. Una selvaggia sola e affamata che vive nei boschi e che sembra appena uscita da estetista e parrucchiere, tutta pulitina: citofonare Arya Stark de Il Trono di Spade per capire come si interpreta un personaggio del genere.
Io amo Turturro, da almeno 30 anni. Ma non ha nessuna caratteristica britannica nel volto, non rende molto l’idea che si dovrebbe avere dell’inglese Guglielmo da Baskerville, per tratteggiare il quale Eco si era ispirato a Sherlock Holmes. Il ragazzetto che dovrebbe essere Adso non ha nel volto l’ingenuità e lo stupore. Ha invece una perfetta tartaruga addominale tipica degli adolescenti del Medioevo. Stefano Fresi ce la mette tutta, ma ripetere a menadito ogni singola mossa di Ron Perlman non lo fa diventare Salvatore, resta solo una brutta copia di Perlman. Ottimi Rupert Everett e Roberto Herlitzka, uno dei migliori attori italiani viventi.
Quando tu hai visto un film perfettamente interpretato da Sean Connery, F. Murray Abraham, Christian Slater e Ron Perlman difficile poi che i sostituti siano all’altezza.
Quindi per me non è la visione di autori e regista che non va, si deve sempre tradire il libro per farlo diventare un buon film. E’ il cast.
Il Nome della Rosa non è un testo facile: è prima di tutto un trattato di semantica, di filosofia, di storia, di filologia, che usa infine l’espediente dell’investigazione per parlare di altri temi. Comprensibile che non sia una fiction da divano perchè pone un problema di attenzione da parte del pubblico. Il tutto non è aiutato dal montaggio che è l’altro punto debole di questa fiction. E’ un buon prodotto, ma poteva essere molto meglio. Aspetto di arrivare alla fine per dire se sia un’occasione sprecata oppure no.



21. mimmo1978 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:44

Forse il nome della rosa è calato semplicemente per il caso Fogli, può darsi che molti che la scorsa settimana hanno seguito la fiction ieri hanno seguito l’isola



22. Vince! ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:45

A me la fiction sta piacendo proprio per la maggiore aderenza al libro.
Certo, le dgressioni su Fra Dolcino e gli eretici non aiutano lo spettatore di Rai1, che altre volte (vedi L’amica geniale) si è dimostrato più disponibile verso la complessità.

Non ho mai amato il filmone con Sean Connery e quindi appprezzo molto lo sforzo degli autori di affrontare anche le parti più complesse del libro di Eco, senza limitarsi alla storiella dei delitti (lo stesso Eco diceva che il suo libro non era affatto un giallo).

Detto questo, il calo era prevedibile per una puntata transitoria, anche se non così accentuato (ma forse è stato il primo episodio a fegistrare risultati da record).



23. Vince! ha scritto:

12 marzo 2019 alle 12:55

Registro con piacere che anche senza il solito traino e contro un reality Fazio i suoi quasi 1,5 milioni di spettatori se li porta a casa sempre. Ma tanto si sa: del successo della seconda serata del lunedì è assolutamente vietato parlarne…

La trasmissione ha assunto una sua fisionomia ben precisa, con la celebrazione di comici e personaggi della tv (spesso anche Mediaset del passato). Il Mago Forrest qui funziona meglio con la Gialappa’s, mentre il ruolo di Max Pezali è quasi sempre molto marginale.

Male l’Isola, che nonostante tutta la pubblicità sul caso Fogli non raggiunge i livelli dello scorso anno (chi ha memoria si ricordi cosa successe gli ascolti dopo il caso Albano).

Invece sembra avere successo la nuova edizione di Made in Sud: Freccero respira grazie ai prodotti dei predecessori.



24. ChePalle ha scritto:

12 marzo 2019 alle 13:02

Vince! Invece io preferisco sempre quando un film o una fiction si discostano dalla fonte, dal libro. Non dobbiamo trovarci davanti ad una copia, ma ad una nuova interpretazione del soggetto, una nuova visione da parte di un regista in questo caso. Altrimenti resta una fotocopia live motion. Questo per me vale sia per un trattato di semiotica che per un fumetto. Mi fanno ridere quelli che si lamentano per i cinecomics quando non sono uguali precisi alle pagine dei fumetti. Nolan ha dato un’ottima lezione di questo con i suoi Batman. L’interpretazione di chi maneggia la fonte è importante, la visione di Eco la conosciamo già.
Anche io come te sono preoccupato riguardo alle digressioni e come verranno affrontate in seguito.
Resta cmq un prodotto notevolmente superiore a quelli proposti da Mediaset con le ultime produzioni del nuovo corso.
Forse chissà, la gente pensava di trovarsi davanti a un “giallo” medievale ed è rimasta delusa, non so, può darsi.

PS. E’ più forte di me: ogni volta che vedo Michael Emerson spuntare fuori nelle vesti di Abate Abbone faccio un salto spazio/temporale e mi trovo direttamente dentro Lost con Benjamin Linus!



25. tina ha scritto:

12 marzo 2019 alle 13:41

Non avendo seguito la fiction non posso esprimermi ma il calo notevole c’e’stato.Io ho seguito l’Isola dove tutto e’andato quasi tranquillo con le solite dinamiche.Non penso che il calo della fiction sia dovuto alla curiosità per l’Isola:semplicemente a tanti non e’piu piaciuta.Per il resto soliti ascolti con Palombelli e Maria che le suonano di santa ragione alle pseudo presentatrici più giovani.Spero che domani sera non ci sia Corona personaggio odiosi simo troppo pieno di se’.Meno male che sul due c’e'la bellissima PORTA ROSSA ma durante le pubblicità uno sguardo lo daro’.Ciao a tutti.



26. MARCELLO79 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 14:33

BUONA GIORNATA,
L’ISOLA ritorna sui livelli della puntata d’esordio stagionale, ma comunque, insufficienti. IL NOME DELLA ROSA vede un cospicuo calo di telespettatori e di share. Qualcosa evidentemente non ha convinto il pubblico a seguire, ancora in massa, questo prodotto RAI, come accaduto, invece, la scorsa settimana.
Settimana nera per FAZIO: PERDE contro PAPERISSIMA, PERDE in sovrapposizione contro la fiction di CANALE 5 e STRAPERDE contro il reality di CANALE 5, che sul finale sfiora il 30% di share.
MARIA DE FILIPPI regna sovrana nel pomeriggio, ma tutto il day time di CANALE 5 è un carro armato. Imbarazzanti gli ascolti de LA PROVA DEL CUOCO, giunta alla frutta, ormai, e l’inutile BALIVO scende nuovamente al di sotto del 13%.
Salutoni ai soliti!



27. Vince! ha scritto:

12 marzo 2019 alle 14:57

Settimana d’oro per FAZIO: realizza l’intervista politica più seguita con Zingaretti, QUASI PAREGGIA in sovrapposizione contro la COSTOSISSIMA fiction di Canale 5 e MANTIENE tutto il suo pubblico contro un reality che sul finale addirittura sfiora il 30% di share.

Punti di vista…
:))))))



28. Sabato ha scritto:

12 marzo 2019 alle 15:22

Mediaset, che succede?
Facciamo il punto della situazione. Otto giorni fa scoppiava il “caso Fogli”. Un paio di giorni dopo, veniva ufficializzato l’allontanamento della capoprogetto Cristiana Farina e di non meglio specificati “altri autori”. Gabriele Parpiglia ha inizialmente smentito di essere stato coinvolto nel provvedimento di Mediaset; poi, in un secondo momento, ha ammesso di avere un “chiarimento in corso” con Mediaset e ieri sera il nome di Parpiglia non è comparso nei titoli di coda del programma. In compenso, ha fatto il proprio ingresso, anzi rientro, nella lista degli autori del reality, Celeste Laudisio, capoprogetto e regista delle edizioni condotte da Simona Ventura, dell’edizione guidata da Nicola Savino e delle prime due edizioni Mediaset. È ufficiale: Parpiglia è fuori. L’ultima “apparizione” di Parpiglia in Mediaset risale a sabato pomeriggio, quando l’ex autore ha raccontato alcune anticipazioni della puntata di C’è Posta Per Te in onda quella stessa sera. Tramite Instagram, l’ormai ex autore dell’Isola ha precisato di non essere stato rimosso, bensì di essersi dimesso “per ragioni che spiegherà dopo la finale del programma”.
La speranza, mia e di tanti, era che queste “teste saltate” fossero il primo passo di una svolta in casa Mediaset rispetto a certi temi, certe dinamiche e certi personaggi: basta Corona, basta raccomandazioni, basta reality scritti a tavolino! Ma, purtroppo, la speranza si è già spenta: questa mattina, Barbara D’Urso è stata ospite di Barbara Palombelli, a Forum, per promuovere il suo nuovo programma “Live”, in partenza domani (eh già: non solo la Carlucci promuove il proprio programma). La Palombelli le ha chiesto: “Tutti vogliono sapere: ci sarà Fabrizio Corona, un ragazzaccio che ne ha fatte tante, ma al quale alla fine vogliamo sempre bene?” (!). La D’Urso ha confermato la presenza di Corona, suo acerrimo nemico da anni: “Fabrizio Corona m’ha chiesto di venire in trasmissione per chiedere pubblicamente perdono a me e a mio figlio ed io ho accettato”.
Quindi, che succede a Mediaset? Licenziano la capoprogetto e gli autori dell’Isola, colpevoli di aver fatto intervenire Corona con un filmato registrato, e dopo 9 giorni invitano quest’ultimo, immagino dietro lauto compenso (al GFvip prese 40mila euro), come ospite della première di un programma in diretta? Non hanno capito nulla. Non imparano dai loro errori. Il crollo degli ascolti dell’Isola (la media provvisoria è di 2,8 milioni di telespettatori e del 15,9% di share) non suggerisce nulla?



29. PAOLO76 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 15:52

Beh, di Fazio non ho parlato perché non lo seguo e non volevo innescare la solita polemica ma….. , dal 15% delle serate top, ieri si è ridimensionato a poco più del 11%. E anche se i telespettatori sono circa 1.4 milioni come al solito, se lo share passa dal 15 all’11 vuol dire che gli altri programmi hanno aumentato il numero dei loro telespettatori…. quindi….



30. Cugino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 16:25

Sabato, infatti. In tutte le vicende mediaset si finisce sempre col sentirsi presi in giro, in un modo o in un altro. E quello che esce dalla porta rientra dalla finestra, anzi un finestrone in questo caso. Cambiare canale è l’unica soluzione, come tanti già hanno fatto per l’Isola.



31. marcos1115 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 17:22

Il risultato del nome della rosa non mi sorprende visto che secondo me il risultato della prima puntata era sopra le attese. Ci sono molti punti che sono stati già citati e condivido. Ovviamente la trama é molto arzigogolata e devi concentrarti molto per non perdere il filo. noto anche delle scene abbastanza non credibili come questa Anna capace di uccidere tre cavalieri a cavallo ,pesantemente armati, e lei ne esce con una sola ferita? Senza considerare che fa fuori uno di questi cavalieri a cavallo con un arco (ancora da preparare per scoccare) a una distanza cosi breve. Il risultato di Made in Sud sorprende,non tanto per la conduzione di de Martino che trovo lacunosa, ma per la scrittura autoriale e l’innesto di Izzo e nuovi comici. Forse anche contribuisce la sosta di qualche anno



32. tina ha scritto:

12 marzo 2019 alle 17:30

Ma guardatevi un reality senza farvi tanti cavilli mentali.!!!!Chi vuole loguarda chi non vuole non lo guarda.Che pesantezza,vi lambiccate il cervello per niente.Ne state facendo un caso di stato.Ma per piacere,sono altri i problemi della vita.Parpiglia non Parpiglia ma chi se ne frega.Tra poco sta a vedere che indicono una tavola rotonda per discutere del caso dell’anno.Ma fatevi una bella risata,!



33. ChePalle ha scritto:

12 marzo 2019 alle 17:51

Cugino: per fortuna appunto ieri sera a scelta era molto vasta.
Per chi soffre il mal d’Isola e per i refrattari delle fiction impegnative c’era un ottimo film di Burton su Rai3, un buon Action Movie su Italia1 molto piacevole, Quantum of Solace su 8, l’uomo delle Pizze su 9, un horror su 20.
Io non so a che pubblico sia destinata l’Isola oramai, ma di sicuro non ai giovani che ne guardano pezzi solo per percularla su twitter. Trovo che sia un azzardo partire con altro programma spacciato per reality subito dopo: la vera crisi di Mediaset, oltre che di budget è autoriale, non ci sono idee per riempire i palinsesti. E ovviamente non si può chiedere alla Signora Maria di andare in onda 24/24. Avrebbero anche dei bei film da proporre in prima visione nei loro listini, è un po’ di tempo che non ne mandano in onda, io li guardavo volentieri quando c’erano. Preferiscono proporre l’usato sicuro all’ennesima replica o robetta cinematografica.

P.S. Non solo Siena, nell’ultimo era Roma e nel prossimo sarà Matera: direi che 007 ama l’Italia. Speriamo che la Brexit non faccia desistere il Signor Bond dalla sua solita gita nel Bel Paese.



34. Cugino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 18:22

ChePalle, e il mitico La spia che mi amava ambientato in Sardegna? Con la 007 mobile che emerge dalle acque della spiaggia di Capriccioli? E gli inseguimenti lungo i tornanti della Costa Smeralda?



35. Vince! ha scritto:

12 marzo 2019 alle 19:02

@Paolo76: non è difficile comprendere cosa sia successo allo share di Fazio…

Semplicemente, dopo tante settimane in cui aveva contro programmi di seconda serata (perché Celentano finiva pochi minuti dopo la Fiction di Rai1, se non prima, ed altrettanto facevano i film trasmessi precedentemente da Canale 5), è tornato a vedersela con un programma di prima serata che si allunga fino alla terza, come il reality, che, per sua stessa natura, cresce molto di share nelle battute finali di ogni puntata.

In pratica il reality aumenta la platea televisiva a quell’ora solo per il fatto di andare in onda. Contemporaneamete, il fatto che ci siano più persone con la tv accesa fa diminuire le percentuali dello share degli altri programmi.

E, nonostante questo, come hai dovuto notare anche tu, Fazio non ha praticamente perso spettatori in valori assoluti.

Inoltre non ha avuto il solito traino della fiction, che mi sembra sia andata meno bene di tutte quelle passate di lunedì nel 2019.

Comprendo che la memoria latita, ma andrebbero ricordati anche i numeri che faceva Vespa contro i reality due anni fa, pur prolungandosi ben oltre la durata del talk di Fazio.

Non capisco davvero come si faccia a non notare l’ottima tenuta della trasmissione.



36. PAOLO76 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 19:46

Vince!: come hai detto giustamente nel tuo commento n. 27 sono punti di vista. Per te conta l’ascolto numerico (1,4 milioni stabile come nelle altre puntate), per me conta lo share (che dal 15 scende a poco più dell’11%). Punto…. E’ lo stesso discorso già fatto per la Parodi….
Credo ne abbiamo già parlato abbastanza ieri, non credi?



37. PAOLO76 ha scritto:

12 marzo 2019 alle 19:48

Stasera il ritorno di calcio JUVE- ATLETICO su SKY farà le sue vittime….
Temo soprattutto per le IENE e per il COLLEGIO…. Angela non dovrebbe patire più di tanto….



38. ChePalle ha scritto:

12 marzo 2019 alle 20:18

Cugino: la spiaggia di Capriccioli, il porto di Palau, la mitica Lotus Esprit, ma quel film per me è soprattutto Barbara Bach in Ringo Starr!!!!!!!!
(Ho messo abbastanza punti esclamativi??)

Tina: praticamente tutto quello che non ti piace, o con cui non sei d’accordo o che necessita di lettura più approfondita per te è pesantezza, ammorba il blog e via dicendo. E stavano parlando di Isola non di fusione nucleare.
Se non parliamo di Isola e Serie Tv andate in onda ieri sera, di grazia, di cosa dovremmo parlare? Hai un tema interessante da suggerirci oltre a decidere di cosa dobbiamo o no ridere e come vivere le nostre vite?



39. Vince! ha scritto:

12 marzo 2019 alle 20:46

@Paolo76: Bene. Sono contento che dopo quasi vent’anni tu abbia scoperto che lo share dei reality (che coprono la seconda e la terza serata) aumenta nel finale, facendo abbassare quello dei programmi concorrenti di seconda serata, perché gli spettatori li seguono fino alla fine.

Spero anche che ti siano chiari i motivi prettamente matematici della riduzione dello share, pur conservando i valori assoluti; non ho la pazienza di Sabato nel ripetere all’infinito le cose.

Il programma di Fazio serve proprio a questo: creare un pubblico fedele in una fascia d’ascolto in cui Vespa soccombeva contro i reality con numeri monocifra e spettatori spesso sotto il milione.



40. Sabato ha scritto:

12 marzo 2019 alle 20:46

Tina, non sono “cavilli mentali”! Accetta l’idea che esistono telespettatori più esigenti di te: io, se trovo un reality (a cui, fra l’altro, ero particolarmente affezionato) rovinato da autori incompetenti ed irrispettosi dell’intelligenza del pubblico, mi lamento (e questo blog, che si occupa di TV, è la sede giusta per parlarne)! Non ne faccio “un caso di Stato”, semplicemente faccio notare l’incoerenza di Mediaset nella gestione del “caso Corona”.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.