2
marzo

Killian Nielsen: «Ho visto mio padre una sola volta. Non si è fatto più sentire. Ora è malato, non so se mi riconoscerebbe ma vorrei rivederlo». Parla anche di Aaron all’Isola…

Killian e Brigitte Nielsen

Killian e Brigitte Nielsen

Aaron arriverà in finale“. E’ ottimista Killian Nielsen riguardo alla partecipazione del fratello Aaron all’Isola dei Famosi 2019. In una lunga intervista concessa a Spy, il ventinovenne ha parlato del suo rapporto con il giovane, attualmente concorrente del reality condotto da Alessia Marcuzzi, ed ha rivelato una sorprendente verità sulla sua famiglia.


In primis, il figlio di Brigitte Nielsen ha ricordato il periodo trascorso in Honduras quando, nel 2011, scelse di partecipare all’Isola in qualità di “parente di”:

Ho partecipato al reality nel 2011, ma è come se fosse ieri. Quest’anno lo sto seguendo bene, dato che c’è mio fratello, ed è bello perchè rivedi i posti in cui sei stato, ricordi cosa hai fatto. Inoltre guardare Aaron è una soddisfazione“.

Il ragazzo ha anche ammesso di aver dato al parente alcuni consigli utili:

“(Gli ho consigliato, ndDM) Solo di rimanere se stesso. Si comporta bene e sta andando avanti. Poi gli ho confidato dove poter pescare le aragoste. In effetti, ricordo che quando le prendevo io la produzione le aveva proibite perchè erano in stato di riproduzione. Che fame!”.

Per Killian, Aaron potrebbe addirittura vincere il programma:

Si, lo vedo deciso. So che all’inizio si fa fatica, poi è tutto in discesa. Sono molto contento che sia già arrivato a questo punto, gli faccio i complimenti. Spero che vada avanti fino alla fine“.

I due hanno la stessa madre ma un padre diverso. Killian è figlio dell’ex campione di football, Mark Gastineau. Il giovane ha rivelato di non avere alcun rapporto con il padre:

L’ho incontrato solo una volta. Sono cresciuto in Svizzera con mia madre e con Raoul (Meyer, ex marito di Brigitte e padre di Aaron) e ho scoperto chi fosse il mio vero padre all’età di 8 anni. Per molto tempo ho vissuto con questo fardello, sentivo il bisogno di conoscerlo, così a 20 anni sono andato a New York per incontrarlo. (…) E’ stata una bella emozione. Purtroppo dopo non si è fatto più sentire, ma almeno l’ho conosciuto e sono a posto con la mia coscienza“.

Killian vorrebbe però rivederlo ora che è malato (è affetto da Parkinson e Alzheimer):

Non so se mi riconoscerebbe ma vorrei almeno rivederlo. Appena possibile, lo farò”.

Parimenti, Nielsen ha un rapporto pressochè inesistente con la sorellastra Brittny, prima figlia del giocatore e personaggio noto in America come modella, ‘reality star’ e amica di Kim Kardashian:

L’ho incontrata solo una volta. Purtroppo non ci siamo mai sentiti al telefono, ogni tanto ci scambiamo messaggi su Facebook, ma non sempre mi risponde. Anche con lei vorrei fare la stessa cosa: incontrarla e capire perchè non ci sentiamo. Vorrei delle risposte”.

Killian ha poi spiegato di essere molto legato anche a Raoul e Julian, gli altri figli della madre Brigitte. Tuttavia non ha avuto ancora l’occasione di conoscere la sorellina Frida:

Non ancora, proprio perchè è a Los Angeles con mia madre, ma mi tengo aggiornato su di lei e non vedo l’ora di abbracciarla”.

In chiusura, Killian non ha escluso la possibilità di lavorare in televisione (“Mi piacerebbe. Suono la batteria e mi piace pure cantare. (…) Spero arrivi qualche opportunità“) ed ha annunciato che, probabilmente entro il 2020, sposerà la compagna Fabiana Casu.



Articoli che potrebbero interessarti


Aaron Nielsen - Isola dei Famosi 2019
Isola dei Famosi 2019: Aaron Nielsen quinto classificato


Aaron, Luca, Marina Isola
Isola dei Famosi 2019: i finalisti lasciano per sempre Cayo Paloma


I finalisti durante la festa - Isola 14
Isola dei Famosi 2019: grande festa per i finalisti prima di lasciare l’Honduras


Paolo Brosio 'sculaccia' Aaron Nielsen - Isola dei Famosi 14
Isola dei Famosi 2019: Paolo Brosio ’sculaccia’ Aaron Nielsen

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.