21
gennaio

Domenica In: Mara Venier saluta l’anziano attentatore di Togliatti, il PD protesta

venier

Mara Venier

Una puntata di Domenica In che ha lasciato qualche strascico, quella andata in onda ieri su Rai 1. Ospite del talk show iniziale Stefano Zurlo, fresco di pubblicazione del suo ultimo libro. Il giornalista racconta di aver avuto la possibilità di intervistare Antonio Pallante, che settantuno anni fa sparò a Palmiro Togliatti, e di aver riportato tale testimonianza all’interno del libro. La conduttrice Mara Venier, istintivamente, alla notizia che Pallante fosse ancora vivo e avesse la veneranda età di 96 anni, insieme allo scrittore, si è lasciata andare ad un’ingenua esternazione:

“Noi salutiamo, perché lui forse ci sta guardando, salutiamo Antonio Pallante”.

Un “saluto” che ha fatto discutere generando nelle ore successive un gran trambusto, soprattutto perché sono scesi in campo contro la conduttrice alcuni esponenti del Partito Democratico. La prima a criticare l’episodio è stata Rita Borioni, membro del cda Rai, che in un post su Facebook ha così commentato la vicenda:

“E’ sconcertante. E’ sconcertante che non si sappia che Togliatti rischiò di morire, che l’Italia rischiò la guerra civile e che fu solo per la responsabilità dello stesso Togliatti che si evitarono disordini. E’ sconcertante come si scelga di buttare tutto “in caciara” e come un attentatore e potenziale assassino sia salutato come se fosse un simpatico telespettatore qualsiasi. Sono molto preoccupata per quello che sta succedendo in Rai. Molto preoccupata”.

Ugualmente Francesco Verducci, senatore e membro della commissione di Vigilanza Rai, ha sottolineato la gravità dell’episodio:

“Pallante è simbolo e artefice di una delle più drammatiche vicende della nostra Repubblica. Vederlo ’sdoganare’ da Rai1 nel contenitore nazionalpopolare per eccellenza è una pagina miserevole per il servizio pubblico e per il nostro Paese. Chiediamo alla direttrice di Rai 1 Teresa De Santis, all’amministratore delegato Fabrizio Salini e al cda di intervenire per chiarire come sia potuta avvenire una tale enormità e scempiaggine, per riparare questo torto e chiedere scusa agli italiani”.

La Venier, a seguito di questo ed altri feroci attacchi ricevuti, come riporta l’Adnkronos, ha così risposto alle critiche:

“Io ho soltanto salutato una persona molto anziana, di 99 anni (96, ndDM). Chiedo scusa se qualcuno si è risentito. Sono molto dispiaciuta, ma vorrei fosse chiaro che la politica non c’entra nulla. Sono dispiaciutissima per l’accaduto. Non volevo assolutamente entrare nel merito politico della questione. E d’altra parte, credo che Pallante, a 99 anni, sia una persona che ha pagato per quello che ha fatto. (…) Sono una persona spontanea, questo è il mio modo di essere”.

La sensazione è che Mara Venier, involontariamente, sia solo incappata in un incidente di percorso. Il resto è frutto della solita strumentalizzazione politica, che in queste settimane pare tanto andare di moda.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Massimo Giletti
Domenica In, salta l’ospitata di Massimo Giletti


Mara Venier, Massimo Giletti
Massimo Giletti ospite a Domenica In


Maria De Filippi e Mara Venier ad Amici
BOOM! Ferro e fuoco a Rai 1 per l’ospitata di Maria De Filippi da Mara Venier


Pamela Prati, Domenica In
Pamela Prati a Domenica In per «un compenso medio/basso»: poco più di 3mila euro!

9 Commenti dei lettori »

1. Nina ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 13:17

Ma ci sta con la testa, questa qua? Ma si sa lei ha “grande empatia”.



2. YleGi ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 13:36

Tutta la mia solidarietà a Mara! E basta con questi tromboni pronti a vivisezionare ogni virgola. Era ridicola la polemica su Baglioni, ed è ridicola questa.



3. Lunatica ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 13:38

Appunto. Siccome la settimana scorsa c’è stata la polemica su Baglioni, questi rispondono con la polemica sulla Venier. Occuparsi dei problemi veri, mai. Forza Mara, non ti devi scusare proprio di niente.



4. Perseo ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 13:43

E che dobbiamo dire di Formigli che ha detto che Battisti è preda di una scena di caccia, affermazione ancora più grave?



5. Nina ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 13:48

Qui siamo davvero alla follia. Per questo combatto il trombonismo quello vero, perchè poi si perdono di vista le VERE questioni, le VERE sciocchezze che scappano dalla bocca. Questa ha salutato un terrorista. non è poco. Ma ormai avete perso il senso della misura totalmente. Andate dietro a cartelli vuoti come i dannati ignavi.



6. Nina ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 13:59

Io non so se vi rendete conto che in Italia c’era il più grande partito comunista dell’occidente. Se Togliatti fosse morto, e lo dico io che non posso essere tacciata di preferenze verso questo politico, sarebbe successa un’ecatombe.

Comunque vi piaccia o no, Mara segue le orme di Barbara D’Urso, ieri aveva la Lollobrigida, con la differenza che Barbarella sa perfettamente ogni cosa che dice e non la dice mai a caso. Ma voi trastullatevi e rallegratevi per la “grande empatia”.



7. Socrate ha scritto:

21 gennaio 2019 alle 20:17

Nina nell’ultimo paragrafo del tuo ultimo commento c’è esattamente la motivazione per cui il pubblico, me compreso, preferisce la Venier alla D’Urso. Perchè non è una paragura.

Detto questo non so gli altri ma io la storia l’ho studiata e quell’episodio lo conosco molto bene. L’Italia si trovò sull’orlo della guerra civile, ma cosa c’entra questo con un saluto a un quasi centenario che ha pagato il suo debito con la giustizia, e che certo non era un terrorista come tu lo definisci?

Semmai, visto che oggi la storia non la sa e/o non la ricorda quasi nessuno, dovresti essere contenta dell’uscita di un libro che riporta alla ribalta quell’importante capitolo della storia italiana recente.



8. Nina ha scritto:

22 gennaio 2019 alle 16:35

Sono abbastanza stupita dal fatto che, dopo la sequela di insulti, ingiurie, accuse, si abbia la faccia di venire ad interloquire. Boh… Per il resto, siccome a me i rancori interessano meno di nulla, rispondo. Esattamente come me anche tu hai dato la risposta. Infatti ritengo che una conduttrice, che va in onda su Rai uno debba avere la professionalità di non aprire la bocca e dare fiato in quanto si tratta di un episodio stranoto grazie alla gravità dei fatti. Quindi non parliamo di un salutino en passant, bisogna usare la testa.
Per quanto riguarda il confronto fra le due, premesso che non guardo nè l’una nè l’altra (la domenica vado a camminare oppure guardo il calcio), innanzitutto diciamo che tu parli del fatto che una parte del pubblico preferisce l’una e non tutto il pubblico e io non do un giudizio di merito ma rilevo dei fatti.
Per quanto riguarda la storia non c’è bisogno di dire che mi piace tanto.



9. AUGUSTO fiorini ha scritto:

22 gennaio 2019 alle 16:45

un eroe ,ecco chi era l’attentatore. di Togliatti?un traditore la sua volonta’ era di vendere l’Italia alla unione sovietica saremmo finiti come i paesi dell’est sotto il tallone della ditattura comunista .Brava Venier



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.