1
novembre

GF Vip 2018, Silvia Provvedi vs Fabio Basile che ride mentra la Monsè racconta di un abuso subìto: «Il pagliaccio fallo fuori da qui. Hai fatto una figura di m*rda come uomo».

Fabio Basile

Fabio Basile

Io non sono venuta qui a fare la pagliaccia, quando fanno i pagliacci non ci sto”. L’ira funesta di Silvia Provvedi è andata in scena nella casa del Grande Fratello Vip 2018. Durante una festa organizzata in occasione di Halloween, la cantante de Le Donatella si è scagliata contro Fabio Basile, colpevole di aver riso di fronte ad una confidenza fatta da Maria Monsè.

Tutto ha avuto inizio quando i coinquilini si sono riuniti per raccontarsi “storie di terrore”. La Monsè, pensando di dover raccontare una storia vera, ha così svelato di avere subito un abuso quando aveva 17 anni. Fabio, oltre a sostenere di non aver capito nulla del racconto dell’opinionista, è scoppiato in una vera e propria risata, urtando la sensibilità della Provvedi:

Quando si trattano problemi seri dovresti essere un po’ più, non serio… meno superficiale, sicuramente”.

Il judoka, a quel punto, ha tentato di difendersi asserendo che stesse scherzando con Walter Nudo su un argomento precedente alla rivelazione ma Silvia non ha creduto alle sue scuse:

Non mi prendere per il culo, che sono proprio la tipa meno adatta. (…) Stai parlando di un tema serio, vuoi fare il pagliaccio? Fallo fuori da qui perché non ti tollero! Non ridacchiare! Perché quando un uomo ridacchia in tv quando una donna racconta qualcosa di serio, Halloween o non Halloween, la figura di m*erda la fai tu! Una figura di m*rda come uomo, punto”.

A difendere la tesi di Silvia si è aggiunta, poco dopo, anche la gemella Giulia, legata a Basile da una profonda amicizia:

Stai c*gando fuori. Se una persona sta raccontando una cosa seria devi dimenticare quello che dicevi prima con un tuo amico e ascoltare la cosa seria. Non ridere in mezzo al discorso”.

La discussione, ovviamente, ha provocato degli strascichi e ha dato a Maria Monsè l’occasione di chiarire quanto successo con Fabio. La donna ha così ammesso con Basile e Walter Nudo di sentirsi perennemente presa in giro dai suoi compagni di gioco, intenti a denigrarla solo perché è l’ultima arrivata:

Sono la figura entrata tardi da prendere per culo. Lui (Fabio, ndDM) non è interessato a capire. E’ questo il punto, lui quando sente che sto prendendo una parola pensa ‘va beh, qua ci possiamo distrarre perché tanto è una str*nzata’ ”.

In ogni caso, il litigio sembra destinato a rimettere in discussione il rapporto amichevole tra le sorelle Provvedi e Fabio. Quest’ultimo, offeso per essere stato “rimproverato” di fronte al gruppo e non in forma privata, ha annunciato che chiuderà ogni tipo di dialogo con Silvia:

Da domani non le darò più confidenza, chiuso! Non penso che Silvia sia una persona cattiva, ma non sarà più mia amica”.

Giulia, accusata di aver difeso la sorella per partito preso, ha così espresso nuovamente a Fabio il suo punto di vista, sottolineando che anche lui, in una situazione analoga, avrebbe difeso il fratello. L’atleta non si è però lasciato convincere da queste parole, svelando di avere interrotto il rapporto con il parente da oltre dieci anni.



Articoli che potrebbero interessarti


Cecchi Paone
GF VIP, Cecchi Paone spara a zero sulle Donatella. A Giulia: «Non fai altro che parlare di organi genitali, atti sessuali e rumori intestinali». A Silvia: «Non si sta per anni con Fabrizio Corona».


Silvia Provvedi
Grande Fratello Vip 2018, Silvia su Corona e Argento: «Io non mi sono mai innamorata in due settimane. E’ un’arte»


Maria Monsè - Ottava puntata GF Vip 2018
Grande Fratello Vip 2018: Maria Monsè eliminata


Maria Monse'
Grande Fratello Vip 2018, Cecchi Paone sulla figlia di Maria Monsè: «E’ un’attrice nana truccata da bambina»

4 Commenti dei lettori »

1. wisdom ha scritto:

1 novembre 2018 alle 23:31

Guardando il live di oggi mi sono resa conto una volta di più che non ha senso seguire questo programma guardando solo il serale, o le strisce quotidiane. E’ solo guardandolo nel suo reale divenire che si capiscono i concorrenti e le dinamiche, che troppo spesso poi vengono travisati ad arte nelle clip. Oggi mentre nella Casa pranzavano ho visto una delle scene più disgustose della storia del GF, seconda solo ai comportamenti di Baye Dame nei confronti di Aida Nizar. La Monsè, poveretta, non brilla certo per acume o per dialettica, ma non mi pare una motivazione per deriderla e bullizzarla come stanno facendo ormai da giorni. A tavola oggi cercava di raccontare degli episodi legati alla figlia alla quale è legatissima, ma ad ogni sua parola partivano bordate di sghignazzate sguaiate e irritanti capitanate dal solito Pavone, spalleggiato da Cattaneo e Uòlter. Una scena che mi ha dato un fastidio fisico, stavo male per lei. Le ragazze più giovani erano le uniche che cercavano di darle una mano, in particolare Benedetta sul cui volto si leggeva tutto lo sgomento di una situazione francamente surreale. Ela e Jane, che si stanno distinguendo nella casa per la loro “simpatia”, invece si preoccupavano solo di stigmatizzare il troppo (a loro giudizio) attaccamento alla figlia, bacchettandola come maestrine.
Il tutto fa ancora più specie perchè parte dall’autonominatosi paladino dei diritti umani Pavone, a conferma che certa gente strepita a favore delle minoranze solo quando la minoranza è la propria. Ho provato uno schifo vero per lui e per Cattaneo, che alla loro minoranza (sempre ammesso che sia realmente una minoranza) non stanno facendo molto onore, onestamente.



2. CuginoSfigato ha scritto:

2 novembre 2018 alle 00:28

Sono abbastanza d’accordo, la mano autorale è sempre ben presente ma quest’anno il reality come si svolge e il reality come viene raccontato sono due mondi paralleli destinati a non incontrarsi mai.
Ho visto anche io qualche pezzetto del live in questi giorni ed è evidente che la Monsè viene presa per il c… tutto il giorno come se non ci fosse un domani, e il sito ufficiale del GF racconta la cosa tipo “la simpatica Maria tiene banco tra gli inquilini della Casa che ascoltano rapiti i suoi racconti” …. si vabbè.
Per non parlare del “confronto” tra Monte e la subdola Alexander, dove lei è chiaramente imbeccata dagli autori, che la chiamano in confessionale ogni cinque minuti.



3. YleGi ha scritto:

2 novembre 2018 alle 08:22

Ci siamo chiesti spesso chi proteggesse Monte ma ora comincio anche a chiedermi chi ce l’ha così tanto con lui, che ogni volta che appare in tv parte una fronda all’attacco. Leggo su un blasonato giornale che la Alexander lo avrebbe asfaltato in un confronto a due, vado a vedere sul web e il confronto è lei che lo invita in giardino per accusarlo di omofobia a favore di telecamere. Lui che è più intelligente di come spesso lo si dipinga mangia subito la foglia e calmo ma deciso respinge le illazioni non nascondendo la sua meraviglia e il suo fastidio per l’atteggiamento di Jane, che prima continua a ripetere come un disco rotto “ma quella parola schifo, ma quella parola schifo …”, poi di fronte alle precise domande di lui sul perchè lei ritiri fuori tale argomento dopo giorni e giorni comincia a balbettare e torna in casa. Evidentemente gli autori non l’avevano imbeccata a sufficienza, e forse lei come attrice non è neanche ’sto granchè. Fatto è che “l’asfaltata” di cui parla il giornale non esiste, semmai il contrario. Tutto abbastanza strano.



4. IlGrandeCacciucco ha scritto:

2 novembre 2018 alle 11:48

Il live, potendolo guardare, è molto più divertente del serale, e soprattutto non è filtrato. Si capisce ad esempio che il Pavone è stratutelato dal confessionale, come accadeva lo scorso anno per il baby Rodriguez. Ogni volta che sbrocca lo riportano all’ordine, compito non facile per figure così borderline. Così le sue urla e le sue sghignazzate inconsulte all’indirizzo della povera Monsè sono diventati simpatici scambi di opinione. Ma con tutti gli sforzi degli autori penso che salvarlo dall’eliminazione sarà una mission impossible. E meno male!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.