8
ottobre

Grande Fratello Vip 2018: ci sono anche loro ma nessuno se n’è accorto

*  GF Vip Sala, Mazza, Hamdy

Stefano Sala, Benedetta Mazza, Martina Hamdy

Una presenza assente, potremmo definire la permanenza di alcuni inquilini della casa di Grande Fratello Vip 2018. Quest’anno l’interesse per le vicissitudini dei protagonisti del reality di Canale 5 sembra decisamente scemato. Tra le considerazioni da fare non può mancare una riflessione sulla scelta di un cast che già in partenza sembrava debole e che con il passare dei giorni sta dimostrando tutti i suoi limiti. Se, infatti, il gruppo sembra già nel suo complesso uscire sconfitto dall’impietoso confronto con il cast dello scorso anno, oggi vogliamo porre l’accento su alcuni concorrenti, di cui forse non ricorderete nemmeno l’esistenza. Si tratta di Stefano Sala, Benedetta Mazza e Martina Hamdy. Chi sono e come hanno trascorso l’ultima settimana i meno vip del gruppo?

Martina Hamdy, meteorina milanese di origini egiziane, resta anche questa settimana nell’ombra. Se durante i primi giorni aveva accennato ad una relazione amorosa difficile, provando dunque ad aprirsi ed esternare il proprio vissuto, Martina è ancora piuttosto riservata, sembra tenere a distanza il resto del gruppo (salvo alcuni concorrenti con cui sembra aver legato, tra cui proprio Stefano Sala e Benedetta Mazza), oltre che manifestare insofferenza, insieme a Jane Alexander, per la noia che in questi giorni imperversa nella Casa.

Discorso simile per Benedetta Mazza, che si tiene ai margini delle dinamiche e dunque conclude questa settimana nel quasi anonimato più totale. Lo stesso Valerio Merola, nominando la ragazza durante la diretta di lunedì, ha cosi dichiarato: “Ci tenevo a coinvolgerla, ma non ci sono riuscito. Forse non vuole entrare nel meccanismo del gioco”.

Tra gli uomini il “soggetto non identificato” è Stefano Sala, modello di professione, ricordato (più o meno) dai telespettatori anche per essere l‘ex marito di Dayane Mello, con la quale ha avuto una bambina, Sofia. Se in questi ultimi giorni il ragazzo si è lasciato andare, in un faccia a faccia con Giulia Salemi, al racconto della breve ma intensa storia d’amore con l’ex naufraga dell’Isola dei famosi e ad un momento di debolezza per lontananza dalla figlia, Sala rimane passivo spettatore delle vicende della Casa. Anche l’amicizia instaurata con Francesco Monte potrebbe essere un boomerang per il modello, dal momento in cui, stando a quanto accaduto per adesso nella Casa, il tronista con la sua personalità sembra avere tutti i riflettori puntati di sé, lasciando all’amico il ruolo di comparsa.

Sorvoliamo per un attimo sulla brutta abitudine degli autori, probabilmente sotto la pressione ficcante di agenzie di spettacolo, di inserire nel cast del programma “pseudo-vip” in cerca di fama e popolarità. E questo va detto anche nella misura in cui, ad esempio nella passata edizione, personaggi meno conosciuti (si pensi a Ignazio Moser e alla sua storia con Cecilia Rodriguez o ad Ivana Mrazova, che partì in sordina per poi diventare bersaglio preferito della Gialappa’s Band) hanno generato maggiore interesse di personaggi della caratura professionale più importante. Il problema sorge nel momento in cui un personaggio, con un seguito già esiguo e dunque con un’attrattiva sul pubblico decisamente debole, non riesce a dare alcun apporto alle dinamiche del programma e, a sua volta, il programma – vista anche la necessità di sfruttare i più forti per risalire negli ascolti – non riesce ad (o non può) aiutarlo ad emergere.

Il protagonista di un reality show, e la storia del Grande Fratello ce lo insegna dal lontano 2000, ha il dovere di raccontarsi, di avere qualcosa da dire, di creare l’hype per scombussolare il racconto che viene delineandosi. Un concorrente che si rispetti deve avere delle peculiarità che lo rendano unico, riconoscibile, deve avere la capacità di creare affezione.

Timidezza? Personalità non pervenuta o diesel che necessita di tempo per carburare? C’è da dire che la scelta barbina di far entrare venti concorrenti penalizza i meno famosi e chi arranca nella capacità di emergere e di rendersi protagonista di episodi o presunte polemiche. Resta palese come, di questo passo, la mancata esposizione di tali concorrenti potrebbe bloccare questi protagonisti in un limbo da cui sarà difficile uscire con il passare delle settimane. Ci saranno delle sorprese?



Articoli che potrebbero interessarti


Fabio Basile - GF Vip 2018
Notte bollente al GF Vip: Stefano ‘divora’ la Mazza, Martina e Giulia si baciano, Basile e il suo ’serpentone’ – Foto


Stefano Sala
Grande Fratello Vip 2018: i concorrenti ufficiali


Hamdy, Monte, Sala
Grande Fratello Vip 2018: Stefano Sala e Benedetta Mazza come Cecilia e Ignazio? Parla Monte


Benedetta Mazza e stefano sala
Grande Fratello Vip, Stefano Sala e Benedetta Mazza: «Amici un caz*o». Ma lui è fidanzato

3 Commenti dei lettori »

1. Marzo77 ha scritto:

8 ottobre 2018 alle 17:16

Non sono assolutamente d’accordo su Stefano Sala, evidentemente non guardi mediaset extra, la colpa forse è di canale 5 che non lo mette nella striscia quotidiana per dare tutto lo spazio a Monte che a parte cercare una f**a ad ogni reality per emergere , evidentemente nn è capace di andare avanti da solo. Se guardassi la diretta ti accorgeresti di come Stefano invece è un grande protagonista, quando fanno le cene, quando ballano, è uno dei piu simpatici che tiene allegra la casa. Non lo conosco e non me ne viene niente a dire queste cose ma non sopporto che certe persone non emergono a causa del montaggio quotidiano. E tu da giornalista, immagino, quale sei e da me apprezzato, prima di scrivere queste cose dovresti informarti meglio perchè puoi influenzare comunque un televoto.



2. CuginoSfigato ha scritto:

8 ottobre 2018 alle 17:41

Concordo sostanzialmente con la vostra analisi. Questa edizione conferma se ce ne fosse bisogno che indovinare il cast di un reality è quantomai difficile, come è impossibile prevedere quali dinamiche si creeranno.

Il caso dello scorso anno è stato più unico che raro, con un cast in stato di grazia e certo non per merito degli autori, che si ostinavano ottusamente a blindare personaggi che il pubblico non amava, e viceversa. Per fortuna ci hanno pensato gli spettatori che a furor di popolo hanno portato alla fine chi se lo meritava e/o chi davvero dava qualcosa al programma. Era difficile che una combinazione così azzeccata si ripetesse, e infatti.



3. IlGrandeCacciucco ha scritto:

8 ottobre 2018 alle 18:02

Anche per me Stefano Sala è uno dei più “attivi” in questo momento. E purtroppo è vero che il montaggio influisce parecchio, per questo quando posso guardo il live. Ho difeso Monte fino all’inverosimile ma uno che si ostina a creare amorazzi finti per far parlare di sè e che è riuscito anche nell’impresa impossibile di trovare una più oca di Sesilià, anche basta.

In generale il gruppo di quest’anno non ha un grande appeal, e seguirlo nel live è spesso di una noia mortale. Al solito poi ci pensano gli autori a dare il colpo di grazia scimmiottando goffamente le dinamiche che tanto erano piaciute lo scorso anno: la “pazza” della situazione (Ivan Cattaneo), l’asceta un pò disadattato (Walter Nudo), la coppietta per bimbeminkia (Monte Salemi), la star del cinema (Giorgi), il bello ma non scemo (Fongaro), il tenebroso, l’incazzoso, e via proseguendo in una sfilata di brutte copie che non riescono assolutamente nell’intento di riaccendere l’interesse della scorsa edizione. Nemmeno il disperato tentativo di virare verso il drammone strappalacrime ha sortito effetti, e stasera con I Bastardi di Pizzofalcone si profila la debacle.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.