5
ottobre

Lodo Guenzi a X Factor 2018 al posto di Asia Argento

Lodo Guenzi

Lodo Guenzi

Sarà Lodo Guenzi a prendere il posto di Asia Argento ai live di X Factor 2018, al via su SkyUno giovedì 25 ottobre. Il leader de Lo Stato Sociale affiancherà Fedez, Mara Maionchi e Manuel Agnelli al tavolo della giuria.

Per Lodo Guenzi si tratta di un ritorno, questa volta da ‘titolare’. Nella seconda puntata di Audizioni di questa edizione di X Factor, infatti, si era calato nei panni di quinto giudice, trovandosi anche a proprio agio. Inizierà a lavorare da subito con la propria squadra, con l’obiettivo di costruire un percorso musicale per ciascuno dei concorrenti scelti (da Asia Argento) e portarli il più in fondo possibile nella gara all’interno del programma.

Chi è Lodo Guenzi, il nuovo giudice di X Factor 2018

Lodo Guenzi, bolognese classe 1986, fonda Lo Stato Sociale insieme agli amici degli anni del liceo Alberto Cazzola e Alberto Guidetti. Nel 2011 si sono uniti a loro Enrico Roberto e Francesco Draicchio. La band è solo una parte della loro amicizia, cresciuta dietro ai microfoni di Radio Città Fujiko e adesso incubata in un furgone nove posti che li ha portati in giro per oltre 500 date in ogni angolo del paese in questi sei anni trascorsi tra locali da 100 persone, palasport e piazze da tutto esaurito. La band è reduce da un concerto da 13 mila presenze in Piazza Maggiore a Bologna.

Lo Stato Sociale ha da sempre la missione di aprire spazi nuovi e non sondati dalla musica indipendente. Sono stati la prima band della loro generazione a riempire i palasport, la prima a raggiungere il podio di Sanremo, arrivando secondi quest’anno, e la prima ad avere per tre mesi il pezzo più trasmesso in radio. Il video ufficiale di Una vita in vacanza ha raggiunto oltre 40 milioni di views su Vevo. Il brano è stato certificato disco di platino FIMI con oltre 13 milioni di streaming ed è stato il pezzo più trasmesso in radio per 4 settimane. Primati, l’ultimo album de Lo Stato Sociale (Garrincha/Island Records), è la prima ‘raccolta differenziata’ della band, contenente tutti i loro brani più importanti e 3 inediti.

Di mestiere attore, Lodo è finito a fare il cantante. Dopo aver (quasi) sbancato Sanremo ha deciso di tentarsi regista per lo spettacolo di Dente e Guido Catalano e, svestiti i panni di regista, ha condotto su Rai 3 il Concertone del Primo Maggio di Roma. In questo momento Lodo recita nello spettacolo Il giardino dei ciliegi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Lodo Guenzi a X Factor 2018
X Factor 2018, Lodo Guenzi: «Qualsiasi cosa succeda di buono rimarrà merito di Asia Argento»


Asia Argento
X Factor 2018: ecco la nuova giuria


Asia Argento, CR4 La Repubblica delle donne
CR4, Asia Argento: «Mi hanno licenziata da X Factor con una mail. Non condivido le scelte di Lodo Guenzi, mi vergogno per lui»


Asia Argento - X Factor 2018
X Factor 2018: l’ultima volta di Asia Argento è in Norvegia con Alioscia Bisceglia dei Casino Royale

3 Commenti dei lettori »

1. luca_parma ha scritto:

5 ottobre 2018 alle 15:48

Simpatico come un dito in un occhio. Quasi quasi è più simpatica Asia Argento.



2. marco urli ha scritto:

5 ottobre 2018 alle 23:58

Questi bambocci parlano, fanno gli inc…zati e impegnati, passano con scarsi risultati a fare Le Iene (come brutta copia del Trio Medusa), vanno a Sanremo (culla del populismo…), avanti con i soliti discorsi banali e retorici al primo maggio e poi te li ritrovi a fare i giudici in un programma conformista, superficiale e puramente commerciale.
…Ma l’importante per essere credibili è stare contro qualsiasi governo, essere antirazzisti e strombazzare di avere amici gay.



3. IlGrandeCacciucco ha scritto:

6 ottobre 2018 alle 08:11

ahahah … completamente d’accordo con i commenti precedenti …. del resto “ho tanti amici gay” is the new “lei non sa chi sono io” …



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.