21
luglio

Non disturbare, Paola Ferrari: «Belen furba, ricca e priva di talento. Diletta Leotta? E’ vistosa e punta su quello»

Paola Ferrari

Nella stanza d’albergo di , il programma di Rai 1 condotto da Paola Perego, Paola Ferrari si è sbottonata. E ancora una volta ha dimostrato di non avere problemi di schiettezza. La giornalista sportiva, prossimamente alla guida degli speciali Rai sulla Champions, ha infatti accettato di commentare le fotografie di alcuni personaggi dello spettacolo con cui polemizzò in passato. Ovviamente non si è risparmiata. Tra i nomi citati, anche quelli di Belen Rodriguez e Diletta Leotta.

Su proposta della presentatrice, la Ferrari non ha svelato le identità di tutti i personaggi (ri)portati alla sua attenzione. In un caso in particolare, senza fare nomi la giornalista ha parlato di “grandissima delusione, una delle più grandi della mia vita, devastante al di là di ogni immaginazione“. La persona in questione è stata definita “falsissima e super opportunista“. Alcuni, per deduzione, ci avrebbero visto il profilo della sua ex amica Daniela Santanché, visto che si parlava proprio di amicizia tradita.

Nel mirino, anche una “stakanovista” televisamente brava “perché ha trovato una cifra“, ma deludente dal punto di vista personale.

Non mi è piaciuta tanto per alcune cose che ha fatto, che ha detto su di me (…) C’era stato un diverbio su una trasmissione che lei conduceva e dove si erano comportati molto male nei miei confronti. Io avevo reagito e loro per screditarmi mi dissero delle cose in tv di una volgarità e gravità“.

Ma la Ferrari ha anche deciso di svelare alcuni nomi oggetto dei suoi giudizi. A cominciare da Belen Rodriguez:

Bella, furba, ricca. Io l’ammiro perché più furbe non ne fanno. Io dovevo nascere così. Se tu riesci ad avere un successo di questo tipo assolutamente priva di ogni goccia di talento vuol dire che sei intelligente e brava (…) Un consiglio? Continuare così, trovare l’uomo giusto, mettere via più soldi possibili e aprirsi una fattoria“.

E poi avanti con Diletta Leotta:

E’ esattamente il contrario di quello per cui ho sempre lottato, è estremamente vistosa e punta molto su quello, ma è brava e simpatica. Lei è stata furba perché è brava ma gli uomini l’hanno messa lì per un altro motivo e lei li ha fregati“.

Tra i nomi espressamente citati anche quello di Paola Cortellesi, che in un monologo ironizzò sulla Ferrari ma lei – ha detto la giornalista – “non era responsabile, semplicemente interpretò una parte teatrale in cui c’erano insulti“. L’attrice peraltro – ha precisato l’intervistata – “è stata carinissima e mi ha telefonato per spiegarsi. E’ una bellissima donna e una straordinaria attrice“.



Articoli che potrebbero interessarti


Belen Rodriguez
Belen Rodriguez, vendetta social: like su Instagram al commento contro Paola Ferrari e Perego


Paola Ferrari
PAOLA FERRARI CONTRO DILETTA LEOTTA A SANREMO: ‘NON SONO CONTENTA. NON CHIAMATE LA VECCHIA FERRARI CHE FA SOLO GRANDI ASCOLTI’


Diletta Leotta
Miss Italia 2018: Francesco Facchinetti e Diletta Leotta conduttori


Paolo Maldini
DAZN arruola Diletta Leotta e Paolo Maldini

5 Commenti dei lettori »

1. Primus ha scritto:

22 luglio 2018 alle 12:05

Sulla Rodriguez ha detto quello che molti pensano: la furbizia spesso vince sul talento…



2. Andrea ha scritto:

22 luglio 2018 alle 12:28

Il nulla che parla del nulla. Mai ascoltato più sciocchezze in questa intervista che in altre 100. Mamma che orrore



3. kalinda ha scritto:

22 luglio 2018 alle 13:38

Certo che è schietta è ben imparentata



4. Francesco93 ha scritto:

24 luglio 2018 alle 11:11

Il bue che dà del cornuto all’asino…



5. Luca ha scritto:

24 luglio 2018 alle 13:37

ma perchè si è rovinata in questo modo la bocca e zone limitrofe ?
Assurdo



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.