27
giugno

Palinsesti Rai 2018/2019: la presentazione in diretta. Panariello e Salemme in giuria a Tale e Quale, nessuna conferma per Fiorello

Baglioni

Il giorno è arrivato. Stamattina dagli studi di Via Mecenate a Milano, la Rai presenterà i palinsesti 2018/2019. Il top management al completo, al cospetto di una platea di giornalisti e volti noti, rivelerà ufficialmente cosa riserveranno nei prossimi mesi le reti principali del gruppo e sarà pronto a rispondere alle varie domande.

DavideMaggio.it seguirà la conferenza stampa in diretta minuto per minuto per aggiornarvi con tutte le dichiarazioni.

Presentazione palinsesti Rai 2018/2019 in diretta

Ore 12.25 – Con un discorso di Mario Orfeo inizia la presentazione dei palinsesti. Il DG loda gli ascolti e spiega che la Rai ha perseguito obiettivi di qualità e innovazione.  “La Rai è accoglienza, vicinanza, solidarietà, e io ringrazio il Presidente della Repubblica Mattarella che ci ha ricordato che la solidarietà è nel DNA degli italiani”, dice tra le altre cose. Saluta Frizzi e in sala scatta la standing ovation. “E’ il ritratto, il volto, della Rai che vogliamo”.

12.31 – Dopo un filmato che vuole rappresentare lo slogan “il futuro è già in programma”, Orfeo ringrazia i talent presenti in sala. Cita Andrea Bocelli, Fabio Fazio,  Alberto Angela, Antonella Clerici. L’offerta sarà presentata secondo i gener. Bellezza, partecipazione, verità, scoperta, fantasia, passione e libertà sono le parole che descrivono i vari generi.

L’offerta di intrattenimento dell’autunno 2018

12.33 – L’intrattenimento sarà bellezza. Parte un filmato che annuncia gli show dell’autunno Rai: Serata Bolle, Stanotte a Pompei, Ulisse, Al Centro (serata evento con Claudio Baglioni), Tale e Quale Show, La Notte di Andrea Bocelli, Telethon, Portobello, Guarda…Stupisci con Arbore e Frassica, Che Tempo Che Fa, Le Rane con Ficarra e Picone, Lucci in access, Quelli che dopo il TG, Improvviserai con Gigi e Ross e Ale e Franz, Pechino Express, Stasera tutto è possibile, Io e lui con Ubaldo pantani, La Battaglia degli Chef, Non ho l’età, Alla lavagna, Stati Generali della tv delle ragazze, illuminate, Telethon con la Clerici,

Il daytime

12.36 – Il daytime è partecipazione. Le novità: Isoardi alla Prova del Cuoco, Balivo alla guida di Vieni da Me, Insinna all’Eredità, Corsi-Delogu a Quelli che il Sabato, Guaccero a Detto Fatto, Marco Liorni a Italia Sì, Timperi a La Vita in Diretta, Domenica In con Mara Venier, La Prima Volta con Cristina Parodi.

La fiction

12.39 – La fiction è libertà. Orfeo sottolinea che la Rai primeggia nella classifica dei titoli più visti grazie all’innalzamento della qualità. I titoli in programma: La vita promessa, L’Aquila – Grandi Speranza, Liberi di Scegliere, i Topi, I Bastardi di Pizzofalcone 2, Rocco Schiavone, L’Ispettore Coliandro, Montalbano, Suburra, Un Passo dal Cielo 5, Una pallottola nel Cuore 3, Il Paradiso delle Signore, Purchè finisca Bene, Non dirlo al mio Capo 2, Che Dio Ci Aiuti 5. L’ingresso nel grande circuito della produzione globale: Lorenzo Il Magnifico, L’Amica Geniale, Il Nome della Rosa.

Le News

12.45 – Verità è la parola che descrive le news. Orfeo fa una velata frecciata a Floris sottolineando che in Rai gli applausi non sovrabbondano diventando, come accade altrove, show. Tra i programmi di informazione: Generazione Giovani con Milo Infante, Nemo, Eroi di strada, Night Tabloif, Emergency Call, Radici, 1/2 in Più, Indovina chi Viene a Cena, Report, Chi l’ha Visto, Carta Bianca, Un giorno in pretura, Messi a Nudo con Alberto Matano, Mai Più Bullismo con Daniele Piervincenzi, Il prezzo con Francesca Fagnani, Prima dell’Alba, Sopravvissuti. Cita poi Regeni, Ilaria Alpi, Padre Paolo Dall’Oglio, tre figure importanti per le quali la Rai non smetterà mai di cercare la verità.

La Cultura

12.49 – La cultura è scoperta, spiega Orfeo. Tra i programmi: Niagara con la Colò, 5 Cose da Sapere con Muciaccia, Linea Verde (con Daniela Ferolla, Federico Quaranta e Peppone), Linea Blu, Linea Bianca, Kilimangiaro, Sereno Variabile, Petrolio, Orizzonti, I Miei Vienili, Stracult, Offstage, Prima del Teatro alla Scala.

Il Cinema

12.51 – Il cinema è sogno. Questione di Karma, Joy, La ragazza del Treno, Tutto quello che Vuoi, Nessuno Si Salva da Soli, Non è un paese per Giovani, Brooklyn, Truth, Beata Ignoranza, Mother’s Day, Liberaci dal Male, A-Team, La marcia del pinguino, I predoni, Toro sono alcuni dei titoli cinematografici in programma.

Le Serie Tv

12.54 – Fantasia è la parola che rappresenta le serie tv. Il Trono di Spade 7, The Americans 3, The Exorcist 2, Scandal 7, American Crime Story- Versace, NCSI 15, Bull2 alcune delle serie in palinsesto.

Lo Sport

12.57 – Lo sport è passione. Sulla Rai tornano la Champions, la Coppa Italia, la Nazionale di Mancini e Novantesimo Minuto. Non solo il calcio però, anche Ciclismo, gli sport paralimpici, i Mondiali di Nuoto, la Pallavolo…

13.01 – Orfeo lancia un filmato su Baglioni. Il cantante è in collegamento da Lampedusa. “Siccome non ci piacciono le cose facili…” sarà di nuovo a Sanremo. Il direttore generale lo congeda augurandogli “Buona Isola”.

13.04 – Orfeo introduce: “l’unico pagato per dare i numeri”, ossia Antonio Marano, numero uno di Rai Pubblicità. Marano sottolinea che nel prossimo semestre contano di recuperare grazie alla nuova offerta e nuove politiche. Sottolinea il maggiore potere d’acquisto del pubblico che segue l’intrattenimento Rai. Fa sapere che superano Mediaset non solo sul totale popolazione ma anche nel target degli alto spendenti. Nella classifica dei 10 eventi più importanti, la Rai occupa nove posti. Nessuna concessionaria può poi vantare un’offerta di calcio così. Il gradimento dell’offerta “qualitel” è del 91%.

13.04 – La Rai svetta anche nella classifica dei Tg più seguiti, continua Marano. L’obiettivo della squadra di Rai Pubblicità è sfruttare al 100% la brand integration.

La conferenza stampa con i direttori

13.23 – Inizia la conferenza stampa con i direttori delle reti generaliste e di Rai Gold e Orfeo.

13.24 – Orfeo: “quando ho accettato questo incarico un anno fa, sapevo sarebbe durato un anno (…) Sono felice di restare in questa azienda, qualsiasi ruolo si definerà”. Su Fiorello: “Fiorello è una sorpresa, quando è arrivato a Sanremo, l’abbiamo deciso due giorni prima, chi vivrà vedrà”.

13.26 – Il bilancio di Orfeo è positivo, tra le due cose a cui tiene di più sono Fazio su Rai1, Sanremo, la fiction. L’orazione civile di Luca Zingaretti, in occasione dell’anniversario della scomparsa di Moro, e l’aver assunto tanti giovani sono due cose di cui va fiero.

13.28 – Orfeo dice che riporterebbe di nuovo Fazio su Rai1. La stessa politica sarà adottata con Alberto Angela. Il successo di Fazio è anche economico: è costato 410 mila euro a puntata, un terzo di una fiction normale che andava in onda la domenica, ha realizzato una media del 16.3% con 4.151.000 spettatori. Ha vinto 26 prime serate sulle 33 perdendo solo con due fiction di Canale 5, quella con Morandi e quella con Michelini. Nessun pentimento anche per Giletti: “Abbiamo portato un altro tipo di televisione… Anzi ne approfitto per portare solidarietà a Selvaggia Lucarelli per quello che qualche domenica fa gli è stato detto senza contraddittorio”.

13.34 – Orfeo non si è mangiato le mani con i Mondiali perchè, a differenza di Mediaset, la Rai ha dei limiti di affollamento pubblicitario per cui non avrebbe potuto recuperare l’ingente investimento. Sulla Gabanelli: “nessuno l’ha mandata via, ha avuto delle offerte che ha giudicato inadeguate… A me è dispiaciuto moltissimo che sia andata via, spero possa tornare”. Interpellato, sulla Rai gialloverde, Orfeo dice di essere daltonico.

13.38 – “I soldi sono gli stessi dell’anno scorso” dichiara Orfeo a proposito del cachet di Baglioni a Sanremo.

13.40 – In fase di definizione la conduzione dei post partita di Champions.

13.44 – Orfeo chiude la porta a ritorni imminenti di Floris e Giletti.

13.44 – Domanda su Insinna. “Sono strafelice di poterlo avere a L’Eredità, è un grande professionista (…) non è un rischio” dice Teodoli. Per Orfeo, invece, è un grandissimo rischio che faccia benissimo! Coletta: “Riguarda i lutti che subisce Rai3… ci tengo a dire non soltanto per me, ma per tutta la squadra, quando Fabio è andato via, un po’ mi è dispiaciuto, questi prodotti che passano sull’ammiraglia hanno avuto una costruzione decennale che si è imbevuta in un laboratorio artigianale. (…) Ci avevano dato per morti, in realtà come canale complessivi siamo in vantaggio rispetto allo scorso anno. Abbiamo potuto sperimentare delle cose che altrimenti non erano possibili. Ho sperimentato con Mauro Orfeo il programma meno televisivo di questa stagione, Lessico Famigliare (…) Nel caso di Alberto è ovviamente un grande dispiacere, penso che Ulisse abbia fatto la storia di Rai3 ma noi siamo pronti a battagliare (…) Il sabato scenderà in campo Camila Raznovich con Il Borgo dei Borghi e dopo di lei arriverà una faccia storica per Rai3, Mario Tozzi”.

13.50 – “Portobello fa parte di un disegno che segue la linea di una cosa che sta avvenendo in tutta Europa (…) Penso ci sia molto da recuperare”, Teodoli argomenta la decisione di rispolverare l’ennesimo classico della tv. “Sarà sicuramente un grandissimo successo”, continua su Portobello.

13.52 – Fabiano risponde sulla Brigliadori: “La Brigliadori era stata scelta guardando al cast complessivamente. Pechino Express non è un programma di medicina, è un programma di intrattenimento, montato (…) Un conto sono le teorie deliranti, un altro quando queste si applicano pubblicamente ad una persona specifica. (…) I contratti si rescindono, in caso ci saranno dei contenziosi. Nel frattempo sabato è partita l’avventura di Pechino”.

13.57 – Teodoli risponde su Insinna e sulle affermazioni di Striscia: “Io penso che il santo in Paradiso di Flavio è la sua professionalità”. Su Greco: “Non è che è stato tolto Greco ma ci sono la partecipazione e la qualità, quel programma è andato molto bene ma era un momento di interruzione nella programmazione. Rai1 dalle 7 del mattino alle 7 di sera è continuamente in diretta, nessuna penalizzazione per Greco, c’è stata solo una scelta editoriale. Auguro a Greco molta fortuna, ci sono tante reti che potrebbero valorizzarlo”.

13.58 – Orfeo “non conta nulla” per le partenze dei programmi. Teodoli dice che Rai1 normalmente parte intorno alle 21.20.

14.02 – Orfeo: “Benigni non ha ancora trovato la strada per venire”.

14.04 – Teodoli crede molto nel programma di Marco Liorni che è stato costruito dallo stesso conduttore.

14.06 – Coletta parla di Storie del Genere: “Nonostante ascolti non brillantissimi nella seconda serata del giovedì, l’idea di dare voce a persone di che cambiano sesso merita una serialità… Con Sabrina Ferilli probabilmente torneremo su un’altra battaglia civile”.

14.08 – Panariello e Vincenzo Salemme nella giuria di Tale e Quale Show.

14.13 – Fabiano parla della Colò: “Il ritorno di Licia è un ritorno bello. Con lei avevamo cominciato a dialogare prima dell’uscita di Roberto Giacobbo che ci ha portato poi ad accelerare il progetto (…) Ci racconterà della bellezza della natura”. Nella tarda primavera ci sarà un nuovo programma di divulgazione.

14.15 – Teodoli:”Ficarra e Picone, faremo quest’estate la ripresa de Le Rane di Aristofane (…) Con loro iniziamo un dialogo”.

14.16 – Coletta saluta il ritorno di Serena Dandini.

14.17 – Pantani si alza in piedi per chiedere ai giornalisti di fare una domanda alla direttrice di Rai Gold. La Enni prende la parola: “Rai4 è in buonissima salute (…) Dopo Tv8 è il primo canale semigeneralista. A me mi è andata benissimo (…) Su tredici serie considerate cult, dalla classifica di un giornale, noi ne abbiamo trasmesse nove. A noi ci piace Rai4, spero vi piaccia anche a voi… In questi 10 anni abbiamo visto nascere e morire tanti canali, invece noi siamo qua”.

14.20 – La conferenza termina qui.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Cairo e la dirigenza La7
La7, palinsesti 2018/2019: conferenza stampa in diretta. Floris ha rinnovato fino al 2024


Rete 4
Palinsesti Rete 4, autunno 2018


Italia 1
Palinsesti Italia 1, autunno 2018


Canale 5
Palinsesti Canale 5, autunno 2018

23 Commenti dei lettori »

1. andrea ha scritto:

27 giugno 2018 alle 11:44

Mi piacerebbe che Cristina Chiabotto,co-conduce il Festival di Sanremo 2019 con Baglioni



2. Marcoo ha scritto:

27 giugno 2018 alle 11:49

Mi piacerebbe che andrea la smettesse di spammare il solito nome per ila solita rassegna



3. andrea ha scritto:

27 giugno 2018 alle 13:25

Marco io dico quello che voglio



4. mugnezz ha scritto:

27 giugno 2018 alle 14:14

andrea hai rotto il ca con la chiabotto . hai rotto le scatole mesi e mesi su tvblog con la chiabotto qua la chiabotto la .
basta ,trovati un hobby e fai altro nella vita



5. Ale ha scritto:

27 giugno 2018 alle 14:19

Caro Teodoli normalmente RAI 1 parte alle 21,30 d’inverno aggiornati



6. Mario P ha scritto:

27 giugno 2018 alle 14:24

Insinna all’Eredità?? quando cambiano i dirigenti rai :-/



7. Valentina ha scritto:

27 giugno 2018 alle 14:32

Uffa, neanche una parola su Sbandati… lo avranno rinnovato o no??



8. Elva Garcia ha scritto:

27 giugno 2018 alle 14:34

Solo un comentario vorrei tanto Marco Liorni a la vita indirecta grazie 🙏🏿



9. luciana ha scritto:

27 giugno 2018 alle 14:52

Chiedo scusa ma io all’Eredità avrei preferito Alessandro Greco.



10. alessandro ha scritto:

27 giugno 2018 alle 15:31

Solita rai… soliti programmi… solite facce… soliti raccomandati… solita noia…

Inaccettabile in particolare la scelta di fare fuori un ottimo conduttore ed intrattenitore come Alessandro Greco… Purtroppo Alessandro Greco non ha santi in Paradiso come altri conduttori miracolati in rai… Spero che Mediaset lo prenda e gli affidi una trasmissione…

Altrettanto inaccettabile ed inspiegabile il fatto di dare un programma a Insinna… oltretutto un programma in passato condotto da persone del calibro di Frizzi e Conti… Teniamo conto oltretutto che in quasi tutte le trasmissioni condotte o in cui comunque ha partecipato Insinna ultimamente ci sono stati degli ascolti bassissimi… in una sola parola FLOP.

Le partite di Champions sulla rai saranno un autentico disastro… non certo in termini di ascolti… ma come qualita’ di telecronaca e di commenti pre e post partita… La rai e’ del tutto sprovvista di telecronisti, giornalisti e commentatori all’altezza della situazione… L’unico di livello e’ Sconcerti… x il resto c’e’ il deserto assoluto…

Ci sarebbero tante altre cose che ho letto e che non hanno senso in queste scelte del nuovo palinsesto rai (come x esempio affidare ancora una trasmissione alla Parodi e tante altre cose ancora)… ma mi fermo x non dilungarmi troppo…

Parlo in generale… alla rai la meritocrazia non esiste o quasi… questa e’ la tristissima realta’…



11. w.raiuno ha scritto:

27 giugno 2018 alle 15:43

Mi hanno liquidato Alessandro Greco, perché mai, poteva fare il preserale il Sabato e la domenica nel preserale 18:50 …… magari
con un quiz nuovo invece, grazie e tanti saluti mah!!!!



12. pina ha scritto:

27 giugno 2018 alle 17:42

Vorrei dire che a me insinna piace. non stiamo ad ascoltar striscia la notozia ne hanno già di loro. Insinna è un serio professionista.
Alessandro Greco si è bravo ma non tira il programma .



13. alessandro ha scritto:

27 giugno 2018 alle 18:17

Pina sei l’unica rimasta sulla faccia della terra a cui piace Insinna. Ti informo che non c’e’ bisogno di sentire Striscia come dici te… parlano le immagini trasmesse… A dir poco indecente e vergognosa la condotta di Insinna…

Pina non difendere l’indifendibile!!!!!!!!



14. Mauro ha scritto:

27 giugno 2018 alle 18:19

Alcune Cose mi piacciono, altre zero… i palinsesti Mediaset invece quando saranno presentati?



15. Joseph ha scritto:

27 giugno 2018 alle 18:52

@Mauro: tanto ci saranno la 124ª edizione di Striscia, la 89ª di Forum, la 74ª di Amici, la 85ª di C’è posta per te, la 34ª di Ciao Darwin e la 18ª (è appena maggiorenne) di Pomeriggio5. Questo per quanto riguarda le novità dell’ammiferraglia…



16. alessandro ha scritto:

27 giugno 2018 alle 19:21

@ nonno Joseph Nessuno ti obbliga a guardare Mediaset (la cui visione oltretutto e’ gratis)… Guardati i programmi entusiasmanti e nuovissimi della rai… Buona visione e buona dormita…



17. Giannileo ha scritto:

27 giugno 2018 alle 20:03

Insinna a l’eredità è vergognoso



18. ANDREA ha scritto:

27 giugno 2018 alle 20:13

tristissimo palinsesto, solo un augurio a MARA VENIER, che con mio enorme dispiacere ha lasciato MEDIASET, di fare una bella DOMENICA IN.. Il resto e’ una pena auguro grosso tonfo a CLERICI, INSINNIA,PARODI,FIALDINI E TIMPERI,BALIVO E ISOARDI.



19. Joseph ha scritto:

27 giugno 2018 alle 20:42

@ piccolo alessandro: Ho 24 anni e purtroppo preferisco la qualità al trash. Buon per te che Mediaset ti fornisca gratuitamente la cultura del livello che preferisci e comprendi meglio. Pace.



20. alessandro ha scritto:

27 giugno 2018 alle 22:53

@ nonno Joseph Avrai anche 24 anni (sempre che sia vero)… ma sei vecchio dentro evidentemente… Il telespettatore medio della rai e’ over 65 (parlano chiaro i dati in merito)… Il pubblico e’ mediamente molto anziano… si vede che preferisci la tv che fa dormire… in rai abbondano le trasmissioni noiose… Io preferisco la tv che coinvolge… giovane, divertente, con trasmissioni di intrattenimento e quindi preferisco chiaramente mediaset… La cultura non si impara in tv… leggiti qualche bel libro… come faccio io… Tu sei il classico giovane vekkio… continua pure a seguire mamma rai insieme ai tuoi coetanei stagionati…



21. Patrick ha scritto:

28 giugno 2018 alle 03:54

Teodoli risponde su Insinna e sulle affermazioni di Striscia: “Io penso che il santo in Paradiso di Flavio è la sua professionalità”

La scelta editoriale di togliere Greco perché è un programma non in diretta? E quindi? Andava bene, sia mai che proviamo a tenerla una cosa che va bene.

Nessun pentimento per Giletti dopo aver AMMAZZATO la programmazione della domenica?

Vabbè, fa davvero già ridere di suo, non serve proprio infierire. Qui siamo usciti completamente dal lume della ragione. Un incompetente totale, protetto da chissà chi, questa è la cosa peggiore.



22. Joseph ha scritto:

28 giugno 2018 alle 08:11

Volentieri. Meglio distinguersi dalla massa informe e volgare di cui tu fai parte. Un mediasettaro che legge e poi guarda certi show di dubbia utilità anche solo come intrattenimento? Ne dubito fortemente l’esistenza. Mi sa che quello falso sei tu, piccino alessandruccio.



23. Joseph ha scritto:

28 giugno 2018 alle 08:14

Volentieri. Meglio distinguersi dalla massa informe e volgare di cui tu fai parte. Un mediasettaro che legge e poi guarda certi show di dubbia utilità anche solo come intrattenimento? Ne dubito fortemente l’esistenza. Mi sa che quello falso sei tu, piccino alessandruccio.

p.s.: la rivista di Uomini e donne non è un libro, sappilo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.