13
giugno

Ora o Mai Più: una gradevole sorpresa

Ora o Mai Più

Ora o Mai Più

Ora o Mai Più, ovvero una seconda chance per i cantanti caduti in ‘disgrazia’, ma anche l’occasione di proporre uno show musicale che profumi di novità. Il programma di Amadeus, per quanto non si discosti troppo dal solito meccanismo da talent, ha dalla sua un’idea forte che ha generato un importante effetto curiosità: mettere in gara concorrenti all’ultima spiaggia della loro carriera, facendoli battagliare per conquistare la pubblicazione di un disco e tornare sul mercato discografico.

Certo, Music Farm c’era arrivato quattordici anni fa, ma Ora o Mai Più è riuscito nell’intento di unire i nostalgici dell’ex talent di Rai 2 (non a caso alcuni concorrenti di oggi, vedi Marco Armani e Massimo Di Cataldo, erano concorrenti anche allora, alla pari, tra l’altro, dei maestri Loredana Bertè e Fausto Leali) alle esigenze del pubblico di Rai 1, grazie ad un’azzeccatissima scelta del cast, in particolare degli otto big (e qui si vede la mano di Carlo Conti e del suo gruppo di lavoro, che sono la mente di Ora o Mai Più). A fare da collante, Amadeus, un perfetto padrone di casa e una garanzia, oseremmo dire, oggi quasi rara, soprattutto per il telespettatore.

Da rivedere, o meglio da eliminare, quell’angosciante nostalgia che ha invece accompagnato i cantanti in gara. Una loro presentazione alla prima puntata era d’obbligo, ma i filmati introduttivi delle esibizioni hanno rimarcato una sofferenza passata che è andata ad appesantire un clima che, al contrario, dovrebbe risultare più sereno e spensierato, soprattutto per chi ha accettato di rimettersi in gioco. Invece, dopo neanche mezz’ora, vedere i Jalisse nelle condizioni di sentirsi dire – da Loredana Bertè e Patty Pravo – che la vittoria al Festival di Sanremo 1997 è stata immeritata è risultata una forzatura inutile, nonché una ‘cantilena’ che il povero duo in vent’anni chissà quante volte avrà sentito.

Lo show, però, ha guadagnato subito il piglio giusto con i duetti insieme ai maestri, che sono il fulcro della gara. Si canta con grande rispetto per chi si ha a fianco: i concorrenti si sono ‘buttati’ sotto i riflettori quasi timorosi ed impauriti (ma c’era da aspettarselo, soprattutto al debutto), mentre le otto glorie della musica italiana, pur navigando ancora a vista, forse spaesate nell’insolito ruolo di maestri e giurati, non si sono risparmiate (vedere Orietta Berti bacchettare la Bertè sulla questione del falsetto è stato uno spasso), confermando di essere loro, per il momento, la vera anima di Ora o Mai Più.

Ora o Mai Più: la classifica della prima puntata

Ecco come si è composta la classifica della prima puntata, data dalla somma dei voti (da 1 a 9) dei maestri e dalle preferenze espresse dal pubblico in studio alle esibizioni dei concorrenti nei duetti:

1. Lisa con Marco Masini: 50 (Leali 9, Bertè 8, Zarrillo 7, Pravo 7, Canzian 6, Bella 6, Berti 7) + 33 = 83

2. Massimo Di Cataldo con Patty Pravo: 51 (Leali 8, Bertè 8, Zarrillo 7, Canzian 7, Bella 7, Masini 7, Berti 7) + 29 = 80

3. Jalisse con Michele Zarrillo: 46 (Leali 6, Bertè 5, Pravo 6, Canzian 7, Bella 6, Masini 7, Berti 9) + 30 = 76

4. Stefano Sani con Marcella Bella: 45 (Leali 8, Bertè 7, Zarrillo 6, Pravo 6, Canzian 6, Masini 6, Berti 6) + 28 = 73

5. Valeria Rossi con Orietta Berti: 45 (Leali 5, Bertè 7, Zarrillo 8, Pravo 6, Canzian 6, Bella 6, Masini 7) + 27 = 72

5. Marco Armani con Red Canzian: 43 (Leali 6, Bertè 6, Zarrillo 6, Pravo 3, Bella 8, Masini 6, Berti 8) + 29 = 72

6. Alessandro Canino con Loredana Bertè: 43 (Leali 5, Zarrillo 6, Pravo 5, Canzian 6, Bella 8, Masini 6, Berti 7) + 28 = 71

7. Donatella Milani con Fausto Leali: 39 (Bertè 6, Zarrillo 6, Pravo 6, Canzian 5, Bella 5, Masini 5, Berti 6) + 25 = 64

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Amadeus - Ora o Mai Più
Palinsesti Rai 1, inverno 2019: Ora o Mai Più al sabato sera. Tornano anche Montalbano e Superbrain


stasera tutto è possibile amadeus
Stasera Tutto E’ Possibile: al via la quarta edizione. Tra gli ospiti Giovanna Civitillo e Nathalie Guetta


Soliti Ignoti  - Il Ritorno
I soliti Ignoti: Amadeus riparte con la Lotteria Italia e uno speciale binocolo


Amadeus
Amadeus a DM: «Vorrei avere un politico a I Soliti Ignoti. Non mi hanno chiesto di condurre Affari Tuoi»

3 Commenti dei lettori »

1. giusé ha scritto:

14 giugno 2018 alle 11:50

A me personalmente il programma non convince.

Lo trovo un pochino cinico, senza un minimo di leggerezza. I pezzi sono riarrangiati nello stile di Tale e Quale e lo stesso Amadeus conduce come fosse Carlo Conti (peccato, perché secondo me ha una sua cifra molto personale, capace di brillantezza e personalitá).

Ma il peso specifico di Raiuno, votato a ridurre la musica al solito miscuglio presente/passato, piú tendente al secondo, si esprime al suo meglio (o peggio) nella scelta dei pezzi per i duetti. Per cui: Marco Armani canta con Canzian “Noi due nel mondo” del 1972, mentre i Jalisse con Michele Zarrillo portano “5 Giorni” del 1997, e a Valeria Rossi tocca “Io ti daró di piú” del 1966, in duetto con la Berti.

Effetto amarcord al quadrato: cantanti 80-90-00 che pescano canzoni 60-70-80-90 con archivio techetecheté in aggiornamento.

Tra tutti gli artisti in gara due menzioni speciali:
- Massimo di Cataldo: l’unico di cui si ricordi un album di successo, (Anime, 1996, 350mila copie vendute) e almeno 4-5 canzoni di una certa popolaritá.
- Lisa, il cui pezzo “Sempre” é, secondo me, uno dei testi piú belli e bistrattati mai presentati a Sanremo.



2. Srich ha scritto:

14 giugno 2018 alle 13:31

Mi hanno sorpreso molto gli ascolti, l’atmosfera appesantita del “Beh, com’è che la vostra carriera è morta quindi? :)” pensavo l’avrebbe ancorato a un 17/18%, invece è stata apprezzata la sincerità dei partecipanti. Ed anche quella della giuria, prendessero nota per T&Q che non si può dire a tutti che sono magnificistupendiforever.

Mi fa piacere sia per i cantanti che per Amadeus.

Per quanto riguarda la gara mi sembra che i duetti siano il punto debole, non ce n’è uno che sia stato vagamente memorabile. Io nella prima fase lascerei ai concorrenti la possibilità di cantare un loro pezzo, nella seconda farei assegnare ai mentori una cover, di cui seguire pure la realizzazione. E, in ogni caso, demiglioriannizzerei la giuria, troppa gente che sul mercato attuale non esiste. Come fa, con tutto l’amore per lei, la Berti a indirizzarmi verso il mercato discografico se lei stessa non pubblica praticamente da quando Valeria Rossi era ancora (meritatamente <3) in auge?



3. alessandro ha scritto:

15 giugno 2018 alle 00:15

Sono stati messi solo i risultati della prima puntata… Non siete ancora al corrente dei risultati della seconda puntata che e’ stata registrata l’8 giugno??? Beh… ve lo dico chi ha vinto la seconda… Ha vinto ancora Lisa… Stasera 14 giugno 2018 hanno registrato la terza puntata… domattina vi scrivero’ chi ha vinto… Spoilero un po’… visto che non lo fate voi…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.