16
marzo

Canna gate, Rocco Siffredi: «È successo anche nella mia Isola dei Famosi»

Rocco Siffredi

Il canna gate è successo anche nella mia Isola“. Rocco Siffredi si è spogliato, stavolta di un segreto. Il p0rnoattore ha infatti confessato che la droga ci sarebbe stata anche nell’edizione 2015 dell’Isola dei Famosi, quella a cui lui stesso partecipò come concorrente. Il caso spinelli sollevato quest’anno da Eva Henger, insomma, non sarebbe stato un unicum nella storia del reality show trasmesso da Canale5 e prodotto da Magnolia. Ecco cosa ha rivelato Rocco. 

Il canna gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena, ma anche nelle altre. Mai nessuno però ha parlato di uno spinello in diretta tv. Ma davvero stiamo polemizzando su uno spinello? La cannabis è legale in metà mondo, è stato montato un caso inutilmente. Ripeto, mi dispiace molto per Eva che sembra essere rimasta indietro di trent’anni

ha affermato Siffredi ai microfoni di Leggo.it con la sua consueta sincerità. Le sue dichiarazioni, peraltro, non si riferiscono solo all’edizione 2015 del programma, ma anche a quella 2017 a cui partecipò Malena (esplicitamente citata). L’attrice a luci rosse, quell’anno, condivise l’esperienza anche con l’ex velina Giulia Calcaterra, che a sua volta aveva denunciato il consumo di marijuana da parte di alcuni naufraghi (tre o quattro, a suo dire) in un’intervista rilasciata a Striscia la Notizia.

Non scandalizza certo, né stupisce, che Siffredi abbia un orientamento permissivo sul consumo di cannabis, ma va ricordato che in Honduras l’utilizzo di quella sostanza è punito duramente dalla legge, fino a 12 anni di carcere. L’eventuale possesso di droga da parte di alcuni concorrenti del reality, quindi, non sarebbe stato così irrilevante perché avrebbe messo a rischio l’intera produzione. Inoltre Eva ha vuotato il sacco perchè Francesco avrebbe violato il regolamento della trasmissione.

Mi dispiace per Eva e soprattutto per Francesco. Eva sembra essere rimasta indietro di mille anni e Francesco poteva vivere un’esperienza bellissima che invece è stata rovinata. E’ un ragazzo giovane e di grande personalità e per una stronzata ha perso tutto

ha infine commentato Rocco. E il canna-gate, a differenza di quanto sperato da Alessia Marcuzzi, non accenna a spegnersi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Giulia Calcaterra
Striscia la Notizia, Giulia Calcaterra tuona contro l’Isola: si fumava anche lo scorso anno, favoritismi per Raz Degan


Filippo Nardi
Canna gate all’Isola, Eva Henger a Striscia: «Anche Filippo Nardi ha fumato»


canna gate, Chiara Nasti
Striscia la Notizia, Chiara Nasti sul ‘Canna-Gate’: «Monte fumava dalla mattina alla sera. E Marco Ferri con lui»


RoccoSiffredi con Raffaella Fico e Diana del Bufalo sul set
DIANA DEL BUFALO E RAFFAELLA FICO “ALLA CORTE” DI ROCCO SIFFREDI E MASSIMO BOLDI IN “MATRIMONIO A PARIGI”

8 Commenti dei lettori »

1. RoXy ha scritto:

16 marzo 2018 alle 11:10

Ecco i soggetti che hanno voce in capitolo nel palinsesto di Canale 5, ex pornodivi ed escort di ogni sorta, sia maschili che femminili, collusi con ambienti malavitosi e tossicodipendenti. Poi si lamentano che i loro elettori non votano più Farsa Italia… ma guardatevi intorno imbecilli, chi è causa del suo mal pianga se stesso! E’ questa l’immagine di voi che offrite al Paese, uno squallore raccapricciante!



2. soralella ha scritto:

16 marzo 2018 alle 11:10

Cioè, al posto del cibo gli danno le canne, in pratica.
Finalmente dopo quasi vent’anni capisco come fanno i concorrenti a restare allegramente in piedi con 30 grammi di riso al giorno, non me lo ero mai spiegata. E capisco anche perchè tutti sgomitano per andare all’Isola.



3. jenny ha scritto:

16 marzo 2018 alle 12:40

A sto punto mi pare chiaro che la casa di produzione abbia “cannato” specie arborea sin dall’inizio per il proprio simbolo…più che nelle magnoliaceae sembrano esperti nelle cannabaceae, una preparazione botanica decisamente “fumosa”.



4. Francesco ha scritto:

16 marzo 2018 alle 12:45

Oltre alla CANNA l’ISOLA dei “Famosi” del 2018 è caratterizzato da altri fattori:
- la presentatrice “ubriaca” che sclera e da una pessima immagine di se e del programma in prima serata nazionale.
- Gli autori che dicono ai concorrenti chi non devono volare.
- la produzione che attacca il pesce alla canna di Elena per far credere che lei abbia pescato, ed invece la gente subito lo ha capito.
- gli autori che “proteggono” come un “figlio”Monte che ha acquistato mariuana facendolo scomparire dal programma, anche se fino ad ora non ha denunziato Eva nelle sedi competenti come continuano a dire.
- Comunicare ad alcuni concorrenti cosa accade in Italia.
- Dare da mangiare in regalo più che in altre edizioni facendo prove facili, e poi chi perde mangia lo stesso.
- Non dicono nulla quando un concorrente imbroglia, e sono i telespettatori che lo segnalano sui social e STRISCIA lo sottolinea.
- Fanno rientrare in gioco chi è tornato a casa, ha mangiato di tutto ed è stato in tutte le trasmissioni per parlare del programma sapendo quello che pensa la gente, oltre a tornare con le stesse ciglia incollate e la stessa marca di costumi di Elena Morali per fare pubblicità occulta ect ect.
CHE SCHIFO DI ISOLA.



5. Luca ha scritto:

16 marzo 2018 alle 12:47

@ Roxy e Soralella
ahahahaha
siete mitiche



6. Luca ha scritto:

16 marzo 2018 alle 12:54

da aggiungere la sceneggiata del polpo morto attaccato all’esca ,in una edizione passata ,denunciato anch’esso da Striscia
tutto vergognoso ,soprattutto oltraggioso nei confronti dei telespettatori
L’isola dei famosi così come concepita negli ultimi anni ,va chiusa e reinventata totalmente
altro che reality ,lo possiamo chiamare : fakeality



7. Nina ha scritto:

16 marzo 2018 alle 14:03

La soddisfazione più bella è che non riusciranno a propinarci l’amore di Monte e Di Benedetto.



8. controcorrente ha scritto:

16 marzo 2018 alle 20:11

@Francesco… come darti torto !! purtroppo sembra piu’ un esperimento antropologico… quanto gli italiani si bevono e accettano qualsiasi stronzata che mettiamo in piedi ? e purtroppo la risposta e’: tanto



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.