1
dicembre

Amici 17, daytime 1 dicembre. Carlo Di Francesco ad Emanuele: «Io ti avrei già mandato a casa». Video

Yaser Ramadan e Giovanni Caccamo

Yaser Ramadan e Giovanni Caccamo

Dubbi, perplessità, critiche lapidarie e la volontà di far conoscere il proprio mondo interiore: sono stati questi gli ingredienti principali attorno ai quali è stato cucito l’ultimo daytime della seconda settimana di Amici 17. Mentre il capitano del Ferro, Mose, ha modo di monitorare la preparazione del suo sfidante, il professor Di Francesco sembra molto scontento del lavoro svolto dagli interpreti della scuola.

Amici 17, il Carlo Di Francesco intransigente

Carlo Di Francesco ha qualcosa da dire ai cantanti della scuola. Il maestro è innervosito a causa dell’atteggiamento di noncuranza manifestato da buona parte degli interpreti e, durante un’incursione in Sala Relax, sente il bisogno di metterli in guardia. “Nessuno di voi è stato scelto da me (…) e io su molti di voi ho seri dubbi“, dichiara con il tono di voce tipico di chi non vuole scherzare. Molteplici i bersagli della sua critica: dai Black Soul Trio, rei di essersi esibiti nello scorso speciale in uno dei loro cavalli di battaglia e di aver scartato i brani che erano stati loro assegnati in settimana, ai The Jab, passando anche per Yaser Ramadan. “Cosa vuoi fare? Vuoi fare il cantante di musica salentina per tutta la vita?“, chiede polemicamente a Matteo (frontman dei Black Soul Trio). Per poi rivolgersi a Yaser: “Un cantante è fatto di altre cose, oltre alla voce: tecnica e carisma“. L’interprete del Fuoco prova a giustificarsi, ma lui lo stoppa prontamente: “Non mi devi dire niente, devi cercare soltanto di migliorarti“. “Se vi accontentate di quello che già sapete fare siete nel posto sbagliato“, chiosa poco dopo, con fare intransigente.

Le parole dell’insegnante non sembrano aver impensierito particolarmente gli allievi. Resosi conto di ciò, Carlo rientra in Sala Relax, ancor più amareggiato di prima. “Cercherò di essere più chiaro“, asserisce quasi al limite della pazienza, per poi rivolgere ad Emanuele Avino e a Federico Baroni parole tutt’altro che incoraggianti. “Tu per me puoi andare via domani mattina“, dice ad Emanuele. Prospettiva, questa, ribadita anche nei riguardi di Federico: “Io ti avrei già mandato a casa“. Desideroso di generalizzare il discorso, Di Francesco afferma con fare perentorio: “Per me la metà di voi non è all’altezza del mio obiettivo (…) quindi mi domando ‘voi qua che fate?’“.

Terminato il discorso, Di Francesco chiede prima a Luca Vismara e poi ad Emanuele Avino (nei confronti dei quali nutre dei dubbi) di mostrargli il loro attuale livello di preparazione. Fra i brani scelti da Luca c’è anche Alors on Danse (Stromae), mentre Emanuele fa ascoltare al maestro la sua interpretazione di Poster (brano di Claudio Baglioni scelto per la prova immunità). Se nei riguardi delle esibizioni di Luca il maestro non si esprime, quelle di Emanuele non lo soddisfano in alcun modo. “Mi demoralizzo quando non riesco a raggiungere il si bemolle“, dice Avino, spiegando la ragione per cui si è interrotto mentre cantava il brano di Baglioni. Pronta la replica del professore: “Qua il problema non è soltanto la nota“.

Amici 17, la Celentano critica Valentina

Alessandra Celentano decide di assistere alle prove della ballerina Valentina Verdecchi, intenta a preparare Be my baby (passo a due di Garrison). Neanche il tempo di entrare in Sala Prove ed ecco che la maestra ha qualcosa da ridire sui suoi movimenti: “Appena devi fare qualcosa di tecnica, di passo, un po’ muori. (…) Hai la parte inferiore completamente morta“. Per poi affondare, di lì a poco: “Devi essere cosciente di quello che stai facendo, non solo quando fai la carina“. A nulla servono i tentativi di Valentina di farle cambiare idea: “La gamba sotto è morta, piegata, a ragno“. E ancora: “Inutile, dai più energia, spingi di più“. Secondo l’insegnante, l’atteggiamento della danzatrice è del tutto sbagliato: “Si vede che hai paura (…) sembra che schiacci le mosche“. Chiara e lapidaria la sentenza della Celentano, formulata poco prima di uscire dalla stanza: “Al di là delle cose tecniche (…), manca il nervo“. Sentendosi sotto pressione, alla ballerina non resta altro che rifugiarsi in bagno e sfogarsi in un pianto liberatorio.

Amici 17, Mose monitora la preparazione del suo sfidante

Nello speciale di domani Mose dovrà affrontare una sfida con il rapper Astol, scelto dai cantanti della Squadra Fuoco. All’allievo viene concessa la facoltà di controllare la preparazione dello sfidante. “Siamo diversi, io faccio una roba un po’ più introspettiva“, afferma rivolgendosi a Grace Cambriani. La compagna lo esorta poi a non farsi schiacciare dall’ansia. Pronta arriva la rassicurazione del cantante: “Vado in sfida sereno”. Nonostante le sue esternazioni, lo sguardo e l’atteggiamento di Mose sembrano tradire una certa apprensione.

Amici 17, Giovanni Caccamo incontra Yaser

Una prova piuttosto insidiosa attende i ballerini Orion Pico, Filippo Di Crosta, Valentina Verdecchi e Paola De Filippis. I quattro allievi hanno deciso di cimentarsi con la coreografia di Bill Goodson che potrebbe conferir loro l’immunità. Ancor prima di iniziare il lavoro, l’assistente di Bill sente il bisogno di metterli in guardia: “È molto difficile“. Le due ragazze sembrano riscontrare le maggiori difficoltà: tanto Valentina quanto Paola non riescono a memorizzare velocemente i passi del brano. Giovanni Caccamo, nel frattempo, ha voluto incontrare Yaser Ramadan. “Si viene travolti dalla tua voce, hai uno strumento eccezionale”, esordisce il tutor. Ad aver colpito Giovanni è, in particolare, l’atteggiamento umile e propositivo di Yaser. Dopo aver prestato attenzione alla sua versione di Meraviglioso, Caccamo propone a Yaser di provare ad allontanarsi dalle sue certezze, assaggiando anche stili estranei o lontani dal suo: “Prova a sbandare e poi divertiti”.

Amici 17, Mose si confida con Silvia

Mentre l’autore Roberto Casalino fornisce a Nicole Vergani dei consigli per migliorare dal punto di vista dell’interpretazione, in Sala Relax Mose racconta a Silvia Bellucci qualche dettaglio della sua esistenza. Leggendo alcuni versi di una canzone che ha da poco iniziato a scrivere, il rapper milanese spiega alla collega le ragioni per cui si sente particolarmente grato a sua madre. “Sono rimasto solo con mia mamma. Mia madre vive in funzione mia. (….) Gli devo tutto”, dichiara emozionato. Scottato dalle critiche ricevute in settimana da alcuni suoi compagni, l’allievo ci tiene poi a sottolineare come non si sia mai fatto condizionare dalle telecamere: “Io sono realmente così, tutti i giorni scrivo questa roba qua”.

Amici 17, Matteo sostituisce Bryan con Paola De Filippis

A seguito dell’infortunio di Bryan Ramirez, al capitano del Fuoco è stato chiesto di indicare un altro ballerino, da schierare al suo posto nello speciale di domani. La produzione ha dato carta bianca a Matteo, ma il frontman dei Black Soul Trio ha voluto seguire le preferenze che erano state espresse dai suoi compagni, scegliendo Paola De Filippis. In Sala Relax, il cantante fornisce una versione dei fatti non proprio veritiera: “Ho schierato Paola perché sei in graduatoria. Questa è la scelta che ha fatto la squadra”. Comprendendo una certa polemica nelle sue parole, Luca Vismara chiede prontamente: “Ma condividi questa scelta?”. “Ragazzi è quello che si pensa”, replica l’altro. Ma Luca non ci sta e ribatte: “Cosa vuol dire? (….) Ti faccio l’esempio di Yaser, se Yaser ha dato un voto basso a Biondo, io non penso che sia così stupido, se diventa capitano lui, da non schierarlo mai”. Deciso ad interrompere la conversazione, Matteo replica con un secco: “Paola per me balla benissimo, io però avrei schierato Filippo. (…) Ho ragionato di nuovo come parte di una squadra, portavoce di una squadra“.



Articoli che potrebbero interessarti


Luca Vismara
Amici 17, daytime 6 dicembre. I The Jab vincono la sfida. Luca massacrato anche da Di Francesco: «Adesso arriva l’esorcista»


Luca Vismara
Amici 17, daytime 5 dicembre. Rudy Zerbi massacra Luca Vismara – Video


Luca Vismara Amici
Amici 17, daytime 28 novembre. Luca critica Mose: «Non mi sei mai sembrato sincero» – Video


Amici 17 - Squadra Ferro
Amici 17, daytime 27 novembre. Luca: «Il peggior nemico di Mose è Mose»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.